Menu
Friday, 20 Aprile 2018

A+ A A-

Nel nuovo stabilimento più spazio al progresso

Idee innovative hanno bisogno di uno spazio di sviluppo al fine di ottimizzare le soluzioni perfettamente adeguate ai processi di lavorazione tubi. Questo vale per la prototipazione e, naturalmente, per i sistemi di produzione complessi, completamente automatizzati. Gli sviluppatori di transfluid possono contare su spazi di produzione ampliati di ulteriori 1.000 m2, per un totale di 7.000 m2. “L'investimento era ovviamente mirato al miglioramento del nostro reparto di sviluppo orientato al cliente e alla produzione high-tech”, spiega Stefanie Flaeper, amministratore delegato di transfluid. “Soprattutto per la produzione dei nostri sistemi di automazione t motion sono ora disponibili risorse significativamente più ampie, non solo in termini di strutture, ma anche per le prove di funzionamento e i collaudi. Vi è inoltre per i nostri clienti la possibilità di effettuare una pre-produzione, al fine di garantire e valutare al meglio il processo di produzione prima della consegna dell'impianto. transfluid ha destinato la maggior disponibilità di spazio nel nuovo edificio anche al reparto di prototipazione in-house. Grazie alla modifica costruttiva, il reparto di prototipazione dispone adesso di una superficie tre volte più grande rispetto a prima. Qui sono disponibili anche macchine per tutti i processi di formatura da 4 a 70 mm, per poter simulare un intero processo nonché un impianto di taglio orbitale senza trucioli e per utilizzare curvatrici CNC. Nell'ambito dell'ampliamento, è stato installato anche un magazzino ricambi scaffalature, che consente di offrire un servizio veloce, garantendo una maggior affidabilità di produzione degli impianti transfluid.

Leggi tutto...

Basso numero di pezzi e molta automazione nella produzione di tubi

transfluid (una delle tante aziende presenti in EMO) ha sviluppato una cella di produzione flessibile in grado di gestire complesse varianti di tubi. Il progetto nasce dall’esigenza di sviluppare un sistema di automazione armonizzato per la lavorazione di tubi rivestiti senza cromo VI e di tubi con superfici particolarmente delicate verniciate a polvere.


di Elisabetta Brendano

Leggi tutto...

Sagomatura flessibile e piegatura automatica in campo idraulico

Dal 1988 transfluid, con un forte orientamento al cliente, sviluppa tecnologie per la lavorazione dei tubi ed è in grado di offrire soluzioni su misura per l’industria e l’impiantistica, per il settore automotive, energetico, cantieristica navale, apparecchiature medicali, ecc. Forte di questo know-how, transfluid ha presentato anche alla fiera di Hannover soluzioni di lavorazione flessibili con opzioni di collegamento dei processi.


di Eduardo Locks

Leggi tutto...

Ottimizzata la curvatura dei tubi

La curvatubi DB 40120-CNC-VE di transfluid ha permesso di semplificare la complessa procedura di lavorazione dei tubi, grazie all’introduzione di un sistema di cambio automatico delle attrezzature. Sulla macchina è possibile realizzare raggi di curvatura di 1xD e spessori delle pareti molto ridotti.


by Sara Rota

Leggi tutto...

Piegatura intelligente: 47 pieghe, 140 s

transfluid ha sviluppato un impianto di piegatura per tubi con movimentazione robotizzata senza programmazione complessa. A partire da una lunghezza di 1.500 mm circa e con un diametro ridotto fino a 18 mm, le tubazioni del freno, le condotte di climatizzazione e le altre tubature rappresentano una vera e propria sfida per la tecnologia per la piegatura dei tubi e soprattutto per la movimentazione. In fin dei conti la realizzazione deve essere veloce. Per la realizzazione di un progetto corrente gli operatori destinati all'individuazione delle soluzioni di transfluid hanno sviluppato un sistema di lavorazione dei tubi con movimentazione robotizzata che lavora i tubi con una lunghezza massima di 4.500 con quasi 50 pieghe nell’arco di 140 s circa. Un ulteriore requisito per la progettazione dell’impianto è dato dal fatto che i tubi sono precedentemente curvati o dotati di flange. Nel processo di realizzazione i tubi vengono innanzitutto inseriti in gruppo, isolati e orientati simmetricamente alla rotazione in base alla posizione delle flange. Infine, uno dei due robot preleva il tubo e lo trasferisce ad un dispositivo di serraggio mobile. Quest’ultimo è dotato di un supporto adeguato per tubi lunghi. In questo modo il dispositivo di serraggio consente ai robot di lavorare i tubi da uno o due lati allo stesso tempo. Anche questa soluzione assicura un ulteriore vantaggio nella massimizzazione della velocità che risulta costante al di sotto dei 3 s per ogni tubo, anche in caso di tubi lunghi. Ogni robot dispone di 7 assi motorizzati e può eseguire la piegatura a destra / sinistra. Un ulteriore punto di forza dell'impianto di piegatura per tubi transfluid è costituito dalla possibilità di caricare i dati isometrici da un sistema CAD direttamente online. Grazie a questa funzionalità risultano superflue le complesse programmazioni dei robot.

Leggi tutto...

Nelle sagomatubi l’attenzione è puntata sulle attrezzature

Il fattore decisivo per ottenere risultati perfetti nel campo della deformazione del tubo è dato dalle attrezzature, che raggiungono la forma indicata attraverso un processo prestabilito. transfluid progetta e realizza attrezzature con soluzioni del tutto personalizzate basate su analisi di fattibilità, e - a seconda dei casi - comprendenti campionature e prototipi.

di Laura Alberelli

Leggi tutto...

Elevata efficienza energetica nella lavorazione dei tubi

transfluid, specializzata nella produzione di macchine curvatubi e sagomatubi, è in grado di realizzare un impianto oleodinamico con una portata di 55 l/min e frequenti sbalzi nel consumo di corrente con un livello acustico inferiore a 75 dBA. Rispetto ai sistemi convenzionali, con la tecnologia messa a punto da transfluid è possibile ottenere un risparmio energetico fino al 70%.

di Sara Rota

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Tubifici

Comunicazione tecnica per l'industria