Menu
Monday, 18 Dicembre 2017
A+ A A-

Soluzioni personalizzate verso la smart production

La tradizione nella lavorazione di pezzi di grandi dimensioni è rappresentata in EMO anche dal produttore italiano Jobs. La tradizione nella lavorazione di pezzi di grandi dimensioni è rappresentata in EMO anche dal produttore italiano Jobs.

Fair Friend Group annovera produttori rinomati nel settore delle macchine utensili, con una vasta gamma di tecnologie (fresatura, tornitura, produzione di ingranaggi, rettifica e levigatura) in grado di coprire ogni dimensione di pezzo e di soddisfare qualsiasi esigenza applicativa. In EMO, il Gruppo mostrerà come il suo know how diversificato può essere combinato per offrire soluzioni personalizzate ai clienti operanti nei più diversi settori industriali.

di Sara Rota

Settembre 2017

Quale esperto nel powertrain all’interno del gruppo FFG, già da parecchio tempo MAG sviluppa attivamente tecniche produttive per applicazioni nella e-mobility. Fra i numerosi progetti di collaborazione con partner accademici, industriali e pubblici vale la pena ricordare quello con Street Scooter GmbH, del quale MAG è stato fondatore e azionista. In EMO, MAG propone un esempio di come i cambiamenti da parte della produzione possono essere affrontati in modo efficiente. In qualità di fornitore completo la proposta del costruttore comprende non solo macchine ma anche automazione, ingegnerizzazione e soluzioni di retrofit. Nel contempo, FFG sta sviluppando ulteriori soluzioni per motori a combustione con consumi ed emissioni ridotte. La linea Specht di MAG, macchine ad alte prestazioni originariamente concepite per l’utilizzo in sistemi agili, è stata arricchita con diverse funzioni in modo da soddisfare le attuali esigenze del settore powertrain per l’industria automobilistica. Sia i modelli monomandrino sia quelli con doppio mandrino, possono essere equipaggiati con guide lineari e con un proprio mandrino con feed out integrato. Questa configurazione permette diverse applicazioni speciali. Due di queste saranno in mostra alla EMO: levigatura integrata e lavorazioni di alta precisione di canne cilindri rivestite e tornitura in interpolazione di alloggiamenti di turbocompressori. La prima applicazione sarà presentata su una cella di produzione con Sturm, partner tecnologico di MAG, che fornirà le più recenti tecnologie di rivestimento termico. La prelavorazione e la finitura sono eseguite su una Specht 600L con azionamenti lineari. Il processo, che è stato sviluppato da MAG e Sturm in collaborazione con diversi OEM dell’industria automobilistica, rappresenta un progresso significativo nella produzione di canne cilindri rivestite permettendo una significativa riduzione del peso e un miglioramento nelle prestazioni rispetto ad altri progetti con canne cilindri convenzionali. Il processo recentemente sviluppato per la lavorazione di turbocompressori che sarà presentato sulla Specht 500 DUO con sistema di cambio pallet, si basa sull’elevata dinamica delle macchine Specht e permetterà una significativa riduzione dei costi di ogni pezzo da parte dell’utilizzatore finale. Eliminando, laddove fattibile, le operazioni di fresatura e sostituendole con torniture in interpolazione, l’usura dell’utensile può ridursi fino a dieci volte rispetto ai processi di fresatura. Questo risultato è ottenuto grazie agli assi lineari e al mandrino con feed out integrato. In anteprima mondiale in EMO sarà presentato anche il modello 800 della gamma Specht. La “grande” Specht è stata progettata per lavorazioni flessibili ad alte prestazioni di teste e blocchi cilindri di veicoli commerciali da parte di OEM, ma può essere utilizzata anche nei comparti della subfornitura e delle fonderie.

Per la lavorazione di alberi e flange
Dopo aver lanciato una linea completamente nuova di torni modulari, in EMO VDF Boehringer espone un modello in anteprima mondiale: si tratta della nuova VDF 221 CIM, in grado di eseguire anche la fresatura interna assicurando alte prestazioni. Il design intelligente e la stabilità della macchina garantiranno elevate asportazioni di materiale, brevi tempi ciclo, bassi costi utensile e alta qualità superficiale. Questo processo ad alta produttività sarà presentato in una cella automatizzata insieme a una VDF 211 CT per tornitura ad alta precisione. Grazie alle competenze nella tecnologia di tornitura maturate da VDF Boehringer ed Hessap, alle gamme per lo stampaggio a freddo di MAG e alla produzione di ingranaggi di Modul, FFG è in grado di fornire sistemi integrati e completamente ottimizzati per la produzione di alberi a motore e flange. Alla EMO questi marchi esporranno una cella per la lavorazione degli alberi che comprende un centro di tornitura verticale, una macchina per lo stampaggio a freddo e un centro per la produzione di ingranaggi. Le macchine sono collegate con un robot e dotate di varie funzioni ausiliarie, dalla misurazione e controllo qualità integrata alla smussatura e sbavatura.

Per il settore aeronautico e la produzione di stampi
La tradizione nella lavorazione di pezzi di grandi dimensioni è rappresentata anche dal produttore italiano Jobs e dagli esperti giapponesi di SNK. Per quanto riguarda la presenza di Jobs sarà in mostra Jobs eVer7, un centro di fresatura di tipo overhead gantry ad alte prestazioni dinamiche (velocità fino a 50 m/min) e ad alta potenza (mandrino fino a 85 kW). Oltre a elevate asportazioni, la macchina assicura anche alta finitura superficiale. La flessibilità è garantita da un sistema automatico di cambio delle teste di fresatura. Le prove pratiche svolte in fiera includeranno anche la tecnologia di martellatura integrata per la superfinitura di superfici. La giapponese SNK esporrà invece una profilatrice orizzontale a 5 assi di grandi dimensioni con mandrino ad alta coppia (massimo 1.256 Nm) e automazione integrata del pallet per pezzi fino a 5 m di lunghezza. La macchina è soprattutto impiegata nell’industria aeronautica per la lavorazione del titanio.

Industria ferroviaria: componenti nuovi e usati di sala montata
Il portfolio FFG include anche soluzioni destinate ad asservire l’industria ferroviaria. Con le loro macchine, VDF Boehringer e Hessapp sono in grado di potenziare i loro processi per la lavorazione ad alta produttività ed efficienza di ruote e assili. Con gli esperti di rettifica del marchio italiano Morara, entrato recentemente a far parte del Gruppo FFG insieme alle società Meccanodora e Tacchella, è possibile proporre anche processi di finitura. In particolare Tacchella è presente in fiera con il prodotto Pulsar, rettificatrice in tondo ad alta produzione per esterni, adatta a molteplici ambiti applicativi. In EMO saranno poi esposti due torni di grandi dimensioni VDF Boehringer adatti alla rilavorazione completa di sale e alla lavorazione di assili nuovi e usati.

Fresatura a 5 assi Made in Italy
Ad Hannover  saranno presentate anche le macchine transfer rotative di IMAS, Pfiffner e Witzig & Frank, le soluzioni MAG e Meccanodora per giunti omocinetici, le soluzioni per fresatura, tornitura e rettifica a marchio Feeler, Leadwell, DMC e Equiptop, le tecnologie di fresatura a 5 assi di Sigma e Sachman e del partner di FFG, Zuse Hüller Hille. Rimanendo focalizzati sulla fresatura a 5 assi, il brand italiano Sigma presenta la rinnovata linea di centri di lavoro Flexi. È stata concepita per lavorare pezzi complessi su 5 facce con un unico piazzamento, in presenza di piccole e grandi serie, nella meccanica di precisione, nei settori dell’industria automobilistica, medicale, aeronautica, stampi e matrici. La versatilità che identifica questi centri di lavoro è ottenuta sfruttando una testa mandrino basculante (asse B) che assicura una rotazione di ±110° mediante l’utilizzo di un motore torque, che trasmette direttamente il movimento eliminando tutti gli organi rotanti soggetti a errori di precisione e deterioramento nel tempo. La stessa tecnologia è applicata alla tavola girevole della macchina (asse C) che è “annegata” nella tavola piana e ha un diametro di 660 mm.
Il centro Flexi integra diverse funzionalità: ergonomia, facilità di accesso all’area di lavoro, ampia visibilità dell’area operativa durante le lavorazioni, facilità di carico/scarico dei particolari, contenimento dei fumi e dei residui delle lavorazioni, facilità di utilizzo e manutenzione. Tra i dati tecnici più significativi segnaliamo: le corse X da 1.250 a 2.100 mm, Y 800 mm, Z 950 mm, il motore con potenza 33 kW, la coppia massima pari a 180 Nm, il regime di rotazione del motomandrino di 12.000 e 18.000 giri/min, l’attacco cono SK40, BT40 o HSK-A-63, l’avanzamento rapido degli assi di 50 m/min, il magazzino utensili fino a 60 posti. A governare le macchine i controlli numerici di ultima generazione Heidenhain, Fanuc o Siemens. In EMO Sachman presenta invece il centro di fresatura orizzontale Frazer. La macchina si declina in due versioni: una completamente carenata (Box version) e una con recinzione perimetrale (Open version), che offre maggiori possibilità di ingegnerizzazione e soluzioni personalizzate. In fiera, Frazer viene proposta nella versione Millturn con tavola rotante integrata nella tavola fissa. La tavola azionata da motori torque è un asse in continuo per operazioni sia di fresatura che di tornitura (diametro 1.000 mm, portata massima 2.500 kg, velocità massima 350 giri/min). Frazer sarà equipaggiata con la nuova testa universale con posizionamento continuo e motori torque, in grado di raggiungere un regime massimo di rotazione pari a 8.000 giri/min, sinonimo di elevata velocità di posizionamento e alte precisioni. Tutte le soluzioni proposte dalle aziende facenti parte di FFG Group hanno un approccio alla Factory Automation integrata, strumenti multi-livello per una migliore efficienza complessiva dell’impianto, alleanze con i principali operatori dell’automazione, dei controlli numerici, degli azionamenti e dell’IT.

Torna in alto

Robot

Gestione

Error: No articles to display

Comunicazione tecnica per l'industria