Nasce la start-up RTA Robotics

Nasce la start-up RTA Robotics, un’innovativa realtà di RTA srl per l’integrazione e vendita di robot antropomorfi e bracci SCARA, ma anche molto legata al mondo accademico della ricerca e all’Università degli Studi di Pavia. Per l’occasione, è stato organizzato un confronto sul tema “Etica e Robotica” tra Giorgio Metta, Luciano Floridi e Massimo Sideri.

Una nuova realtà per l’automazione industriale e un vero e proprio laboratorio per lo sviluppo di nuovi talenti: questa è RTA Robotics, un’innovativa startup creata da RTA, azienda di Pavia specialista nel settore dell’automazione industriale, e presentata il 15 giugno nel parco della sede di Marcignago (PV).

Per l’occasione RTA ha promosso “Etica e Robotica”, un tavolo di confronto aperto all’Università, agli attori industriali, alla società, con il patrocinio di Università degli Studi di Pavia, Assolombarda, SIRI e Fondazione Lombardia Meccatronica. Ospiti Giorgio Metta, Direttore Scientifico dell’Istituto Italiano di Tecnologia di Genova, Luciano Floridi, Professore Ordinario di Filosofia ed Etica dell’informazione dell’Università di Oxford e direttore del Digital Ethics Lab, e Massimo Sideri, Editorialista del “Corriere della Sera” e Responsabile di “Corriere Innovazione”. Al centro del dibattito l’etica informatica, il tema della responsabilità delle macchine autonome, il lavoro e la techne, le competenze del futuro.

L’evento, introdotto da Tommaso Rossini, CEO di RTA, è stato preceduto dai saluti del sindaco di Pavia Fabrizio Fracassi, dal video saluto di Francesco Svelto, Rettore dell’Università di Pavia, e dall’intervento di Domenico Appendino, Presidente di SIRI Associazione Italiana di Robotica e Automazione.

“Il nostro obiettivo – spiega Tommaso Rossini – sono i tre cinque: in cinque anni, cinque milioni di fatturato e cinque addetti”.

I robot protagonisti

RTA Robotics realizza due tipologie di robotica: prodotti totalmente customized, oppure integrare robot prodotti da terzi.
RTA Robotics realizza due tipologie di robotica: prodotti totalmente customized, oppure integrare robot prodotti da terzi.

RTA Robotics realizza due tipologie di robotica: prodotti totalmente customized, oppure integrare robot prodotti da terzi. Quest’ultimi sono prodotti da due fornitori: Fruitcore per i robot articolati, che tra l’altro hanno dentro i motori RTA, e Trio Motion per gli SCARA.

“Noi cerchiamo di parlare a dei soggetti industriali che per la prima volta fanno delle applicazioni di robotica – afferma Tommaso Rossini – che per motivi di complessità e costi avevano deciso di non proseguire. Proponiamo prodotti semplici da integrare, allo stesso tempo sofisticati nelle cinematiche e dinamiche. Vogliamo rompere il ghiaccio, facendo partire applicazioni di robotica ex-novo nelle loro aziende. Per esempio, Fruitcore ha venduto circa 500 robot da quando sono nati, di cui il 64% sono aziende che non avevano mai comprato robot. La sfida è intercettare una domanda timida, che ha voglia di fare applicazioni ma si è scontrata più volte con difficoltà di varia natura”.   

Un forte legame con il mondo della ricerca

“Siamo  molto orgogliosi del lavoro fatto negli ultimi anni nell’ambito della robotica, un lavoro organico e  capillare che ci ha portato quest’anno al lancio di RTA Robotics – ha detto Tommaso Rossini – ‘Look ahead’, come dice il nostro pay-off, vuol dire guardare avanti e per noi significa anche stimolare e attivare l’ecosistema, costruire alleanze industriali, coltivare i talenti e contribuire  a presidiare gli ambiti della formazione, del supporto alla nascita di competenze, in affiancamento all’università. Per questo RTA Robotics è sia una realtà industriale, sia un laboratorio di competenze”.

Nell’ottica di stimolare sempre più il dialogo tra impresa e accademia, RTA Robotics e l’Università di Pavia hanno siglato un accordo che ha funzione di ponte tecnologico e si prefigge tre principali obiettivi: attivare uno scambio di competenze e di know-how tecnico sulla robotica avanzata,  supportare l’Università grazie a robot messi a disposizione degli studenti e dei dottorandi, creare le condizioni perfette per un sistema aperto, fatto di personale altamente preparato circolante fra i  laboratori dell’azienda e quelli dell’ente.

RTA Robotics è anche impegnata nel finanziamento di un Dottorato di Ricerca in Robotica Industriale, in avvio da ottobre di quest’anno, sempre presso l’Università di Pavia: il dottorando lavorerà in RTA e svolgerà, in parallelo, attività di ricerca applicata volta a realizzare pubblicazioni accademiche.

0 Condivisioni