Menu
Tuesday, 21 Novembre 2017
A+ A A-

Connected Machining

L’edizione 2017 della EMO è stata all’insegna dello slogan “Connecting systems for intelligent production”. La proposta di Heidenhain è di rendere fruibili sulla macchina l’officina e il suo know-how tramite il controllo numerico. È qui che devono convergere tutte le informazioni. Ed è da qui che tutte le informazioni decisive sullo stato e la qualità del pezzo devono ritornare nei sistemi IT della produzione, ossia nella catena di processo. Nell’ambito di Hannover live, Heidenhain ha illustrato l’integrazione semplice e personalizzabile della gestione universale e digitale delle commesse nella produzione intelligente grazie ai controlli numerici TNC e al pacchetto di funzioni Connected Machining. Nell’intero quartiere fieristico, 20 macchine di diversi produttori erano collegate tramite Connected Machining con lo stand Heidenhain nel padiglione 25, dove il Software StateMonitor ha fornito una panoramica di tutte le macchine collegate, il relativo stato operativo in tempo reale e molti altri dettagli sui processi in corso. Inoltre, allo stand VDW “industrie 4.0 area” in collaborazione con partner dei settori CAM, macchine virtuali, presetting e gestione utensili e costruzioni meccaniche, Heidenhain ha spiegato con un’applicazione reale come grazie a Connected Machining e al controllo numerico TNC l’utilizzatore TNC possa pianificare e realizzare la produzione paperless di un componente. TNC Club Lounge ha rappresentato il punto di incontro e il forum per scambiare opinioni ed esperienze sul mondo dei controlli numerici Heidenhain. La competenza degli utilizzatori TNC riveste in proposito un ruolo fondamentale per poter sfruttare al meglio il potenziale dei controlli numerici. Alla EMO, Heidenhain ha presentato anche i controlli numerici TNC 640 e TNC 620 nell’ultima versione con touchscreen. Combinano i vantaggi tipici dei controlli numerici Heidenhain con l’uso intuitivo mediante comandi gestuali, proprio come per smartphone e tablet. Per tutte le fasi operative, l’interfaccia utente contestuale visualizza sempre gli elementi di cui l’utente ha bisogno. La nuova generazione di controlli numerici TNC Heidenhain con touchscreen è ancora più facile da utilizzare, è affidabile e predisposta al meglio per esigenze future. Le funzionalità pratiche dei controlli numerici Heidenhain sono state presentate allo stand con due demo live. In EMO, erano in mostra anche il nuovo tastatore di misura Heidenhain-SPECTO ST 3087 RC, i sistemi di tastatura TS 460 e TT 460 con nuova tecnologia di interfaccia e il sistema con telecamera VS 100 per il controllo dell’attrezzatura di bloccaggio e della lavorazione.

Ottobre 2017

Leggi tutto...

Cambio di proprietà

Handtmann Group ha venduto Handtmann A-Punkt Automation GmbH e le aziende straniere appartenenti alla divisione ubicate negli Stati Uniti, in Russia e in Cina all’attuale Managing Director di A-Punkt Automation GmbH, Armin Walther. La vendita è avvenuta all’interno di uno scenario di management buyout. Alla base di questa decisione vi è la grande fiducia riservata ad Armin Walther, sia come persona sia come promotore del nuovo corso dell’azienda. La separazione da Handtmann Group consentirà ad A-Punkt Automation GmbH di operare con maggiore agilità rispetto al passato, in un contesto più competitivo e dinamico. “Con la vendita di Handtmann A-Punkt Automation GmbH, abbiamo dato al gruppo l’opportunità di iniziare un nuovo percorso verso un futuro di successo, in grado di assicurare posti di lavoro a lungo termine. A-Punkt Automation GmbH ha una struttura operativa ed economica in grado di far fronte alle sfide future. La famiglia Handtmann e Handtmann Group augurano ad Armin Walther e al suo gruppo di lavoro il meglio e ogni successo”, ha commentato Thomas Handtmann, Managing Director di Albert Handtmann Holding GmbH & Co. KG.

Ottobre 2017

Leggi tutto...

Per il collaudo di matasse di tubo su pallet

O+P ha progettato un banco speciale per il collaudo di matasse di tubo su pallet fino a 1.200 bar. L’attrezzatura BC1200ES/F, destinata a un importante distributore e raccordatore del territorio italiano, risponde pienamente alle specifiche richieste dalla normativa Industry 4.0, grazie al controllo automatico dei processi, sia da pannello PLC che da remoto. La soluzione sviluppata ha come particolarità la presenza di masselli mobili, con attacchi rapidi, preconfigurati con filettature per nippli e forature per flange SAE. BC1200ES/F consente il collaudo di matasse di tubo su pallet grazie a una piattaforma, all’interno della vasca maggiorata rispetto al modello BC1200ES della lunghezza di 4.000 mm, illuminata, provvista di rete antiolio e protetta da finestra antiurto. Dotato di pannello PLC, montato su un pulpito di comando separato e provvisto di vano porta-utensili, il sistema rientra pienamente nei canoni dell’Industry 4.0, poiché l’intero processo di collaudo è monitorato sia dal touch panel di controllo che da remoto, con la possibilità di stampare report in PDF e trasferire dati su dispositivo USB, nonché di interscambiare dati in tempo reale con il software di gestione della produzione del cliente. È quindi possibile impostare in automatico l’andamento della pressione, statica e a impulsi fino a 1.200 bar, così come il riempimento e lo svuotamento del liquido al termine del collaudo.

Ottobre 2017

Leggi tutto...

Magazzino utensili multiplo

In considerazione della crescente richiesta di magazzini con grandi capienze di utensili - esigenza peraltro dovuta essenzialmente al sempre più frequente utilizzo di macchine utensili CNC non presidiate, ossia in grado di lavorare e produrre 24 ore su 24 - la società CFT Rizzardi ha presentato in EMO il magazzino utensili tipo MAG 20 /2. È in grado di contenere in dimensioni ridotte (1.200 x 1.200 mm per 2.250 mm in altezza) 320 utensili HSK 32 disposti su 2 piastre magazzino, ognuna con 160 utensili. È possibile aumentarne le capacità mediante l’utilizzo di piastre magazzino aggiuntive, ognuna con 160 utensili. La movimentazione delle bussole porta utensili è realizzata con il tradizionale sistema brevettato da CFT Rizzardi, con pallet a spinta tipo CTA e azionato ognuno da servomotori. Il ribaltamento della bussola selezionata è realizzato mediante cilindro pneumatico. Completa il magazzino, una slitta azionata da servomotore portante uno scambiatore con pinza meccanica, che preleva l’utensile dai singoli magazzini e lo trasferisce direttamente nella macchina o su una postazione fissa esterna oppure su un magazzino buffer. Il magazzino può essere fornito completo di armadio elettrico di controllo autonomo con pulsantiera di programmazione e funzione di dialogo con il CNC della macchina utensili. È prevista la produzione di tali magazzini per utensili piccoli e medi per tutte le tipologie di coni ISO, HSK, Capto ecc. e per pesi utensili da 2 a 10 kg.

Ottobre 2017

Leggi tutto...

Ampliata la famiglia di bracci di nuova generazione

Con il nuovo CAM2 Arm® QuantumM, CAM2 ha completato la sua gamma di bracci CAM2 Arm®. Come per il precedente modello, il nuovo QuantumM offre le stesse funzionalità e le stesse elevate prestazioni assicurando inoltre massima accuratezza. Il nuovo braccio rappresenta una valida alternativa per il mid-market per le applicazioni che non richiedono le prestazioni elevate del QuantumS. QuantumM ha ottenuto la certificazione ISO 10360 -12:2016, lo standard internazionale per la qualità della misurazione esistente e soddisfa gli standard della Commissione Elettrotecnica Internazionale (IEC 60068 -2) per urti, vibrazioni e temperature estreme. È dotato di sonda di scansione Laser Line Probe HD CAM2 BluTM, tecnologia a laser blu di nuova generazione che garantisce una scansione cinque volte più rapida rispetto ai prodotti precedenti anche nel caso di superfici complesse, realizzate in materiali scuri e riflettenti. CAM2 QuantumM è facile da utilizzare, grazie a un peso ridotto del 20% rispetto ai modelli precedenti, ed è subito utilizzabile perché non richiede tempi di riscaldamento. Questo garantisce una migliore produttività nei processi di ispezione, progettazione e produzione consentendo agli operatori di lavorare più a lungo e più comodamente. QuantumM garantisce una funzionalità continua nel reparto produzione, grazie alla connettività wireless di livello industriale e a due batterie sostituibili che permettono di utilizzare il prodotto senza interruzioni e senza collegare un’alimentazione esterna.

Ottobre 2017

Leggi tutto...

Nuovi rompitrucioli e gradi per acciaio temprato e alluminio

La gamma di inserti per la punta MVX di Mitsubishi Materials si è arricchita di due nuovi rompitrucioli e di un nuovo grado per inserti. La più recente tecnologia di rivestimento in PVD è stata applicata al nuovo grado DP8020, in sostegno al suo resistente substrato in metallo duro. Questo lo rende il grado ideale da combinare con il nuovo rompitruciolo UH. Il tagliente rinforzato di questo rompitruciolo garantisce una foratura affidabile di materiali duri fino a 45 HRc. Per la lavorazione dell’alluminio, il grado TF15 non rivestito è inoltre dotato del nuovo rompitruciolo UN. Grazie al tagliente affilato e preciso, offre un’evacuazione ottimale dei trucioli e contribuisce a prevenirne l’incollamento, ottenendo una maggiore affidabilità. Per far fronte alla disparità di usura e stress fra l’inserto esterno e l’inserto interno di questa punta, Mitsubishi propone l’utilizzo di un inserto esterno rivestito in CVD con una maggiore resistenza all’abrasione, insieme a un inserto interno rivestito in PVD che può integrarsi meglio con le forze di frattura e la resistenza all’incollamento. Il corpo dell’utensile, concepito con fori per il passaggio del refrigerante mantenendo un maggiore spessore del corpo punta posizionato dietro la direzione della principale, ha aumentato la gamma delle lunghezze fino a 6 x D. Le dimensioni disponibili sono diametro 17 mm - diametro 43 mm in L/D = 2, 3, 4, 5 e 6 e diametro 17 mm - diametro 63 mm in L/D = 2, 3, 4 e 5. A commercializzare la punta MVX di Mitsubishi Materials è MMC Italia.

Ottobre 2017

Leggi tutto...

La tecnologia degli ioni di litio continua ad avanzare

Alla fine di quest’anno Linde prevede di ampliare significativamente il proprio portafoglio di carrelli industriali agli ioni di litio. Le vendite dei primi carrelli controbilanciati con batterie agli ioni di litio da 90V sono appena iniziate. Con una capacità di carico di 2, 2,5 o 3 t, questi modelli, comprese le relative versioni roadster, sono dotate di batterie a bassa manutenzione, di lunga durata e a risparmio energetico, nonché di elevate prestazioni di guida e di sollevamento. A partire dal lancio dei loro “piccoli fratelli” con capacità di carico comprese tra 1,4 e 1,8 t alla fine del 2016, con i suoi carrelli controbilanciati da E20 a E30, Linde ha aperto un altro grande segmento per la tecnologia innovativa di batterie agli ioni di litio. La garanzia di Linde per le batterie agli ioni di litio, che copre otto anni, garantisce un elevato livello di sicurezza degli investimenti per gli utenti. Se si verifica una richiesta di garanzia entro i primi tre anni, la batteria viene riparata o sostituita gratuitamente. Inoltre, la richiesta viene gestita a seconda dell’età della batteria o del numero di cicli di ricarica completi. Il caricabatterie viene fornito con una garanzia di 24 mesi o 6.000 ore di ricarica. Per garantire un’alimentazione sufficiente per i carrelli elettrici, Linde ha dato grande importanza a una sistemazione intelligente delle celle di litio, che, di conseguenza, forniscono una tensione quasi uniforme di 90V. Ciò riduce il carico termico dei componenti del veicolo anche in condizioni gravose e consente un utilizzo più efficiente dell’energia.

Ottobre 2017

Leggi tutto...

Nuove barriere fotoelettriche a forcella

La serie InoxSens di wenglor si amplia con una nuova serie di sensori laser conforme alle regolamentazioni FDA e dotata di certificazione Ecolab. Oltre che in ambito farmaceutico e alimentare, i nuovi sensori possono essere impiegati in molti altri settori per operazioni di controllo qualità sui più diversi materiali, anche trasparenti come vetro e plastica. Grazie alla custodia realizzata in acciaio inox anticorrosione, alla certificazione Ecolab e alla piena conformità alle normative statunitensi FDA (Food and Drug Administration), i nuovi sensori laser a forcella serie P1HJ00X si dimostrano una soluzione estremamente efficace per impieghi in ambienti che richiedono elevati standard di pulizia. I sensori dispongono di forcelle di varie dimensioni, da 50 a 200 mm, e sono dotati di un raggio laser collimato che consente di effettuare ispezioni qualitative molto accurate nell’ordine dei micron. La serie delle barriere fotoelettriche InoxSens P1HJ00X si compone di sei modelli, caratterizzati da forcelle di tre diverse ampiezze (50, 120 e 220 mm) e da una copertura ottica in vetro o in materiale plastico personalizzabile sulla base delle specifiche necessità applicative. La custodia in acciaio inossidabile con il suo design arrotondato e a perfetta tenuta stagna consente di soddisfare tutti i più severi requisiti igienici. Se l’installazione dei sensori InoxSens è un’operazione molto semplice, la regolazione lo è ancora di più. La calibrazione avviene infatti mediante procedura Touch Teach-in, ovvero avvalendosi di un pulsante di taratura integrato nella custodia ermetica. Le barriere fotoelettriche a forcella P1HJ00X sono corredate di una serie di accessori, tra cui connessioni e passacavi a tenuta stagna, che ne consentono la perfetta integrazione con la macchina su cui devono essere montate.

Ottobre 2017

Leggi tutto...

L’esplorazione digitale è alla portata di tutti

La simulazione è una delle tecnologie più importanti nell’era dell’Internet of Things, dell’elettrificazione e dell’Additive Manufacturing, tuttavia è ancora ad appannaggio solo degli specialisti e viene utilizzata prevalentemente per i progetti di ingegneria più complessi. ANSYS ha ampliato la sua tecnologia Pervasive Engineering Simulation™ consentendo a ogni ingegnere di avvalersi di potenti strumenti di simulazione già nella fase iniziale del processo di progettazione. Anziché impiegare giorni, settimane o mesi per impostare, gestire e analizzare i prototipi digitali con le tradizionali soluzioni di simulazione, Discovery Live consente di esaminare immediatamente l’impatto delle modifiche di progettazione. Gli utenti possono porre i loro quesiti “what-if” anche in fase avanzata del processo per esplorare rapidamente migliaia di opzioni di progettazione, ricevere risposte immediate e verificare digitalmente l’impatto delle modifiche, visualizzando inoltre un aggiornamento istantaneo dei risultati. ANSYS ha intrapreso uno sforzo di ricerca e sviluppo significativo per mettere a punto una tecnologia di simulazione basata sulla natura parallela delle unità di elaborazione grafica (GPU). Le GPU di NVIDIA offrono funzionalità di supercomputing e - in combinazione con l’innovativa simulazione di Discovery Live - i risultati possono ora essere calcolati in modo incredibilmente più veloce rispetto ai metodi tradizionali. A questo si aggiungano i cinque decenni di esperienza ANSYS, la validazione dei metodi di simulazione e le best practice, che rendono l’utilizzo del software assolutamente intuitivo anche per utenti inesperti in tema di simulazione. Discovery Live supporta applicazioni per la simulazione fluidodinamica, strutturale e termica, consentendo agli ingegneri di sperimentare idee progettuali e ottenere feedback immediati. Gli utenti possono avere un primo approccio analitico in fase di progettazione, per poi iterare con un modello 3D ed esplorare interattivamente l’impatto di modifiche semplici o complesse. L’ambiente Discovery Live offre risultati di simulazione istantanei, strettamente legati alla modellazione geometrica diretta per consentire un’esplorazione interattiva del progetto e una rapida innovazione dei prodotti.

Ottobre 2017

Leggi tutto...

Massima versatilità con i nuovi carrelli retrattili multidirezionali

CGM, distributore unico di CAT Lift Trucks in Italia, introduce la nuova generazione di carrelli retrattili multidirezionali N2 Cat®, caratterizzata da elevata flessibilità nella movimentazione multidirezionale. Oltre ai movimenti avanti/indietro, laterali, diagonali e rotatori, i nuovi modelli NRM20N2 e NRM25N2 offrono infatti due ulteriori possibilità di movimento. Una di esse serve a svoltare agilmente negli angoli, mentre l’altra permette di passare automaticamente dalla modalità normale alla laterale senza arrestare il carrello. I nuovi carrelli sono dotati di un posizionatore di forche, con funzione di brandeggio integrata, che offre l’ampiezza necessaria per movimentare qualsiasi cosa: dai pallet standard ai carichi di lunghezza elevata. Questa caratteristica, insieme alla sterzata sincronizzata di tutte le ruote, crea la soluzione ideale per movimentare prodotti come tubi, assi e travi in corridoi stretti. Ogni ruota portante è dotata di organi meccanici indipendenti (motore dello sterzo, controllore, freno) e può sterzare a 360° in entrambi i versi per offrire maggiore precisione, velocità e manovrabilità. Il Sistema di Guida Sensibile (Responsive Drive System - RDS), di serie su tutti i modelli della gamma NR-N2, reagisce alla velocità del pedale dell’acceleratore e ai movimenti del comando idraulico per adattare continuamente i parametri di prestazione alle esigenze dell’operatore. L’RDS comprende anche la funzione S4 nella gestione del montante e altre funzioni avanzate per rendere tutti i movimenti veloci ma allo stesso tempo precisi, assicurando massima stabilità e minime oscillazioni. La gamma N2 comprende due versioni con portate di 2 e 2,5 t, corredate da molte dotazioni opzionali per soddisfare le esigenze di diverse applicazioni.

Ottobre 2017

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Robot

Gestione

Error: No articles to display

Trattamenti

La tempra “su misura”

22-03-2017 Hits:383 Trattamenti Cinzia - avatar Cinzia

Eldec sviluppa impianti di tempra a induzione modulari e personalizzati perfettamente integrabili in differenti sistemi produttivi. Il vantaggio di utilizzare questo tipo di macchine è soprattutto evidente nella produzione dei...

Read more
Comunicazione tecnica per l'industria