Punzonatrice multi-pressa meccatronica

S1 è la proposta Salvagnini progettata per soddisfare le richieste crescenti di flessibilità e produttività in punzonatura, mantenendo al contempo le caratteristiche distintive, quali la testa multi-pressa, l’automazione flessibile e l’integrabilità. S1 implementa numerosi elementi innovativi e originali, che la rendono una soluzione ad ampio campo di applicazione, più esteso cioè rispetto a quello tipico della tecnologia. In configurazione combinata punzonatura-taglio laser, S1 diviene, per esempio, la soluzione flessibile per eccellenza. Consente lavorazioni su materiali meno adatti alla tecnologia laser, come i delicati, i plasticati o i preverniciati e offre differenti possibilità nella modalità di scarico, a seconda della strategia produttiva impostata.

Annulla qualsiasi vincolo legato alla geometria del pezzo in lavorazione, grazie al taglio laser. Risulta molto competitiva a livello di costo per pezzo, garantendo alta produttività e bassi consumi, grazie alla multi-pressa e alla tecnologia ibrida evoluta.

Testa multi-pressa a tecnologia ibrida evoluta

S1 monta una multi-pressa di ultima generazione, a tecnologia ibrida evoluta. L’azionamento responsabile dei movimenti degli utensili, mutuato dalle soluzioni implementate in pannellatura e piegatura, funziona infatti secondo una architettura brevettata e grazie a cicliche raffinate, che consentono lavorazioni di alta qualità. L’utilizzo intelligente di componenti di ultima generazione e l’originale soluzione applicata in cui l’impianto e il motore elettrico sono dimensionati non per la piena potenza di punzonatura ma per una frazione di essa, hanno consentito di ridurre gli assorbimenti del 20% rispetto alle soluzioni elettriche comuni, come pure le dimensioni e i costi dei componenti, e di conseguenza di minimizzare la manutenzione.

La testa multi-pressa Salvagnini rappresenta da sempre una soluzione unica nel mercato, poiché è in grado di gestire simultaneamente uno o più utensili e non richiede alcuna sosta per il cambio utensile. Ciò rende un riferimento importante in punzonatura sotto il profilo del tempo ciclo e l’usura degli utensili e il processo di lavorazione estremamente produttivo ed efficiente. Funziona con utensili standard thick turret di tipo BC e D che consentono maggior versatilità nelle dotazioni di fabbrica, ampliano il range degli spessori lavorabili delle punzonatrici Salvagnini e, grazie alla discesa controllata, consentono migliore qualità in punzonatura e deformazione.

Comunicazione integrata e automazione flessibile

Grazie ai software proprietari, S1 può scambiare informazioni con l’ERP aziendale o colloquiare con altri sistemi: per esempio, nelle linee FMS S1+P4, software dedicati consentono ai due sistemi di comunicare tra loro, di bilanciare la produzione per aumentare la produttività, di ridurre gli scarti e i tempi di attesa. Nelle celle flessibili composte da S1 e macchine e sistemi di piegatura B3, P4 o P2, invece, il software OPS consente di ottimizzare i carichi di lavoro e di guidare l’operatore durante la lavorazione della parte.