Menu
Thursday, 22 Giugno 2017
Attenzione
  • JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 71
A+ A A-

Una soluzione completa di Additive Manufacturing

Autodesk ha ampliato Netfabb per renderla una soluzione end-to-end per la produzione additiva. L’azienda ha potenziato il software con funzionalità di simulazione, di produzione ibrida e di stampa 3D multi-head collaborativa. Grazie al software integrato per l’additive manufacturing e la progettazione, Netfabb fornisce informazioni preziose che permettono alle aziende di ottimizzare il processo di scelta dei materiali e di simulazione per validare le strategie di creazione e ottimizzare i progetti. Con questo importante aggiornamento, gli utenti hanno a disposizione nuovi strumenti per essere più innovativi e competitivi nel settore della produzione additiva e della stampa 3D. Le nuove funzionalità includono la simulazione di Netfabb, che si basa sulla tecnologia acquisita da Pan Computing, che permette di prevedere e regolare le deformazioni, in modo che i progettisti di parti e gli ingegneri di produzione possano ottimizzare i progetti e ridurre il numero di iterazioni richieste per ottenere risultati affidabili nel processo produttivo. I processi sottrattivi sono spesso necessari per migliorare la finitura delle superfici e l’accuratezza di alcune funzioni sulle parti fabbricate in modalità additiva. Per sostenere tali processi, deve essere aggiunto al progetto del materiale extra, creando una geometria più ampia che viene chiamata “near-net shape” (di forma quasi perfetta). Oggi, Netfabb include funzionalità di modeling e di progettazione near-net shape basate sulla tecnologia Autodesk (ex Delcam) PowerShape. Questa nuova funzionalità di produzione ibrida permette agli utenti di mantenere i modelli in forma solida e di beneficiare di strumenti di modellazione solida allineati ai workflow CAM. In questo importante aggiornamento è inclusa l’innovativa tecnologia di controllo di Project Escher, per potenziare le macchine con testine di stampa multiple basate sull’estrusione che lavorano insieme per stampare una singola parte. Questo processo collaborativo rende più dettagliata e veloce la stampa di parti in 3D su scala industriale. In linea con l’obiettivo di portare innovazione nel settore degli additivi, Autodesk rende accessibili in modalità open source le specifiche hardware e software necessarie per creare macchine con questa nuova funzionalità di stampa 3D multi-testina collaborativa.

Gennaio-Febbraio 2017

Leggi tutto...

La stampa 3D al servizio dell’aerospaziale

Airbus, il colosso produttore di aeromobili, ha realizzato il più grande componente al mondo di una cabina aerea stampato in 3D grazie al software Autodesk. Il componente, soprannominato “partizione bionica”, è stato creato con algoritmi personalizzati che hanno generato un design che imita la struttura cellulare e la crescita delle ossa, e quindi prodotti con tecniche di produzione additiva. Questo processo di progettazione e produzione rende la struttura più solida e leggera di quanto sarebbe possibile con i processi tradizionali. Si tratta di una parete divisoria tra la zona dei posti a sedere e la cucina di un aereo cui sono fissati i seggiolini per gli assistenti di volo. Come per molti componenti di aeromobili, la partizione si caratterizza per particolari requisiti strutturali e di progettazione, tra cui i limiti di peso e di forma, rendendo appropriato questo approccio progettuale. Per la nuova partizione bionica è stata impiegata Scalmalloy®, una lega di alluminio-magnesio-scandio di seconda generazione e realizzata da APWorks, l’azienda controllata da Airbus e focalizzata sulla produzione di additivi e materiali avanzati. Scalmalloy® è progettato per l’uso in stampa 3D e offre buone proprietà meccaniche, il che significa che può essere sottoposto ad azioni di streching senza rompersi. In questo caso, è la prima volta che viene utilizzato su larga scala all’interno di un componente aeronautico.

Dicembre 2015

Leggi tutto...

La stampa 3D al servizio dell’aerospaziale

autodesk3 Come per molti componenti di aeromobili, la partizione si caratterizza per particolari requisiti strutturali e di progettazione, tra cui i limiti di peso e di forma, rendendo particolarmente appropriato questo approccio progettuale. Per la nuova partizione bionica è stata impiegata Scalmalloy®, una lega di alluminio-magnesio-scandio di seconda generazione e realizzata da APWorks, l’azienda controllata da Airbus e focalizzata sulla produzione di additivi e materiali avanzati. Scalmalloy® è specificamente progettato per l’uso in stampa 3D e offre buone proprietà meccaniche, il che significa che può essere sottoposto ad azioni di streching senza rompersi. In questo caso, è la prima volta che viene utilizzato su larga scala all'interno di un componente aeronautico.

Leggi tutto...

Autodesk completa l’acquisizione di Delcam

delcam1Autodesk ha completato l’acquisizione di Delcam, tra i principali fornitori mondiali di software CAM avanzati per il mercato manifatturiero. Autodesk ha annunciato l’intento di acquisire Delcam il 7 novembre scorso per 20,75 sterline per azione o circa 172,5 milioni di sterline (286 milioni di dollari americani), utilizzando denaro contante non statunitense. Delcam opererà come filiale indipendente interamente controllata da Autodesk, senza significativi cambiamenti al proprio business. “Autodesk fornisce a Delcam una maggiore solidità finanziaria, eccellenza nella progettazione e una grande esperienza nel rendere la tecnologia accessibile a chiunque. Grazie alla condivisone della nostra tecnologia e delle competenze acquisite, questa transazione ci permetterà di evolvere il mercato manifatturiero e di migliorare la modalità in cui progettiamo e creiamo tutto ciò che ci circonda”, ha commentato Clive Martell, chief executive officer di Delcam. “Mantenendo invariata la struttura del business di Delcam, Autodesk dimostra piena fiducia nelle soluzioni, nella leadership e nell’organizzazione di Delcam, e siamo lieti di poter lavorare insieme per promuovere la vision, lo sviluppo e l’implementazione di tecnologie per la produzione in digitale”. “L’acquisizione di Delcam rappresenta un importante passo nella continua espansione di Autodesk nel settore manifatturiero. Insieme a Delcam, ci poniamo l’obiettivo di velocizzare lo sviluppo di soluzioni complete per il Digital Prototyping e di fornire una migliore esperienza produttiva”, ha commentato Buzz Kross, senior vice president per i prodotti di Design, Lifecycle and Simulation di Autodesk. “Diamo quindi il benvenuto ai dipendenti, clienti e partner che entrano a far parte della comunità Autodesk”.

Leggi tutto...

Un’importante acquisizione

delcamokAutodesk ha annunciato l'intenzione di acquistare Delcam, uno dei principali sviluppatori di software avanzati nel settore manifatturiero. Le due società offrono soluzioni complementari, con i software di Autodesk per la progettazione, ingegneria e l’entertainment in grado di essere combinati con le potenti soluzioni di Delcam nel manufacturing. Al completamento dell’acquisizione, Delcam diventerà una società controllata di Autodesk e manterrà il suo obiettivo di accelerare la crescita della sua quota di mercato nel settore manifatturiero, con maggiori potenzialità derivanti dal far parte di una realtà aziendale più grande. I clienti Delcam continueranno ad essere supportati dai tecnici qualificati e competenti per i quali l’azienda è rinomata, grazie alla sua rete mondiale di filiali, joint venture e partner di vendita. La fama di Delcam nel mercato CAM è stata confermata dall’ultimo NC Software Market Analysis Report degli analisti americani di CIMdata. Il report ha confermato che, nel 2012, Delcam ha ancora una volta registrato il fatturato più alto tra tutte le aziende di software CAM. Ciò significa che Delcam ha compiuto i suoi trent’anni in qualità di sviluppatore di rilievo di software CAM e servizi. Carl Bass, Presidente e CEO di Autodesk, ha dichiarato: “Stiamo compiendo un passo importante nel nostro percorso verso una miglior esperienza nel manufacturing. Insieme, Autodesk e Delcam contribuiranno ulteriormente allo sviluppo e all'implementazione della tecnologia per il manufacturing digitale”. Ha aggiunto Clive Martell, CEO di Delcam: “Sono molto entusiasta delle opportunità derivanti dalla combinazione tra Delcam e Autodesk di creare una piattaforma interessante con cui servire i clienti di entrambe le società nel manufacturing. Di questa ulteriore forza che sarà acquisita facendo parte del gruppo Autodesk ne beneficeranno i nostri clienti, il nostro staff e i nostri canali di vendita”.

Leggi tutto...

Parole d’ordine: formazione e certificazione

autodesk1Il distributore europeo di Autodesk per l’education e la formazione, KnowledgePoint, ha annunciato la data del terzo Autodesk Open Doors day. Il 18 ottobre 2013, i Centri di Formazione Autorizzati Autodesk (Authorised Training Centres, ATC) di tutta Europa apriranno le proprie sedi ai professionisti del CAD, per illustrare i prodotti Autodesk, dare formazione e tutta la preparazione necessaria a coloro che vorranno sostenere gli esami di certificazione. Questo segue il successo della scorsa edizione che ha rappresentato l’evento più grande e di maggior successo di certificazione, unico nella storia di Autodesk, offrendo circa 7.000 esami. “La certificazione sta diventando sempre più importante per convalidare le proprie competenze e garantire le best practice nell’utilizzo del software Autodesk. L’evento dello scorso anno ha dimostrato una forte richiesta e noi vogliamo continuare a supportare in questo stesso modo i professionisti del CAD”, ha dichiarato Kirstin Donoghue, Autodesk Partner Manager EU in KnowledgePoint.

Leggi tutto...

La nuova generazione della progettazione

autodesk1Autodesk presenta un innovativo software basato su cloud creato specificatamente per tutti coloro che desiderano ideare prodotti di qualità ed esteticamente accattivanti. Autodesk Fusion 360 riunisce tutte le funzionalità tipicamente presenti separatamente negli strumenti per la progettazione meccanica, industriale e concettuale, in un unico servizio basato su cloud particolarmente semplice da utilizzare. “Siamo nel bel mezzo di una nuova rivoluzione industriale che premia la capacità di progettare e ingegnerizzare prodotti che siano esteticamente belli e allo stesso tempo funzionali”, ha dichiarato Robert “Buzz” Kross, senior vice president di Autodesk. “Con Fusion 360, non ci sono più compromessi tra la progettazione industriale e meccanica. Per la prima volta gli utenti hanno a disposizione un unico strumento che racchiude entrambi gli aspetti”. Fusion 360 offre un’esperienza utente particolarmente intuitiva, un accesso sicuro alle informazioni del progetto e funzionalità integrate di collaborazione social. Gli utenti possono progettare rapidamente, lavorare in qualunque luogo si trovano e condividere i progetti e le informazioni con chiunque.

Leggi tutto...

Essere concreti e al passo coi tempi? Il segreto è lavorare “sulle nuvole”...

Le novità messe a punto da Autodesk per il settore manifatturiero includono le versioni 2014 di Autodesk Simulation Mechanical, Autodesk Simulation CFD e Autodesk Simulation Moldflow, completamente interoperabili e integrabili in tutte le fasi del processo di produzione. Tali soluzioni, come tutte le suite 2014 di Autodesk, si basano sulle tecnologie cloud e mobile.

di Laura Alberelli

Leggi tutto...

Come portare il settore manifatturiero nel cloud

autodeskNetSuite, fornitore di suite software finanziarie/ERP basate su cloud, e Autodesk, azienda fornitrice di software per la progettazione e l’ingegnerizzazione, hanno siglato una collaborazione strategica per offrire alle aziende manifatturiere integrazione completa tra Autodesk PLM 360 e NetSuite ERP. La collaborazione tra le due aziende ha l’obiettivo di trasformare il processo produttivo attuale, supportando i produttori affinché possano cambiare le attuali condizioni economiche, fornire prodotti di qualità e soddisfare le esigenze di innovazione dei clienti, il tutto grazie a un sistema flessibile basato su cloud. L’integrazione tra Autodesk PLM 360, una soluzione basata su cloud per la gestione del ciclo di vita del prodotto, e la soluzione di gestione aziendale di NetSuite, inclusa NetSuite Manufacturing Edition, è un importante passo avanti e fornisce una soluzione end-to-end basata su cloud per l’ideazione, progettazione, produzione, manutenzione e vendita multi-canale. L’integrazione di queste tecnologie cloud fornisce ai produttori un’unica soluzione per velocizzare la progettazione e lo sviluppo di un prodotto, ridurre i margini di errore e i ritardi nella produzione, ottimizzare la collaborazione nella rete distributiva e ottenere visibilità in tempo reale dei costi, dei tempi di programmazione, della fattibilità e della redditività.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Robot

Gestione

Error: No articles to display

Trattamenti

La tempra “su misura”

22-03-2017 Hits:169 Trattamenti Cinzia - avatar Cinzia

Eldec sviluppa impianti di tempra a induzione modulari e personalizzati perfettamente integrabili in differenti sistemi produttivi. Il vantaggio di utilizzare questo tipo di macchine è soprattutto evidente nella produzione dei...

Read more
Comunicazione tecnica per l'industria