Menu
Saturday, 20 Gennaio 2018
A+ A A-

Soluzioni per torniture pesanti, complesse o per impieghi universali

Per presentare ufficialmente le proprie macchine sul mercato europeo, alla EMO di Hannover il costruttore coreano Hwacheon (le cui macchine sono commercializzate nel nostro Paese da Manival) ha proposto alcuni dei modelli di punta del proprio range di prodotti, come i centri di tornitura C1, Hi-TECH 230 e Cutex-180.

di Laura Alberelli

Dicembre 2017

Dal 1952, l’azienda coreana Hwacheon produce macchine utensili dagli standard qualitativi elevati. Per assicurare una qualità costante a tutte le sue macchine (centri di lavoro verticali, centri di lavoro orizzontali, torni verticali e orizzontali), Hwacheon ha scelto di realizzare internamente tutti i componenti più importanti (come ad esempio il basamento, i mandrini, gli ingranaggi, i cilindri e gli accoppiamenti pignone-cremagliera).
Il gruppo Hwacheon conta nove stabilimenti produttivi in Corea e diverse aziende controllate sparse in tutto il mondo impegnate nell’attività di vendita e service (nel nostro Paese, il servizio vendite è affidato alla società Manival).
Per presentare ufficialmente le proprie macchine sul mercato europeo, nel suo stand ad Hannover Hwacheon ha proposto alcuni dei suoi modelli di punta. Tra questi, il centro di tornitura orizzontale Hwacheon C1, caratterizzato da una struttura a montante mobile. La macchina combina in maniera ottimale le qualità di un tornio con le prestazioni di un centro di lavoro. Con questo tipo di centri, è possibile lavorare con estrema precisione anche particolari dai contorni complessi con un unico piazzamento. Grazie al contromandrino è possibile lavorare il retro del pezzo ed effettuare la finitura dello stesso senza la necessità di ulteriori bloccaggi, evitando così possibili errori di serraggio. A differenza di altri centri di tornitura-fresatura, la torretta portautensili a 18 posti installata sul modello C1 utilizza cuscinetti mandrino dalla grande robustezza. In questo modo, la macchina può gestire produzioni gravose, assicurando tempi ciclo ridotti.
Hwacheon C1 è provvista anche di un magazzino rotante a dodici posti con attacco utensile Capto C4 in grado di ospitare diversi tipi di utensili. In questo modo, su un’unica macchina è possibile eseguire operazioni di tornitura e fresatura in un unico processo e senza interruzioni. In fase di lavorazione, i centri di tornitura C1 possono essere attrezzati per operazioni successive così da evitare i tempi improduttivi. La scelta di utilizzare guide lineari particolarmente rigide permette di assicurare massima precisione anche nel caso di lavorazioni ad alta velocità.
I centri di tornitura Hwacheon C1 sono disponibili in due modelli: C1 YMC e C1 YSMC.
C1 YMC è dotato di un asse Y addizionale e di una contropunta servoassistita adatta a lavorare particolari di una certa lunghezza.
Rispetto al modello precedente, Hwacheon C1 YSMC dispone di un ulteriore asse Y, ma è provvisto anche di un contromandrino per poter lavorare la faccia posteriore del pezzo. Tutti i centri di tornitura C1 sono facili da automatizzare e sono equipaggiati, su richiesta, con un sistema raccogli pezzo e un convogliatore di trucioli.

Precisione e affidabilità garantiti nel tempo
Altro modello in mostra presso lo stand Hwacheon in EMO è Hi-TECH 230. Grazie a un basamento particolarmente rigido e ad azionamenti di una certa potenza, la macchina assicura precisione e affidabilità anche dopo anni di utilizzo continuo.
La scelta di adottare ampie guide piane è sinonimo di stabilità e grande assorbimento delle vibrazioni. Con una potenza pari a 22 kW e una coppia di 704 Nm, il mandrino montato di serie è uno dei più potenti della sua classe. Hi-TECH 230 gestisce fino a 24 utensili, assicurando al tempo stesso un cambio utensili in tempi assai brevi.
Sui centri serie Hi-TECH 230 (che comprende sei modelli) si possono produrre particolari con diametro fino a 425 mm e con una lunghezza massima pari a 633 mm.
L’area di lavoro è tra le più ampie disponibili in questa classe di macchine. La contropunta con azionamento digitale è in grado di lavorare pezzi con una lunghezza superiore alla media e riduce i tempi ciclo del 70% rispetto agli equipaggiamenti convenzionali. Tutti i centri di tornitura Hi-TECH 230 sono configurati di serie con un caricatore di barre con diametri fino a 65 o 81 mm. Grazie alla presenza di un contromandrino, la lavorazione posteriore del particolare diventa parte integrante del processo di lavoro. In opzione, i centri di tornitura Hi-TECH 230 possono essere configurati con un asse Y aggiuntivo.

Lavorare particolari complessi senza inutili fermi macchina
Rimanendo nell’ambito della tornitura, ad Hannover Hwacheon ha presentato anche il centro di tornitura universale Cutex-180.
La contropunta è disponibile di serie, mentre su richiesta la macchina può essere equipaggiata con un contromandrino per facilitare la lavorazione fronte e retro del pezzo.
La torretta a 12 posti con 24 stazioni indexabili riduce le operazioni di rimontaggio e permette di lavorare particolari complessi senza inutili fermi macchina dovuti al cambio utensili.
La grande stabilità che identifica la struttura della macchina (realizzata all’interno della fonderia Hwacheon), le guide lineari a elevata dinamica con un’ampiezza di 35 mm in tutti gli assi e i cuscinetti per mandrini generosamente dimensionati assicurano un importante ritorno da un punto di vista economico e prestazionale. A secondo delle specifiche esigenze, Cutex-180 è disponibile con bancale lungo o corto.
Nella versione con bancale corto, la macchina ha un ingombro complessivo di 3.525 x 1.700 mm, incluso il raccoglitore trucioli posizionato sul lato sinistro del centro.
A secondo del tipo di modello, il tornio Cutex è in grado di lavorare particolari con diametro di 300 o 350 mm fino ad arrivare a tornire particolari con una lunghezza tra i 452 e i 528 mm.
Rispetto al modello precedente, questo modello ha una capacità di carico barra superiore che permette di gestire diametri sino a 51 o 65 mm in combinazione con un caricatore barre aggiuntivo.
Il facile accesso all’area di lavoro è garantito da uno sportello di semplice apertura e con un design rinnovato che evita l’accumulo di trucioli nella parte inferiore dello stesso.  
Oltre all’ergonomia e alle potenzialità prestazionali della macchina, Hwacheon ha prestato una particolare attenzione anche al discorso controllo numerico.
Il CNC che governa il tornio Cutex-180 è ancora più user-friendly: è orientabile a 90° e presenta una configurazione ancora più intuitiva.✔

Torna in alto

Robot

Gestione

Error: No articles to display

Comunicazione tecnica per l'industria