Menu
Monday, 18 Dicembre 2017

A+ A A-

Padroneggiare anche i pezzi più complessi

La tecnologia di placcatura a sovrapposizione TIG è un modo vantaggioso di soddisfare la crescente richiesta di collettori e altri pezzi con legami metallurgici in leghe resistenti alla corrosione (CRA). È di una qualità adatta per i sistemi di produzione e per le applicazioni di ricerca del greggio. Depositi in lega anticorrosiva (CRA) al 100% privi di difetti, investimenti ragionevoli, aumento dell’efficienza e alta flessibilità sono le ragioni per cui le aziende hanno scelto e per cui utilizzano con successo l’esclusiva tecnologia di placcatura POLYSOUDE, gestita dal sistema CNC Flexium+ di NUM, nei loro processi di produzione.

di Daniele Castagnas

Novembre 2017

Così come NUM è conosciuto per essere un partner affidabile quando si tratta di automazione CNC specializzata e personalizzata, POLYSOUDE è un partner affidabile quando si tratta di saldatura e placcatura orbitale e automatica. POLYSOUDE è rinomata per la sua competenza nella saldatura TIG orbitale, con un’ampia gamma di prodotti che comprende attrezzature altamente efficienti per sistemi di saldatura automatici e robotici, automatizzati, meccanizzati, oltre che soluzioni per applicazioni di placcatura a sovrapposizione. Grazie a una stretta collaborazione, POLYSOUDE e NUM hanno sviluppato la macchina di placcatura a sovrapposizione CNC a 9 assi mostrata in queste pagine, uno tra i sistemi più precisi disponibili oggi sul mercato.
    
Placcatura su pezzi fissi con un alto livello di automazione
Le installazioni progettate per la placcatura in posizione verticale sono di solito dedicate alla realizzazione di operazioni di placcatura su parti cilindriche. Nella maggior parte dei casi i pezzi vengono posizionati su una tavola rotante o un posizionatore. Tuttavia, esistono altri scenari, ben più complessi, dove è impossibile mettere i pezzi in movimento, o per le loro dimensioni e peso o semplicemente a causa della loro forma (per esempio, fori eccentrici o ugelli). Proprio per queste situazioni, è stato sviluppato un gruppo di teste per la saldatura e la placcatura di collettori rotanti, con torce che possono ruotare senza che il loro fascio cavi/tubi si attorcigli. Queste macchine gestiscono le operazioni di placcatura su pezzi fissi con un alto livello di automazione. L’automazione di questa macchina è gestita dal CNC Flexium+ 68 di NUM. Otto dei nove assi sono attrezzati con potenti motori a cavo singolo e Safe PLC. Il funzionamento della macchina avviene tramite un palmare NUM nPad con un’interfaccia utente personalizzata per le operazioni di saldatura, o tramite un pannello di comando NUM FS152i con un display da 12”, sempre utilizzando un’interfaccia personalizzata. Per geometrie ancora più complesse, come collettori con intersezioni o sezioni a croce, le funzioni “cicli di foratura”, gestite dal sistema CNC di NUM e dall’interfaccia personalizzata di POLYSOUDE, completano l’installazione.

Ma che cosa è esattamente la placcatura e a cosa serve?
La placcatura è una tecnica di saldatura che posiziona il metallo di saldatura sulla superficie del pezzo invece che unire due pezzi di materiale. Generalmente è usata per la resistenza alla corrosione o all’usura e spesso per la placcatura viene usato un materiale diverso dal metallo di base. La placcatura orbitale può essere effettuata con teste di saldatura a tubo orbitale che utilizzano il filo freddo. In alcuni casi, si può usare la saldatura a filo caldo. Nella saldatura a filo caldo, il generatore controlla il calore del filo d’apporto prima che venga introdotto nel bagno di saldatura. L’energia dell’arco che solitamente farebbe fondere il filo fornisce più penetrazione, mentre il riscaldamento del filo quasi fino al punto di fusione, da parte di un generatore separato, aumenta il deposito oltre a quanto possibile con lo standard TIG filo freddo. Nelle applicazioni di placcatura in cui il pezzo è ruotato, la soluzione a filo caldo può portare a un deposito di saldatura che si avvicina alla velocità MIG, ma con qualità TIG. Il processo di saldatura TIG a filo caldo è un punto di riferimento nell’automazione per rivestimenti di alta qualità o per operazioni di spalmatura. Non si tratta della sostituzione di altri processi nei quali tale scelta è appropriata, ma questa tecnica dovrebbe essere considerata nel caso in cui la forma da placcare sia complessa, i limiti di spazio siano ristretti o più semplicemente quando è preferibile un livello di automazione più elevato. POLYSOUDE ha una vasta gamma di attrezzature standard e diverse soluzioni specifiche per coprire la varietà di applicazioni. Come NUM, POLYSOUDE è nel mercato da oltre 50 anni, durante i quali ha ampliato le sue attività nel mondo intero. POLYSOUDE ha circa 250 dipendenti, che la portano ad avere circa la stessa dimensione di NUM. Con le sue 13 filiali, che offrono una combinazione di vendite e servizi, POLYSOUDE è vicina ai suoi clienti in tutto il mondo. E proprio come NUM, POLYSOUDE ha sviluppato con i suoi clienti e partner un rapporto basato sulla fiducia. “La nostra forza risiede nel nostro approccio collaborativo, sostenuto da esperti come NUM, che lavorano in sinergia e adottano un approccio “zero rischi/zero difetti” nel trattare con i clienti”, afferma il Mr Hans-Peter Mariner, Amministratore Delegato di POLYSOUDE. L’azienda è sempre all’avanguardia nel settore Ricerca e Sviluppo; la combinazione di esperienza e innovazione dei suoi esperti l’ha portata a essere riconosciuta come un pioniere nel suo campo. “La macchina di placcatura CNC a 9 assi è il risultato di successo della stretta collaborazione tra POLYSOUDE e NUM”, aggiunge il Mr Elia Barsanti, Direttore di NUM Francia.


Mastering Even the Most Complex Workpieces
TIG weld overlay technology is an advantageous way of meeting the increasing demand for metallurgical bond CRA manifolds and other workpieces. It is of a suitable quality for production systems and for crude oil exploration applications. 100% defect-free CRA deposition, reasonable cost, increased efficiency and high flexibility are the reasons why companies have chosen and are successfully using POLYSOUDE’s unique cladding technology, controlled by the Flexium+ CNC System from NUM, in their production processes.

Just as NUM is known as being a reliable partner when it comes to specialized and customized CNC automation, POLYSOUDE is a reliable partner when it comes to automated welding and cladding. POLYSOUDE is renowned for its expertise in orbital TIG welding, with an extensive product range which includes highly efficient equipment for mechanized, automated, robotic and automatic welding systems, as well as solutions for weld overlay applications. Through close cooperation, POLYSOUDE and NUM have developed the 9-axis CNC controlled weld overlay machine shown on these pages, which is one of the most precise systems available on the market today.

Cladding operations on fixed workpieces with a high level of automation
Installations designed for cladding in a vertical position are usually dedicated to performing cladding operations on cylindrical parts. In most cases the workpieces are positioned on a turntable or positioner. However, there are other, much more complex scenarios, where it is impossible to set the workpieces in motion, either due to their size and weight, or quite simply because of their geometry (e.g. eccentric bore holes or nozzles). A group of endlessly rotating collector welding and cladding heads, with torches which can be rotated without twisting the cable/hose bundles, has been specifically designed for such situations. These machines handle cladding operations on fixed workpieces with a high level of automation. The automation of this machine is controlled by a Flexium+ 68 CNC from NUM. Eight of the nine axes are equipped with powerful single-cable motors and Safe PLC. Operation of the machine is achieved either via a NUM nPad with a personalized GUI (Graphical User Interface) for welding operations, or via a NUM FS152i machine panel with an additional 12” display, also utilizing a personalized GUI. Even more complex workpiece geometries - such as manifolds with intersections or cross sections - “bore to bore” functions, supported by the NUM CNC system and the personalized POLYSOUDE GUI.

But what exactly is weld overlay and what is it good for?
Cladding is a welding procedure that deposits a wire filler metal on the surface of the workpiece, as opposed to joining two pieces of material. Generally this is used for corrosion resistance or wear resistance and frequently a different material is used for the clad than for the base metal. Orbital cladding can be done by orbital pipe weld heads using cold wire. In some cases, hot wire technology can be used. In hot wire welding, a power supply controls the heat of the filler wire almost to its melting point prior to its introduction into the weld puddle. Arc energy that would usually go into melting the wire provides more penetration and increases deposition beyond what is possible with standard cold wire TIG. In cladding applications the hot wire solution can result in weld deposition that approaches MIG speed, but with TIG quality. The Hot Wire TIG welding process is a benchmark in the area of automation for high-quality coating or buttering operations. There is no question of replacing other processes where such a choice is appropriate, but this technique should be considered where the shape to be cladded is complex, where space constraints are severe or quite simply where a higher level of automation is desirable. At POLYSOUDE, a range of standard equipment and several specific solutions are available to cover the diversity of applications. Like NUM, POLYSOUDE has been in business for over 50 years, during which time it has expanded its operations throughout the world. POLYSOUDE has about 250 employees, making it about the same size as NUM. With its own 13 subsidiaries, which provide a combination of sales and services, POLYSOUDE is close to its customers worldwide. And also just like NUM, POLYSOUDE has built up a relationship with its customers and partners based on trust. “Our strength lies in our collaborative approach, backed up by specialists like NUM, working in synergy and adopting a “Zero Risk / Zero Defects” approach in dealing with customers”, says Mr Hans-Peter Mariner, CEO of POLYSOUDE. The company is always at the cutting edge of R&D; its experts’ combination of experience and innovation has led to it being acknowledged as a trailblazer in its field. “The 9-axis CNC controlled weld overlay machine is the result of close cooperation between POLYSOUDE and NUM”, adds Mr Elia Barsanti, Director of NUM France.

Articoli correlati (da tag)

Lascia un commento

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Torna in alto

Tubifici

Comunicazione tecnica per l'industria