Menu
Thursday, 26 Aprile 2018
A+ A A-

Filtrare, aspirare, refrigerare: le regole di base per un’officina efficiente e senza sprechi

Magugliani, azienda di Busto Arsizio alle porte di Varese, commercializza componenti e attrezzature destinati all’industria. Ampio è il catalogo dei prodotti, che comprende soluzioni realizzate da case produttrici italiane ed estere ma anche prodotti a marchio Magugliani. In questo articolo focalizziamo l’attenzione su quattro categorie di soluzioni: depuratori-disoleatori per lubrorefrigeranti, aspiratori-pompe per liquidi, sistemi per raffreddare utensili, condizionatori per armadi elettrici. Tutti utilizzano la tecnologia ad aria compressa.

di Francesca Fiore

Marzo 2018

Filtrare e disoleare periodicamente l’emulsione è sinonimo di una sua maggiore durata nel tempo (l’olio che galleggia sull’emulsione non garantisce ossigenazione del lubrorefrigerante). Senza dimenticare che eliminare l’olio estraneo (olio guide macchina) permette di diminuire l’odore e il fumo causati dalla sua bruciatura a contatto con l’utensile. Per rispondere a queste esigenze specifiche, Magugliani propone il nuovo depuratore-disoleatore per emulsioni MIXI D. Dotato di pompa a doppio effetto autoadescante a funzionamento pneumatico, è in grado di aspirare il liquido da trattare dalla superficie della vasca della macchina utensile tramite il pescante galleggiante.
Il liquido passa nel filtro primario che provvede alla rimozione di particelle solide (come residui metallici di lavorazione) e successivamente viene spinto nell’elemento di separazione olio brevettato che separa per coalescenza l’olio estraneo dall’emulsione. Il liquido filtrato, depurato e ossigenato, viene rimesso nella vasca della macchina utensile. L’olio estraneo recuperato resterà nel serbatoio di MIXI D galleggiando sulla superficie del liquido in depurazione fino a quando verrà scaricato in un contenitore esterno di raccolta. La messa in funzione richiede pochi minuti, non necessita di collegamenti elettrici ma solo di un collegamento alla linea dell’aria compressa. Filtrare e disoleare l’emulsione non solo diminuisce fumo e odori causati dall’olio delle guide miscelato all’emulsione che brucia a contatto con l’utensile, ma incrementa anche la vita dell’utensile, migliora la finitura superficiale e aumenta la durata dell’emulsione (sinonimo di un maggior risparmio in termini di smaltimento e acquisto olio). L’olio delle guide separato e recuperato dal depuratore-disoleatore MIXI D può essere smaltito gratuitamente dal Consorzio Obbligatorio Oli Usati. Chi decide di investire in un depuratore-disoleatore MIXI D può usufruire delle agevolazioni per la detassazione del 50% degli investimenti in base alla “Tremonti ter”.

Pompare o aspirare oltre 200 l di liquido in 90 s
Altro dispositivo commercializzato da Magugliani è l’aspiratore - pompa ad aria compressa per liquidi Reversible Drum Vac di Exair. Si installa in pochi minuti su qualsiasi fusto standard da 200 l al posto dei due tappi già presenti sul coperchio. Una manopola seleziona la funzione di aspirazione o di svuotamento. Reversible Drum Vac è dotato di un sistema automatico che interrompe il funzionamento in aspirazione quando il fusto è pieno. É inoltre provvisto di una valvola di sicurezza che evita sovrapressioni all’interno del fusto. Reversible Drum Vac è un sistema sicuro, funziona solo ad aria compressa, ed è in grado di pompare o aspirare oltre 200 l di liquido in 90 s. Il gruppo aspiratore - pompa è in acciaio inossidabile, materiale che ne permette l’utilizzo anche in presenza di liquidi aggressivi. Trova il suo impiego ideale nelle industrie meccaniche laddove si rende necessario svuotare e riempire le vasche delle macchine utensili, aspirare liquidi, oli emulsionabili, oli idraulici, fanghi e acque ricche di detriti.

Tenere sotto controllo il calore generato dalle lavorazioni a secco
Oltre all’importanza di ripulire periodicamente i lubrorefrigeranti dalle impurità derivanti dalle lavorazioni effettuate su macchine utensili, è altresì necessario tenere sotto controllo il calore che si genera durante le lavorazioni a secco. In questo ambito, Magugliani propone il sistema Cold Gun. Il suo flusso di aria fredda compressa assicura una temperatura inferiore di 28°C rispetto alla temperatura dell’aria compressa che alimenta il dispositivo. Il calore viene dissipato rapidamente prolungando così la vita degli utensili e la produttività delle macchine laddove i lubrorefrigeranti non possono essere utilizzati o nel caso non si vogliano usare.
Nell’ambito della fresatura, della tornitura e della foratura ad alta velocità appaiono subito evidenti i vantaggi derivanti dal raffreddamento tramite dispositivi Cold Gun.
Nel caso invece di operazioni di affilatura e rettifica, l’aria fredda elimina le rotture causate dal surriscaldamento e dalla bruciatura degli spigoli taglienti, aumentando il tempo di lavoro dell’utensile tra un’affilatura e quella successiva.
Se si dovessero realizzare lavorazioni come la sbavatura o la lucidatura, l’aria fredda ha il compito di mantenere il pezzo a una temperatura accettabile. In questo modo, non solo è possibile aumentare la produttività ma anche la sicurezza della lavorazione. Uno dei punti di forza che contraddistingue i sistemi Cold Gun è che il raffreddamento durante la fase di affilatura degli utensili evita la bruciatura del tagliente e non impasta la mola. Inoltre con Cold Gun è possibile raffreddare materiali che non possono essere bagnati o sporcati con le emulsioni. Il suo impiego permette anche di raffreddare particolari estrusi o materie plastiche nello stampaggio a indurimento rapido.

Raffreddare e isolare l’armadio elettrico dall’ambiente esterno
La tecnologia ad aria compressa la ritroviamo anche nei condizionatori per armadi elettrici commercializzati da Magugliani.
I cabinet cooler sono stati concepiti per raffreddare e isolare l’armadio elettrico dall’ambiente esterno, fattore indispensabile in ambienti polverosi, umidi o con temperature critiche per garantire il corretto funzionamento delle apparecchiature.
I cabinet cooler incorporano un tubo a vortice in acciaio inox, non utilizzano gas refrigeranti e non hanno parti in movimento. Lunga è la durata prevista da questi dispositivi, poiché non ci sono parti soggette a usura o a ossidazione. Anche in presenza di getti d’acqua la tenuta è assicurata. La lieve pressione dell’aria all’interno del quadro elettrico impedisce che liquidi e impurità possano entrare dando così origine a malfunzionamenti o a costose riparazioni.
Il metodo di funzionamento del cabinet cooler è presto detto: l’aria compressa entra nel tubo a vortice integrato nel condizionatore e viene convertita in due flussi separati: uno caldo e uno freddo. Il flusso di aria calda viene silenziato e scaricato nell’ambiente esterno, mentre il flusso di aria fredda viene convogliato all’interno del quadro elettrico. I componenti caldi all’interno cedono il loro calore all’aria fredda che si riscalda e sale verso la parte superiore del quadro elettrico dove, sempre attraverso il cabinet cooler, viene scaricata all’esterno.
Il quadro viene sigillato, motivo per cui feritoie e griglie di aerazione vanno necessariamente chiuse. In questo modo, si evita la formazione di condensa e l’armadio elettrico si trova in leggera sovra-pressione rispetto all’ambiente esterno. Tutte queste accortezze contribuiscono a evitare che polvere e umidità possano penetrare.

Torna in alto

Robot

Gestione

Error: No articles to display

Comunicazione tecnica per l'industria