Menu
Monday, 24 Luglio 2017
A+ A A-

70 anni e una nuova pagina da scrivere

Impianto automatico per la produzione di porte frigoriferi flangiate. / Automatic system for the production of flanged refrigerator doors. Impianto automatico per la produzione di porte frigoriferi flangiate. / Automatic system for the production of flanged refrigerator doors.

Era il 1946 quando Olma iniziò l’attività come officina meccanica, specializzandosi poi, nel corso degli anni, nella realizzazione di impianti per la produzione di componenti nel settore elettrodomestico. La partecipazione di Olma a EuroBLECH 2016 coincide con un evento importante nella sua storia: la presentazione della stazione ad alta flessibilità ALLbend, dedicataalla piega di pannelli metallici per diversi settori applicativi.

di Cesare Pizzorno

 

Ottobre 2016

Celebrare i 70 anni di attività con una “prima volta” significa essere un’azienda viva, piena di risorse e protagonista sul mercato. Così si presenta, alla vigilia di EuroBLECH 2016, Olma, realtà specializzata nella progettazione, realizzazione e vendita di impianti transfer altamente flessibili per la lavorazione della lamiera, finalizzati alla produzione di porte, pannelli e mobili per frigoriferi, lavatrici ed elettrodomestici in genere. Quest’anno - e la presentazione ufficiale è prevista proprio alla fiera di Hannover - l’azienda con sede ad Abbiategrasso, nel milanese, va oltre la realizzazione di impianti speciali, lanciando la prima macchina standard dedicata alla produzione di pannelli metallici, la ALLbend. Una novità che rappresenta non solo il risultato di una ricerca frutto della lunga esperienza nella lavorazione della lamiera, ma anche una sfida lanciata in un ambito relativamente nuovo per Olma, quello cioè delle macchine standard. Una sfida che presuppone cambiamenti importanti. “L’inserimento della stazione di piegatura ALLbend ci ha spinto a cambiare radicalmente la nostra presenza sul mercato”, racconta Alberto Lazzati, Presidente del Consiglio di Amministrazione Olma, “passando a una posizione propositiva. Contrariamente al mondo degli impianti speciali, infatti, il mercato delle stazioni di piegatura ha richiesto la creazione di una rete commerciale capillare, che garantisca la presenza di Olma in tutti i livelli produttivi”.

Il fatturato poggia quasi in esclusiva sulle vendite ai mercati esteri
Attualmente, in Olma lavorano 82 persone, tra impiegati (35) e tecnici specializzati (47). Il fatturato annuo registrato dall’azienda si aggira sui 20 milioni di euro, risultato di vendite dirette per il 95% circa all’estero, sia in paesi europei - Germania, Polonia, Romania, Russia, Serbia, Slovacchia, Slovenia e Spagna - sia in nazioni geograficamente più lontane come Brasile, Cina, India, Sudafrica, Tailandia, Turchia e Stati Uniti. “Il processo produttivo di Olma parte dalla fase di studio e progettazione meccanica ed elettrica”, prosegue Lazzati, “e comprende anche le fasi di approvvigionamento dei materiali, montaggio dell’impianto, collaudo in azienda, smontaggio e spedizione verso il Cliente. Ci occupiamo anche del rimontaggio in loco e del training del personale, mentre per le stazioni di piegatura prevediamo anche il servizio di assistenza. Per noi è molto importante conoscere le caratteristiche del Cliente e promuovere una comunicazione interattiva, in modo da poter formulare offerte personalizzate, che tengano conto delle esigenze produttive manifestate. Il nostro obiettivo non è solo conquistare nuovi Clienti, ma anche trattenere e fidelizzare quelli con cui già lavoriamo”.

Una lunga esperienza negli impianti per l’industria elettrodomestica
Come detto, lo sviluppo della stazione ad alta flessibilità per la piegatura dei pannelli metallici ALLbend di Olma poggia sui pilastri della lunga esperienza accumulata dall’azienda lombarda nella produzione di impianti automatici per la realizzazione di componenti per l’industria elettrodomestica. In quest’ambito, infatti, Olma ha recentemente sviluppato un sistema di piegatura per la produzione di pannelli del frigorifero, evitando di ricorrere al processo di profilatura a rulli. I benefici ottenuti vanno da una qualità più elevata alla riduzione delle tolleranze dimensionali del pezzo prodotto, rendendo così più efficiente l’automazione. Questa tecnologia consente la lavorazione di materiali con caratteristiche meccaniche diverse, permettendo di correggere automaticamente i parametri di piega e quindi di evitare interventi manuali dell’operatore. “Nella costruzione dei propri impianti, Olma utilizza sistemi intelligenti che portano l’automazione a livelli avanzati”, aggiunge Lazzati. “L’uso di software immediati, oltre che semplici da utilizzare, e l’inserimento di robot nelle linee realizzate ha l’effetto di facilitare il lavoro, oltre a renderlo più veloce e flessibile. Nell’ottica della smart manufacturing, inoltre, l’installazione di supporti di teleassistenza può essere considerato un mezzo per aumentare l’interconnessione e la cooperazione delle risorse, anche a distanza, tra il costruttore ed il Cliente”.

Un metodo di piegatura della lamiera che taglia tempi e costi di lavorazione
La nuova ALLbend garantisce la piegatura di tutti i tipi di materiali ferrosi in lastra, lamiere preverniciate, acciaio inox, alluminio e rame, contando su un innovativo metodo di piegatura della lamiera: una soluzione brevettata, che assicura risparmio di tempo e taglio dei costi di esercizio. La macchina è azionata da elettrocilindri che offrono un duplice vantaggio: la sostituzione del tradizionale impianto oleodinamico con la conseguente eliminazione dello smaltimento degli oli esausti e la riduzione al minimo indispensabile del consumo energetico. La gestione della linea di produzione avviene tramite PC con schermo TFT a colori in dotazione alla macchina e integrato nel perimetro delle protezioni laterali di sicurezza. Il programma di gestione è un’applicazione su base Windows facilmente programmabile. Il sistema di controllo prevede anche un controllo numerico, a sua volta dotato di monitor e tastiera, ugualmente integrato nel perimetro delle protezioni laterali di sicurezza. L’interfaccia di programmazione per l’inserimento del modello può avvenire tramite importazione di modelli in 3D oppure tramite una procedura guidata, anche da terminale remoto.

Si passa facilmente e rapidamente da un ambito applicativo all’altro
Sono molteplici i campi di applicazione della stazione di piegatura ALLbend che Olma presenta a EuroBLECH 2016. Dalla produzione di elettrodomestici (frigoriferi, lavatrici, asciugatrici, lavastoviglie, forni, forni microonde, cucine metalliche) all’arredamento metallico (armadi, scaffalature, ripiani per supermercati, cassettiere, scrivanie, espositori, classificatori); dai sistemi per il trattamento dell’aria a settori quali arredamento, ascensori e sollevamento, refrigerazione, industria alimentare, medicale, impiantistica elettrica e veicoli commerciali. “Il vantaggio assicurato dalla flessibilità e reattività del sistema ALLbend consiste nella possibilità di passare facilmente e rapidamente da una lavorazione all’altra e da un settore di applicazione all’altro, permettendo di soddisfare le richieste di diversi Clienti”, precisa Lazzati. Entrando più nel dettaglio delle caratteristiche tecniche, la nuova stazione di piegatura è in grado di processare fogli con lunghezza da 250 a 2.500 mm. Lo spessore minimo lavorabile è di 0,5 mm, mentre quello massimo è di 1,5 mm per la lamiera laminata a freddo YP 350N/mm2; 1,2 mm per l’acciaio inox AISI 300/400 YP 550N/mm2 e di 2 mm per l’alluminio YP 240N/mm2. Il sistema si caratterizza anche per la riduzione dei consumi energetici, con una potenza media assorbita di 11,8 kW.


70 Years and a New Page to be Written
It was 1946 when Olma started its business as a machine shop, then specializing, over the years, in the manufacturing of systems for the production of components in the home appliance industry. Olma’s participation in EuroBLECH 2016 coincides with an important event in its history: the presentation of the ALLbend high-flexibility station, dedicated to the bending of metal panels for various sectors.

Celebrating 70 years in business with a “first time” means being a lively, resourceful company, a protagonist in the market. This is how, on the eve of EuroBLECH 2016, Olma introduce itself, a company specializing in the design, manufacturing and sale of highly flexible transfer systems for sheet metal working, aimed at the production of doors, panels and furniture for refrigerators, washing machines and home appliances in general. This year - and the official presentation is scheduled right at the Hannover Messe - the company based in Abbiategrasso, near Milan, goes beyond the creation of special systems, launching the first standard machine dedicated to the production of metal panels, ALLbend. A new product that is not only the result of a research coming from a long experience in sheet metal working, but also a challenge in a relatively new area for Olma, namely that of standard machines. A challenge that calls for major changes. “The inclusion of the ALLbend bending station prompted us to radically change our market presence”, says Alberto Lazzati, Chairman of Olma’s Board, “switching to a proactive position. Contrary to the world of special systems, in fact, the bending stations market has required the creation of a commercial network, which guarantees Olma’s presence in all production levels”.

The turnover relies almost exclusively on sales to foreign markets
Currently, Olma has 82 employees, including office workers (35) and technicians (47). The annual turnover of the company is around 20 million euro, a result of export sales by about 95%, both in European countries - Germany, Poland, Romania, Russia, Serbia, Slovakia, Slovenia, and Spain - and in farer countries such as Brazil, China, India, South Africa, Thailand, Turkey, and the United States. “Olma’s production process starts from a phase of mechanical and electrical design”, continues Mr Lazzati, “and it also includes procurement of materials, system assembly, testing, dismantling and dispatch to the customer. We also perform on-site reassembly and personnel training, while for bending stations we also provide customer service. For us, it is very important to know the customer’s characteristics and promote interactive communication, so that we can make customized offers, taking into account customers’ production needs. Our goal is not only attracting new customers, but also retaining those with whom we already work”.

Long standing experience in systems for home appliance industry
As mentioned, the development of Olma’s ALLbend high-flexibility station for bending metal panels relies on the long standing experience gained by the Lombard company in the production of automatic systems for the production of components for the house appliance industry. In this context, in fact, Olma has recently developed a bending system for the production of refrigerator panels, avoiding to turn to roller profiling. The benefits range from a higher quality to the reduction of the part dimensional tolerances, thus making automation more efficient. This technology allows the processing of materials with different mechanical properties, allowing you to automatically correct the bending parameters and therefore to avoid manual intervention. “In the manufacturing of plants, Olma uses intelligent systems that bring automation to advanced levels”, says Mr Lazzati. “The use of immediate and simple software, and the addition of robots in our lines makes work easier, besides making it faster and more flexible. Moreover, in a smart manufacturing perspective, the installation of remote-assistance media can be considered as a means to increase the interconnection and cooperation of resources, even at a distance, between manufacturer and customer”.

A sheet metal bending method that cuts down processing time and costs
The new ALLbend ensures the bending of all types of ferrous materials in sheet, pre-painted sheet metal, stainless steel, aluminum and copper, relying on an innovative sheet metal bending method: a patented solution, which ensures time saving and reduction of operational costs. The machine is driven by electric cylinders offering a double advantage: the replacement of the traditional hydraulic system with the consequent elimination of the disposal of waste oils and the minimization of energy consumption. The production line is managed via PC with TFT color screen supplied with the machine and integrated into the perimeter of side safety guards. The management program is an easily programmable Windows-based application. The control system also includes a numerical control, which is equipped with a monitor and keyboard, and also integrated into the perimeter of side safety guards. The programming interface for inserting the model can be made by importing 3D models, or by using a wizard, even from a remote terminal.

You can easily and quickly shift from one field of application to another
There are many fields of application of the ALLbend bending station that Olma will present at EuroBLECH 2016. From the production of household appliances (refrigerators, washing machines, dryers, dishwashers, ovens, microwave ovens, metal kitchens) to metal furnishing (cabinets, racks, supermarket shelves, dressers, desks, displays, filing cabinets); from air treatment systems to sectors such as furniture, elevators and lifting, refrigeration, food processing, medical, electrical systems and commercial vehicles. “The advantage ensured by the flexibility and responsiveness of the ALLbend system is the ability to shift easily and quickly from one process to another and from one sector of application to another, allowing you to meet the demands of different customers”, says Mr Lazzati. As for technical specifications, the new bending station can process sheets with a length ranging from 250 to 2,500 mm. The minimum workable thickness is 0.5 mm, while the maximum is 1.5 mm for YP 350N/mm2 cold-rolled sheet; 1.2 mm for AISI 300/400 YP 550N/mm2 stainless steel and 2 mm for YP 240N/mm2 aluminum. The system is also characterized by the reduction of energy consumption, with an average power input
of 11.8 kW.

Lascia un commento

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Torna in alto

Comunicazione tecnica per l'industria