Encoder lineari per posizione assoluta e incrementale

SICK presenta le sue nuove varianti safety di encoder lineari modelli TTK50S e TTK70S, dotati di interfaccia HIPERFACE e in grado di lavorare senza necessità di contatto. Questi encoder per posizione assoluta e posizione incrementale sono ideali per diverse applicazioni, quali motori lineari, robot SCARA, attività di pick & place e di assemblaggio. Misurano incessantemente anche le più piccole variazioni di posizione e velocità.

La misura avviene sfruttando i campi magnetici

Ogni prodotto della famiglia TTK è formato da due componenti: una testa di lettura e una banda magnetica.

La testa di lettura, disponibile in taglia 50 e 70, permette una misurazione senza contatto e senza riferimento di corsa, nemmeno dopo una perdita di tensione o un restart del sistema. Infatti, la banda magnetica genera, oltre alla traccia incrementale, una traccia assoluta. La lunghezza di misura è determinata dalla banda magnetica, che arriva fino a 1.000 mm nel caso del TTK50/TTK50S e fino a 4.000 mm nel caso del TTK70/TTK70S. L’housing di appena 50 o 70 mm ne permette l’installazione in qualsiasi spazio, senza rinunciare ad alte perfomance: accuratezza di ±10 µm, ripetibilità inferiore ai 5 µm e velocità di lavoro fino a 10m/s. Caratteristiche garantite persino in ambienti difficili, dal momento che l’elettronica è completamente chiusa nella testa di lettura. Le versioni TTK50S e TTK70S possiedono certificazione SIL2 – PL d. Come già accennato, la misurazione avviene sfruttando la variazione dei campi magnetici generati dalla banda magnetica. Essendo senza contatto, questa tipologia di rilevamento riduce l’usura del sensore stesso e fa sì che il dispositivo non richieda frequenti interventi di manutenzione. I sensori ad effetto Hall presenti nella testa di lettore, inoltre, sono immuni alla presenza di sporco, umidità, polvere e grasso, per misurazioni sempre precise nelle diverse applicazioni.

Comunicazione tramite HIPERFACE

Tutti gli encoder della famiglia TTK comunicano in HIPERFACE, l’interfaccia di comunicazione che si è ormai affermata come standard nel mercato del motion. Lanciata con grande successo nel 1996, HIPERFACE è in grado di gestire diverse applicazioni con un’unica interfaccia. Così come ogni altro sensore SICK con interfaccia HIPERFACE, sia il TTK50S che il TTK70S sono dotati di una targhetta elettronica su cui è possibile salvare dati utili per la parametrizzazione, che vengono poi letti dal controllore durante le fasi di commissioning. HIPERFACE è, inoltre, in grado di fornire dati di diagnostica che aiutano l’utente a individuare eventuali anomalie e a prendere contromisure in tempo reale.