Menu
Sunday, 28 Maggio 2017

A+ A A-

La saldatura TIG nel settore Oil & Gas

L’uso della saldatura TIG meccanizzata e automatizzata rappresenta un valido incentivo per le industrie che ambiscono all’approccio “Zero rischi/Zero difetti” nella tecnologia di saldatura. Con le soluzioni Polysoude è possibile saldare pipeline che si oppongono al forte stress meccanico, che assorbono carichi dinamici elevati e che resistono alla corrosione.


by Elisabetta Brendano

Leggi tutto...

La migliore qualità per le parti a contatto con il prodotto

Il continuo investimento in sistemi di saldatura orbitale TIG di Polysoude è la chiave della famosa qualità garantita da Krones, azienda specializzata nella progettazione, nello sviluppo, nella produzione e nell’installazione a livello internazionale di sistemi per il riempimento e il packaging conformi agli standard di Alta Purezza.

di Elisabetta Brendano

Leggi tutto...

Inizia l’era modulare della saldatura tubo-piastra

Il 16 e 17 novembre, Polysoude Italia aprirà le porte del suo stabilimento a Caronno Pertusella (VA) per presentare ufficialmente la nuova testa per la saldatura tubo-piastra TS8/75-2. La famiglia di prodotti per la saldatura di Polysoude, nome di riferimento nel campo della saldatura di heat exchangers, si è dunque allargata con l’arrivo della nuova testa TS 8/75-2 per la saldatura TIG orbitale di piastre tubiere. La nuova arrivata porta con sé il consolidamento delle sue esclusive peculiarità, che si traducono in una gamma quasi infinita di opzioni e accessori capaci di non porre limiti al campo d’applicazione. Che si tratti di stripper, o air-cooler, o ancora condenser piuttosto che bore welding joint, la testa TS8/75-2 è stata concepita per risolvere ogni tipo di esigenza. Compattezza e facilità d’uso rimangono gli elementi chiave anche nella nuova versione, ma la TS8/75-2 può contare su una più vasta gamma di accessori per soddisfare le esigenze di saldatura tubo-piastra più “ardite”, tra cui spicca l’applicazione per tubi a bassa sporgenza con slitta AVC a funzionamento angolare e centratore di raffreddamento del tubo.

Leggi tutto...

Innovare per saldature senza difetti

Il 2015 e l’inizio del 2016 hanno rappresentato, ancora una volta, un periodo di dialogo e condivisione di idee tra Polysoude e i suoi clienti. Attraverso vari eventi, Polysoude si è messa a disposizione dei partner per ascoltare e recepire le necessità del mercato.

di Patricia Dauxerre

Leggi tutto...

Riflettori puntati sulla saldatura orbitale

Da oltre 50 anni, core business di Polysoude è la saldatura orbitale. In occasione degli Open Days che si sono svolti a metà marzo presso la sede italiana di Polysoude a Caronno Pertusella, in provincia di Varese, la società ha inteso ribadire il concetto, presentando alcune interessanti soluzioni destinate a questo tipo di applicazione, con alcune dimostrazioni dal vivo.

di Laura Alberelli

Leggi tutto...

Scintille nel mondo dell’industria

Il sistema di placcatura Polysoude TIGer rappresenta la nuova frontiera nella tecnologia a filo caldo. Oltre al filo d’apporto pre-riscaldato, TIGer incorpora un sistema unico di due elettrodi di tungsteno montati in tandem. Ciò consente l’accensione di due archi elettrici, che per attrazione reciproca si combinano per trasmettere un’unica fonte di calore.

di Elisabetta Brendano

Leggi tutto...

Soluzioni di saldatura orbitale per fasci cavi ombelicali offshore

I sistemi Polysoude sono utilizzati nelle diverse fasi della costruzione dei fasci cavi - detti ombelicali - a partire dall’assemblaggio dei tubi avvolti in bobine fino al montaggio dei connettori che collegano i fasci cavi agli impianti. Una volta che questi vengono posizionati sul fondo marino, sono praticamente impossibili da riparare. Il raggiungimento di una qualità impeccabile è pertanto un requisito fondamentale.

di Andrea Husson

Leggi tutto...

Calibrazione e manutenzione preventiva per migliorare qualità e sicurezza degli impianti orbitali

Oggigiorno sono numerosi gli standard e le direttive che regolano la sicurezza ambientale e dell’operatore in tutti i settori industriali. Mentre consorzi, laboratori e istituzioni pubblicano molteplici linee guida che costituiscono documenti autorevoli nel loro campo, Polysoude propone servizi di calibrazione e manutenzione preventiva: un passo in più nell’aiutare a ridurre i rischi e verso l’obiettivo finale “zero difetti”.

di Andrea Husson

Leggi tutto...

Una cooperazione sotto il segno della saldatura

La saldatura automatica non solo riduce i tempi di costruzione di una centrale nucleare, ma assicura anche alta qualità alle saldature. Per questo motivo, il nuovo centro per le tecnologie di saldatura automatica Cniitmash ha scelto di installare le soluzioni Polysoude.

di Andrea Husson

Aprile-Maggio 2014

Recentemente è stato inaugurato il nuovo centro per le tecnologie di saldatura automatica Cniitmash (parte del gruppo Atomenergomash). Nell’attuale situazione di mercato, gli impianti di questo tipo rappresentano una brezza d’aria fresca per il Rosatom, l’ente nazionale russo preposto alla gestione, al controllo e allo sviluppo del settore nucleare. La saldatura automatica non solo riduce i tempi di costruzione di una centrale nucleare, ma assicura anche alta qualità alle saldature. “Cniitmash si occupa di saldatura fin dal 1929”, racconta Yuri Volobuev, vice direttore generale e manager dell’istituto di saldatura e collaudo. “Da allora la tecnologia ha fatto un gigantesco balzo in avanti. Nel nuovo centro, verranno sviluppati metodi e materiali di consumo per la saldatura automatica, non solo per le applicazioni nucleari o le centrali termiche. Innovazioni di questo tipo diventeranno di uso comune anche nel settore aeronautico, aerospaziale, ecc…”. A fornire gli impianti di saldatura per il centro è la società francese Polysoude, presente in Italia con una sua filiale a Caronno Pertusella (VA).
{gallery}Attrezzature_Accessori/04_05_2014/polysoude/polysoude_01{/gallery}
Più velocità con la saldatura orbitale e automatica in Narrow Gap
“È noto come le centrali nucleari siano costituite da un considerevole numero di condutture e finora la maggior parte di esse veniva saldata a mano”, ha continuato Yuri Volobuev. “La saldatura in Narrow Gap del circuito di raffreddamento primario, per esempio, è due volte più veloce della saldatura manuale con smussatura tradizionale. Inoltre, in questo modo si riducono al minimo il numero dei controlli e delle riparazioni per i difetti di saldatura”. In Cniitmash c’è la convinzione che la tecnologia adottata sia tra le migliori disponibili oggi sul mercato: “Applichiamo un approccio a 360° e abbiamo sviluppato appositamente un nuovo filo di saldatura, che impedisce la porosità superficiale migliorando ulteriormente la tecnologia Narrow Gap”, sottolinea Volobuev. “Quando si parlerà di un’introduzione su larga scala? A mio avviso, siamo sulla buona strada. Ritengo che ci si avvarrà della saldatura orbitale/automatica per il circuito di raffreddamento primario già a partire dalla costruzione dell’unità di potenza della centrale nucleare di Rostov”.

La saldatura orbitale e automatica è più facile da insegnare
Durante la cerimonia di inaugurazione Vyacheslav Khodokov, capo del laboratorio del Cniitmash, ha evidenziato gli svantaggi della saldatura manuale.
“Al giorno d’oggi, è necessario ricorrere in maniera elevata alla saldatura manuale per effettuare i lavori di costruzione di una centrale nucleare, ma c'è mancanza di personale qualificato. La soluzione è quella di passare alla saldatura automatica, poiché è più semplice da insegnare agli operatori. Nel nostro caso, abbiamo assunto tecnici giovani e ben istruiti, che sono attratti anche da condizioni di lavoro migliori”.
“In passato, un saldatore era costretto ad arrampicarsi tra i tubi, mentre ora ogni cosa avviene a distanza” ha aggiunto Alexander Abrosin, responsabile scientifico senior dell'istituto. “Il fattore umano è ridotto al minimo. Durante la saldatura manuale non c’è la certezza di ripetibilità ma con i sistemi orbitali/automatici tutto è sotto controllo. Abbiamo saldato quattro tubi in Narrow Gap, utilizzando le macchine Polysoude senza riscontrare alcun problema o difetto.
L’esperienza acquisita e i test eseguiti dimostrano che le prospettive per questa tecnologia sono molto buone”.

Una saldatura TIG orbitale e automatica sviluppata per il settore nucleare
Nel centro per le tecnologie di saldatura automatica Cniitmash è possibile incontrare specialisti dell’istituto di ricerca per la saldatura e collaudo e dei materiali non distruttivi del Cniitmash. Per il futuro, si prevede il rilascio di attestati agli operatori di altre aziende che adotteranno le tecnologie di saldatura orbitale/automatica.
I cantieri esteri di Rosatom faranno affidamento sul know-how di Cniitmash. In futuro diventerà un importante vantaggio per il gruppo nella competizione del mercato globale. Alexey Doub, amministratore delegato di Cniitmash e capo del CJSC “Nauka i innovatsii”, ha dichiarato: “La saldatura automatica dovrebbe essere utilizzata per la produzione del vessel alla centrale nucleare di Akkuyu in Turchia. I progressi tecnologici raggiunti dall’istituto di ricerca permettono alla divisione dedicata agli impianti nucleari di ampliare la propria gamma di produzione, di essere più competitiva e di ridurre i tempi di produzione. Non molto tempo fa, il gruppo Atomenergomash, avendo acquisito una serie di attività, è diventata un fornitore di servizi a 360° per il circuito di raffreddamento primario, a partire dalla produzione dei tubi presso Energomashspetsstal (Ucraina) fino alla placcatura a Petrozavodskmash, utilizzando la saldatura TIG automatica sviluppata congiuntamente da Cniitmash e Polysoude per il settore nucleare”.          

A Cooperation in the Interests of Welding
Automated welding doesn’t just reduce Nuclear Power Plant (NPP)’s construction terms; it also ensures the highest quality
of welding performance. That’s the reason why in the new centre of automated welding technologies opened at Cniitmash are installed Polysoude welding equipments.

by Andrea Husson

Recently the new centre of automated wel-ding technologies has opened at Cniitmash (a part of Atomenergomash group of companies). In market conditions, this equipment is necessary as the breath of Rosatom’s life, the Russian State Atomic Energy Corporation for control and development of the nuclear industry. Automated welding doesn’t just reduce NPP’s construction terms it also ensures the highest quality of welding performance. “Cniitmash is engaged in welding since 1929”, Yuri Volobuev, Deputy General Director, director of welding and testing institution, says. “Of course, the technology has made a gigantic step ahead. Methods and consumables of the automated welding will be developed in the new centre, not only for nuclear and thermal power applications. Innovations of such kind will come handy in a-viation, space, construction and other industries”. French company Polysoude (present in Italy with a branch office in Caronno Pertusella - VA) supplies welding equipment for the centre.
High speeds with orbital and automated narrow gap welding
“As is known NPP have lots of piping. Until now, most of them have been welded manually”, continues Yuri Volobuev. “Narrow gap welding of primary coolant circuit, for instance, is two times as faster as manual welding using conventional bevel. Moreover, in this way quantity of control and repairing actions reduces and occurrence of defects comes to minimum”. In Cniitmash are sure that their technology is one of the best avai-lable in the market today. “We have made a complex approach and specially developed a new welding wire, which prevents porosity appea-rance with significant improvements in narrow gap welding”, Volobuev highlights. “When will we be able to talk about broad introduction? As far as I am concerned, we will employ orbital/automated welding for primary coolant circuit for constructed power unit at Rostovskaya NPP”.

Orbital and automated welding is easier to teach
During the opening of the centre, Vyacheslav Khodokov - head of the laboratory in Cniitmash - pointed out disadvantages of manual wel-
ding. “Nowadays, a lot of manual welding is needed at NPP construction works but there is a lack of qualified personnel. The way is to switch over to automated welding. People are easier to teach. Have a look around, we employ young and well-educated engineers who are also attracted by improved working conditions”.
“Previously, welder even climbed into a pipe but now everything is distant”, Alexander Abrosin, senior scientific officer of the institution, explained. “Human factor is minimized. When welding manually repeatability is uncertain but with orbital/automated solutions now all is under control. We have welded four pipes with narrow gap, using Polysoude equipment without having any problems or defects. There’s experience and testing shows that technology’s prospects are very good”.

An orbital and automated TIG welding developed for the NPP
In the new centre of automated welding technologies at Cniitmash is possible to meet ge-nerally specialists of welding and testing and non-destructive metal research institutions of Cniitmash. In the future, it’s intended to do attestations of other companies’ personnel, which will adopt technologies of orbital/automated welding. Cniitmash’s know-how is waited at Rosatom’s overseas construction sites.
Afterwards it will become a serious competitive advantage of the corporation in global market. Alexey Doub, general director of Cniitmash and head of CJSC “Nauka i innovatsii”, said: “Automated welding should be used for producing vessel equipment at NPP Akkuyu in Turkey.
Progressive technology of research institution allows nuclear power plant building division to broaden range of production, be more competitive, and reduce production time. Not so long ago, Atomenergomash group, having acquired a row of assets, has become a full range service supplier for primary coolant circuit, starting from pipe manufacturing at Ukrainian Energomashspetsstal to pipe cladding at Petrozavodskmash applying orbital/automated TIG welding developed by Cniitmash and Polysoude for the NPP”.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Tubifici

Comunicazione tecnica per l'industria