Menu
Tuesday, 19 Giugno 2018
A+ A A-

Quattro applicazioni per due cobot

Maggio 2018

È ancora una volta “robotica collaborativa” la parola chiave della partecipazione a SPS IPC Drive Italia di KUKA, che accoglierà i visitatori già all’ingresso, dove il robot collaborativo mobile KMR iiwa si presenterà con il nuovo look, pronto a mettere in campo maneggevolezza, sicurezza e flessibilità, grazie alla capacità di muoversi autonomamente nello spazio. Costituito da una piattaforma mobile equipaggiata con ruote Mecanum con a bordo uno dei robot collaborativi ultraleggeri più sensibili sul mercato, KMR iiwa rappresenta un collega di lavoro ideale e uno strumento di valore per rafforzare in azienda il paradigma di industria 4. Proseguendo nella visita, presso lo stand Microsoft Italia, un robot collaborativo LBR iiwa, equipaggiato con una telecamera connessa a un PC con applicativo Microsoft, dedicherà ai visitatori un ritratto fatto al momento. Il robot artista, dotato di un pennino, una volta rilevata l’immagine della persona la riprodurrà direttamente su un tablet realizzando un disegno stilizzato e poi inviandolo via e-mail. Grazie a un software per l’elaborazione fotografica, il robot KUKA riproduce il profilo della persona, utilizzando tratti orizzontali e parti vuote e sfruttando l’effetto chiaroscuro. Per la prima volta visibile a una fiera italiana, questa applicazione sarà disponibile anche nello showroom Microsoft di Corso Como a Milano. Altra tappa della visita sarà presso lo stand Schmersal: un LBR iiwa offrirà cocktail ai clienti, dimostrando così l’efficacia dei dispositivi di sicurezza alla base dell’affidabilità di un robot collaborativo nella sua interazione con l’uomo. I visitatori potranno richiedere il drink porgendo il bicchiere al robot in sicurezza; LBR iiwa si sposterà verso due erogatori diversi, producendo un perfetto Spritz e offrendolo al cliente, che ringrazierà il “barista” con un tocco, permettendogli così di tornare in posizione di attesa del servizio successivo. Il percorso in SPS di KUKA terminerà nello stand SCHUNK, che ha scelto di equipaggiare un LBR iiwa KUKA con l’unico gripper collaborativo certificato in conformità alla ISO/TS 15066, per presentare un’applicazione per l’assemblaggio nel settore automotive che garantisce eccellente ergonomia, precisione e sicurezza. Quattro applicazioni, quindi, dei robot collaborativi in versione mobile e standard, KMR iiwa e LBR iiwa, per dimostrare come la collaborazione uomo-robot sia per KUKA e i suoi partner una modalità operativa ormai consolidata.

Lascia un commento

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Torna in alto

Comunicazione tecnica per l'industria