Menu
Monday, 18 Dicembre 2017
Attenzione
  • JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 71
A+ A A-

L’evoluzione delle macchine multitasking nell’era 4.0

Nel suo stand di 1.500 m2, in EMO Okuma Europe (la cui gamma  di produzione è distribuita nel nostro Paese da R.F. Celada) presenterà  un totale di sedici macchine, di cui otto in anteprima europea. Nel suo stand di 1.500 m2, in EMO Okuma Europe (la cui gamma di produzione è distribuita nel nostro Paese da R.F. Celada) presenterà un totale di sedici macchine, di cui otto in anteprima europea.

Alla EMO di quest’anno, presso lo stand Okuma (uno dei tanti marchi rappresentati nel nostro Paese da R.F. Celada) faranno il loro debutto europeo le “macchine intelligenti”. Presentata anche la serie Laser EX, ovvero macchine multitasking in grado di realizzare operazioni di tornitura, fresatura, tempra laser e fabbricazione additiva. Per l’occasione, Okuma introdurrà infine le sue più recenti soluzioni dedicate alla Fabbrica Intelligente.

di Elisabetta Brendano

Settembre 2017

In linea con il tema della EMO di quest’anno “Connettere i sistemi per una produzione intelligente”, le più recenti novità in casa Okuma sono tutte improntate alla semplificazione dei processi produttivi intelligenti, grazie a un incremento dell’automazione e a un aumento della connettività negli stabilimenti produttivi tecnologicamente più avanzati. Nel suo stand di 1.500 m2, Okuma Europe (la cui gamma di produzione è distribuita nel nostro Paese da R.F. Celada) presenterà un totale di sedici macchine, di cui otto in anteprima europea. Uno dei modelli esposti è il centro di lavoro verticale a cinque assi MU-S600 V. La macchina (la cui larghezza è di 1.400 mm) è stata concepita per realizzare particolari fino a 600 mm di diametro. Nell’ottica di raggiungere elevati livelli di automazione, è possibile connettere tra loro macchine dello stesso tipo in modo da formare una linea di produzione compatta e intelligente. Ciò permette il trasferimento automatico del pezzo in lavoro da una macchina all’altra, eliminando così i tempi di inattività fra le diverse fasi di lavorazione. La configurazione della linea si può modificare facilmente sulla base della variazione dei volumi produttivi e dei tempi di esecuzione. In EMO, Okuma espone due centri di lavoro MU-S600V, collocati all’interno di una cella completamente automatizzata dotata di un sistema di visione e di un sistema robotizzato per il carico/scarico.

Lavorazioni tradizionali ma anche processi LMD e trattamenti termici
La linea Laser EX di Okuma sintetizza al meglio la filosofia “tutto su una sola macchina”. Sul centro di lavoro verticale a cinque assi MU-6300V Laser EX è infatti possibile eseguire diversi tipi di operazioni: fresatura, tornitura, rettifica, deposizione laser dei metalli (LMD), trattamenti termici realizzabili su particolari dalle forme e dalle dimensioni più diverse. Effettuare la tempra direttamente in macchina velocizza i processi e causa una minore distorsione rispetto al trattamento termico di tipo tradizionale. Ne consegue una maggiore precisione e produttività. L’utilizzo della sorgente laser Trumpf permette una lavorazione stabile su lunghi periodi, assicurando al tempo stesso grande capacità e alta definizione durante la produzione additiva. La serie Multus, nota in tutto il mondo per la sua precisione e accuratezza, ha sempre rappresentato un caposaldo della linea di macchine multitasking a marchio Okuma. Il modello Multus U5000 è stato progettato per garantire forti asportazioni e un processo di lavoro stabile, il tutto a un basso regime di rotazione mandrino. Con Multus U5000 è possibile lavorare particolari di medie e grandi dimensioni realizzati nei più diversi materiali, inclusi quelli di difficile lavorabilità come il titanio e l’inconel. Una delle nuove funzionalità introdotte in questo tipo di macchine è la possibilità di eseguire operazioni di finitura. Con l’aggiunta del laser, Okuma sta adesso portando la lavorazione multitasking a un livello superiore. Sul centro Multus U5000 Laser EX è possibile eseguire diverse lavorazioni laser: dal rivestimento alla deposizione laser dei metalli (LMD).

Un controllo completo del processo di programmazione e produzione
Per un fornitore unico, le “macchine intelligenti” fanno parte dell’equazione IoT. Avendo inaugurato da poco una seconda fabbrica intelligente all’interno della sua sede centrale in Giappone, Okuma è pronta adesso a condividere le sue competenze sulla Fabbrica Intelligente in occasione della EMO. L’esperienza maturata da Okuma con le fabbriche “Dream Site” è sfociata in una serie di soluzioni destinate alle Smart Factories, volte a rendere il concetto di Industria 4.0 una realtà. L’utilizzo del nuovo CNC AI di Okuma garantisce un controllo completo del processo di programmazione e produzione, in modo da poter gestire la produzione di una vasta gamma di prodotti e garantire tempi di consegna più brevi, assicurando così un’elevata flessibilità anche in presenza di commesse dalle quantità variabili. Il software Machine Status Monitor di Okuma può connettere non solo le macchine, ma anche gli impianti produttivi in tutto il mondo - controllando la loro disponibilità in qualsiasi momento. Il software visualizza lo stato della macchina e accumula, archivia ed elabora una quantità elevata di dati, compresi i report delle lavorazioni e lo storico delle emergenze. Su questa base, è possibile migliorare le operazioni ottimizzandole. L’interfaccia, su base web, è visualizzabile in qualsiasi luogo e su qualsiasi dispositivo, persino sugli smartphone. Connettendo tra loro le macchine in mostra alla EMO, Okuma simulerà una Fabbrica Intelligente e dimostrerà dal vivo le possibilità offerte dalle sue soluzioni.

Set-up potenziato per l’automazione
L’automazione è un ulteriore fattore chiave su cui Okuma punterà l’attenzione durante la EMO. Quasi la metà delle macchine esposte dal costruttore avranno un set-up potenziato per l’automazione, che comprende sistemi di automazione standard (come gli APC o il caricatore a portale di Okuma) ma anche soluzioni personalizzate che utilizzano la robotica più innovativa dei partner di Okuma. Fra le anteprime presentate quest’anno alla EMO ricordiamo anche il centro di lavoro compatto Multus B250II, che ha corsa dell’asse Y tra le più lunghe della sua classe, l’affilatrice cilindrica GA26W, dotata di una contropunta a NC per una maggiore efficienza, e i nuovi torni V920EX, Genos L2000 e Genos L3000. Quest’ultimo è un centro di tornitura ad alte prestazioni, con mandrino integrale e contropunta controllata a NC. Le potenzialità della macchina saranno dimostrate in fiera con un set-up che prevede l’utilizzo di robot. MU-10000H, anch’esso in fiera, è il centro di lavoro a cinque assi più grande e più veloce sviluppato sino ad ora da Okuma. La sua alta velocità e la sua coppia elevata soddisfano appieno le richieste di coloro che necessitano di effettuare lavorazioni pesanti e stabili di materiali di una certa complessità, come il titanio e le leghe a base di nichel.

Torna in alto

Robot

Gestione

Error: No articles to display

Comunicazione tecnica per l'industria