Menu
Friday, 26 Maggio 2017
Attenzione
  • JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 383
  • JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 71
  • JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 73
A+ A A-

Assegnato il premio per la ricerca

In qualità di specialista della tecnologia della rettifica cilindrica, Studer ha conferito per la quarta volta il suo premio per la ricerca: il “Fritz Studer Award 2014”.
Il premio per la ricerca era rivolto a giovani diplomati e laureati di università e scuole universitarie tecniche e professionali europee. Potevano partecipare al concorso tutti coloro che, nell’ambito di esercitazioni, lavori di laurea o di diploma o dissertazioni, avessero elaborato temi scientifici o elementi di ricerca applicata e che potessero presentare risultati anche parziali fondati delle loro ricerche. I lavori dovevano alimentare la forza innovativa dell’industria delle macchine con principi di progettazione che potessero trovare un’applicazione pratica.
Il vincitore è stato premiato agli inizi del febbraio 2015 nell’ambito del Motion Meeting (incontro di addestramento annuale dei rappresentanti di Studer, Schaudt e Mikrosa) durante la conferenza stampa.
Con il tema “On-Machine Wire Electrical Discharge Dressing of Metal Bonded Grinding Wheels”, Eduardo Weingärtner dell’ETH di Zurigo, Istituto per le macchine utensili e la produzione (Svizzera), ha vinto il Fritz Studer Award 2014 e di conseguenza una somma di 10.000 CHF.
I lavori di ricerca di Weingärtner si concentrano sullo studio dell’erosione a filo come processo alternativo per la ravvivatura di mole diamantate a legante metallico.
aprile 2015

Leggi tutto...

Assegnato il premio per la ricerca

studer8In qualità di specialista della tecnologia della rettifica cilindrica, Studer ha conferito per la quarta volta il suo premio per la ricerca: il “Fritz Studer Award 2014”. Il premio per la ricerca era rivolto a giovani diplomati e laureati di università e scuole univer-sitarie tecniche e professionali europee. Potevano partecipare al concorso tutti coloro che, nell’ambito di esercitazioni, lavori di laurea o di diploma o dissertazioni, avessero elaborato temi scientifici o elementi di ricerca applicata e che potessero presentare risultati anche par-ziali fondati delle loro ricerche. I lavori dovevano alimentare la forza innovativa dell’industria delle macchine con principi di progettazione che potessero trovare un’applicazione pratica. Il vincitore è stato premiato agli inizi del febbraio 2015 nell’ambito del Motion Meeting (in-contro di addestramento annuale dei rappresentanti di Studer, Schaudt e Mikrosa) durante la conferenza stampa. Con il tema “On-Machine Wire Electrical Discharge Dressing of Metal Bonded Grinding Wheels”, Eduardo Weingärtner dell’ETH di Zurigo, Istituto per le macchine utensili e la pro-duzione (Svizzera), ha vinto il Fritz Studer Award 2014 e di conseguenza una somma di 10.000 CHF. I lavori di ricerca di Weingärtner si concentrano sullo studio dell’erosione a filo come proces-so alternativo per la ravvivatura di mole diamantate a legante metallico.

Leggi tutto...

Premiata un’innovativa tecnologia di rettifica

studer7Studer ha replicato il successo del 2012 aggiudi- candosi anche nel 2014 il Prodex Award. Questo premio dell'industria è stato assegnato nell’ambito della fiera internazionale delle macchine utensili, degli utensili e dei sistemi di misurazione industriale Prodex di Basilea, in Svizzera. Gli specialisti svizzeri della rettifica hanno convinto la giuria con WireDress®, una tecnologia di ravvivatura elettroerosiva integrata che apre possibilità del tutto innovative nella rettifica con mole ad agglomerante metallico e permette di ridurre in maniera significativa i tempi morti. Si tratta di un sistema di ravvivatura basato sul principio dell’erosione a filo e completamente integrato nella rettificatrice e nel suo sistema di comando. La mola, pertanto, non deve mai essere smontata per la ravvivatura. L’accentuata sporgenza dei grani conferisce alla mola un’elevata capacità di taglio. Concettualmente, il dispositivo di ravvivatura è una piccola eroditrice a filo. Non è necessario impiegare un dielettrico aggiuntivo poiché l’olio di rettifica adempie già a questa funzione. Non vi è contatto meccanico tra il filo, utilizzato come utensile di ravvivatura, e i grani o l’agglomerante; non si verificano inoltre modifiche dei grani abrasivi. Con le mole ad agglomerante metallico ravvivate con questo metodo è possibile aumentare la produttività fino al 30% rispetto all’impiego di mole con agglomerante resinoide o ceramico. La pressione di rettifica e l’usura delle mole si riducono nettamente. Questo preciso procedi-mento di ravvivatura, abbinato alle caratteristiche prestazionali dell’agglomerante metallico, come l’elevata stabilità di forma, consente inoltre la realizzazione ripetibile di pezzi di geo-metria molto complessa, un risultato fino a oggi difficile da ottenere in modo economico.

Leggi tutto...

Rettifica interna anche per pezzi lunghi

studer6Con la nuova rettificatrice cilindrica interna universale S141 Studer è entrata in un nuovo segmento di mercato: quello dei pezzi di grande lunghezza. S141 è la macchina ideale per la rettifica di alberi e alloggiamenti per mandrino, alberi rotore o assi. Molti pezzi sono quelli utilizzati nell'industria delle macchine utensili, degli elementi di propulsione e delle costruzioni aerospaziali e di utensili. La lavorazione di pezzi corti presi in autocentrante, ma soprattutto di pezzi lunghi (fino a 1.300 mm) con lunetta supplementare, è il campo di applicazione ottimale del modello S141. La macchina assicura una lunghezza massima di rettifica interna di 250 mm ed esterna di 150 mm. Il diametro utile sulla tavola è pari a 400 mm, il peso massimo del pezzo è invece di 250 kg.

Leggi tutto...

Con il nuovo asse A, niente è impossibile

studer4Per la rettifica complessa di filettature esterne e interne a passo grosso, fino a ieri la prima scelta consisteva in una rettificatrice speciale. Oggi, l’introduzione di un asse A sulle rettificatrici cilindriche Studer S41 e S22 ha cambiato le prospettive. Con il nuovo asse A, sarà ad esempio possibile rettificare in maniera ottimale mandrini a ricircolo di sfere, calibri o rulli filettati a passo grosso. Con il procedimento con asse A è possibile lavorare il 75% circa di tutti i tipi di filettature, ma per il restante 25% è necessario utilizzare una mola inclinabile (asse A), regolata sull’angolo d’elica della filettatura. La domanda nasce spontanea: la rettificatrice cilindrica con asse A modulare è all'altezza di una macchina speciale dedicata? “Ovviamente sì, - afferma Erhard Kämpf, responsabile del settore Forme e filettature in Studer-. Il vantaggio decisivo rispetto alle macchine speciali è che si tratta di rettificatrici cilindriche universali. Queste sono in grado non solo di rettificare perfettamente le filettature, ma anche – in base al tipo di testa portamola (S41) – di eseguire lavorazioni complete. Ciò significa che tutte le fasi di lavorazione del pezzo possono essere effettuate con una sola operazione di serraggio. Nella maggior parte dei casi, la lavorazione risulta più precisa e rapida”. Campi applicativi tipici dell'asse A sono la lavorazione di viti senza fine, di filetti multipli, calibri filettati (interni/esterni), alberi estrusori, viti a sfere per sterzi, mandrini a ricircolo di sfere, maschi a rullare, rulli filettatori, punte multidiametro, punte a centrare, ma anche l’esecuzione di scanalature a passo grosso e di nuclei per lo stampaggio di filettature per bottiglie in PET.

Leggi tutto...

Una rettificatrice da medaglia d’oro

studer2Studer, un’azienda del gruppo Schleifring, ha vinto la medaglia d’oro “Innovations-Technologies-Machines Poland” nella categoria innovazione alla fiera “Poznan International Fair” per la rettificatrice cilindrica interna universale CT960. La “tuttofare” a quattro mandrini per operazioni di rettifica complesse presenta novità di grande interesse nell’area dell’asse B e del revolver del mandrino portamola, per una precisione e una velocità ancora superiori. Il nuovo revolver permette di utilizzare fino a quattro mandrini portamola e un tastatore. I pezzi possono così essere lavorati interamente con un unico serraggio e misurati durante il processo, con minimi tempi accessori e alta precisione. La novità decisiva della rettificatrice CT960 è rappresentata dall’asse B automatico della testa portapezzo, con campo di orientamento da +61° a -91° e un azionamento diretto che garantisce un posizionamento rapido e preciso e una rettifica estremamente accurata con interpolazione dell’asse B per la lavorazione radiale. Grazie alla sua nuova concezione, l'asse B non ha più una superficie di appoggio, è completamente chiuso e pertanto esente da usura ed è ancora più veloce nel movimento.

Leggi tutto...

Festeggiata la millesima rettificatrice

Nel centenario della fondazione dell’azienda, Studer ha prodotto il millesimo esemplare del suo “campione di vendite”, la rettificatrice S33. L’azienda svizzera ha celebrato l'evento con un festoso dinner party in occasione della sedicesima edizione di IMTEX, fiera indiana delle macchine utensili tenutasi a Bangalore alla fine di gennaio. Sessanta gli invitati, tra clienti, rappresentanti della stampa e colleghi di Körber Schleifring India (KSI). Anche allo stand del Gruppo Schleifring la rettificatrice cilindrica universale ha ricevuto il dovuto riconoscimento: alla presenza di ospiti e visitatori dello stand KSI, il campione Svizzero dell’aerografo, Philipp Klopfenstein, ha creato un “vestito” speciale sul corpo della millesima Studer S33.
La millesima macchina nata proprio nell'anno del centenario è adesso la “star” dello showroom di KSI. Qui, fino al momento della sua vendita tra un anno, potrà mostrare le proprie competenze ai clienti e ai visitatori interessati.

Leggi tutto...

Un ennesimo premio all'innovazione

studer1Dopo il Prodex-Award, la società Studer si è aggiudicata l’intec-preis 2013. Conferito nel corso dell’omonima fiera delle tecnologie di produzione di Lipsia, l’intec-preis per la categoria delle imprese con oltre 100 dipendenti è stato assegnato quest’anno per la prima volta a un’azienda svizzera, la Fritz Studer AG, premiando il software StuderTechnology. Il software StuderTechnology calcola automaticamente i valori corretti per i principali parametri di processo in ogni fase della lavorazione. Il sistema semplifica notevolmente l’uso delle rettificatrici cilindriche, permettendo inoltre di ottenere risultati migliori con tempi di lavorazione e attrezzamento più brevi. Ha spiegato Erhard Kämpf, direttore del reparto forme e filettature in Studer: “Il principio di base del programma, sviluppato insieme agli esperti di software della ditta MCS AG, è semplice da riassumere: StuderTechnology calcola automaticamente i parametri fondamentali per la rettifica cilindrica. Il principio operativo è paragonabile a quello delle moderne macchine fotografiche che sono in grado di calcolare importanti valori, come la distanza focale o l’esposizione, e di garantire automaticamente un’alta qualità delle immagini. Come è stato possibile? Per iniziare, Studer ha raccolto una grande quantità di dati, per così dire “il meglio” della rettifica cilindrica. Il programma contiene i valori e le informazioni di innumerevoli test di rettifica che sono serviti a definire le migliori strategie di lavorazione per una grande varietà di componenti. StuderTechnology attinge a questi valori adattandoli con precisione al caso applicativo specifico”.

Leggi tutto...

Festeggiata la millesima rettificatrice

Nel centenario della fondazione dell’azienda, Studer ha prodotto il millesimo esemplare del suo “campione di vendite”, la rettificatrice S33. L’azienda svizzera ha celebrato l'evento con un festoso dinner party in occasione della sedicesima edizione di IMTEX, fiera indiana delle macchine utensili tenutasi a Bangalore alla fine di gennaio. Sessanta gli invitati, tra clienti, rappresentanti della stampa e colleghi di Körber Schleifring India (KSI). Anche allo stand del Gruppo Schleifring la rettificatrice cilindrica universale ha ricevuto il dovuto riconoscimento: alla presenza di ospiti e visitatori dello stand KSI, il campione Svizzero dell’aerografo, Philipp Klopfenstein, ha creato un “vestito” speciale sul corpo della millesima Studer S33.
La millesima macchina nata proprio nell'anno del centenario è adesso la “star” dello showroom di KSI. Qui, fino al momento della sua vendita tra un anno, potrà mostrare le proprie competenze ai clienti e ai visitatori interessati.
Marzo-Aprile 2013

Leggi tutto...

Festeggiata la millesima rettificatrice

studerokNel centenario della fondazione dell’azienda, Studer ha prodotto il millesimo esemplare del suo “campione di vendite”, la rettificatrice S33. L’azienda svizzera ha celebrato l'evento con un festoso dinner party in occasione della sedicesima edizione di IMTEX, fiera indiana delle macchine utensili tenutasi a Bangalore alla fine di gennaio. Sessanta gli invitati, tra clienti, rappresentanti della stampa e colleghi di Körber Schleifring India (KSI). Anche allo stand del Gruppo Schleifring la rettificatrice cilindrica universale ha ricevuto il dovuto riconoscimento: alla presenza di ospiti e visitatori dello stand KSI, il campione Svizzero dell’aerografo, Philipp Klopfenstein, ha creato un “vestito” speciale sul corpo della millesima Studer S33. La millesima macchina nata proprio nell'anno del centenario è adesso la “star” dello showroom di KSI. Qui, fino al momento della sua vendita tra un anno, potrà mostrare le proprie competenze ai clienti e ai visitatori interessati.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Robot

Gestione

Error: No articles to display

Trattamenti

La tempra “su misura”

22-03-2017 Hits:134 Trattamenti Cinzia - avatar Cinzia

Eldec sviluppa impianti di tempra a induzione modulari e personalizzati perfettamente integrabili in differenti sistemi produttivi. Il vantaggio di utilizzare questo tipo di macchine è soprattutto evidente nella produzione dei...

Read more
Comunicazione tecnica per l'industria