Menu
Sunday, 17 Dicembre 2017

A+ A A-

Combinano tubo e lamiera per produrre pezzi complessi

OMAS è un’azienda dedita alla lavorazione della lamiera e del tubo metallico conto terzi che affronta il mercato in modo dinamico e lungimirante, offrendo soluzioni di qualità altamente personalizzate, grazie anche all’esteso impiego della tecnologia più innovativa e performante come i robot e il laser applicato ai processi di taglio piano e 3D per processare tubi e profilati. In particolare, Trumpf è fornitore primario con ben quattro sistemi di taglio laser tubi e quattro impianti di taglio laser piano installati nello stabilimento OMAS a Numana in provincia di Ancona.

di Fabrizio Garnero

Settembre 2017

“Fin da quando sono entrato in azienda, nel 1985, ho puntato sulla tecnologia, una delle principali chiavi del successo di questa azienda. Abbiamo iniziato a inserire nei processi produttivi macchine a elevato contenuto tecnologico e non abbiamo mai smesso: oggi investiamo in tecnologia oltre 2 milioni di euro all’anno, più del 10% del nostro fatturato”. Con queste parole esordisce Marco Grilli, Amministratore Unico della OMAS S. p. A., azienda specializzata nella carpenteria meccanica di precisione e nella lavorazione di lamiere e tubi in conto terzi, con oltre 120 dipendenti e un giro d’affari di oltre 20.000.000 €, in costante crescita negli ultimi anni. Molto forte nel settore della telaistica, OMAS vanta fra i suoi principali clienti Technogym, Honda, Ariston Thermo, I Guzzini Illuminazione, Robopac, Proma, Sicam (gruppo Bosch), Cefla, RPS (Gruppo Riello), Pottinger, Bontempi, ecc. Anche se prevalentemente venduti a clienti attivi in Italia, i suoi prodotti sono in buona parte destinati all’esportazione. Fattori determinanti del successo riscontrato dall’azienda che guida sono la professionalità, la qualità dei prodotti, l’affidabilità dei processi, la puntualità delle consegne e il servizio. OMAS è in possesso della certificazione di qualità ISO9001:2008 e della certificazione ambientale ISO14001:2004.

Top l’azienda, top la tecnologia
L’espansione di OMAS e soprattutto il progressivo cambiamento della clientela, che si è ampliata per includere, come visto, grandi aziende strutturate, spesso multinazionali, hanno richiesto un impegno continuo per garantire i più elevati livelli qualitativi tanto dei prodotti quanto del servizio. OMAS si è organizzata per operare in modo sempre più flessibile e verticale per tutto ciò che riguarda la lavorazione delle lamiere e dei tubi, investendo in impianti ad alta tecnologia e in continua formazione degli addetti. Sono stati proprio questi investimenti, cospicui e costanti nel tempo, a sostenerne l’espansione, permettendole di precorrere i tempi e di sviluppare soluzioni innovative, in grado di anticipare le attese della committenza. Oltre alla scelta di dotarsi dei macchinari più avanzati, determinante è stata l’automazione applicata ai vari processi di lavorazione. Oggi, infatti, OMAS è in grado di realizzare qualsiasi progetto di carpenteria meccanica di precisione, risolvendo problematiche complesse e rispondendo alle richieste più specifiche. Orientata da anni su particolari tecnici sofisticati, è molto forte nel settore della telaistica, con processi verticalizzati che coprono la lavorazione della lamiera, la lavorazione del tubo e la sua curvatura, la saldatura, l’asportazione trucioli. L’azienda dispone di tutte le specifiche tecnologie che le consentono di effettuare una molteplicità di lavorazioni: taglio laser piano fino a 8.000 W ad alta velocità; taglio laser tubo fino a un diametro di 250 mm; piegatura lamiere con piegatrici manuali e robotizzate e controllo dell’angolo di piegatura; saldatura con impianti MIG-MAG manuali e robotizzati, saldatura TIG sia manuale che robotizzata; lavorazioni tubo con curvatubi; punzonatura e lavorazioni speciali per asportazione truciolo con centri di lavoro automatizzati con magazzino mascheraggi e magazzino utensili. A completamento delle lavorazione di lamiere e tubi, l’azienda offre importanti servizi, gestiti totalmente all’interno, come: ripulitura e satinatura robotizzata e manuale, in un reparto con personale specializzato; attrezzeria completa, che permette di realizzare stampi, mascheraggi e attrezzature varie in completa autonomia, in modo da consentire risparmi economici e di tempo; montaggio, con un reparto adibito all’assemblaggio e all’imballaggio di particolari, per fornire su richiesta anche prodotti completamente montati. Sono invece demandati in outsorcing tutti i trattamenti superficiali (per esempio verniciatura, cataforesi, zincatura, ecc….). “Ho avuto una formazione da ingegnere meccanico e ho sempre rivolto un’attenzione particolare alla stabilità dei processi” racconta l’ingegner Grilli. “Lavorando per clienti importanti ed esigenti, abbiamo bisogno di offrire certezze in termini di stabilità e qualità del processo e del servizio. L’azienda è oggi costruita intorno a questi pilastri, che sono fondamentali per garantire chi lavora su catene di montaggio. È impensabile mandare sul mercato particolari che possono differire uno dall’altro, anche di pochissimo, perché l’operatività delle nostre linee non è sufficientemente controllata. La robotizzazione e il taglio laser presidiano quindi la qualità e la flessibilità produttiva e ci danno un contributo fondamentale per evitare questi inconvenienti”.

Crescere con il cliente
La strategia aziendale di OMAS punta su prodotti complessi, a elevato contenuto tecnico, spesso richiesti in quantitativi limitati. “È in questo ambito che i clienti hanno i problemi e il lavorare per poterli risolvere ci ha permesso di cresce sempre e di superare indenni anche i momenti più di crisi” afferma ancora Grilli che prosegue: “Evitando i prodotti standard, che a causa della forte pressione della concorrenza internazionale sono commercializzati a prezzi sempre più bassi, ci si è concentrati su lavorazioni che per le loro stesse caratteristiche qualitative non sono alla portata di tutti. Qualità e servizio sono sempre andate di pari passo e questo ci ha permesso di essere riconosciuti a livello internazionale come un’azienda con dei contenuti tecnologici importanti”.
“Sono sempre stato convinto che l’unico modo per cresce sia quello di farlo con i clienti, cercando di risolvergli le problematiche produttive, dandogli delle risposte concrete attraverso la scelta lungimirante di mezzi e tecnologie che permettessero, non solo di rispondere nell’immediato alla necessità, ma anche di aprire degli scenari e delle possibilità in prospettiva futura. In questo modo, abbiamo sempre creato le basi concrete per una continuità di rapporto con ognuno dei nostri clienti. Siamo sempre cresciuti in funzione delle esigenze dei nostri clienti e un impegno particolare è stato dedicato ad automatizzare e robotizzare processi anche di quantitativi molto limitati di prodotti, così che le attività possano svolgersi con continuità e assicurare la qualità più elevata in ogni condizione”.“Nei momenti di maggiore pressione - spiega Grilli - ci si è impegnati a ridurre fortemente il magazzino adottando le più moderne metodologie produttive kanban e just in time, che offrono tutta la flessibilità necessaria per essere sempre competitivi e garantendo la completa soddisfazione dei clienti. In tutto questo discorso, l’affidabilità della tecnologia laser messa a disposizione da Trumpf è fondamentale”. “I nostri prodotti non sono banali: hanno caratteristiche in termini di tolleranze e qualità che pochi sul mercato riescono a garantire” spiega ancora Grilli. “Del resto, visti i clienti per cui lavoriamo, siamo in competizione con tutto il mondo. Ci sono anche stati clienti che ci hanno invitato a seguirli in Paesi a basso costo del lavoro, come per esempio la Polonia, la Slovacchia o la Cina, ma noi abbiamo deciso di continuare ad affrontare le sfide da qui e di non andare all’estero per recuperare margini di competitività. Ad assicurarci questi margini sono la nostra capacità di innovare e l’automazione sempre più spinta delle nostre linee”.

È l’alto tasso di personalizzazione l’elemento discriminante
OMAS lavora just in time da sempre ed è per questo motivo che un altro elemento base della strategia di OMAS è la decisione di puntare esclusivamente su fornitori di comprovata solidità, che siano leader nei rispettivi settori e fortemente impegnati sui fronti della ricerca e dell’innovazione. Per questo, per l’automazione robotizzata, è stata scelta ABB e Trumpf per la tecnologia laser.
“Da sempre cerco al migliore tecnologia che c’è sul momento sul mercato” afferma Grilli. “Sono appassionato del mio lavoro e questo mi porta sovente a girare quasi tutte le fiere specializzate per informarmi e restare così aggiornato sulle novità. Sono quindi alla ricerca costante di quella tecnologia o soluzione che la mia esperienza e conoscenza suggerisce possa permettermi di risolvere quel dato problema in più. Lo testimonia l’alto livello di personalizzazione espresso da ognuna delle macchine o celle robotizzate installate in azienda. In questo scenario, Trumpf è stata scelta poiché stavamo cercando un’automazione che potesse assicurarci quella stabilità del processo produttivo che la clientela, a sua volta, richiede a noi e che, allo stesso tempo, non necessiti di particolare manodopera. Stiamo lavorando molto intorno al concetto di Industria 4.0 poiché sono fortemente convinto che sia in atto un cambiamento molto importante e in questo scenario la scelta di Trumpf si giustifica un po’ da sola; tra l’altro hanno un’assistenza e un service affidabile e organizzato che funziona al meglio e questo vale sia per le presse piegatrici inserire nelle numerose celle di piegatura robotizzata presenti in azienda che per i sistemi di taglio laser installati”.

Parola d’ordine: diversificazione!
Nel parco macchine monomarca installato in OMAS, spiccano per numero e tecnologia i tre sistemi lasertubo di taglio. “Nonostante il mio obiettivo fosse quello di diversificare i settori di sbocco dell’attività, OMAS non nasce con la lavorazione del tubo nel proprio DNA. Questa arriva perché a un certo punto, lavorando per Honda, percepii che il nostro mercato era limitato della scarsa capacità di lavorare gli elementi tubolari. Per tale ragione, abbiamo acquisito un’azienda locale portandoci in casa quella conoscenza e quel know how legato alla lavorazione del tubo che in precedenza non avevamo. Da qui è partito il nostro percorso di sviluppo anche in questo campo che pian piano ci ha portato a essere oggi equipaggiati con quattro sistemi lasertubo. Purtroppo nel mondo del tubo, almeno in Italia, è per lo più la disorganizzazione a prevalere, esiste ancora una sorta di “improvvisazione” organizzativa da cui noi, in virtù del nostro DNA, abbiamo fin da subito voluto prendere le distanze per affermarci anche in questo ambito e venir riconosciuti come sinonimo di qualità e affidabilità. In questo discorso hanno sicuramente avuto un ruolo fondamentale i sistemi di taglio Trumpf adottati”. L’elevato livello organizzativo anche è testimoniato dal fatto che OMAS è, con ogni probabilità, l’unica azienda in Italia a essersi dotata di un imponente magazzino atto a stoccare con ordine e raziocinio i fasci di tubi da cui poi il materiale viene prelevato per essere destinato ai vari sistemi evitando tutte quelle inefficienze e soprattutto criticità in termini di sicurezza che spesso si vedono nelle aziende con ancora tutte le fascine di tubi accatastate. Per non parlare poi dell’ingente dispendio di tempo che spesso viene perso perché statisticamente serve sempre il tubo contenuto nella fascina sotto a tutto. “Oggi posso dire con convinzione che la decisione di investire risorse ed energie nella lavorazione del tubo è stata un’altra scelta lungimirante dimostratasi vincente poiché siamo ormai molto competenti e competitivi, soprattutto parlando di quella tipologia di pezzi che prevedono l’uso combinato di tubi e lamiere” afferma nuovamente l’ingegner Grilli. “Grazie ai nostri standard qualitativi e di precisione potremo sicuramente avere un buon futuro; basti dire che noi spaziamo dall’arredo all’elettrodomestico, dall’agricolo e macchine movimento terra al fitness (che per OMAS è importantissimo) e, ancora, dal medicale all’illuminazione. Insomma la parola d’ordine per noi è diversificazione; diversificazione totale”.

Scelte immediate che strizzano l’occhio alle esigenze future
Ognuno degli impianti installati ha una caratteristica a sé per cui differisce dagli altri. “Abbiamo appena sostituito la macchina per noi principale, quella che deve fare i numeri e che “deve correre dietro ai prezzi” installando due sistemi TruLaser Tube 5000 Fiber, la tecnologia più innovativa dei lasertubo Trumpf installati. Sono le macchine più performanti in termini di velocità di taglio su cui processiamo i diametri più contenuti. Abbiamo poi due TruLaser Tube 7000 di cui una in grado di tagliare diametri fino a 250 mm grazie a un’opzione che abbiamo acquistato e l’altra capace di processare diametri fino al valore massimo standard di 200 mm, su cui abbiamo però previsto l’opzione del taglio inclinato che ci garantisce la possibilità di realizzare strutture a incastro assolutamente precise e stabili. Ciò è un vantaggio notevole in quanto ci permette di accorciare le tempistiche e abbassare il costo di realizzazione, ed essere ancora più competitivi. Accoppiamenti più stabili significano minori saldature e quindi risparmio di tempo e costi più bassi. C’è poi un altro aspetto per noi importante: in futuro la saldatura laser prenderà sempre più piede e questa esige una precisione assoluta degli accoppiamenti; di fatto, noi ci stiamo già preparando per quel momento. Non ci faremo cogliere di sorpresa. Come detto in precedenza, ogni soluzione risponde a un’esigenza immediata ma è pensata e voluta perché contestualizzata in un’ottica più ampia e futura”. C’è un ultimo aspetto importante che vale la pena sottolineare, quello energetico. OMAS è certificata ISO14001:2004 e lavora da tanti anni in questa direzione. I vantaggi energetici assicurati dalla sorgente a stato solido di cui è equipaggiato il TruLaser Tube 5000 Fiber ma anche dalle altre macchine elettriche come, per esempio, le piegatrici, sono un argomento che Grilli valorizza molto in fase di scelta di un macchinario poiché “preferisco scegliere una macchina che garantisca dei consumi più bassi nonostante comporti un investimento maggiore” conclude Grilli.

Lascia un commento

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Torna in alto

Tubifici

Comunicazione tecnica per l'industria