Menu
Monday, 22 Ottobre 2018
A+ A A-

La testa per effettuare stampe 3D coassiali

Precitec, gli specialisti del laser, riportano alla ribalta la tecnologia del filo come valido metodo per l’industria dell’Additive Manufacturing. Efficienza economica, flessibilità di processo e sostenibilità sono le parole chiave e i vantaggi proposti per questo processo se comparato con quello a polvere.

di Fabrizio Garnero

Maggio-Giugno 2018

Assicurare al filo un posto di rilievo nel futuro della fabbricazione additiva: è questo l’obiettivo prefisso da Precitec GmbH & Co. KG con la testa di lavorazione CoaxPrinter con cui offre al mercato una soluzione perfetta per laser cladding, in grado di effettuare, per la prima volta, lavorazioni multidirezionali del materiale additivo a filo. Con CoaxPrinter, Precitec mira a fornire dei vantaggi che considera evidenti rispetto alla polvere, in termini di efficienza economica, pulizia e sostenibilità sia nel trattamento delle superfici, sia nella riparazione di componenti e nella stampa 3D.
“Con qualsiasi altra soluzione per il laser cladding basata sul filo, è quasi impossibile effettuare cambi di direzione di 90°,” ci dice il dottor Markus Kogel-Hollacher, project manager del reparto R&D di Precitec. “La testa di lavorazione CoaxPrinter va quindi a colmare un gap tecnologico, e non solo per le procedure di rivestimento basate sul filo. Gli utenti ottengono, infatti, una flessibilità senza precedenti per i loro processi di lavorazione”.

Alimentazione coassiale nella zona di interazione
La testa di lavorazione CoaxPrinter è in grado di alimentare il filo coassialmente nella zona di interazione. Il profilo del fascio è circolare e focalizzato direttamente sul punto di interazione fra il filo e la superficie del pezzo in lavorazione.
Questo significa che CoaxPrinter permette un’alimentazione del filo priva di ombre, una distribuzione di intensità omnidirezionale, un preriscaldamento omogeneo e un’immissione di energia perfettamente controllata per tutto il processo. L’alimentazione del filo è monitorata da sensori, il che è ideale per una produzione automatizzata.

Benefici del cladding con filo per la fabbricazione additiva
Il laser cladding con filo permette di effettuare dei processi economici, puliti e rispettosi dell’ambiente, sia per la stampa 3D, sia per vari rivestimenti di superficie, sia per la protezione contro l’usura.
È normale ottenere un’elevata qualità di superficie, producendo una costruzione ad alta densità e priva di porosità con perpendicolarità di tutte le strutture generate. Inoltre, la procedura di lavorazione con filo non produce nessuna contaminazione delle aree o delle superfici circostanti.
Con il filo, gli utenti possono utilizzare il materiale in maniera efficace al 100%.

Compatibile con le più comuni sorgenti laser
CoaxPrinter è in grado di lavorare praticamente qualsiasi filo solido o animato in acciaio per applicazioni di saldatura o brasatura in dimensioni standard. La testa di lavorazione è compatibile anche con i laser a diodi a multi kW accoppiati con fibra, con un core di 0,6 mm e una potenza di 6 kW. Dei robot o dei sistemi a portale industriali standard servono da manipolatore.
“La possibilità di lavorare totalmente in 3D senza alcuna perdita di materiale apre nuove porte al laser cladding,” dice il dottor Kogel-Hollacher guardando al futuro. In collaborazione con il mercato, Precitec persegue l’obiettivo di espandere le aree applicative di questo nuovo processo di cladding laser basato su filo.

Lascia un commento

Torna in alto

Mercato

Comunicazione tecnica per l'industria