Tutto quel che serve per il packaging con Mitsubishi Electric

Il settore del packaging è ancora strategico per il mercato italiano, pregno di automazione e tecnologia innovativa. Roberto Beccalli, Product Manager Robot – Servo & Motion South EMEA della divisione Factory Automation, ci ha raccontato che è possibile avere tutto quel che serve per il packaging con Mitsubishi Electric, che sta investendo molto in questo comparto.

Mitsubishi Electric propone prodotti per l’automazione industriale abbracciando tutti i settori del mercato, compreso quello del packaging, su cui l’azienda giapponese ha investito parecchio negli ultimi anni. “Per noi è un settore strategico – commenta Roberto Beccalli – soprattutto in Italia, dove rappresenta uno dei settori trainanti della nostra economia. Ecco perché abbiamo deciso di dedicargli un focus particolare, con soluzioni ad hoc”. 

L’automazione del settore sta subendo un’accelerata, e i costruttori vogliono proporre macchine estremamente performanti, ma allo stesso tempo economiche, competitive e con la possibilità di essere inserite molto velocemente nella produzione; il tutto, con un occhio di riguardo ai paradigmi di Industria 4.0 e al risparmio energetico. Queste richieste sono dettate dalla forte competitività tra i costruttori di settore, a livello mondiale. Completare velocemente una macchina, però, può essere un rischio in quanto, oltre a incrementare la possibilità di fare errori, che dovranno essere risolti successivamente, aumentano anche i costi di sviluppo. 

“Ciò che offre Mitsubishi Electric – spiega Beccalli – a questo settore che richiede elevate performance, oltre alla competenza dei nostri tecnici e ingegneri, è la sicurezza di avere un fornitore unico: proponiamo una soluzione completa, che parte dall’elettromeccanica fino ai sistemi di supervisione avanzata, piattaforme di automazione, robot e servoazionamenti. Avere un mix di prodotti di aziende diverse prevede tempi più lunghi di lavoro, perché è più difficile farli parlare tra loro e lavorare in concerto. L’azienda ha introdotto le proprie soluzioni di automazione integrata dapprima nelle proprie fabbriche situate a Nagoya, per migliorarne la produttività, poi sul mercato, per condividere l’altissimo livello di qualità e affidabilità. Oggi, tutte le fabbriche di produzione in Giappone sono degli esempi del ‘concetto’ di Smart Factory”.

Mitsubishi Electric ha inoltre sviluppato delle librerie apposite di fuction block, denominate iQ Monozukuri PACKAGING, che permettono di parametrizzare le singole parti della macchina velocizzando e facilitando lo sviluppo del sistema.

Tra i vari prodotti che Mitsubishi Electric offre per il mondo del packaging, non potevano mancare i robot, i quali stanno prendendo sempre più piede nel settore. “Stiamo vedendo – racconta Roberto Beccalli – un aumento di richieste di SCARA e robot antropomorfi all’interno della produzione per operazioni di pick & place e manipolazione degli oggetti in particolare. Si parla spesso anche di cobot, soprattutto per operazioni a fine linea. Attualmente non sono così diffusi come i robot industriali tradizionali ma l’interesse verso questa nuova tecnologia è sempre più crescente e non si esclude un ampio utilizzo nel prossimo futuro.

Mitsubishi Electric ha visto un aumento di richieste di SCARA e robot antropomorfi nel settore packaging.
Mitsubishi Electric ha visto un aumento di richieste di SCARA e robot antropomorfi nel settore packaging.

Scalabilità e intelligenza artificiale

Tutti i prodotti che Mitsubishi Electric offre per il mondo del packaging sono declinabili in soluzioni scalabili, che vanno incontro alle esigenze specifiche del cliente. “Prendendo come esempio le macchine flowpack, confezionatrici orizzontali o verticali a ciclo continuo – spiega Beccalli – possiamo realizzarne di diverse tipologie, dalle entry level a quelle ad altissime performance. Possiamo tarare la soluzione e selezionare il gruppo di prodotti più adatto, in base all’applicazione, sempre tenendo sotto controllo i costi per il cliente”.

Per esempio, un’azienda che ha necessità di performance di 150 battute/min circa, può optare per l’opzione entry level, per cui Mitsubishi Electric propone la piattaforma di automazione compatta iQ-F con modulo motion. La piattaforma è dotata di un PLC compatto con funzioni avanzate di motion control quali sincronizzazione assi, camme elettroniche, lettura tacche e tanto altro. Questo pacchetto permette di ottenere buone performance a costi contenuti in applicazioni dove non sono richiesti cicli estremamente elevati. Se invece le esigenze si alzano, per esempio in presenza di una macchina flowpack da 300 battute/min, la proposta di Mitsubishi Electric prevede la piattaforma di automazione modulare iQ-R, un sistema multiCPU che permette di avere prestazioni nettamente superiori.

“Queste soluzioni – commenta Roberto Beccalli – si inseriscono pienamente nel discorso Industria 4.0. Parlando di macchine di produzione, è necessario raccogliere e analizzare i dati di produzione. I sistemi di Mitsubishi Electric integrano una porta ethernet per collegarsi ai sistemi ERP aziendali oppure al Cloud, oltre che i moduli MES per la rielaborazione e l’interpretazione dei dati. Tramite l’intelligenza artificiale, che analizza i dati prodotti dalle macchine, è possibile pianificare la produzione e organizzare il magazzino”.

I dati analizzati dall’intelligenza artificiale, inoltre, sono molto importanti per la manutenzione predittiva. Questa è fondamentale per evitare fermi macchina improvvisi che imporrebbero uno stop alla produzione portando a danni economici anche gravi. “Se posso pianificare la manutenzione per tempo – spiega Beccalli – posso anche pianificare i fermi macchina in un momento in cui la produzione è ferma o bassa. Tutti i componenti Mitsubishi Electric all’interno delle soluzioni per il packaging integrano funzionalità di intelligenza artificiale, pensate proprio per la manutenzione predittiva. Per esempio, i servoazionamenti hanno al loro interno degli algoritmi che permettono un’analisi dei parametri macchina, creando una media di valori di riferimento: se viene registrato qualcosa di anomalo, viene segnalato in modo che venga fatta la manutenzione prima che si verifichino rotture o problematiche più serie”. 

La manutenzione predittiva permette di abbattere notevolmente i costi di gestione delle macchine, così come le soluzioni a risparmio energetico. “I nostri motori, gli inverter e i servoazionamenti di nuova generazione – racconta Roberto Beccalli – assorbono molta meno energia del passato, grazie a dei convertitori in grado di rigenerare l’energia, che viene reimmessa all’interno della rete. In questo modo si riducono i costi, perché attraverso un unico azionamento è possibile pilotare più motori in maniera indipendente”.

Un servizio a tutto tondo

Per Mitsubishi Electric, non sono importanti solo i prodotti, la loro qualità e l’affidabilità delle performance; fondamentale è anche il supporto tecnico che riesce a dare ai suoi clienti. “Abbiamo uno staff capillare sul territorio – spiega Beccalli – che conosce bene le applicazioni e le macchine di packaging, e ‘parla’ la stessa lingua dei costruttori. Ai nostri clienti viene garantito un servizio pre e post-vendita, e nel caso in cui fossero presenti robot, proponiamo contratti di manutenzione dedicati. Lo scopo è quello di supportare al meglio il cliente e fare in modo che in meno tempo e con costi ridotti possa produrre macchine affidabili in modo più veloce, migliorando di conseguenza la propria competitività”.

“Il nostro Packaging Team– conclude Roberto Beccalli – è sempre a disposizione per rispondere a domande e curiosità circa le nostre soluzioni e i nostri prodotti. Per Mitsubishi Electric questo settore è fondamentale per il paese e per la sua competitività internazionale. È un ambito in forte evoluzione, per le nuove esigenze di performance e per i nuovi materiali bio-compatibili che si richiedono. Come Mitsubishi Electric vogliamo continuare a innovare e investire, per essere anche un punto di riferimento per i player di settore”.

Se volete saperne di più sulle soluzioni proposte da Mitsubishi Electric e conoscere casi applicativi di successo potete consultare il portale online dedicato: it.mitsubishielectric.com/fa/lp/PackagingSolution.

0 Condivisioni