Menu
Monday, 18 Dicembre 2017

A+ A A-

Sarà un Futuro performante, integrato, innovativo e sicuro

Dal 18 al 30 settembre 2017 a Levico Terme si è svolta la diciassettesima edizione dell’INTUBE, l’ormai tradizionale Open House di BLM GROUP. Nella splendida cornice delle Alpi del Trentino, sono state esposte le novità che caratterizzano l’offerta del Gruppo e presentano il suo concetto di Industry 4.0.

di Fabrizio Garnero

Novembre 2017

INTUBE XVII “Future Is Calling” - Il futuro ci chiama. È questo lo slogan di INTUBE XVII che riassume cosa significhi Industry 4.0 per BLM GROUP. I concetti caratterizzanti di questa nuova rivoluzione industriale vanno molto oltre gli aspetti meramente economici degli incentivi legati all’iperammortamento e costituiscono un vero e proprio richiamo a entrare nel futuro da attori principali e non da spettatori. Il futuro ci chiama attraverso questi temi che hanno pervaso tutta l’esposizione e attraverso le novità presentate.

Dalla macchina al processo produttivo
Cambiare il punto di vista! È un tema su cui BLM GROUP sta lavorando da diversi anni. Considerare la produzione come un tutt’uno e non come l’effetto di lavorazioni successive, scollegate e indipendenti, significa spostare l’attenzione dalle lavorazioni singole al pezzo finito, dalla macchina al prodotto. In diversi punti dell’esposizione si poteva vedere all’opera la software suite BLMelements che, importando un modello tridimensionale del prodotto finito, è in grado di identificare e scomporre le singole lavorazioni di taglio laser, curvatura, taglio etc. per assegnarle ai diversi sistemi di produzione. Se vuole, il programmatore ha la possibilità di intervenire; in questo caso, però, ragionerebbe sempre sul pezzo nel suo complesso, senza la necessità di processare le singole lavorazioni tenendo conto di cosa succede a monte o a valle delle stesse, perché BLMelements lo fa già per lui.

Dialogare per il miglior risultato nel minor tempo possibile
“Integrazione” è uno dei concetti cardine di Industry 4.0. Progettare solamente pensando al prodotto finito, non è sufficiente, si devono integrare le diverse fasi del processo produttivo. Le macchine devono dialogare fra loro per ottenere il miglior risultato nel minor tempo possibile; il sistema di gestione della produzione deve ampliare la visione all’intera catena del valore per rendere più efficiente ed efficace l’intero processo produttivo. Anche in questo campo BLM GROUP è già attiva da tempo e diversi sono stati gli esempi di questa evoluzione tecnologica all’interno dell’esposizione: dalle isole con macchine che dialogano sempre fra loro alle applicazioni del pacchetto Protube Enterprise, strumento efficace e pratico di gestione e controllo dell’intero processo produttivo nella lavorazione del tubo.

Interazione uomo-macchina e sistemi intelligenti
Ai sistemi è richiesto però anche di consentire l’interazione con gli operatori rapidamente, in modo semplice e intuitivo. Semplificare l’interazione uomo-macchina significa offrire maggiore sicurezza ed efficacia del lavoro. Le nuove interfacce grafiche visibili su diversi dei sistemi esposti descrivevano concretamente e compiutamente questa tendenza inarrestabile. Inoltre, anche se non se ne parla moltissimo ma il trasferimento di intelligenza all’interno dei sistemi di produzione è un processo in atto da tempo e inarrestabile. Funzioni sempre più evolute in grado di prendere decisioni determinanti per il buon esito della lavorazione o per la qualità finale del prodotto forniscono un supporto ormai irrinunciabile all’operatore che lavora, quindi, in modo affidabile e soprattutto efficace ed efficiente. Dalle funzioni “Active” dei sistemi laser alle funzioni B_Tools e B_Right dei sistemi di curvatura, molti sono gli esempi e le novità che si sono potute osservare a INTUBE XVII anche da questo punto di vista.

Una rapida carrellata delle novità più importanti
“Innovazione” è un altro tema sempreverde in casa BLM GROUP e, infatti, sono state molte le novità presentate a INTUBE XVII a partire dalla LT7, la nuova Lasertube presentata per la prima volta al pubblico. Ultima nata nella famiglia Lasertube, LT7 riunisce i vantaggi di due sistemi “cult” come LT8.10 e LT FIBER e porta qualcosa di nuovo. 4-RUNNER H1 è invece il nuovo sistema di curvatura per tubi di piccolo diametro che si affianca a 4RUNNER H3 per allargare la famiglia di prodotti “da coil”. Novità importanti anche nel campo dei sistemi di carico e scarico automatici disponibili su tutte le linee di prodotto, con gradi di automazione diversi. Tool Designer è, infine, il servizio online per ottenere i disegni costruttivi delle attrezzature di curvatura. È un prodotto che si va ad aggiungere alla sempre più ampia e crescente offerta di BLM GROUP nel campo dei servizi al cliente. Sono poi molteplici le migliorie apportate sul resto della gamma che vanno sempre nell’ottica di apportare un beneficio in termini produttivi e di efficienza. Insomma, “Future Is Calling” è stato un richiamo che non poteva essere ignorato. Tecnologia d’avanguardia, soluzioni di automazione, visione e gestione di processo integrato sono le basi per costruire un futuro solido: performante, integrato, innovativo, sicuro!

Un effettivo strumento di incremento della produttività e dell’efficienza
Merita a questo punto fare un approfondimento su di un concetto caratterizzante della quarta rivoluzione industriale, ovvero l’interconnessione dei sistemi di produzione intesa come possibilità di dialogare fra loro e con i sistemi informativi gestionali aziendali. All-In-One è certamente un esempio di interconnessione fra sistemi di produzione che BLM GROUP promuove da diverso tempo, ben prima che si parlasse di Industry 4.0.
L’integrazione e l’interconnessione dei sistemi di produzione consentono di allargare il focus dalla singola macchina all’intero processo produttivo e di trarne un vantaggio economico. Questo è ciò che BLM GROUP intendeva mostrando il processo completo di realizzazione del telaio tubolare di una libreria. L’esempio chiarisce che cosa significhi in concreto spostare l’attenzione dalla singola lavorazione al prodotto nel suo complesso.
Il telaio della libreria è un prodotto multi-tecnologia realizzato da un sistema Lasertube LT5 e da un sistema di curvatura ELECT40 che operano secondo i principi del All-In-One e con due robot antropomorfi per gestire la movimentazione in modo automatico. Si comincia dall’importazione in Artube, il potente CAD/CAM di BLM GROUP, di un modello 3D dell’intera libreria. Artube è in grado di individuare automaticamente i diversi componenti tubolari con le relative lavorazioni di taglio e curvatura e di generare i programmi di lavoro già ottimizzati per il sistema laser LT5 e i dati per il sistema VGP3D della curvatubi ELECT40. La progettazione dei singoli particolari, può includere una fase di industrializzazione del prodotto. Le librerie di Artube contengono specifiche funzioni per generare tagli-piega, agganci e incastri che consentiranno di risparmiare molto tempo e garantire maggiore affidabilità e precisione nelle fasi successive di assemblaggio ed eventuale saldatura del prodotto. Il risultato è normalmente una riduzione significativa del costo dell’intero processo. A seguire, ma ancora in ufficio, Partviewer, applicazione della “software suite” BLMelements, fornisce una stima accurata dei tempi e costi delle lavorazioni che dovranno essere eseguite. A questo punto, Protube crea le commesse di lavoro; può anche verificare la disponibilità del materiale grezzo e inviare al sistema LT5 il programma di taglio e a VGP3D i dati necessari per la curvatura su ELECT40. Commesse di lavoro multi-tecnologia vengono generate per i componenti che richiedono lavorazioni di curvatura e taglio laser, mentre una commessa multi-pezzo viene creata per tenere conto del lavoro complessivo di produzione dell’intero telaio. Protube, anch’esso parte di BLMelements, nella sua versione più completa, è quindi un vero e proprio MES (Manufacturing Execution System) in grado di interfacciarsi con i sistemi ERP e, più in generale, col sistema gestionale della fabbrica. In produzione, i sistemi LT5 e ELECT40 eseguono i particolari dialogando fra loro. ELECT40 recupera dal suo database i dati di allungamento e ritorno elastico caratteristici del materiale, li utilizza per curvare correttamente, ma prima li comunica a LT5 che ne terrà conto nel posizionare le lavorazioni e nel calcolare la lunghezza finale del pezzo in modo che risulti corretto dopo la curvatura. I robot antropomorfi gestiscono le fasi di automazione relative a scarico del sistema laser e di curvatura utilizzando una rastrelliera che fa da magazzino tampone. In ufficio, intanto, Protube, rimane costantemente in contatto con i sistemi di produzione e sarà in grado di fornire a richiesta, in qualsiasi momento, informazioni aggiornate di dettaglio sullo stato di avanzamento delle singole commesse e della commessa globale del telaio. Un altro esempio di processo sostanzialmente analogo, si poteva vedere sempre all’interno dell’Open House nel reparto delle troncatrici dove una linea di taglio TS72 completa di sbavatura, misura e raccolta, sezionava tubi a misura che erano poi curvati su un sistema E-TURN40. Il principio AllInOne è identico in entrambi i casi. Questo è un modello applicativo di Industry 4.0 in cui la “smart factory” non è solo un modello astratto di comunicazione informatica e virtuale cui tendere, ma un effettivo strumento di incremento della produttività e dell’efficienza del sistema produttivo. Questo è il modello di Industry 4.0 in cui crede BLM GROUP.



It will Be a Performing, Integrated, Innovative and Safe Future
BLM GROUP hosted INTUBE, the company’s biennial open house from September 18 - 30, 2017 in Levico Terme, Italy. Set within the beautiful landscape of the Trentino Alps, the event allowed guests to view BLM GROUP’s entire range of tube processing innovations and its Industry 4.0 concept.

INTUBE XVII “Future Is Calling”. The slogan for INTUBE XVII sums up what Industry 4.0 means to the BLM GROUP. The main concepts of this new industrial revolution go far beyond the purely economic aspect of incentives associated to the rapid amortization and constitute a true call to enter the future as main actors rather than spectators. The future is calling us through these topics which caraterized the entire event and through the innovations which will be presented.

From the machine to the finished product
Changing the point of view has been a topic the BLM GROUP has been working on for many years. To consider production as a whole, instead of the effect of successive, independent and disconnected processes to shift attention from the individual processes to the finished piece, from the machine to the product. During INTUBE XVII, guests witnessed the BLMelements software suite importing a three-dimensional model of the finished product and identify the individual processes of laser cutting, bending, cutting, etc., in order to assign them to the various production systems. The programmer may intervene, if they wish; in this case however they will always think of the piece as a whole, without the need to process individual steps or consider what happens upstream or downstream, since BLMelements does it for them.

Dialog for the best result in the shortest possible time
Integration is one of the key concepts of Industry 4.0 is integration. It is not enough to design with only the finished product in mind, we must integrate the various stages of the production process. It is essential the machines communicate with each other to obtain the best result in as little time as possible. A production management system must broaden the vision to the entire value chain to make the complete production process more efficient and effective. BLM GROUP has been active in this field for some time and she offered many various examples of technological evolution at INTUBE XVII. From cells with machines that always communicate with one another to the applications in the Protube Enterprise package, an efficient and practical management and control tool for the entire production process of tube machining.

Man-machine interaction and smart systems
The systems are also required to allow interaction with operators quickly, in a simple and intuitive fashion. To simplify man-machine interaction means to offer greater work safety and efficiency. The new graphical user interfaces that is found on several of the GROUP’s systems aligns fully with this unstoppable trend. It is not often discussed, but the transfer of intelligence within production is an ongoing and inevitable process. Increasingly more advanced functions make the crucial decisions that determine the success of the machining or final quality of the product. This provides an indispensable level of support and reliability to the operator, empowering them to work more effectively and efficiently. From the “Active” functions of laser systems to the B_Tools and B_Right functions in bending systems, are just a few examples and the innovations on display at INTUBE XVII.

A quick overview of the most important news
Innovation is another always present theme with the BLM GROUP. A few of the many the innovations presented at INTUBE XVII starting from the LT7 is the new Lasertube presented to the public for the first time. The latest addition to the Lasertube family, the LT7 combines the advantages of the LT8.10 and the LT FIBER systems but also brings along something fresh. 4-RUNNER H1 is the new small diameter tube bending system that joins the 4RUNNER H3 to expand the “from coil” product family. Many important news also for the Automatic loading and unloading systems are available on all product lines, with various automation degrees. Tool Designer is an online service to obtain construction drawings of the bending equipment. It joins BLM GROUP’s ever-expanding line of customer service solutions. Many improvements intended to bring increased productivity and efficiency have been applied to the rest of the GROUP’s product line and will be available for demonstrations during the event. In short, “Future Is Calling” was a call that cannot was ignored. Advanced technology, automation solutions, integrated project visibility and management are the basis for building a solid future with performance, integration, innovation, safety!

An effective tool for increasing productivity and efficiency
Worth at this point to do an focus on one concept of the fourth industrial revolution is the interconnection of production systems understood as the possibility of having them communicate with each other and with corporate management information systems. All-In-One is certainly an example of interconnection between production systems that the BLM GROUP promotes for some time, well before the subject of Industry 4.0 was discussed.
The integration and interconnection of production systems allows for broadening of the focus from the individual machine to the whole production process to gain an economic advantage. This is what the BLM GROUP intended to communicate at INTUBE XVII, by showing the full process of producing a tubular frame for a bookcase. This example will clarify what it means specifically to shift focus from individual processing to the product as a whole.
The frame of the bookcase is a multi-technology product produced by the lasertube LT5 system and ELECT40 bending system which operate according to the principles of All-In-One and two anthropomorphic robots to manage the handling automatically. We start by importing a 3D model of the entire bookcase into Artube, the powerful CAD/CAM from the BLM GROUP. Artube is capable of automatically identifying the various tubular components with the related cutting and bending processes, then generating the work programs already optimized for the LT5 laser system and the data for the VGP3D system of the ELECT40 tube bender. The design of individual components can include an industrialization of the product. The Artube libraries contain specific functions to generate cut-fold, couplings and joints that allow saving a lot of time and ensuring greater reliability and precision during the following stages of assembly and possible welding of the product. The result is usually a significant reduction in the cost of the entire process. Next the Partviewer application from the BLMelements “software suite”, provides an accurate estimate of the time and cost of the processes that must be executed. At this stage, Protube (also a part of BLMelements) creates the work orders and can even check the availability of the raw material, send the cutting program to the LT5 system and the necessary data for bending on the ELECT40 to the VGP3D. Multi-technology work orders are generated for the components that require bending and laser cutting processes, while a multi-piece order is created to take into consideration the overall work of production of the entire frame. Protube, in its most comprehensive version is a veritable MES (Manufacturing Execution System) able to interface with the ERP systems and more generally with the factory’s management system. During production, the LT5 and ELECT40 systems produce the components while communicating with each other. ELECT40 recovers from its database the elongation and elastic recovery data of the material and uses them to bend correctly, but first communicates them to the LT5 which will take them into consideration to position the processes and calculate the final length of the piece so that it is correct after bending. The humanlike robots manage the automation of the unloading from the laser and bending systems using a rack that serves as buffer storage. Meanwhile at the office, Protube remains in constant contact with the production systems and will be able to provide on demand updates and detailed information about the progress status of the individual orders and the global order for the frame. Another example of a process that is substantially similar displayed at INTUBE XVII was in the cutting machine department where a full TS72 cutting line including deburring, measurement and collection, cuted tubes to measure then curved on a E-TURN40 system. The All-In-One principle is identical in both cases. This is an application model of Industry 4.0 in which the “smart factory” is not just an abstract model of computer and virtual communication to strive for, but an actual productivity and efficiency improvement tool for the productive system. This is the model for Industry 4.0 in which the BLM GROUP believes.

Lascia un commento

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Torna in alto

Tubifici

Comunicazione tecnica per l'industria