Menu
Sunday, 24 Settembre 2017
A+ A A-

Soluzioni per l’Industry 4.0

Nella più recente versione del centro di lavoro A156, C.B. Ferrari utilizza App realizzate autonomamente per il comando e la programmazione wireless del CNC IndraMotion MTX Advanced. Nella più recente versione del centro di lavoro A156, C.B. Ferrari utilizza App realizzate autonomamente per il comando e la programmazione wireless del CNC IndraMotion MTX Advanced.

In EMO, Bosch Rexroth ha mostrato i vantaggi dell’utilizzo delle sue tecnologie più innovative destinate agli end user di macchine utensili.

di Laura Alberelli

Dicembre 2015

Bosch Rexroth è tra le aziende all’avanguardia nel campo dell’Industry 4.0 e nel legame tra automazione e IT, concetti ormai fondamentali nella produzione industriale. Per l’azienda non si tratta di semplici trend tecnologici, ma di una consolidata realtà in cui le macchine utensili avranno un ruolo sempre più importante negli ambienti Industry 4.0. In EMO, Bosch Rexroth ha mostrato i vantaggi dell’utilizzo delle sue tecnologie più innovative destinate agli end user di macchine utensili. Una di queste è la rinnovata piattaforma CNC IndraMotion MTX, scalabile in modo personalizzato e in grado di gestire fino a 250 assi in 60 canali NC indipendenti. Tramite l’impiego di un processore multicore, il sistema è in grado di raggiungere tempi di ciclo minimi - anche in caso di un numero massimo di assi - andando a sostituire nelle macchine utensili di una certa complessità i controlli aggiuntivi finora utilizzati. In questo modo, i produttori di macchine possono automatizzare in modo economico anche gli impianti di una certa complessità, soprattutto perché in tutte le varianti è integrato un PLC conforme alla norma IEC 61131-3 per l’automazione. Con funzioni destinate alla tornitura, alla fresatura, alla rettifica, alla punzonatura e al taglio a getto, il sistema è utilizzabile in ogni tipo di applicazione. All’altro estremo della scala di prestazioni, Bosch Rexroth propone il CNC compatto IndraMotion MTX micro, in grado di gestire anche la lavorazione su macchine a 5 assi. Il suo utilizzo garantisce elevata precisione, un requisito richiesto in diversi settori, come ad esempio nell’industria automotive, a fronte di costi di investimento minimi.

Il comfort di comando di un tablet o di uno smartphone su CNC
La famiglia IndraMotion MTX, con un web server integrato OPC UA e la tecnologia di comunicazione Open Core Interface, è in grado di soddisfare tutti i presupposti per la connessione orizzontale e verticale. Tutto ciò lo si ritrova anche nella più recente generazione di pannelli di controllo Rexroth. Trattandosi di sistemi HMI multitouch, è stato trasferito il comfort di comando di uno smartphone e di un tablet a un CNC ed è stato ridotto il periodo di apprendimento grazie alla presenza di informazioni guidate. Con un software di simulazione scalabile, i sistemi Rexroth permettono di testare e ottimizzare i programmi NC online e offline in diversi livelli di complessità. Il software monitora l’assenza di collisioni e permette di ottimizzare i programmi NC, riducendo in questo modo i tempi ciclo e registrando maggiori prestazioni di taglio e tempi di inattività più brevi. La versione base è in grado di generare una visualizzazione di lavorazioni 3D sia online che offline. Nella versione completa, gli utenti importano i modelli 3D di macchine, pezzi grezzi, dispositivi di serraggio e utensili, li adattano all’occorrenza, e ottengono così una rappresentazione virtuale di tutta la macchina utensile e dei vari processi. Open Core Engineering offre nuovi gradi di libertà ai costruttori di macchine, che possono così creare autonomamente le funzioni del software in maniera individuale in linguaggi di programmazione di alto livello. Le funzioni accedono al controllo in tempo reale, grazie la tecnologia dell’Open Core Interface.

Un’alternativa ai sistemi convenzionali per la misura della posizione assoluta
Altro prodotto presentato in EMO da Bosch Rexroth è il sistema di misura integrato assoluto IMS-A. Esso rappresenta una valida alternativa alle soluzioni convenzionali per la misura della posizione assoluta in qualsiasi punto della corsa, senza la necessità di homing o batterie per memorizzare tacche codificate. I sistemi IMS-A, grazie all’integrazione di encoder lineare nelle rotaie, assicurano massima accuratezza di posizionamento anche in ambienti di lavoro gravosi (contaminazione, campi magnetici, urti), senza la necessità di svolgere lavorazioni aggiuntive per l’installazione poiché integrate (e allineate) direttamente nel sistema di guida.

In mostra anche un centro di lavoro a cinque assi
Bosch Rexroth ha ospitato nel proprio stand in EMO il centro di lavorazione a 5 assi A156 di C.B. Ferrari, indicato per la lavorazione delle palette delle turbine. Il comando e la programmazione della macchina avviene esclusivamente in remoto tramite dispositivi smart device. Il concetto di comando si basa su App multitouch e su una simulazione 3D della lavorazione in esecuzione. Con la piattaforma di Open Core Engineering, C.B. Ferrari ha sviluppato alcune App specifiche per il controllo. La macchina era equipaggiata con un controllo IndraMotion MTX Advanced in grado di garantire una precisione di 0,1 µm, una velocità di elaborazione del PLC inferiore al millisecondo e tempi di ciclo fino a 0,25 millisecondi. Bosch Rexroth ha poi compiuto un ulteriore passo verso l’Industry 4.0 introducendo il nuovo service package Generic Data Server. Grazie a connessioni affidabili, è possibile connettere le macchine utensili al mondo IT e analizzare per gli utenti i dati della macchina così da incrementare la disponibilità, la produttività e l’efficienza energetica delle linee di produzione. Per farlo, il Generic Data Server rileva e monitora tutti i dati rilevanti dal controllo numerico, dagli azionamenti e dai sensori utilizzando protocolli di comunicazione aperti, come l’OPC UA o Sercos e li salva in un cloud privato. Tramite metodi predefiniti per l’analisi dei dati, il Generic Data Server garantisce un efficace Remote Condition Monitoring di tutte le macchine connesse, aumentando di conseguenza la disponibilità delle stesse. Gli strumenti di analisi integrati nel Remote Process Monitoring per l’ottimizzazione dei tempi di ciclo e del consumo energetico sono caratterizzati da relazioni tra dati NC e segnali del PLC e tra azionamenti intelligenti. In base a ciò, gli utenti finali possono migliorare tempi e costi di processo, assicurando al tempo stesso che la qualità di processo sia documentata e che sia incrementata l’efficienza energetica.
Il Generic Data Server memorizza tutti i messaggi di errore in un apposito registro e consente la rintracciabilità delle cause e della frequenza dei blocchi per l’intero ciclo di vita della macchina utensile. In questo modo gli utenti possono riconoscere sistematicamente le cause di errore e ridurre i tempi di inattività nel lungo termine. Il pacchetto modulare di servizi comprende l’installazione di tutto l’hardware e della sensoristica, la preparazione dell’analisi degli smart data, nonché il Remote Condition Monitoring e il Remote Process Monitoring da parte degli specialisti Rexroth.

Automazione personalizzata
La proposta Bosch Rexroth in EMO si è completata con i suoi sistemi lineari per l’automazione personalizzata di macchine utensili. I Linearmoduli compatti CKK/CKR e i Linearmoduli MKK/MKR hanno dimostrato la loro versatilità come assi di handling per il caricamento di utensili e pezzi. Si compongono di un sistema di guide a sfere su rotaia in acciaio di ultima tecnologia caratterizzato da elevata rigidità e robustezza contro le vibrazioni. Un corpo di alluminio abbinato a un nastro di copertura oppure a un soffietto fanno da protezione ai componenti meccanici interni contro i contaminanti esterni, quali lubrorefrigeranti e trucioli. Grazie alle loro dimensioni di montaggio intercambiabili, l’utente può scegliere tra l’azionamento a vite a ricircolazione di sfere e l’azionamento a cinghia dentata. In questo modo, è possibile soddisfare la richiesta di dinamismo e precisione. La possibilità di una rilubrificazione centralizzata da entrambi i lati semplifica gli interventi di manutenzione.

Attuatore elettrico con dimensioni compatte
Per i movimenti di avanzamento e i sistemi rototraslanti e i leveraggi, i produttori di macchine utensili possono utilizzare anche i cilindri elettromeccanici EMC Rexroth. Coniugano la flessibilità e l’efficienza energetica della tecnologia di azionamento elettrico con le dimensioni compatte, permettendone l’inserimento in qualsiasi area funzionale della macchina. Gli utenti parametrizzano liberamente forza, posizione e velocità e possono adeguare in modo flessibile i valori in qualsiasi momento in base alle diverse esigenze. Con i connettori per la lubrificazione di nuova concezione gli utenti possono integrare i cilindri elettromeccanici nei sistemi di lubrificazione centralizzati. Bosch Rexroth fornisce tutti i sistemi lineari, sia come gruppo meccanico che come asse completo con diversi motori e azionamenti. Da decenni partner dei produttori di macchine utensili, Bosch Rexroth conosce i requisiti specifici di questa tecnologia di prodotti e sviluppa varianti dei vari sistemi lineari in linea con le richieste dei clienti. Se, ad esempio, il peso dei pezzi da movimentare è particolarmente elevato, Bosch Rexroth propone una versione speciale di Linearmoduli con corpo in acciaio realizzato sulla base delle esigenze; in tal senso sono stati realizzati sistemi di handling a più assi per carichi sino a 300 kg.

Articoli correlati (da tag)

Torna in alto

Robot

Gestione

Error: No articles to display

Trattamenti

La tempra “su misura”

22-03-2017 Hits:303 Trattamenti Cinzia - avatar Cinzia

Eldec sviluppa impianti di tempra a induzione modulari e personalizzati perfettamente integrabili in differenti sistemi produttivi. Il vantaggio di utilizzare questo tipo di macchine è soprattutto evidente nella produzione dei...

Read more
Comunicazione tecnica per l'industria