Stadi lineari “salva spazio” per l’automazione di precisione

Con l’introduzione della serie di stadi lineari L-505, PI – Physik Instruments dispone nel suo portafoglio un prodotto compatto, che può sopportare carichi fino a 30 N e disponibile in due dimensioni “salva spazio”: una versione stretta e allungata da 36 mm con azionamento diretto e una versione più corta e larga 60 mm, con trasmissione affiancata.

Funzionano a velocità elevate e continue

Questi stadi lineari compatti sono disponibili sia con motore DC che con motore passo-passo, con o senza riduttore. Nelle versioni DC senza riduttore e con motore a lato, la vite a ricircolo di sfere garantisce un ottimo funzionamento anche a velocità elevate e continuative. Ciò garantisce anche bassi giochi e l’assenza di stick-slip. Le versioni con riduttore sono invece adatte per applicazioni con carichi elevati ma velocità inferiori.

Elevate capacità di carico e rigidità

Poiché le guide, precaricate e con quattro file di sfere, vengono inserite direttamente nel corpo e nella piattaforma mobile, raggiungono un’elevata capacità di carico e un’elevata rigidità, garantendo allo stesso tempo un funzionamento regolare e uniforme. Gli stadi lineari della serie L-505 lavorano con corse di 13 o 26 mm, raggiungono velocità fino a 15 mm/s e offrono una ripetibilità bidirezionale fino a ±0,15 µm. Gli interruttori di riferimento e i finecorsa sono ottenuti mediante sensori a effetto Hall.

Nessuna influenza sulla misura della posizione

Le versioni DC hanno di serie un encoder ottico lineare incrementale, mentre per le versioni con motore passo-passo è disponibile come opzione. Gli encoder lineari misurano la posizione direttamente sulla piattaforma; la non linearità, il gioco meccanico o la deformazione elastica non hanno quindi alcuna influenza sulla misura della posizione. Se necessario, è possibile combinare facilmente gli stadi lineari a pile XY o XYZ.