Menu
Tuesday, 26 Settembre 2017
A+ A A-

Fresare scanalature o componenti strutturali in titanio? Nessun problema!

GC1130, la qualità per la fresatura dell’acciaio ad alte prestazioni di Sandvik Coromant, ha esteso il suo campo di applicazione ad altri utensili, tra cui la fresa per scanalature a disco multifunzione CoroMill 331. GC1130, la qualità per la fresatura dell’acciaio ad alte prestazioni di Sandvik Coromant, ha esteso il suo campo di applicazione ad altri utensili, tra cui la fresa per scanalature a disco multifunzione CoroMill 331.

Sandvik Coromant propone due soluzioni destinate a ottimizzare le operazioni di fresatura: si tratta della qualità d’inserto GC1130, da utilizzarsi su frese per scanalature CoroMill® QD e CoroMill 331, e di CoroMill® 390 con tecnologia antivibrante Silent Tools™, in grado di migliorare la sicurezza nella lavorazione di tasche su componenti in titanio.

di Laura Alberelli

Gennaio-Febbraio 2017

La qualità per la fresatura dell’acciaio ad alte prestazioni GC1130 viene impiegata sulle frese per scanalature CoroMill® QD e CoroMill 331. GC1130, la più recente qualità Zertivo™ di Sandvik Coromant, è in grado di garantire elevati livelli di asportazione e alte prestazioni, sia nella lavorazione a umido sia in quella a secco. Già utilizzabile con i sistemi per fresatura di spallamenti e smussi CoroMill 390, CoroMill 490 e CoroMill 495, l’estensione del campo di applicazione consente a una più vasta gamma di utenti di usufruire dei vantaggi della tecnologia Zertivo, tra cui il prolungamento della durata utensile e la sicurezza nella lavorazione. Da oggi, quindi, le officine meccaniche possono utilizzare inserti di qualità GC1130 con CoroMill QD, per scanalature strette e profonde in operazioni di finitura e sgrossatura interna ed esterna. Per la fresatura di scanalature più impegnative, è possibile utilizzare gli inserti GC1130 anche con la fresa a disco multifunzione CoroMill 331. L’utensile, particolarmente versatile, è indicato per operazioni di scanalatura, fresa a disco a due tagli, doppia, fresatura di spallamenti, spianatura, spianatura in tirata, fresatura a pacco e interpolazione circolare. La qualità GC1130 è presente in sei nuove famiglie di prodotti. Insieme a CoroMill QD e CoroMill 331, la qualità d’inserto è disponibile per l’utilizzo con CoroMill 790 e T-Max per contornatura (fresatura di spallamenti), CoroMill Century (spianatura), CoroMill 170 e CoroMill 176 (fresatura degli ingranaggi). “Problemi come lo sfaldamento, la scheggiatura improvvisa e le microfessurazioni termiche sono molto comuni durante la fresatura di materiali dell’area ISO P, soprattutto quando i percorsi utensile sono sfavorevoli, le cavità profonde o si utilizza il refrigerante” dichiara Björn Ericsson, Project Manager. “Abbiamo sviluppato GC1130 per aiutare le officine meccaniche a superare il problema della durata ridotta degli inserti e della produzione instabile”. Realizzata con Zertivo - una tecnologia di produzione PVD progettata per amplificare i vantaggi intrinsechi della qualità - GC1130 offre alta sicurezza del filo tagliente e riduce lo sfaldamento. Inoltre, un substrato a grana fine ad alto tenore di Cr fornisce un’elevata resistenza alle microfessurazioni termiche, contribuendo in questo modo a garantire una durata utensile lunga e affidabile.

Più sicurezza nella lavorazione di tasche su componenti in titanio
In risposta alla crescente quantità e complessità dei componenti strutturali destinati al settore aerospaziale, Sandvik Coromant ha sviluppato la gamma CoroMill® 390 con Silent Tools™. La tecnologia antivibrante ottimizzata Silent Tools permette di lavorare tasche profonde su componenti strutturali in titanio destinati al settore aerospaziale con una maggiore sicurezza e con volumi di truciolo asportato più elevati. “Grazie alla crescente domanda da parte dei passeggeri e all’accelerazione dei cicli di sostituzione degli asset, il settore aerospaziale commerciale continuerà a registrare tassi di crescita superiori alla media, in linea con la tendenza che ha caratterizzato gli ultimi dieci anni”, ha commentato Thomas Wikgren, Product Manager per la fresatura di spallamenti presso Sandvik Coromant. “Il sempre più avanzato design dei componenti e l’aumento nella lavorazione di tasche profonde su componenti strutturali (sinonimo di un risparmio in termini di peso e carburante), comporta la necessità di realizzare tali lavorazioni nella maniera più efficiente possibile, mantenendo gli standard di qualità più elevati. Sandvik Coromant risponde a queste esigenze dotando le frese a candela CoroMill 390 della tecnologia antivibrante Silent Tools. In questo modo, la lavorazione di tasche viene portata a un livello superiore”. Le tasche sono la caratteristica più comune nei componenti strutturali in titanio per velivoli e spesso presentano profondità superiori a quattro volte il diametro della fresa, un fattore cruciale nella lavorazione di un materiale tanto difficile. Per questo motivo i requisiti di stabilità di processo, qualità e volumi di truciolo asportato sono molto elevati. Tenendo in considerazione questi fattori, lo sviluppo di un utensile da taglio efficace consente alle officine meccaniche di ottenere un reale vantaggio competitivo. Grazie alle geometrie d’inserto con azione di taglio leggera e alle qualità ad alte prestazioni, le frese CoroMill 390 con tecnologia Silent Tools garantiscono basse forze di taglio e assenza di vibrazioni per una fresatura sicura e conveniente.
La nuova fresa CoroMill 390 con tecnologia Silent Tools è disponibile nei diametri da 20 a 32 mm ed è adatta ai nuovi inserti di dimensione 07, oltre a quelli di dimensione 11, con la possibilità di utilizzare steli cilindrici o accoppiamenti Coromant Capto®.

Torna in alto

Robot

Gestione

Error: No articles to display

Trattamenti

La tempra “su misura”

22-03-2017 Hits:305 Trattamenti Cinzia - avatar Cinzia

Eldec sviluppa impianti di tempra a induzione modulari e personalizzati perfettamente integrabili in differenti sistemi produttivi. Il vantaggio di utilizzare questo tipo di macchine è soprattutto evidente nella produzione dei...

Read more
Comunicazione tecnica per l'industria