Tracciabilità ed ingombri ridotti per la massima produttività 

Attrezzare le linee produttive con macchine marcatrici che garantiscano lavorazioni rapide, continuative e precise ed al tempo stesso occupino la minor superficie possibile può diventare diventare uno dei fattori chiave per il successo dell’impresa.

Garantire l’identificazione delle parti e componenti del prodotto svolge un ruolo fondamentale in gran parte dei processi produttivi industriali: che sia un requisito normativo, una specifica di fornitura o un’opportunità per migliorare il funzionamento dei processi interni e la riconoscibilità dei prodotti e del brand, la marcatura industriale genera valore in tutte le fasi del processo. Allo stesso modo, la minimizzazione dei costi di occupancy si rivela un alleato prezioso nel migliorare e consolidare nel tempo la competivitità dei processi, specialmente in settori caratterizzati da elevata pressione competitiva in cui anche i minimi dettagli possono fare la differenza. La nuova marcatrice laser in fibra Mikro risponde pienamente a tutti questi bisogni: è infatti possibile  installarla rapidamente ed in sicurezza a banco o su un piano di lavoro, grazie alla apposita cabina di protezione in Classe 1.

Flessibile, ergonomica e compatta

Tecnologia, ergonomia, precisione, rapidità, dimensioni ridotte: tempo e spazio sono infatti oggi più che mai elementi preziosi per la competitività di un’azienda e Berma Mikro permette di utilizzarli al meglio. La disposizione ottimizzata degli organi di movimentazione della testa massimizza la capienza del vano di carico. Il piano è dotato di forature M8 per il posizionamento rapido delle attrezzature e delle dime. Particolarmente indicata per lavorazioni di componenti maneggevoli, singoli oppure in piccoli lotti, la marcatrice Berma permette anche l’utilizzo dei dispositivi opzionali asse rotante per la marcatura di pezzi cilindrici e caricatore di targhette. Mikro può essere equipaggiata con sorgenti laser in fibra da 20W o 30W, in funzione della velocità/profondità di marcatura richiesta. La movimentazione dell’asse Z è motorizzata e controllata dal firmware della macchina in modo da poter gestire la distanza focale come parametro del layout di marcatura. L’illuminazione interna ed il sistema di puntamento, uniti alla facilità d’uso del software Identify3 in dotazione, permettono di impostare rapidamente il layout di marcatura ottimizzando i tempi di setup. Nella nuova marcatrice laser in fibra di Berma è presente anche la predisposizione per l’aspirazione degli eventuali fumi / polveri prodotti nel processo di marcatura, al quale è possibile collegare un sistema di evacuazione con adeguata filtrazione.

0 Condivisioni