Menu
Tuesday, 23 Maggio 2017
A+ A A-

La tecnologia di domani è già qui

Le soluzioni sviluppate da Mandelli sono in linea con la filosofia dell’Industria 4.0. Le soluzioni sviluppate da Mandelli sono in linea con la filosofia dell’Industria 4.0.

Una nuova testa per la lavorazione del titanio e il software iPum@ per l’autodiagnosi e la manutenzione predittiva sono le due soluzioni recentemente sviluppate da Mandelli (e presentate durante la scorsa edizione della BI-MU) in grado di rispondere alle esigenze dell’Industria 4.0 e dell’Internet of Things.

di Sara Rota

Dicembre 2016

 

La lavorazione del titanio, nota per essere un’operazione particolarmente gravosa sia per gli utensili che per i macchinari, è oggi molto diffusa nel settore aeronautico - ambito di punta per la società Mandelli - ove i costruttori stanno abbandonando l’alluminio in favore di questo metallo e della fibra di carbonio.
Tuttavia, l’elevata resistenza allo strappamento, la bassa conducibilità termica e l’aumento del sovrametallo dei forgiati di titanio nonché la tendenza a ottenere una qualità del materiale sempre più uniforme, grazie a utensili ad alte prestazioni, comporta inevitabilmente un incremento delle ore mandrino.
Tutto questo sta portando a sostituire le macchine per la sgrossatura e quelle per la finitura con impianti che implementano entrambe le tecnologie, capaci di passare dalle asportazioni pesanti alle lavorazioni di precisione senza difficoltà e con risultati ottimali.
Da qui la necessità di una testa con elevata coppia al mandrino, grande rigidità e soprattutto elevata coppia per l’asse tiltante, così da poter effettuare sgrossature a 5 assi con geometrie complesse ottimizzando di conseguenza i tempi ciclo.
A queste esigenze Mandelli risponde con una testa che sviluppa in continuo una potenza di 75 kW, 1.200 Nm di coppia e 5.000 giri/min e con un attacco utensile HSK 125 che, unito a un pacco di molle specificamente  selezionato, incrementa la forza di bloccaggio del 20% portandola a 100 kN, garantendo in questo modo massima stabilità, maggiore rigidità e un migliore apporto di refrigerante, utile a incrementare sia la capacità di asportazione sia la vita utensile, evitando la necessità di installare corone Hirth di bloccaggio.
 
Software di autodiagnosi
e manutenzione predittiva
In aggiunta ai componenti hardware, Mandelli ha recentemente sviluppato anche un nuovo software di autodiagnosi e manutenzione predittiva progettato secondo tre criteri principali: la connessione e remotazione del controllo per consentire l’accesso da remoto attraverso qualsiasi device, la sensorizzazione del centro di lavoro per l’acquisizione di una grande quantità di dati (Big Data) e l’autodiagnostica delle condizioni del centro di lavoro con particolare attenzione alle parti maggiormente soggette a usura.
Si chiama i-Pum@ Suite 4.0 ed è il nuovo pacchetto Mandelli di soluzioni, accessori e App incentrate sulla Smart Factory quale soluzione pratica ed efficace al nuovo paradigma dell’Industria 4.0 e dell’IIoT - Industrial Internet of Things. Imperniato sui 6 concetti fondanti di “innovatività”, “immaginazione”, “intelligenza”, “ingegnosità”, “inspirazione” e “intuitività”, questo software è costituito da 5 moduli: i-control, i-reality, i-predict, i-smartcut e i-scada.
i-control è la nuova interfaccia utente di controllo basata su schermo MultiTouch da 22”.
i-reality è una App dedicata alla “smart maintenance” che, utilizzando tecniche di Realtà Aumentata (AR), permette al manutentore maggiore autonomia e rapidità nella diagnosi.
Il modulo i-predict consente di prevedere con un elevato grado di affidabilità, in base a calcoli statistici e feedback di sensori analizzati in real time, un potenziale futuro fermo macchina. Le sempre maggiori capacità di calcolo dei software, l’elaborazione in tempo reale di un’enorme quantità di dati (Big Data Analytics) acquisiti tramite appositi sensori distribuiti nei punti nevralgici e la conseguente elaborazione di modelli matematici, che riflettono la statistica dei guasti, permettono di monitorare costantemente il centro di lavoro al fine di mantenerne le condizioni di lavoro ottimali e di intervenire  con un’efficace manutenzione predittiva solo se veramente necessario e, quindi, solo nel momento in cui vengono identificate eventuali anomalie di comportamento, abbandonando così il concetto, non sempre efficace, di manutenzione preventiva. Con i-smartcut è possibile ottimizzazione in maniera automatica i parametri di lavoro, in modo da garantire un’elevata qualità superficiale, volume truciolo e minore usura dei taglienti.
Infine, con il modulo i-scada è possibile supervisionare e controllare, in maniera potente e flessibile, gli impianti FMS-FMC per ottimizzare il flusso produttivo di sistemi complessi e scambiare dati con i sistemi ERP aziendali.

Torna in alto

Robot

Gestione

Error: No articles to display

Trattamenti

La tempra “su misura”

22-03-2017 Hits:131 Trattamenti Cinzia - avatar Cinzia

Eldec sviluppa impianti di tempra a induzione modulari e personalizzati perfettamente integrabili in differenti sistemi produttivi. Il vantaggio di utilizzare questo tipo di macchine è soprattutto evidente nella produzione dei...

Read more
Comunicazione tecnica per l'industria