Menu
Wednesday, 25 Aprile 2018

Flash news (762)

Campus globale di innovazione e formazione

Un anno dopo aver annunciato l'acquisizione di B&R, ABB investirà 100 milioni di euro in Austria per realizzare un modernissimo campus per l'innovazione e la formazione presso la sede di B&R a Eggelsberg. È il più grande investimento organico nell'automazione industriale nella storia di oltre 130 anni di ABB e pone i presupposti per circa 1.000 nuovi posti di lavoro high-tech in Austria. Il nuovo campus per l’innovazione e la formazione sarà dedicato allo sviluppo di tecnologie per la fabbrica del futuro, basate su ABB AbilityTM, in cui la produzione sarà intrapresa autonomamente da macchine e robot intelligenti e cloud-connected. Con questo investimento, ABB sta portando avanti la sua strategia Next Level, che definisce l'innovazione come un fattore chiave per una crescita profittevole. L'azienda investe annualmente 1,4 miliardi di dollari in ricerca e sviluppo e ha un team di circa 30.000 ingegneri nel settore ricerca e sviluppo e applicazioni. B&R ha più di 1.000 dipendenti che lavorano nella R&S e nello sviluppo di applicazioni. Il nuovo campus di ricerca e sviluppo coprirà 35.000 m² e ospiterà un numero significativo di strutture all'avanguardia. L'inaugurazione della cerimonia è prevista per la prossima estate e il nuovo campus dovrebbe essere operativo nel corso del 2020.

 

Leggi tutto...

Assi lineari robusti ed economici

Gli assi lineari della serie ECO-LM ed ECO-SL di Aerotech uniscono elevate prestazioni e un robusto design meccanico in un assieme conveniente ed economico. È disponibile una gamma completa di versioni con motori lineari a comando diretto, servomotori rotativi o motori passo-passo per un totale di 44 modelli con corse da 50 mm a 800 mm, oltre a versioni per vuoto e camere bianche. Gli assi lineari della serie ECO si basano sulla lunga tradizione di Aerotech nel produrre soluzioni a basso total cost of ownership (TCO). Eccellenti specifiche di posizionamento, elevata rigidità e una varietà di opzioni e caratteristiche fanno degli stadi ECO una scelta ideale per le applicazioni che richiedono robuste prestazioni di moto.

Leggi tutto...

Partecipazione da A&T 2018

RS Components (RS), distributore globale di prodotti di elettronica e manutenzione, parteciperà alla dodicesima edizione di A&T, Automation & Testing - la fiera dedicata a robotica, tecnologie innovative, test e misure che si terrà presso l’Oval Lingotto Fiere di Torino, dal 18 al 20 aprile 2018 - con l’obiettivo di supportare tutte le aziende del territorio che intendono innovare e abbracciare le nuove tecnologie. Come distributore, RS si propone non solo quale fornitore di componenti e soluzioni ma come un vero e proprio partner che possa supportare le organizzazioni nella ricerca di prodotti e nella gestione di questi ultimi per affrontare le richieste che derivano dalla spinta dell’Industria 4.0. Lo scopo è offrire ai propri clienti le conoscenze, le competenze e i componenti su misura con un approccio personalizzato. Per i visitatori sarà un’occasione non solo per conoscere l’ampia offerta di prodotti dedicati all’industria 4.0 e alla robotica disponibile da RS e la gamma RS Pro, ma anche di incontrare i progettisti e gli esperti di RS per trovare soluzioni ideali alle problematiche da affrontare durante lo sviluppo dei propri progetti.

 

Leggi tutto...

Controllore per sistemi di posizionamento

PI (Physik Instrumente) lancia un controllore modulare ad alte prestazioni adatto per quattro, sei oppure otto assi e dedicato ai sistemi di posizionamento PIGlide su cuscino d'aria, che permette il controllo di servomotori lineari o rotazionali con azionamento diretto ed encoder ad alta risoluzione. I controllori multi-asse sono basati su hardware ACS, azienda sviluppatrice e produttrice di controllori ad alte prestazioni, che fa parte del Gruppo PI dal 2017. Questi controllori supportano anche l'algoritmo ServoBoost di ACS che rende il sistema insensibile a rumori e a disturbi esterni. La nuova serie A-82x integra controllore, driver e adattatori di alimentazione in un rack compatto 4-RU da 19 pollici. Inoltre, su richiesta, può anche essere offerta come configurazione personalizzata per i clienti OEM. A seconda del numero di assi da controllare, è disponibile una potenza continua da 1.100 a 2.000 W, con picchi fino a 3.900 W. La configurazione standard include una calibrazione dedicata per ogni singolo canale e compatibilità con encoder incrementali seno/coseno o con encoder assoluti (fattore di interpolazione fino a 16.384) che utilizzano il protocollo dati BiSS-C.

Leggi tutto...

Software aggiornato per robot industriali

OptoForce ha annunciato di aver completamente riscritto il suo software di base, aggiornandolo e rendendo disponibili nuove funzionalità di automazione per i robot industriali Universal Robots. La nuova versione è caratterizzata anche da una maggiore velocità di integrazione su molte funzioni industriali robotizzate. Alcune novità interessanti della nuova release sono la velocità di inserimento dei perni e la memorizzazione dei percorsi a velocità costante in “force mode”. Quest'ultima funzione offrirà alle aziende sostanziali miglioramenti nelle prestazioni produttive e sarà particolarmente utile durante la lavorazione delle superfici (per attività come lucidatura e fresatura, tra le altre). La capacità di memorizzare un percorso a velocità costante in “force mode” è una funzione davvero unica lanciata sul mercato. Con questa soluzione, i robot possono anche adattarsi alle superfici e seguire qualsiasi tipo di forma. Ciò è favorito dai movimenti che seguono le scanalature e dal mantenimento costante della coppia.

Leggi tutto...

In mostra strumenti di cooperazione uomo-macchina

In occasione della fiera MecSpe, Comau presenta i vantaggi e le opportunità offerte dall’impiego di innovativi strumenti di cooperazione uomo-macchina, progettati per facilitare e rendere meno gravoso il lavoro degli addetti industriali. Presso il salone Motek, dedicato alla manipolazione, all’assemblaggio e all’automazione di fabbrica, Comau mostrerà due Racer7 per le applicazioni di fresatura e siliconatura e un Rebel-S SCARA per la sigillatura. Inoltre, i visitatori saranno accolti da e.DO (nella foto), l’ultimo robot nato in casa Comau. Modulare, open source e controllato da tablet, e.Do è capace di svolgere attività di pick&place, muovendosi nello spazio su sei gradi di libertà. In particolare, tra le diverse soluzioni sviluppate insieme a partner e integratori in mostra allo stand Comau, un Rebel-S SCARA a 4 assi con 6 kg di payload e 600 mm di reach sarà utilizzato nella cella di Etneo con un’applicazione di dosatura di sigillante.

 

Leggi tutto...

Soluzioni integrate per la meccatronica

Grazie e tre simulatori, i visitatori dello stand Mitsubishi Electric alla fiera MecSpe potranno approfondire le caratteristiche e le potenzialità dei nuovi CNC della serie M8. In questo modo, potranno apprezzare sia la loro capacità di gestire in modo ottimale produzioni complesse ma ad elevata efficienza, sia l’integrazione di serie tutte le funzioni necessarie al trasferimento dei dati, cosa che li rende nativamente idonei all’impiego in applicazioni Industry 4.0. Ma non sono solo le caratteristiche tecniche dei dispositivi a fare la differenza nel raggiungimento degli obiettivi di produttività: presso lo stand sarà possibile scoprire anche il portfolio di corsi offerti dall’azienda per permettere agli utenti di sfruttare al meglio le possibilità dei dispositivi. Si potrà inoltre approfondire l’innovativa modalità di gestione dell’assistenza tecnica scelta da Mitsubishi Electric per garantire ai propri utilizzatori il miglior service possibile.

 

Leggi tutto...

Il punto sul tax credit per gli investimenti pubblicitari

ANES, Associazione Nazionale Editori di Settore, dopo aver fortemente promosso e sostenuto, all’interno dell’attività del Tavolo indetto dalla Presidenza del Consiglio per la Riforma dell’Editoria, l’introduzione dello strumento fiscale del tax credit sugli investimenti pubblicitari incrementali, chiede l’urgente emanazione del Decreto attuativo atteso dall’ormai lontano ottobre 2017, per dare il via all’iter operativo che prevede l’invio telematico di una domanda all’Agenzia delle Entrate. Ecco il punto della situazione ad oggi. L’ultimo aggiornamento normativo risale al dicembre 2017, quando con la legge n.172 pubblicata in gazzetta ufficiale il 5.12.2017, di conversione del decreto legge n.148 del 16 ottobre 2017, sono state introdotte due novità: l’ammissione all’agevolazione delle testate online anche per il 2018 (prima era limitata al secondo semestre 2017); l’aggiunta gli enti non commerciali, ossia gli enti no profit, nella platea dei destinatari del credito d’imposta (prima, l’agevolazione era stata riservata solo alle imprese ed ai lavoratori autonomi). ANES rappresenta oltre 900 testate cartacee e online. Tutti i media rappresentati rispondono ai requisiti previsti dalla legge che ha introdotto il beneficio fiscale del credito d’imposta del 75% (elevato al 90% in caso di microimprese, piccole e medie imprese e start-up innovative) a sostegno degli investimenti pubblicitari incrementali. Possono, infatti, beneficiare del credito di imposta solo gli investimenti effettuati su mezzi di comunicazione editi da imprese titolari di testate giornalistiche iscritte al tribunale (ai sensi della legge sulla stampa n.47 del 1948) ovvero presso il RO, il registro degli operatori di comunicazione, dotate della figura del direttore responsabile.

Nell’immagine: Andrea Boni, Presidente ANES.

 

Leggi tutto...

La nuova casa torinese dei cobot

Universal Robots, azienda danese pioniera nella robotica collaborativa, ha inaugurato il 13 marzo, con un evento riservato agli esponenti della stampa, la nuova sede della filiale italiana, in via Lessolo a Torino. Oltre al Sales Development Manager di Universal Robots Italia, Alessio Cocchi, sono intervenuti anche Jacob Pascual Pape, General Manager South Europe & MEA, e Jurgen von Hollen, Presidente di Universal Robots. Quest’ultimo ha presentato i risultati economici dell’azienda danese nel 2017, con un fatturato in deciso aumento che ha raggiunto i 151 milioni di euro, in aumento del 72% rispetto ai dati 2016. “Riteniamo che questo dato di crescita di fatturato senza precedenti, +72% su base annua, si debba sia a una consapevolezza, sempre più diffusa, dei vantaggi che i nostri robot collaborativi sono in grado di apportare alle imprese di produzione, sia all'impegno costante di dipendenti e partner di Universal Robots per essere e rimanere i punti di riferimento del settore. Guardando al 2018 - ha proseguito il Presidente di UR - prevediamo un'ulteriore crescita dei ricavi di almeno il 50%. Il mercato dei cobot dovrebbe continuare a essere uno dei principali driver di crescita nel mercato dell'automazione”.

Nella foto: il team di Universal Robots Italia insieme a Jurgen Von Hollen (secondo da sinistra) e a Jacob Pascual Pape (quarto da sinistra).

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Comunicazione tecnica per l'industria