Menu
Thursday, 21 Settembre 2017
A+ A A-

Durata superiore e maggiore redditività

La nuova serie di materiali da taglio Mapal copre l’intera gamma di materiali  in ghisa – GJL, GJV e GJS. La nuova serie di materiali da taglio Mapal copre l’intera gamma di materiali in ghisa – GJL, GJV e GJS.

Per soddisfare le esigenze specifiche della fresatura di materiali in ghisa, Mapal ha sviluppato una nuova serie di materiali da taglio che copre l’intera gamma di materiali in ghisa – GJL, GJV e GJS. I materiali da taglio si basano su substrati di metallo di nuova concezione.
 
di Elisabetta Brendano

Marzo 2017

Davvero ampio è il programma di utensili ISO destinato alla fresatura proposto da Mapal, i cui prodotti trovano utilizzo nei più diversi ambiti: dal settore automotive a quello aerospace, dalle macchine utensili all’ingegneria impiantistica. Per soddisfare le esigenze specifiche della fresatura di materiali in ghisa, Mapal  ha sviluppato una nuova serie di materiali da taglio che copre l’intera gamma di materiali in ghisa – GJL, GJV e GJS. I primi risultati dimostrano che i nuovi materiali da taglio sono in grado di assicurare un significativo incremento della durata utile e, quindi, un aumento della redditività, permettendo al tempo stesso di raggiungere velocità di taglio superiori nell’ottica di garantire una maggiore produttività.

Tre metalli duri rivestiti in PVD e due tipi con rivestimento in CVD
I materiali da taglio si basano su substrati di metallo di nuova concezione. La struttura dei metalli duri è stata modellata in modo tale da presentare sempre un rapporto ottimale tra robustezza e resistenza all’usura. I materiali da taglio utilizzati per la realizzazione degli utensili Mapal comprendono tre metalli duri rivestiti in PVD e due tipi con rivestimento in CVD. Nello specifico, il rivestimento in PVD consiste in un TiAlCrN ottimizzato con struttura a strati finissima, in modo da assicurare un rapporto ottimale tra robustezza e durezza/resistenza all’usura. Il rivestimento in CVD si basa su un MT-TiCN con strato di copertura alpha-Al2O3. Oltre a garantire un’elevata resistenza all’usura, questa combinazione di strati garantisce anche un’elevata resistenza alle alte temperature. Sia il rivestimento in PVD che quello in CVD sono stati sviluppati con uno speciale trattamento di finitura. In questo modo è stato possibile ottenere una superficie estremamente liscia e, quindi, un deflusso ottimale dei trucioli. Inoltre l’usura tribochimica è stata ridotta al minimo. Per quanto riguarda il rivestimento CVD, tramite il trattamento di finitura viene regolata la tensione propria dello strato, nell’ottica di stabilizzare il tagliente e/o di aumentare la resistenza del materiale da taglio. Dalla lavorazione a secco a quella a umido, così come in altri tipi di applicazioni e in presenza delle più diverse condizioni imposte dalla macchina è dunque disponibile il materiale da taglio più indicato per la fresatura di materiali in ghisa.

Torna in alto

Robot

Gestione

Error: No articles to display

Trattamenti

La tempra “su misura”

22-03-2017 Hits:295 Trattamenti Cinzia - avatar Cinzia

Eldec sviluppa impianti di tempra a induzione modulari e personalizzati perfettamente integrabili in differenti sistemi produttivi. Il vantaggio di utilizzare questo tipo di macchine è soprattutto evidente nella produzione dei...

Read more
Comunicazione tecnica per l'industria