Menu
Sunday, 17 Dicembre 2017
A+ A A-

Una nuova testa in linea per la saldatura laser per trasmissione

La nuova testa di lavorazione LPH-L di LIMO. La nuova testa di lavorazione LPH-L di LIMO.

L’uso della termoplastica rinforzata con fibra e della saldatura laser per trasmissione sta aprendo molte nuove possibilità nel campo della costruzione automobilistica leggera. La nuova testa di lavorazione in linea compatta LPH-L di LIMO Lissotschenko Mikrooptik GmbH è in grado di ridurre i costi di produzione fino al 30%, e consente di lavorare anche parti che in precedenza venivano considerate troppo complesse.

di Francesca Fiore

Novembre-Dicembre 2016

A caratterizzare la nuova testa di lavorazione laser LIMO LPH-L sono, essenzialmente, i suoi cinque elementi distintivi. Per cominciare, le misure contenute (153 x 90 mm) rendono la testa più compatta del 50% rispetto a qualsiasi altra testa di lavorazione comparabile. Altro elemento identificativo è che, usando la stessa testa laser multifunzionale, sono possibili quattro diverse geometrie di saldatura (punti di saldatura, superfici, saldatura dei contorni e materiali continui). Di conseguenza, l’LPH-L offre un’ampia gamma di opzioni di saldatura senza la necessità di utilizzare tecnologie di scansione. Terzo aspetto degno di nota è che il sistema laser include la lavorazione a temperatura controllata e la registrazione dei dati. Pur essendo robusta e compatta, la nuova testa di LIMO pesa solo 1.200 gr; ciò significa che può essere tranquillamente utilizzata anche su bracci robot molto leggeri. Ultimo ma non ultimo punto di forza è la possibilità di ridurre i costi di lavorazione fino al 30% rispetto ad altri sistemi comparabili. Peter Bruns, Director Application and Customer Service in LIMO, ha così riassunto i vantaggi dell’utilizzo di LPH-L: “Con la nuova testa di lavorazione in linea compatta di LIMO, i fornitori di componenti automobilistici leggeri possono adesso servire non solo la fascia più alta del mercato, ma anche i segmenti a medio e a basso costo”.

È possibile generare un cordone di saldatura continuo
La testa LPH-L di LIMO è in grado di generare una linea di saldatura da 12 x 2 mm. Ruotando la testa di lavorazione, si può regolare la linea di saldatura fino a un minimo di 5 mm. Movimentando la testa in diversi modi (ad esempio, montandola su un braccio robot), è possibile ottenere diverse geometrie di saldatura usando un unico strumento. Inoltre, è in grado di compensare eventuali differenze di livello nei componenti fino a un massimo di 12 mm. LPH-L applica punti di saldatura in forma di brevi linee (ad esempio, di 10 mm). Questi “punti-linee” risultano più resistenti alle tensioni rispetto a quelli tradizionali. La testa è inoltre in grado di saldare superfici di 12 x X mm, dove “X” sta per dimensioni di superficie variabili. In questo modo le superfici vengono saldate più velocemente rispetto a quanto sia possibile fare, ad esempio, con uno scanner laser. Il sistema può poi creare una terza geometria del fascio, ovvero una saldatura dei contorni con lunghezza 5-12 mm. Applicata a del materiale continuo in un processo roll-to-roll, la testa del fascio laser può anche generare un cordone di saldatura continuo. Ciò è sinonimo di una saldatura in linea più dolce: il calore è prodotto più lentamente lungo la linea (distribuzione di intensità lineare) rispetto a quello che avviene in una saldatura laser a punti. Allo stesso tempo, la forza della saldatura non viene pregiudicata. Vantaggi: materiali e componenti sensibili al calore non sono influenzati dal processo di saldatura.

Utilizzata in diversi ambiti industriali
La nuova testa di fascio laser permette la lavorazione di componenti di grandi dimensioni ma anche di componenti piccoli e fragili, come sono ad esempio le membrane. Questa possibilità apre nuove strade in termini di design e funzionalità. La testa di lavorazione può essere integrata nel processo di produzione in linea, ed è utilizzabile anche sui bracci robot. Il processo di saldatura viene monitorato da un sistema di misura e controllo integrato. I dati di lavorazione sono registrati in modo che possano poi essere reperiti e rintracciati. LIMO vanta un’ampia esperienza nel campo della saldatura laser per carrozzerie e per componenti di autoveicoli, che comprende più di 40 gruppi di assemblaggio diversi all’interno e all’esterno dell’abitacolo, la cabina, gli elementi di illuminazione e così via. I sistemi laser industriali LIMO vengono utilizzati con successo anche nel settore medicale e in quello elettronico. La saldatura laser dei polimeri produce cordoni di saldatura forti ma esteticamente gradevoli. La lavorazione è pulita e non necessita di contatto. La superficie di fusione non deve essere pulita in precedenza, né modificata in seguito o trattata in qualunque modo. È particolarmente indicata in presenza di materiali sensibili, su superfici con elevati requisiti ottici, per cordoni di saldatura molto precisi o per tempi di ciclo assai corti.I contenitori prodotti utilizzando la saldatura laser (come, ad esempio, quelli destinati ad alloggiare fluidi oppure sensori) mostrano una densità piuttosto elevata, con una pressione di scoppio di 10-30 bar. Le parti elettroniche non sono influenzate dal processo di saldatura. Da ricordare infine la possibilità di trattate diverse combinazioni di materiali, come ad esempio PMMA/ABS, PC/PBT, PP/TPE, ...

Lascia un commento

Torna in alto

Mercato

Comunicazione tecnica per l'industria