Menu
Monday, 18 Dicembre 2017
Attenzione
  • JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 71
  • JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 73
A+ A A-

Per una fabbrica totalmente connessa

Il centro multitasking INTEGREX i-800V/8 abbina processi di fresatura a cinque assi a operazioni di tornitura, con la possibilità di eseguire il cambio pallet per lavorazioni rapide di particolari molto complessi e di grandi dimensioni. Il centro multitasking INTEGREX i-800V/8 abbina processi di fresatura a cinque assi a operazioni di tornitura, con la possibilità di eseguire il cambio pallet per lavorazioni rapide di particolari molto complessi e di grandi dimensioni.

25 saranno le macchine in lavorazione live (di cui 15 al loro debutto mondiale) presentate da Mazak alla EMO di Hannover. Le macchine, installate in 6 diverse aree, saranno connesse l’una all’altra attraverso il sistema Industry 4.0 di Mazak e mostreranno i dati di produzione in tempo reale.

di Francesca Fiore

Settembre 2017

Leitmotiv della presenza in EMO di Mazak sarà - immancabilmente - la filosofia di Industry 4.0 e il concetto di iSmart Factory, la cui adozione permette di compiere il passo fondamentale verso la “fabbrica del futuro”. La iSmart Factory di Mazak si fonda su tre pilastri chiave che fanno parte della Smooth Technology: la nuova SmartBox, che fornisce un’analisi più rapida dei dati con una maggiore sicurezza, e il protocollo di comunicazione standard MT Connect. Tutti gli elementi si combinano tra loro per facilitare la condivisione dei dati in tempo reale tra produzione e uffici, riducendo in maniera importante costi, tempi di consegna e tempi di processo. La Smooth Technology, che incorpora uno dei CNC più veloci e performanti attualmente disponibili sul mercato e i software di gestione della fabbrica Smooth Process Support, rappresenta il “cuore” dell’Industry 4.0 di Mazak. Il suo utilizzo permette una riduzione dei tempi di produzione del 30%, oltre a consentire la connessione di intere fabbriche e officine e fornisce analisi e monitoraggio dati in tempo reale. Oltre a Smooth Process Support, Smooth Scheduler e Smooth PMC, il CNC di Mazak è dotato di numerosi nuovi programmi che saranno illustrati proprio in occasione della EMO. Uno tra questi è l’Application Programming Interface (API) che permette anche ai software non Mazak, come alcuni sistemi di automazione, di essere integrati nel CNC Smooth. Un’altra nuova funzione è rappresentata da Smooth Spindle Analytics, che fornisce un’analisi sulle prestazioni del mandrino in tempo reale.

Esteso il cloud computing al punto di origine di produzione dei dati
La nuova Mazak SmartBox garantisce l’elaborazione sicura ed efficiente dei dati. Attraverso Cisco’s Fog, Mazak SmartBox estende efficacemente il cloud computing al punto di origine di produzione dei dati. Ciò consente di analizzare i dati sensibili e operare in modo sicuro con velocità ottimale, con solo i dati selezionati inviati al cloud per l’analisi storica e l’archiviazione a lungo termine. La cibersecurity viene massimizzata da una piattaforma di networking Cisco all’avanguardia e da Layer3 Switch Managed industrializzata per l’ambiente di fabbrica. La SmartBox può interfacciarsi con qualsiasi macchina dotata di un adattatore MT Connect, indipendentemente dal tipo di produttore, anno di produzione o CNC. Anche le macchine meno recenti possono essere collegate alla SmartBox con l’aggiunta del nuovo SensorBox di Mazak. Il terzo pilastro della Mazak iSmart Factory è il protocollo di comunicazione standard MT Connect, che consente la comunicazione incrociata di più macchine diverse, in fabbrica o in officina, e permette l’esportazione di informazioni macchina in un formato standard.

Prestazioni superiori e un concetto modulare
Durante la EMO di Hannover, tutte le 25 macchine Mazak installate in 6 diverse aree saranno connesse l’una all’altra attraverso il sistema Industry 4.0 e mostreranno i dati di produzione in tempo reale. Al centro dell’area Multitasking, ci sarà la serie INTEGREX. INTEGREX i-500 ha esteso la capacità della nota serie i e presenta un concetto di progettazione modulare che consente ai clienti di abbinare le specifiche della macchina alle loro applicazioni. INTEGREX i-500 sarà affiancata da un’altra macchina in anteprima mondiale. Si tratta di INTEGREX i-800V/8, che combina fresatura a cinque assi, operazioni di tornitura e capacità di cambio pallet per lavorazioni rapide di particolari molto complessi e di grandi dimensioni, come ad esempio i componenti del motore a reazione. Entrambe le macchine faranno il loro debutto mondiale alla EMO di quest’anno e saranno dotate di un CNC SmoothX. I visitatori dello stand Mazak saranno in grado di verificare l’elevato livello di produttività che può derivare dalla piena integrazione nel concetto di iSmart Factory.

Nuove soluzioni per la lavorazione a 5 assi
L’area dedicata alla lavorazione a 5 assi di Mazak sarà incentrata su tre nuovi modelli di macchine. Il nuovo HCR-5000S, presentato ad Hannover in anteprima mondiale, è un centro di lavoro a mandrino orizzontale, compatto e ad alte prestazioni, ideale per la produzione di componenti strutturali di piccole dimensioni, come quelli appartenenti al settore aerospace. La macchina è dotata di un mandrino ad alte prestazioni con un’elevata dinamica garantita dalle alte accelerazioni degli assi lineari e rotanti in grado di assicurare le migliori prestazioni. Accanto al centro di lavoro, nella zona a 5 assi, sarà esposta la VARIAXIS i-300 AWC che rappresenta una soluzione di automazione compatta derivata dalla serie VARIAXIS e combinata con il know-how di automazione delle soluzioni Palletech. Il centro ha una struttura gantry-box in modo da garantire massima precisione e un magazzino utensili espandibile fino a 505 utensili, ideale per piccoli volumi di produzione e lavorazioni non presidiate. L’area a 5 assi comprende inoltre una nuova macchina specializzata per il settore stampi, il modello UD-400/5X, con mandrino ad alta velocità fino a 42.000 giri/min e accelerazioni da 1 G su tutti gli assi. Nell’area dei centri di lavoro orizzontali, tra le macchine di punta ci sarà il modello HCN-5000, equipaggiato con un sistema di automazione MPP500. MPP (Multi Pallet Pool) 16 pallet è stato progettato in modo da poter aggiungere l’automazione alle macchine singole. Dispone di un’applicazione software Smooth MPP con funzionalità di pianificazione avanzate, analisi dei risultati della produzione e utilizzo del sistema che possono essere raggiunti da remoto anche su PC e smartphone. Il design compatto garantisce un ingombro al suolo ridotto rispetto al tradizionale sistema Palletech ed è ideale per la lavorazione non presidiata a lungo termine.

Condivisione e analisi dei dati in tempo reale
Una delle macchine principali all’interno dell’area dedicata ai centri di tornitura Mazak sarà QUICK TURN 250M. Dotato di un’automazione perfettamente integrata con CNC SmoothG, garantisce il controllo dell’intera cella produttiva direttamente da CN, nonché la condivisione e l’analisi dei dati in tempo reale. La cella robotizzata facile da programmare consente una soluzione automatizzata flessibile e ad alta produttività, ideale per lotti di piccole e medie dimensioni, adatta a una vasta gamma di applicazioni. Un’altra macchina di punta è il centro di lavoro verticale VCN-530 C. Di produzione inglese, la macchina è equipaggiata con il nuovo mandrino ad alta velocità da 18.000 giri/min, e prevede un raffreddamento delle viti a sfere sugli assi X, Y e Z e un magazzino utensili da 40 posti. La macchina è particolarmente indicata per le aziende operanti nel settore della meccanica generale. Altro modello esposto presso lo stand Mazak in EMO è il centro di lavoro verticale a banco fisso e montante mobile VTC-760 C governato dal controllo numerico Siemens Sinumerik 828D. Le prestazioni e i dati macchina possono essere analizzati grazie al concetto iSmart Factory di Mazak attraverso MT Connect e SmartBox.

Anche un modello con tecnologia ibrida (Additive Manufacturing)
Ma la macchina protagonista assoluta dello stand Mazak sarà VARIAXIS j-600AM, presentato in anteprima europea alla EMO di Hannover. Si tratta della più recente generazione di macchine Mazak a tecnologia ibrida. Grazie alla fusione tra lavorazione multitasking e fabbricazione additiva, VARIAXIS J-600AM è in grado di lavorare particolari ad alta precisione in un singolo set-up. VARIAXIS j-600AM è inoltre dotato di un mandrino a 12.000 giri/min, combinato con assi B e C. È adatto per una vasta gamma di applicazioni, tra cui la produzione e la riparazione di pezzi dedicati ai settori aerospace e oil & gas. Ha commentato Richard Smith, European Group Managing Director di Yamazaki Mazak: “Alla EMO di quest’anno, Mazak dimostrerà la sua chiara leadership nello sviluppo di un’organizzazione preparata per l’avviamento dell’Industry 4.0. Il concetto di iSmart Factory, che comprende Smooth Technology, SmartBox e MT Connect, offre ai visitatori una panoramica completa della fabbrica totalmente connessa. Con 15 macchine all’avanguardia, che fanno il loro debutto mondiale proprio in fiera, il nostro obiettivo è quello di dimostrare che la “fabbrica del futuro” è già qui. In definitiva, Industry 4.0 sta diventando un elemento sempre più critico per la produzione moderna e Mazak garantisce ai propri clienti, che colgono questa opportunità, la realizzazione del pieno potenziale delle loro capacità produttive aziendali”.

Torna in alto

Robot

Gestione

Error: No articles to display

Comunicazione tecnica per l'industria