Menu
Thursday, 21 Giugno 2018
A+ A A-

Sconfitta la contraffazione

Febbraio 2018

Hypertherm ha annunaciato la vittoria di un importante caso giudiziario sulla proprietà intellettuale in Cina. Un contraffattore cinese è stato portato in tribunale con l’accusa di produrre e vendere consumabili Hypertherm contraffatti. Dopo un’indagine approfondita, il giudice ha deciso a favore di Hypertherm e ha condannato il principale sospettato a tre anni di carcere. Il suo complice è stato condannato a un anno di reclusione. Entrambi dovranno pagare rispettivamente ammende di 25.000 e 7.500 dollari.
“Siamo preoccupati per i nostri clienti e le loro attività. Ecco perché perseguiamo queste azioni legali. Siamo lieti di constatare che il nostro impegno è riconosciuto dal sistema legale”, dichiara Jurgen Boelaars, responsabile marketing EMEA di Hypertherm Europe B.V. “Hypertherm dedica un’enorme quantità di risorse allo sviluppo e alla progettazione di sistemi di taglio tecnologicamente avanzati e consumabili. Questi consumabili contraffatti non hanno le stesse caratteristiche dei consumabili Hypertherm originali. Non durano altrettanto a lungo e non offrono le stesse prestazioni. I tagli di scarsa qualità richiedono costose rilavorazioni e le preziose apparecchiature potrebbero essere danneggiate in maniera irreparabile. Quindi, alla fine, i nostri clienti pagano di più per un prodotto inferiore. Vogliamo proteggerli da questo”.
Esempi di marchi Hypertherm protetti includono Hypertherm, Powermax, HPR, FlushCut, HyAccess e ProNest. Hypertherm e i suoi partner continueranno a impegnarsi per proteggere il mercato da prodotti contraffatti e per eliminare merci contraffatte.  

 

Lascia un commento

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Torna in alto

Comunicazione tecnica per l'industria