Menu
Thursday, 19 Aprile 2018
A+ A A-

Soluzioni in bundle per la digital transformation

Sempre più spesso si parla di Industry 4.0 per il comparto manifatturiero, ma la digital transformation coinvolge tutti i settori economici. Digitalizzare significa ottimizzare le risorse, gestire i processi in maniera più efficiente e favorire i flussi di comunicazione. Per rispondere a questa esigenza sempre più diffusa DominoDisplay.com, e-shop italiano di soluzioni multimediali per la comunicazione visiva, ha messo a punto una serie di proposte completamente inedite. A partire da aprile sarà infatti online una nuova sezione interamente dedicata a device mobili come tablet, smartphone, wearable e visori per la realtà virtuale. Tecnologie a marchio Samsung che DominoDisplay.com, e-commerce della società Domino Sistemi, propone “in bundle” esclusivi messi a punto per offrire pacchetti già ottimizzati, con app già associate o suggerite e software sviluppati ad hoc per applicazioni specifiche. La sezione Mobility verrà inaugurata con le prime sette proposte di DominoDisplay.com, pensate per altrettante tipologie di utilizzo e tutte comprensive di plus composti da Samsung Knox e Samsung Care, che includono sistema di sicurezza dati, blocco utenza e garanzia estesa. Vere e proprie soluzioni chiavi in mano destinate a target professionali operanti nei più svariati settori merceologici. A queste seguiranno nei prossimi mesi successive waves con lancio di altre soluzioni esclusive in bundle. Per uffici e sedi aziendali DominoDisplay.com propone ad esempio la “Soluzione Enterprise” che include Dex Station e smartphone e permette di trasformare il telefono in un vero e proprio pc. Altrettanto efficiente il pacchetto “Tablet Fuori Porta”, con app dedicata per programmare da remoto l’utilizzo delle meeting room. Il wearable “No Badge” consente invece di gestire comodamente tramite smartwatch e sistema Artik timbrature di ingresso e uscita, accensione e spegnimento delle luci o apertura di porte e tornelli. Destinate a impieghi più tecnici, le soluzioni denominate “Firma Grafometrica” e “Termocamera” che prevedono rispettivamente Tablet Rugged e smartphone con termocamera: rivolte a tecnici che devono gestire documenti dalla compilazione alla firma, in caso di manutenzioni o consegne e per la rilevazione di problemi di temperatura.
 

Leggi tutto...

La certificazione di brasatore direttamente in fiera

Aprile 2018

Il mercato relativo alla brasatura è in continua evoluzione e gli operatori della filiera richiedono requisiti specifici per garantire qualità e sicurezza. Poter dare evidenza della certificazione della propria professionalità diventa un elemento fondamentale per porsi in modo distintivo ed essere riconosciuto come fornitore qualificato all’interno di un mercato competitivo.
In Italia sono oltre 200.000 i professionisti certificati, suddivisi in 75 categorie e di questi circa 130.000 obbligati a ottenere il “bollino di qualità” per la delicatezza delle mansioni che svolgono.
È in questo scenario che s’inserisce la collaborazione tra ICIM, Ente di certificazione indipendente, voluto e fondato da ANIMA, la Federazione della Meccanica Varia di Confindustria e il Gruppo Salteco, realtà di spicco nella distribuzione di materiali, leghe speciali e attrezzature per il settore della saldatura e della brasatura, un comparto in forte crescita e che conta oggi oltre 70.000 operatori qualificati. In occasione di MCE 2018, CASTOLIN - Gruppo Salteco e ICIM hanno offerto, per la prima volta in Italia, la possibilità di certificare le competenze degli operatori della brasatura direttamente in fiera. In particolare, all’interno dell’area espositiva “Saldamente” è stato possibile, per gli operatori del comparto, eseguire la prova pratica di brasatura (prova richiesta anche per la certificazione di operatore F-Gas) alla presenza di un esaminatore ICIM, che verifica le competenze nell’eseguire l’attività e la qualità nel rispetto della norma dei saggi saldati durante l’esame, rilasciando la relativa certificazione di figura professionale.
La garanzia dei requisiti del professionista, nel rispetto di una norma tecnica appositamente definita dall’UNI, Ente Italiano di Normazione, e delle diverse cogenze che hanno un impatto diretto sui servizi, viene poi attestata dalla qualifica di saldatura o brasatura rilasciata da un ente di certificazione accreditato da Accredia come ICIM, partner di riferimento di Gruppo Salteco per la certificazione delle figure professionali.

Leggi tutto...

Refrigerante sopra e sotto l’inserto di tornitura

Aprile 2018

Dal 1° marzo l’utensile per la tornitura di filetti CoroThread® 266 di Sandvik Coromant è disponibile con refrigerante sopra e sotto l’inserto in modo da migliorare la sicurezza del processo e massimizzare l’efficienza. Con l’aggiunta del refrigerante sopra l’inserto si ottiene un controllo truciolo migliore e la lavorazione diventa più sicura, mentre il refrigerante sotto l’inserto contribuisce a controllare la temperatura assicurando una durata utensile lunga e prevedibile. Il refrigerante di precisione influisce positivamente anche sulla finitura superficiale, favorendo ulteriormente la produzione di filetti di alta qualità.
“La sicurezza e la stabilità del processo sono fondamentali nelle operazioni di tornitura di filetti, per assicurare filetti perfetti al primo colpo, operazione dopo operazione”, spiega Hampus Olsson, Product Manager Sandvik Coromant specializzato nella tornitura filetti.
“Per questo motivo, oltre al refrigerante di precisione, l’utensile CoroThread 266 presenta anche l’interfaccia iLock tra attacco e inserto, che evita i micro movimenti dell’inserto nella sede, causati dalle forze di taglio. Inoltre, nelle applicazioni in cui le sporgenze lunghe sono inevitabili, è possibile utilizzare adattatori Silent Tools™ antivibranti specifici, una soluzione collaudata per ridurre le vibrazioni e mantenere la precisione”.
È disponibile un ampio assortimento standard di profili di filetto, ideali per la tornitura di filetti interni ed esterni, con qualità e geometrie specifiche per tutti i materiali. In aggiunta, è disponibile anche un’offerta Tailor Made per ampliare ulteriormente l’assortimento di profili di filetto.
La gamma di portautensili a cambio rapido con refrigerante di precisione comprende: Coromant Capto® C3, C4, C5 e C6 (da utilizzare con inserti da 16 mm), nonché steli QS™ con dimensioni 20x20 e 25x25 mm (con inserti da 16 e 22 mm).
Per la filettatura interna è richiesto un diametro del foro minimo di 20 mm (0.790 pollici).

Leggi tutto...

È disponibile il nuovo catalogo prodotti

Aprile 2018

BIG KAISER ha pubblicato la nuova edizione del suo catalogo, che raccoglie oltre 500 pagine di prodotti e soluzioni ad alte prestazioni. Il nuovo catalogo è suddiviso in 4 sezioni che contengono tutti i prodotti dell’azienda svizzera: porta utensili, teste per alesatura modulari, utensili da taglio super precisi e strumenti di misura. Sono presenti informazioni aggiuntive sui diversi ambiti applicativi e un campo per la ricerca semplice da utilizzare e funzionale nella restituzione dei risultati. Il catalogo è disponibile sia come sfogliabile online che in formato PDF per il download, oppure può essere richiesto e ordinato in formato cartaceo. È facilmente consultabile da computer, così come da tablet e smartphone. È possibile verificare la disponibilità dei prodotti direttamente dalle pagine del catalogo online. Passando il mouse sul codice di identificazione dei singoli prodotti verranno subito visualizzati il nome e la disponibilità a magazzino; i dati vengono aggiornati quotidianamente, pertanto l’affidabilità dei prodotti indicati come disponibili è molto alta. I clienti potranno ordinare i prodotti cliccando direttamente sull’articolo, oppure inviare una richiesta di quotazione. Qualora un prodotto non fosse immediatamente disponibile, il catalogo fornisce una serie di proposte alternative e tutte le informazioni necessarie sulla reperibilità. Grazie all’apertura del nuovo centro logistico e di distribuzione della casa madre BIG DAISHOWA, che vanta una superficie di 12.000 m2 con oltre 1.500.000 prodotti e 15.000 pezzi unici, la disponibilità immediata degli articoli è pressoché assicurata.

Leggi tutto...

Filtro continuo autopulente

Aprile 2018

Il nuovo filtro continuo autopulente ERF350 di Ettlinger Kunststoffmaschinen, costruttore di filtri automatici autopulenti e di macchine per stampaggio a iniezione, è adatto alla lavorazione di poliolefine e polistiroli comuni, oltre che di molti materiali tecnici come copolimeri di stirene, TPE e TPU. Come tutti i modelli ERF, anche questa macchina è in grado di filtrare inquinanti come carta, alluminio, legno, elastomeri o plastiche che fondono a temperature più elevate con contaminanti fino al 18%. Il nuovo filtro è integrabile facilmente in ambienti Industria 4.0. La novità importante rispetto al modello precedente ERF250 è la maggiore portata: il nuovo filtro raggiunge infatti una portata massima di 3.800 kg/h, a seconda del tipo e della percentuale d’inquinante contenuto nel materiale e del grado di filtrazione selezionato. Si posiziona così nettamente al di sopra del modello precedente ERF250, che vantava già comunque una portata massima di 3.000 kg/h. Ciò corrisponde a un aumento del 28% a parità di superficie di filtrazione e con un ingombro sempre contenuto. Come tutti i filtri ERF ed ECO di Ettlinger, anche il nuovo modello ERF350 è autopulente e funziona in base al principio del tamburo rotante perforato che viene attraversato dal materiale inquinato dall’esterno all’interno. Un raschiatore elimina a ogni rotazione le impurità che si depositano sulla superficie e le convoglia a una vite o a un albero di spurgo, a seconda del modello. La macchina può così funzionare completamente in automatico, senza necessità di cambiare il filtro per settimane o mesi. Il grado di filtrazione può essere selezionato tra 80 e 1.300 µm.

Leggi tutto...

Una sinergia per formare i professionisti del futuro

Aprile 2018

Tra le sfide lanciate dall’Industria 4.0 c’è la richiesta di professionisti formati e qualificati non solo sulle tecnologie di automazione ma anche sulla digitalizzazione e sull’integrazione del software industriale e dell’Information Technology, quali fattori chiave per la competitività: su queste basi si fonda l’Accordo di collaborazione tra Siemens Italia e la Federazione CNOS-FAP, Associazione che coordina i Salesiani d’Italia impegnati a promuovere un servizio di pubblico interesse nel campo dell’orientamento, della formazione professionale, dei servizi al lavoro a favore di giovani, adulti e operatori. Attraverso attività in grado di coniugare le finalità educative del sistema Istruzione e Formazione con le nuove esigenze del mondo produttivo, l’Accordo si pone l’obiettivo di migliorare le conoscenze e le competenze tecnico-professionali e operative di studenti e insegnanti, in particolar modo nel settore delle macchine utensili a controllo numerico e dell’automazione industriale, nella prospettiva di facilitare l’inserimento dei primi nel mondo del lavoro e tenere costantemente aggiornati i secondi. Numerose sono quindi le iniziative e le risorse che Siemens Italia e CNOS-FAP mettono a disposizione per formare i tecnici e gli imprenditori del futuro - dalle attività di formazione per gli studenti e di aggiornamento per i docenti, all’elaborazione di corsi didattici specifici e coerenti con i nuovi profili professionali 4.0, a incontri con il mondo dell’impresa allo scopo di creare collaborazioni più estese, ad attività di alternanza scuola-lavoro, molto importanti per rispondere alle esigenze degli studenti e di un mercato del lavoro e delle professioni in rapida evoluzione.

Leggi tutto...

Approvvigionamento automatico del magazzinoApri

Aprile 2018

Linde Material Handling ha ampliato il portfolio delle soluzioni Robotics introducendo sul mercato il retrattile automatizzato R-MATIC. Questo tipo di carrello movimenta merci fino a 1,6 t, depositandole e prelevandole in modo automatizzato fino a 10 m di altezza. L’R-MATIC lavora senza fermarsi 24 ore su 24 e 7 giorni su 7, depositando e prelevando merci dagli scaffali. Grazie ai sensori posizionati sul carrello i pallet vengono depositati o prelevati in modo sicuro e preciso mentre grazie a un ulteriore sensore, montato sulla piastra porta forche, viene risolto il problema dei carichi sporgenti. Le telecamere tridimensionali vengono usate inoltre per rilevare la posizione di stoccaggio sullo scaffale e per regolare di conseguenza le forche.
Il carrello retrattile automatizzato è dotato di un sistema di geonavigazione che guida il carrello, in modo sicuro, attraverso il percorso più veloce. Inoltre, la presenza di un laser di navigazione, che scansiona continuamente l’ambiente circostante con un raggio di 360°, permette al carrello di orientarsi all’interno del magazzino. Durante tale operazione, l’R-MATIC si muove a una velocità pari a 2,5 m al secondo.
Utilizzare carrelli completamente automatizzati garantisce affidabilità, precisione e sicurezza elevate poiché il rischio di incidenti è ridotto al minimo. Inoltre, i processi automatizzati portano a una maggiore trasparenza e ottimizzazione del lavoro poiché gli operatori possono essere impiegati in attività maggiormente produttive e a valore aggiunto.

Leggi tutto...

Giunti serie economica

Aprile 2018

CT Meca presenta due giunti serie economica particolarmente adatti alla trasmissione di coppia.
I primi sono i giunti a denti, composti da due mozzi in acciaio con dentatura esterna e profilo bombato che impegnano un unico manicotto in poliammide con dentatura interna. Si tratta di un giunto compatto, di facile installazione, esente da manutenzione e lubrificazione e silenzioso grazie all’accoppiamento acciaio/ poliammide. Rigido in torsione, assorbe le vibrazioni ed è isolato elettricamente. Questo collegamento ammette disallineamenti radiali e assiali ed è quindi specialmente adatto per i settori industriali in quanto permette di compensare gli spostamenti degli elementi da collegare anche a velocità elevate. L’usura è scarsa grazie al particolare profilo della dentatura che aumenta la superficie di contatto anche in caso di disallineamento.
I secondi sono i giunti elastici costituiti da due mozzi in alluminio e da un manicotto a stella in poliammide 94 Shore A.
La presenza dell’elemento elastico assicura un elevato assorbimento di urti e vibrazioni, compensa i disallineamenti degli alberi da collegare e assicura un’elevata durata nel tempo. Il giunto è anch’esso isolato elettricamente ed è esente da manutenzione.

Leggi tutto...

Accelerata l’analisi strutturale dei compositi

Aprile 2018

I velivoli sono annoverati tra le strutture più complesse da progettare, per via dei sofisticati modelli fisici e matematici necessari alla loro rappresentazione. In questo contesto la piattaforma CAE è, indubbiamente, il key driver che collabora a ridurre i costi accelerando l’innovazione. Tuttavia, questi processi soffrono ancora delle inefficienze nel flusso di lavoro e spesso i risultati desiderati arrivano in ritardo all’interno del ciclo di design. Questo accade specialmente quando si tratta di strutture in materiali compositi.
L’ultima versione (l’ottava) di MSC Apex, Harris Hawk, offre una particolare esperienza nella modellazione e simulazione di compositi, che ripercorre da vicino i passi del processo.
Anziché utilizzare le astrazioni degli elementi finiti, MSC Apex di MSC Software Corporation consente agli ingegneri di manipolare rappresentazioni fisiche come layups, plies, pannelli e zones. In poche ore l’utente potrà impararne velocemente l’uso ed essere operativo sulla modellazione, calcolo e post-processing. In poche ore, gli utilizzatori di MSC Apex potranno diventare operativi nella realizzazione di modelli in materiali compositi nonché nel calcolo della failure on-the-fly. Ha commentato John Wighton, Direttore di EcoFlight: “MSC Apex fornisce a EcoFlight gli strumenti di cui necessita per realizzare gran parte delle proprie analisi ingegneristiche dei requisiti in ambito aerospaziale e nel motorsport. Le funzionalità e le metodologie introdotte in MSC Apex Hawk per modellare i compositi hanno portato un grande incremento di efficacia nei processi.
Abbiamo abbinato le notevoli capacità di MSC Apex a quelle di Nastran per fornire ai nostri clienti una consulenza celere e flessibile a un ottimo rapporto costo/prezzo effettivo”.

Leggi tutto...

Ottimizzare i processi di produzione e assemblaggio

Aprile 2018

Il posizionamento, l’allineamento, l’assemblaggio e la saldatura di parti e componenti sono attività indispensabili, ma spesso problematiche in diversi settori.
Grazie al nuovo CAM2 TracerM Laser Projector, gli operatori possono fare affidamento su un valido alleato, che consente di svolgere queste attività in modo rapido e accurato e con la massima sicurezza.  
Ideale per le aziende che operano nei settori aerospaziale, automotive, macchinari pesanti, cantieristica navale, ferroviario, materiali compositi, carpenteria e lavorazione parti metalliche, il nuovo sistema di proiezione laser 3D di CAM2 supporta operazioni di assemblaggio e produzione guidate da laser estremamente efficienti e accurate.
CAM2 TracerM proietta con precisione una linea laser su una superficie o un oggetto 3D così da fornire un template virtuale che permette alle aziende di migliorare la produttività, ridurre gli scarti ed eliminare le rilavorazioni. Il template laser è creato utilizzando un modello CAD 3D che consente al sistema di proiettare visivamente un contorno laser dettagliato di parti, componenti o aree di interesse, rendendo superfluo l’utilizzo di template fisici e utensili e favorendo la riduzione di possibili errori umani.
CAM2 TracerM offre una proiezione a lungo raggio accurata e variabile con un range da 1,8 a 15,2 m. Si avvale inoltre della funzione Advanced Trajectory Control (ATC), che assicura una veloce proiezione con un’elevata precisione dinamica e una rapida frequenza di aggiornamento, riducendo al minimo il “flicker” associato ad altri sistemi di proiezione laser.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Robot

Gestione

Error: No articles to display

Comunicazione tecnica per l'industria