Menu
Friday, 23 Giugno 2017
Attenzione
  • JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 71
  • JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 73
A+ A A-

Parola d’ordine: automazione

Con Robot Six di Erowa i vantaggi  di un’efficiente produzione in serie  si coniugano perfettamente  con la flessibilità del sistema di produzione FMC, consentendo la produzione automatizzata di pezzi singoli. Con Robot Six di Erowa i vantaggi di un’efficiente produzione in serie si coniugano perfettamente con la flessibilità del sistema di produzione FMC, consentendo la produzione automatizzata di pezzi singoli.

Oltre alla macchina di misura Erowa CMM Qi che ha letteralmente l’automazione al suo interno, l’offerta Erowa comprende il sistema di handling Robot Compact 80, Robot Six per una produzione automatizzata e i sistemi di serraggio CleverClamp e MTS 2.0.

di Elisabetta Brendano

Dicembre 2015

Sempre più spesso si rende necessario misurare e protocollare uno per uno tutti gli elettrodi o pezzi. Ma come si può effettuare il controllo di centinaia di elettrodi o pezzi piccoli e grandi senza mandare drammaticamente in crisi la macchina di misura? La soluzione consiste nell’automatizzare la macchina di misura. Automatizzare completamente una macchina di misura vuol dire affidare il caricamento degli elettrodi o pezzi a un robot. La macchina di misura viene in tal modo integrata in una linea di produzione. Con il sistema di controllo processo adatto si gestisce il cambio pezzi e si attiva il programma di misurazione desiderato, e successivamente si effettua la misura e si redige e memorizza il protocollo. Ma Erowa è in grado di proporre anche un passaggio più “soft” all’automazione. La macchina di misura Erowa CMM Qi ha letteralmente l’automazione al suo interno. Grazie alla sua struttura stabile e simmetrica, non si limita a muovere semplici testine ottiche, ma è in grado anche di trasferire da uno specifico magazzino supplementare fino al banco di misura e poi nuovamente a magazzino pezzi di peso complessivo fino a 5 kg. Tutto ciò ha i suoi indiscutibili vantaggi: i 20-30 pezzi che vengono trasferiti automaticamente al banco di misura non portano via ulteriore spazio, mentre il processo produttivo resta sostanzialmente invariato rispetto al caricamento manuale, e la macchina può essere gestita autonomamente nelle ore marginali.

Nuove funzionalità e un design ancora più razionale
Oltre a una soluzione destinata ad automatizzare la misura in macchina, Erowa propone il sistema di handling Robot Compact 80, lanciato sul mercato qualche anno fa e soggetto a continue evoluzioni. La configurazione attuale si è arricchita di nuove funzionalità e si caratterizza per il design ancora più razionale. A fare la differenza sono i numerosi dettagli di questo robot, fin dall’inizio apprezzato per la ridotta superficie di appoggio occupata che non è aumentata, pur essendo la versione attuale rispetto a quella precedente dimensionata per una portata massima fino a 80 kg. In questo modo, è possibile soddisfare ogni esigenza produttiva sia di pezzi che di utensili e stampi. Il magazzino può ospitare un pallet UPC con dimensione 320 x 320 mm. I grossi pallet con carichi pesanti vengono invece allestiti direttamente sulla stazione di carico integrata, senza disturbare il regolare svolgimento del processo automatico. Nelle macchine a caricamento frontale la soluzione “DockOn” (detta anche “carrello scorrevole”) consente di lavorare anche senza robot. Questo viene infatti sollevato pneumaticamente e allontanato dall’area di interferenza. La sera, quando occorre ripassare alla produzione automatica, si riporta tutto alla posizione iniziale e si preme il tasto di avvio. Grazie alla rapidità di movimento dell’asse orientabile sul braccio di trasferimento è possibile minimizzare la quantità di acqua di raffreddamento o di liquido dielettrico che viene dispersa esternamente alla zona di lavorazione. Ma anche nel caso in cui il liquido finisca nell’area di lavoro del robot, un efficace sistema di sgocciolamento consente di farlo defluire nella vasca di raccolta, da dove può essere recuperato o smaltito mediante pompe. Qualora nella tavola della macchina mancasse l’aria compressa necessaria per l’azionamento dei mandrini, Erowa ha sviluppato il sistema AirDock (in caso di retrofit di macchine preesistenti, ad esempio, ciò può diventare un punto critico dell’intero progetto).

Caricare pezzi automaticamente senza perdere in flessibilità
Produrre piccole serie senza veder compromessa la flessibilità è un problema sempre più impegnativo, che si affronta oggi all’insegna del “manufacturing-on-demand” o, come si diceva un tempo, “just-in-time”. L’aspetto nuovo di questa problematica è che si tende a impiegare macchine standard per la produzione in serie per ottenere la massima efficienza. Gli impianti specializzati si ripagano infatti solo quando il numero dei pezzi da produrre è prevedibile e non variabile; altrimenti diventa troppo oneroso l’impegno di riallestimento, con i relativi tempi di fermo macchina. Con Robot Six di Erowa i vantaggi di un’efficiente produzione in serie si coniugano perfettamente con la flessibilità del sistema di produzione FMC, consentendo la produzione automatizzata di pezzi singoli. Il robot trasferisce automaticamente sulla macchina i dispositivi necessari per la lavorazione. In questa maniera gli interventi preliminari (o il riallestimento) per un nuovo lavoro vengono effettuati senza l’intervento dell’operatore. A questo punto la macchina è pronta per affrontare sia la commessa piccola che quella grande, con il robot che sostituisce i pezzi già lavorati con quelli nuovi da lavorare. A questo punto, si posiziona il dispositivo successivo con la relativa lavorazione dei nuovi pezzi. Grazie al sistema di serraggio Erowa il punto di riferimento è subito individuato e il caricamento dei pezzi può cominciare immediatamente. Naturalmente tutta l’operazione può essere svolta anche impiegando pezzi pallettizzati. Produrre promiscuamente piccoli lotti utilizzando l’automazione è possibile. Si può pianificare l’intero processo di caricamento e produzione, a cominciare dai pezzi su pallet e proseguendo con i dispositivi e i relativi elettrodi. Ed è sempre possibile modificare le priorità produttive: anche questo problema viene risolto senza soluzione di continuità dal Robot Six assieme al sistema di serraggio e al sistema di controllo produzione di Erowa. Erowa Robot Six unisce il meglio di due mondi diversi.

Sistemi di serraggio per dispositivi e/o pezzi posizionati su pallet
Per quanto riguarda invece i sistemi di serraggio, Erowa propone diverse soluzioni. Tra queste, una segnalazione particolare meritano i sistemi di serraggio per dispositivi e/o pezzi posizionati su pallet CleverClamp. Gli elementi di serraggio sono stati infatti ideati per la produzione di pezzi singoli e piccole serie. Semplici da gestire e versatili nell’impiego, i CleverClamp consentono di ridurre i tempi di allestimento, di aumentare le ore di lavoro delle macchine e, quindi, di migliorare la produttività. Le rotaie di base del sistema di serraggio pezzi CleverClamp, utilizzabili sia in orizzontale che in verticale, sono state sviluppate tenendo conto delle caratteristiche dei sistemi Erowa UPC ed Erowa MTS. I numerosi elementi di serraggio disponibili si collocano rapidamente, anche grazie all’aiuto dei precisi denti di posizionamento. Le rotaie di base offrono in uno spazio ridotto tutta la superficie necessaria per fissare senza problemi pezzi delle forme e dimensioni più diverse. Il sistema di serraggio pezzi CleverClamp si può automatizzare completamente, aumentando in questo modo i tempi macchina e sfruttando efficacemente le ore marginali e quelle notturne. I pezzi destinati alla lavorazione vengono pallettizzati con i sistemi CleverClamp e posizionati nel magazzino del robot Erowa, dove il sistema di identificazione Ewis™ consente di individuare ciascun pallet e posto a magazzino; il sistema di controllo processo Erowa gestisce quindi l’esecuzione delle diverse lavorazioni memorizzate.

La nuova versione racchiude i vantaggi delle due precedenti
Il sistema a punto zero MTS (Modular Tooling System) di Erowa sviluppato nel 2001 è già stato integrato nel 2008 dalla versione MTS+. Quest’anno, la società ha presentato la versione MTS 2.0 che riunisce, in un unico prodotto, i vantaggi delle due versioni precedenti. Sia il controllo della posizione “aperta” che la pulizia di tutte le superfici di appoggio sono funzioni importanti, che garantiscono la sicurezza necessaria nell’esercizio automatico. Grazie all’impiego di materiali di nuova generazione (valvole con sfera di chiusura in ceramica, pacchetti di molle rispondenti agli standard più sofisticati) Erowa ha ridotto la pressione di apertura a 6 bar, aumentando al contempo la forza di serraggio. Con 6 bar di pressione nella funzione “riserraggio” la forza di serraggio è pari a 20 kN per mandrino. Ciò vuol dire un miglioramento del 60% rispetto alla versione precedente. I pallet e gli attacchi di tutti i precedenti modelli MTS sono perfettamente compatibili anche con la versione 2.0. Per la gestione delle funzioni pneumatiche di base si impiegano unità di controllo standard. L’informazione relativa alla posizione “aperta” può essere trasmessa al controllo macchina mediante segnali.

Torna in alto

Robot

Gestione

Error: No articles to display

Trattamenti

La tempra “su misura”

22-03-2017 Hits:171 Trattamenti Cinzia - avatar Cinzia

Eldec sviluppa impianti di tempra a induzione modulari e personalizzati perfettamente integrabili in differenti sistemi produttivi. Il vantaggio di utilizzare questo tipo di macchine è soprattutto evidente nella produzione dei...

Read more
Comunicazione tecnica per l'industria