ISCRA dielectrics, da 35 anni accanto ai clienti

ISCRA dielectrics è nata nel 1987, a Conegliano in provincia di Treviso: 35 anni di esperienza nel mondo materiali isolanti e dosaggio dei fluidi. Un’azienda nata dalla passione di Rino De Luca, che ha intrapreso questo percorso imprenditoriale partendo da un garage, per arrivare oggi a un’azienda strutturata e che guarda al futuro. Abbiamo parlato col suo fondatore di quali cambiamenti ci sono stati in questi lunghi anni, e della filosofia che permette a ISCRA di avere successo.

In 35 anni il mondo è cambiato, anzi si è rivoluzionato più volte; e non si è ancora fermato. “Quando ho iniziato a lavorare – racconta Rino De Luca – i venditori, ogni sera, spedivano via posta alla casa madre i rapporti di visita dai clienti. Oggi si fa tutto con le email, in tempo reale. È proprio un altro mondo”. Rino De Luca ha fondato ISCRA dielectrics nel 1987, dopo aver lavorato per diversi anni come venditore tecnico per un’importante azienda torinese. “Tra i prodotti, c’erano le resine per isolare componenti elettronici – prosegue De Luca – Non ero molto esperto inizialmente, ma queste sostanze mi hanno affascinato fin da subito. Nel corso degli anni, i clienti mi chiedevano materiali sempre più innovativi e avanzati, che però l’azienda non trattava: da qui la decisione di mettermi in proprio e fondare ISCRA dielectrics, una PMI flessibile e dinamica per la fornitura di materiali isolanti per il settore elettrico-elettronico e di macchine per il dosaggio. Cento clienti erano l’obiettivo, una base di partenza che avrebbe garantito una certa tranquillità. Il numero, nel corso del tempo, ha superato le 4.000 unità, con una discreta presenza anche di clienti internazionali”. 

Oggi, ISCRA distribuisce principalmente le resine epossidiche e poliuretaniche di Elantas Europe, di cui è agente e concessionaria. Inoltre, è distributore esclusivo per l’Italia e punto di riferimento per le aziende del Sud Europa e Penisola balcanica di Fisnar Europe, specializzata nella realizzazione di sistemi manuali e robotizzati per il dosaggio di resine mono e bicomponenti, vernici, sigillanti e prodotti termoconduttivi, utilizzati nel settore elettronico e industriale. “Siamo molto aperti verso l’esterno – spiega Rino De Luca – abbiamo un sito costantemente aggiornato con le nostre attività e partecipiamo alle fiere di settore, cosa non scontata per un distributore: vogliamo comunicare il più possibile con i clienti acquisiti e potenziali”. 

I dosatori che ISCRA dielectrics propone sono facilmente integrabili all’interno di sistemi già esistenti.
I dosatori che ISCRA dielectrics propone sono facilmente integrabili all’interno di sistemi già esistenti.

Un modus operandi di successo

Fin dalla sua nascita, ISCRA non voleva porsi come mero distributore e fornitore, ma anche come consulente, quindi non come un semplice servizio di acquisto e vendita. “In 35 anni – spiega De Luca – abbiamo avuto la possibilità di raccogliere un grande insieme di casistiche ed esperienze che ci permettono di analizzare le esigenze dei clienti e guidarli nella scelta più vantaggiosa da un punto di vista costi-benefici. È importante instaurare con loro un rapporto di fiducia, diventando dei partner: alcuni ci chiamano e si affidano quasi completamente a noi per risolvere un problema; cooperando con loro, troviamo la risposta e la soluzione migliore”. Oltre a un magazzino costantemente e ben rifornito, che permette di evadere velocemente gli ordini, ISCRA dispone di un’area laboratorio per fare prove su pezzi campione, in modo tale da poter far toccare con mano ai clienti le soluzioni che vengono proposte. Oltre a questo, i tecnici ISCRA possono andare direttamente dal cliente: a volte, infatti, è meglio vedere in reparto la natura della problematica prima di elaborare una risposta. 

“Un altro nostro punto di forza – spiega De Luca – è il riuscire a dare continuità ai prodotti che distribuiamo. Penso soprattutto alle resine, ho visto aziende, che operano soprattutto come e-commerce, non garantire di anno in anno la fornitura di un determinato prodotto, perché uscito di produzione o perché hanno deciso di non tenerlo più a catalogo, senza avvertire i clienti. Ciò che noi distribuiamo non svanisce da un giorno all’altro, ma diamo continuità, e nel caso in cui un prodotto diventi obsoleto ci operiamo in anticipo per fornire una valida alternativa, aiutando il cliente a trovare la giusta alternativa e a effettuare la transizione al nuovo prodotto. Non lasciamo i clienti nei guai”.

Le macchine di dosaggio Fisnar sono entrate nel portafoglio ISCRA dielectrics dal 1995. Anche in questo caso, ovviamente, viene dato il supporto necessario ai clienti, anche se sono molto semplici da utilizzare. “I dosatori che proponiamo – afferma Rino De Luca – sono facilmente integrabili all’interno di sistemi già esistenti. Possono anche essere utilizzati come macchine stand-alone o da banco, sono soluzioni molto versatili e semplici, anche grazie ai software intuitivi. La semplicità di utilizzo è, in effetti, una delle richieste maggiori che ci arrivano per le macchine, soprattutto da quelle aziende che non hanno necessità di un’automazione spinta né operai specializzati in singole operazioni. Un’altra cosa che ci viene richiesta è altissima precisione: anche in caso di piccole produzioni, una macchina automatica può garantire un dosaggio senza sbavature o errori”.

L’importanza di salute e ambiente

In 35 anni, le richieste sono molto cambiate: non solo per quanto riguarda efficacia e qualità, ma si guarda molto di più alla salute dei lavoratori a contatto con le sostanze chimiche. Nel corso del tempo, infatti, i prodotti sono stati modificati e migliorati, restando al passo con le ricerche scientifiche e le nuove scoperte in campo medico ed ecologico. “Sono stati eliminati molti prodotti – racconta De Luca – ottimi per il lavoro da svolgere, ma nocivi per gli operatori: una volta scoperta la loro pericolosità, sono stati sostituiti da altri, forse meno performanti, ma certamente non causa di malattie. Per fortuna, l’azienda di resine che distribuiamo, Elantas Europe è molto attenta e sensibile a questo aspetto”. 

Di pari passo alla salvaguarda della salute delle persone viaggia l’ecosostenibilità. “I nostri partner – spiega Rino De Luca – hanno al proprio interno reparti specifici che controllano la conformità dei componenti alle normative vigenti, e spesso guardano ‘oltre’ in modo da proporre sempre componenti all’avanguardia e che non contengano prodotti sospettati di provocare danni alle persone e all’ambiente, anche se non ancora vietati. Noi come distributori, ovviamente, non possiamo intervenire, ma siamo molto attenti a informare i nostri clienti: come devono essere utilizzati e smaltiti i prodotti, così da non gravare sull’ambiente”. 

ISCRA dielectrics, dunque, è un’azienda che forte dei 35 anni di esperienza e know-how, vuole restare al passo con i tempi, senza restare legata al passato. “Abbiamo ancora tanta voglia di crescere – conclude De Luca – siamo curiosi di scoprire nuovi prodotti e le prossime scoperte chimiche e tecnologiche nel campo delle resine, del materiale isolante e dei dosatori. Vogliamo restare equilibrati, quindi senza fare passi più lunghi della gamba, ma una cosa è certa: non ci fermiamo!”. 

0 Condivisioni