Menu
Friday, 21 Settembre 2018

A+ A A-

Un 2017 in piena crescita: trend positivo anche per il 2018

  • Pubblicato in Mercato

Il 2017 è stato un anno decisamente positivo per l’industria italiana della macchina utensile, robotica e automazione che ha registrato incrementi a doppia cifra per tutti gli indicatori economici se si esclude quello relativo all’export che, pure, è tornato a crescere dopo l’arretramento del 2016. Il 2018 sarà altrettanto positivo, confermando l’ottimo momento che sta vivendo il settore. Questo in sintesi quanto illustrato da Massimo Carboniero,
presidente UCIMU - Sistemi per Produrre, nel corso della consueta conferenza stampa di fine anno.

di Fabrizio Garnero

Leggi tutto...

Assegnati i premi UCIMU 2017

Sono sei i premiati da Fondazione UCIMU per la 41a edizione dell’iniziativa promossa da UCIMU - Sistemi per Produrre che rappresenta uno dei progetti più longevi promossi dall’associazione e, senza ogni dubbio, uno dei più ricchi di contenuto  e significato, poiché pensato per favorire l’incontro tra industria e mondo accademico.

di Fabrizio Garnero

Leggi tutto...

Aumentati gli ordini di MU nel 4° trimestre 2017

Cresce ancora l’indice UCIMU degli ordini di macchine utensili che, nel quarto trimestre 2017, ha registrato un incremento del 21,5% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. In valore assoluto l’indice si è attestato a 162 (base 100 nel 2010). Il risultato complessivo è stato determinato sia dal positivo riscontro degli ordinativi esteri, ma principalmente dall’ottimo risultato raccolto dai costruttori italiani sul mercato interno. In particolare, gli ordini esteri sono cresciuti del 6,2% rispetto al periodo ottobre-dicembre 2016. Il valore assoluto dell’indice si è attestato a 138,4. Sul fronte interno, i costruttori italiani di macchine utensili hanno registrato un incremento della raccolta ordini dell’86,2% rispetto al quarto trimestre del 2016. Il valore assoluto dell’indice si è attestato a 285,4. Su base annua, l’indice totale ha registrato un incremento rispetto al 2016, del 13,7%. Gli ordini esteri sono cresciuti del 4,7% a totale recupero dell’arretramento registrato l’anno scorso. Gli ordini interni hanno registrato un incremento del 45,9% a dimostrazione della grande propensione a investire del mercato italiano. L’andamento della raccolta ordini del 2017 - ha affermato Massimo Carboniero, presidente UCIMU - Sistemi per Produrre - documenta due fenomeni decisamente positivi per il manifatturiero: da una parte, l’indice rileva la ripresa delle commesse oltreconfine il cui risultato, nel 2016, era stato invece deludente; dall’altra registra l’ottima performance degli investimenti in sistemi di produzione nel nostro Paese ove gli utilizzatori, con un ritmo crescente nel corso del 2017, hanno acquisito tecnologia di ultima generazione per le proprie aziende”.

Leggi tutto...

Modernizzare le fabbriche italiane sulla via della digitalizzazione

  • Pubblicato in Mercato

Grande interesse per il convegno “Industria 4.0 e iperammortamento” organizzato da UCIMU - SISTEMI PER PRODURRE lo scorso 7 febbraio, che ha visto una nutrita partecipazione da parte di imprenditori e addetti ai lavori. Quel che è emerso è la necessità di fare chiarezza intorno a un incentivo fiscale vantaggioso ma ancora poco chiaro ai potenziali beneficiari.

by Fabrizio Dalle Nogare

Leggi tutto...

Ordini di MU: terzo trimestre in leggero calo

Nel terzo trimestre 2016, l’indice degli ordini di macchine utensili, elaborato dal Centro Studi & Cultura di Impresa di UCIMU-SISTEMI PER PRODURRE, ha registrato un calo del 5,8% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Proprio come era accaduto nel secondo trimestre del 2016, il risultato è stato determinato dal negativo andamento dei mercati esteri. L’indice degli ordini esteri ha segnato un arretramento del 6,8% rispetto al periodo luglio-settembre 2015, evidenziando la debolezza della domanda internazionale rilevata già dagli ultimi dati di export disponibili. Infatti, anche secondo l’elaborazione UCIMU sui dati ISTAT relativa ai primi sette mesi del 2016 (ultima rilevazione disponibile), le esportazioni di macchine utensili italiane sono diminuite del 4,7%. A fronte dell’incremento delle vendite in Germania (+9,6%), Francia (+37,4%), Polonia (+5,8%), rallentano le vendite negli Stati Uniti (-7,9%) secondo mercato di sbocco e Cina (-16,8%) terza area di destinazione del made in Italy di settore. Prosegue invece il trend positivo degli ordinativi raccolti dai costruttori italiani sul mercato domestico risultati, nel periodo considerato, in crescita dell’11%. Si tratta del tredicesimo trimestre consecutivo di incremento, a conferma del positivo momento che caratterizza il mercato italiano.

Leggi tutto...

Positivo bilancio 2014, prevista crescita nel 2015

è positivo il bilancio 2014 dell’industria italiana costruttrice di macchine utensili, robot e automazione che ha visto crescere la produzione trainata dalla ripresa del consumo interno. Del risveglio della domanda italiana hanno beneficiato principalmente le consegne dei costruttori, protagoniste di un deciso incremento. Grazie alla positiva performance, l’industria italiana ha rafforzato la quarta posizione nella graduatoria mondiale dei produttori, e si è confermata terza nella classifica degli esportatori. In particolare, nel 2014, la produzione, in crescita del 7,9%, si è attestata a 4.840 milioni di euro, trainata dalla ripresa del consumo interno, cresciuto del 33,8% a 2.738 milioni di euro, che ha favorito le consegne dei costruttori italiani salite, del 44%, a 1.587 milioni, e delle importazioni, in crescita, del 21,9%, a 1.151 milioni di euro. Di segno opposto le esportazioni, in calo del 3,9% a 3.253 milioni di euro, risultato attribuibile, almeno in parte, alla scelta dei costruttori di presidiare anzitutto il mercato domestico tornato finalmente a consumare. Questo, in sintesi, il quadro 2014 illustrato dal presidente Luigi Galdabini, in occasione dell’annuale assemblea dei soci UCIMU - Sistemi per Produrre, cui è intervenuto il presidente di Confindustria Giorgio Squinzi. All’incontro, ospitato da fieramilano, hanno preso parte circa 300 persone tra imprenditori, istituzioni, rappresentanti dei media. La ripresa dell’industria italiana di settore troverà conferma anche nel 2015, come emerge dai dati di previsione elaborati dal Centro Studi & Cultura di Impresa di UCIMU. In particolare, nel 2015, tutti i principali indicatori segneranno un incremento: la produzione salirà, del 5,2%, a 5.090 milioni di euro, il consumo si attesterà a 2.895 milioni di euro, il 5,7% in più rispetto all’anno scorso, trainando sia le consegne dei costruttori, attese in crescita del 4,3% a 1.655 milioni, sia le importazioni (+7,7%). Torneranno di segno positivo anche le esportazioni che, in crescita del 5,6%, raggiungeranno quota 3.435 milioni di euro. Il rapporto export su produzione, ridimensionatosi nel 2014 per effetto della domanda italiana, resterà stabile attestandosi al 67,5%. 

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Tubifici

Comunicazione tecnica per l'industria