Il contesto difficile non arresta la crescita

Bosch Rexroth continua a crescere: concluso con successo l’esercizio 2021 nonostante il contesto difficile. Cauto ottimismo per il 2022 a causa delle condizioni di incertezza dei mercati mondiali, ma il percorso di crescita rimane costante. 

Bosch Rexroth, fornitore di azionamenti e controlli riconosciuto a livello globale, ha concluso con successo l’esercizio 2021 nonostante il contesto difficile. L’acquisizione degli ordini è aumentata del 44% raggiungendo il valore record di 7,5 miliardi di euro, garantendo ulteriore crescita. Le vendite sono aumentate del 20%, toccando quota 6,2 miliardi di euro e riportando l’azienda al livello pre-crisi nel secondo anno di pandemia. Il numero di collaboratori è aumentato del 4,7%, arrivando a circa 31.100 in tutto il mondo. 

“Il 2021 è stato un anno di successo, grazie alle ottime prestazioni del team. Nonostante la pandemia e le sfide economiche, siamo riusciti ad aumentare le vendite, a garantire consegne affidabili ai nostri clienti e ad aumentare ulteriormente la loro soddisfazione. Abbiamo raggiunto un nuovo record di ordini. Siamo chiaramente su un percorso di crescita”, spiega Rolf Najork, membro del consiglio di amministrazione di Robert Bosch GmbH, responsabile della divisione Industrial Technology e CEO di Bosch Rexroth AG. 

Aumentano gli investimenti in R&D 

Bosch Rexroth continua a investire nel futuro: 344 milioni di euro sono stati destinati alla ricerca e sviluppo, con un aumento del 5,8%. In particolare, si è investito nell’elettrificazione delle macchine da lavoro, nell’automazione di fabbrica, nel portafoglio basato sulla piattaforma ctrlX AUTOMATION e nei sistemi di assi integrati nell’oleodinamica industriale. 

No Banner to display