Menu
Sunday, 18 Febbraio 2018
A+ A A-

Al via la seconda edizione del workshop

Sull’onda del successo della scorsa edizione, Heidenhain Italiana (tecnologia di misura e controllo), Autodesk (software), Schunk (serraggi), WNT (utensili) hanno deciso di riproporre il workshop dal titolo “Sai ottimizzare le tue lavorazioni”, in programma martedì 20 febbraio presso il Centro di Formazione Heidenhain di Milano. L’incontro si svilupperà secondo lo schema collaudato e apprezzato: i quattro partner, analizzando la domanda che dà il titolo alla giornata, animeranno una spiegazione a più voci così da tratteggiare un quadro organico e integrato delle diverse tecnologie presentate. Il focus verrà posto sulle strategie di fresatura ad alto volume di truciolo, asportato tramite utensili in metallo duro integrale. Verrà trattata, infatti, la tecnologia della sgrossatura ad alta velocità che, unitamente alle tecnologie di look ahead dinamico e geometrico di un CNC evoluto come TNC 640 Heidenhain, permette di mantenere le condizioni ottimali di taglio lungo l’intero percorso riducendo i tempi di ciclo, prolungando la vita dell’utensile e migliorando le condizioni operative della macchina. Il risultato è decisamente interessante: riduzione dei tempi di lavorazione, con tasso di rimozione materiale e velocità più costanti. Ampio spazio verrà offerto anche alle tematiche legate alla Fabbrica 4.0: Heidenhain presenterà il pacchetto di funzioni Connected Machining in grado di fornire soluzioni personalizzate per la gestione digitale delle commesse di produzione e sviluppare i punti di forza di macchine e impianti moderni. Il pomeriggio sarà dedicato alla lavorazione sulla macchina utensile presente nell’officina del Centro di Formazione e agli incontri personalizzati. Novità di questa edizione l’area dedicata alla misura in process: i partecipanti sono invitati a portare un proprio pezzo che potrà essere verificato live con Quadra Chek 3000, l’elettronica di misura e controllo Heidenhain per applicazioni metrologiche.

Leggi tutto...

Superfici lucide su acciaio, ghisa e acciaio inox

Hoffmann Group ha ampliato la famiglia di prodotti GARANT MasterSteel aggiungendo una fresa per finitura ad alte prestazioni. Con l’impiego della nuova fresa in metallo duro ad alte prestazioni GARANT MasterSteel HPC si ottengono, nel giro di poco tempo, una qualità superficiale elevata di pezzi realizzati in acciaio, ghisa e acciai inox. L’utensile dispone di sette taglienti, grazie ai quali si ottengono superfici lisce raggiungendo un avanzamento maggiore del 17% rispetto agli altri utensili con sei taglienti. La fresa in metallo duro è adatta per l’impiego universale su acciaio, ghisa e acciaio inox e disponibile nelle versioni 2, 3, 4 e 5xD. Tali proprietà rendono l’utensile ideale per la lavorazione finale di pezzi prodotti con stampa tridimensionale o con procedimento Near-Net-Shape. La fresa per finitura in metallo duro GARANT MasterSteel HPC è stata ottimizzata proprio per la finitura dei pezzi. I suoi taglienti rivestiti e finemente lavorati la rendono particolarmente affilata; i profili delle scanalature migliorati garantiscono una sicura evacuazione dei trucioli. Per evitare la rottura da torsione o la respinta durante il processo di lavoro, la fresa dispone di un diametro del nocciolo maggiorato e di un substrato con una percentuale più alta di cobalto. I biselli di 45 gradi sugli angoli dei taglienti e i taglienti stessi arrotondati sulla loro lunghezza, rendono l’utensile ancora più longevo garantendo un grado di usura omogeneo. La cuspide con suddivisione alternata offre maggiore stabilità e riduzione delle vibrazioni.

Leggi tutto...

L’interfaccia tra controllore e sensori intelligenti

Per i moderni contesti Industry 4.0, che si tratti di macchine intelligenti, centri logistici o linee di produzione complesse che adottano strategie di manutenzione predittiva, il nuovo I/O Link master EP0L001 rappresenta la soluzione più indicata per interfacciare il controllore con i dispositivi intelligenti installati sul campo. In particolare, le caratteristiche del modulo EP0L001 sono ideali per il collegamento ai livelli di controllo superiori dei sensori fotoelettronici di ultima generazione PNG//smart, che sono dotati di elevate prestazioni e capacità di comunicazione. I sensori e gli attuatori interconnessi mediante il modulo I/O Link master EP0L001 sono in grado di scambiare dati in tempo reale sullo stato del sistema e possono così adattarsi dinamicamente al variare delle condizioni operative. Ciò consente di mantenere il processo sempre a livelli ottimali, assicurando una qualità produttiva ed eliminando i fermi indesiderati. Il nuovo IO-Link master dispone di otto porte M12 compatibili IO-Link che, liberamente configurabili, offrono la massima flessibilità di collegamento, riducendo al minimo i costi di ciascun canale. Quattro delle otto porte sono predisposte in variante di classe B al fine di gestire una maggiore corrente di carico, come a volte è richiesto da alcuni attuatori: ciascuna di queste quattro porte è in grado di collegare dispositivi che assorbono correnti di carico continue fino a 2 A (in totale 8 A). L’alimentazione ai componenti collegati è assicurata dai nuovi connettori M12 tipo L, i quali consentono anche il collegamento di eventuali dispositivi di campo addizionali. Nel caso in cui un terminale dovesse guastarsi, l'isolamento elettrico garantisce che la comunicazione non si interrompa e che non compaiano fenomeni di disturbo. La massima efficienza e flessibilità di connessione sono garantite dalla possibilità di configurare l’IO-Link master con un totale di 12 ingressi e 8 uscite digitali oppure con otto porte compatibili IO-Link.

Leggi tutto...

25 cuscinetti in un'unica mountain bike

In occasione dell'Eurobike 2017, igus dimostra la resistenza dei suoi cuscinetti e quindi le soluzioni versatili per il settore ciclistico sulla igus bike, una bicicletta speciale realizzata in carbonio con 25 cuscinetti iglidur che già danno buoni risultati in altre applicazioni concrete. I cuscinetti iglidur danno già da molto tempo buoni risultati nelle più svariate applicazioni ciclistiche come gli scorrimenti delle forcelle e degli ammortizzatori, i reggisella telescopici, i pedali, i link e la cinematica dei carri posteriori, i cambi. Adesso igus mostra tutte le possibilità con 25 cuscinetti presenti in un'unica mountain bike: la igus bike, una dimostrazione congiunta della versatilità e della robustezza dei cuscinetti igus. I cuscinetti iglidur sono stati realizzati con leggere materie plastiche ad alte prestazioni e contribuiscono quindi a ridurre il peso. Le caratteristiche tribologiche ottimizzate riducono i valori di usura e aumentano quindi la durata d’esercizio. Inoltre, i cuscinetti sfidano i fattori ambientali come sporco, polvere e umidità, poiché funzionano senza lubrificanti e poco fango vi si può attaccare. Pertanto anche i relativi tempi di manutenzione e le spese si riducono al minimo. Non da ultimo, sono più economici rispetto ai cuscinetti metallici e reggono anche urti e vibrazioni. Con le materie plastiche dry-tech di igus si risparmia il triplo: sul peso, sulla manutenzione e sul prezzo.

Leggi tutto...

Già iscritte oltre 1.300 aziende espositrici

Oltre 1.300 aziende di fama internazionale hanno confermato la propria partecipazione a BIEMH, Biennale Internazionale delle Macchine Utensili. La 30ª edizione si terrà dal 28 maggio al 1º giugno 2018. I dati delle aziende, dei prodotti e dei servizi registrati fino a oggi, lasciano presagire un’edizione molto ambiziosa rispetto all’approccio, ai contenuti e alla tecnologia, un’edizione che sarà in grado di fornire risposte alle sfide riguardanti la necessità di creare soluzioni industriali più competitive nell’ambito della fabbricazione avanzata. Inoltre, da giugno dell’anno scorso, la campagna commerciale dell’evento ha mostrato significative percentuali di crescita rispetto a tutti i parametri; si tratta di una tendenza positiva stabile negli ultimi anni, caratterizzati dalla ripresa dell’attività industriale. Grazie a questa situazione, tra gli espositori finora registrati spicca la presenza di nuove aziende e di quelle che tornano in fiera con una fiducia rinnovata, rappresentando nell’ordine il 22% e il 10% del totale delle aziende iscritte a oggi. Per quanto riguarda i settori, crescono in particolar modo quello dei componenti e degli accessori, che ha già raggiunto il 29% dell’offerta, quello delle macchine per la deformazione di lamiere, con il 14%, nonché un buon numero di macchine da taglio laser e plasma di ultima generazione. Il restante spazio espositivo sarà distribuito tra le grandi macchine utensili ad asportazione di truciolo (23%) - comparto che presenterà innovazioni di spicco - strumenti (17%), metrologia e CAD/CAM, automazione e robotica, macchine e attrezzature per il trattamento di superfici e altre macchine e servizi per le aziende.

Leggi tutto...

Nell’edizione 2018, l’Uomo è al centro dell’industria

Dal 6 al 9 marzo di quest’anno a La Roche sur Foron, presso il Quartiere delle Esposizioni Haute-Savoie (Francia), si alzerà il sipario su Simodec, salone internazionale della macchina utensile per tornitura da barra, che riunisce i più importanti operatori francesi e internazionali dell’universo della tornitura da barra e della lavorazione e produzione di pezzi destinati alle più diverse industrie: automobilistica, aeronautica, connettori, medicale, ferroviaria, orologeria e ogni attività legata all’eliminazione di trucioli.Il tema principale dell’edizione 2018 di Simodec sarà “l’Uomo al centro dell’industria”. La fiera presenterà un programma completo articolato attorno a 4 giornate tematiche. Martedì 6 marzo, giornata d’inaugurazione, il tema portante di una conferenza plenaria e di una tavola rotonda sarà “la posizione dell’uomo nell’industria”.La giornata di mercoledì 7 marzo sarà invece dedicata alle “Innovazioni e alle Tendenze” con una conferenza sulla Cobotica.Giovedì 8 marzo sarà invece la “Giornata Internazionale e Giornata delle Donna nell’Industria”.In programma per venerdì 9 marzo, il lavoro e la formazione in un settore molto innovativo e alla ricerca permanente di operatori formati e motivati. Da non dimenticare, infine, il Villaggio “Lavoro-Formazione” del Salone che proporrà appuntamenti formativi e un Job-Dating per permettere ai potenziali candidati e alle aziende d’incontrarsi.

Leggi tutto...

Disponibile il nuovo catalogo 2018

È disponibile il nuovo catalogo Dormer (marchio di prodotto di Dormer Pramet) con 640 pagine e oltre 540 linee di prodotti. Fruibile in 20 lingue, il catalogo generale contiene l’intero assortimento di utensili integrali e oltre 50 nuovi prodotti. Tra le aggiunte più recenti figurano le nuove punte in metallo duro delle linee Force X e Hydra, oltre a un programma completo di lime rotative. La gamma di utensili Dormer per filettare è stata ampliata con nuovi maschi della linea Shark, maschi a rullare, maschi MRO, e una linea completa di frese a filettare. Le varie gamme di utensili sono raggruppate per tipo di prodotto: punte, maschi, frese, alesatori, svasatori, inserti e utensili per troncare. Inoltre, vi sono nuove sezioni dedicate alle frese a filettare e lime rotative che riflettono l’espansione di queste gamme. La Sezione Tecnica è sempre presente, con consigli e informazioni di supporto per una vasta gamma di applicazioni. Inoltre, nuove icone e nuovi simboli completano il catalogo per facilitare la consultazione e consentire l’individuazione delle pagine di consultazione più frequente. Con un’offerta di utensili sia universali che specifici, il programma Dormer contiene molteplici opzioni per vari segmenti industriali, dagli stampisti alla meccanica generale alle officine di manutenzione. Sono state stampate oltre 56.800 copie del catalogo 2018, ma è possibile comunque scaricare la versione pdf dal sito Dormer Pramet.

Leggi tutto...

2017: un anno da record

Nel 2017, BIG KAISER ha segnato un nuovo personale record con un incremento del fatturato che supera del 20% l’anno precedente. Sono orgoglioso di questo straordinario risultato raggiunto da BIG KAISER, con una crescita trasversale in tutte le regioni e in modo particolare nel Sud Europa”, dichiara Taku Ichii, CEO di BIG KAISER. “La chiave di questo successo risiede nella nostra capacità di offrire prodotti nuovi e innovativi come richiesto dai nostri clienti, unita all’ottimizzazione della logistica e all’investimento nella formazione di un team commerciale altamente qualificato e motivato”. Forte della sua solida esperienza manageriale a livello internazionale, Taku Ichii è alla guida di BIG KAISER dal marzo dello scorso anno. Il suo obiettivo principale è quello di accrescere ulteriormente la reputazione dell’azienda e la sua posizione nel settore delle lavorazioni meccaniche di precisione.  Per soddisfare le crescenti esigenze dei suoi clienti, a maggio 2017 la capogruppo BIG DAISHOWA Co. Ltd. ha completato la costruzione di un nuovo centro logistico e di distribuzione. Si tratta di una struttura all’avanguardia di 12.000 m² capace di contenere più di 1.500.000 di prodotti, tra i quali 15.000 pezzi unici. Il nuovo centro logistico presenta un elevato livello di automazione ed è stato progettato in linea con le direttive di Industry 4.0, con l’obiettivo di aumentare la quota di disponibilità dei prodotti a magazzino e ridurre i tempi di consegna in Europa.BIG KAISER ha poi investito parecchio nella costruzione di un team commerciale europeo qualificato e competente e nella formazione dei suoi tecnici e partner commerciali. Focalizzando l’attenzione sia sugli aspetti tecnici che sul customer service, la professionalità, capillarità e motivazione del personale commerciale europeo ha goduto di un ulteriore stimolo.

 

Leggi tutto...

Le novità della Legge di Bilancio 2018

Oltre 250 sono stati gli ospiti accreditati all’incontro “Le novità della Legge di Bilancio 2018. Super, iper-ammortamento, formazione, ricerca, digitalizzazione” organizzato da UCIMU-SISTEMI PER PRODURRE. All’incontro, presieduto da Massimo Carboniero, alla guida di UCIMU dal 2016, è intervenuto Stefano Firpo, direttore generale per la politica industriale, la competitività e le piccole medie imprese, Ministero dello Sviluppo Economico. Nel corso di questo confronto aperto con il Ministero dello Sviluppo Economico è stata confermata l’efficacia del programma Industria 4.0. I dati di UCIMU hanno rilevato l’andamento dell’industria italiana di settore che, con 400 imprese e 32.000 addetti, nel 2017, ha realizzato un incremento a doppia cifra per tutti i principali indicatori economici, per un fatturato che ha superato gli 8 miliardi di euro. Ma è l’indice trimestrale di macchine utensili sul mercato interno a documentare l’efficacia degli incentivi previsti dal programma Industria 4.0. Su base annua, nel 2017, gli ordinativi raccolti in Italia dai costruttori di macchine utensili sono cresciuti del 45,9% rispetto all’anno precedente, che pure era stato molto positivo. +22,2% nel primo, + 28,5% nel secondo, +68,2% nel terzo, +86,2% nel quarto: questo è il dettaglio dell’indice trimestrale interno del 2017. Ha commentato Massimo Carboniero, presidente UCIMU-SISTEMI PER PRODURRE: “L’anno parte già con tanta benzina nel serbatoio e a ciò si aggiunge il turbo del nuovo piano Impresa 4.0 che - accanto alla conferma di super (pur con il piccolo ritocco al coefficiente dal 140% al 130%) e iperammortamento al 250% - propone interessanti novità legate al tema della formazione. In un mondo che cambia rapidamente, globalizzazione e digital trasformation stanno radicalmente mutando le competenze richieste dal mondo del lavoro. Con riferimento alla formazione dei giovani, a fronte di una richiesta di figure professionali sempre più specializzate e caratterizzate da competenze trasversali, occorrerebbe una seria riflessione in merito ai percorsi scolastici: risultano utili sia il programma di alternanza scuola lavoro sia gli ITS, istituti tecnici superiori, che purtroppo però in Italia ancora scarseggiano”.

Leggi tutto...

L’importanza della Cyber Security

Grande l’affluenza a ICS Forum, mostra convegno organizzata da Messe Frankfurt Italia in collaborazione con Innovation Post, svoltasi a Milano presso il Grand Visconti Palace. Obiettivo principale dell’evento è riuscire a consegnare al visitatore - tecnico, manager e imprenditore - una “cassetta degli attrezzi” che gli permetta di orientarsi in un mondo percepito come complesso e ostico. Concepito da un pool di esperti provenienti da aziende, università e istituzioni, il programma della giornata ha previsto una prima sessione pensata per offrire al pubblico un inquadramento sul tema della cyber security nel percorso di digital transformation delle imprese manifatturiere, con un cenno ai “numeri” del cyber-rischio e indicazioni su come valutare il proprio grado di maturità, con un occhio di riguardo anche alle PMI. A seguire sono stati approfonditi gli aspetti legali e normativi della Cyber Security - con riferimento alla direttiva NIS, alle norme ISO 27001 e IEC62443, ma anche al GDPR che entrerà in vigore tra pochi mesi - e le strategie di prevenzione e risposta agli attacchi.Le tavole rotonde hanno offerto le testimonianze di alcune imprese che hanno già iniziato ad affrontare il nodo della “governance” della sicurezza degli asset produttivi, tra cui ABB, Rockwell Automation, Schneider Electric, Siemens offrendo il punto di vista degli esperti di alcune delle principali aziende specializzate nella fornitura di soluzioni tecnologiche.I lavori si sono completati con alcuni Workshop, durante i quali sono stati approfonditi diversi argomenti in linea con le tematiche dell’evento.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Robot

Gestione

Error: No articles to display

Comunicazione tecnica per l'industria