Menu
Tuesday, 22 Agosto 2017

A+ A A-

L’acciaio è protagonista!

Dal 18% al 33% negli ultimi dieci anni. È questa la percentuale di crescita legata all’uso di acciaio nelle costruzioni in Italia. L’acciaio è quindi sempre più protagonista. Lo dicono
i fatti; lo dicono i risultati della ricerca, condotta dal Politecnico di Milano, sull’impiego dei materiali nel mercato delle costruzioni non residenziali in Italia che è stata commissionata da Fondazione Promozione Acciaio per celebrare il decennale dalla sua nascita.

di Pietro Milani

Febbraio Marzo 2016

Fondazione Promozione Acciaio (FPA) nasce nel 2005 quale Ente no profit per comunicare il valore aggiunto che l’Architettura in acciaio sa dare, forte della convinzione che l’Acciaio sia strumento fondamentale al servizio di costruzioni e infrastrutture, innovative e di qualità. In Italia, la conoscenza delle soluzioni in acciaio da parte degli utilizzatori è, infatti, ancora molto limitata. Fra i punti di partenza della mission della Fondazione vi è quindi questa constatazione: nel 2005, le costruzioni metalliche rappresentavano solo il 18% delle realizzazioni di fronte a una media europea del 63% e del 90% dell’Inghilterra. È quindi questo il presupposto alla base del piano di azione di Fondazione Promozione Acciaio che da dieci anni si muove proficuamente per promuove costantemente la cultura della costruzione in acciaio sia nella realizzazione di nuove costruzioni e infrastrutture, sia negli interventi di riqualificazione, consolidamento, restauro e recupero. Un’attività importante che ha portato i suoi frutti in virtù del fatto che nel nostro Paese, in questo arco di tempo, l’impiego di acciaio nelle costruzioni è passato dal 18% al 33%. A dirlo sono i risultati emersi “dall’Indagine sull’impiego dei materiali nel mercato delle costruzioni non residenziali in Italia. Analisi della diffusione dei prodotti in acciaio - Trend degli ultimi dieci anni e sviluppi futuri del mercato immobiliare” condotta dal Dipartimento di Architettura e Ingegneria delle costruzioni e ambiente costruito del Politecnico di Milano per conto di Fondazione Promozione Acciaio nell’occasione dei suoi dieci anni di attività.

L’acciaio e il suo ruolo strategico
L’acciaio ha quindi assunto un ruolo sempre più rilevante nell’ambito dell’edilizia non residenziale in Italia. Negli ultimi dieci anni l’utilizzo dell’acciaio nelle strutture è, come detto, passato dal 18% al 33% di quota di mercato, affermando la sua importanza quale materiale strategico nella realizzazione di architetture e infrastrutture innovative e di qualità, sia per quanto concerne le nuove opere che negli interventi di riqualificazione, consolidamento e recupero del costruito. Questo trend è da considerarsi ancor più significativo all’interno di un mercato delle costruzioni che vede una contrazione degli investimenti del 44%. Cambia la percezione dell’acciaio da parte degli attori del settore che, in questi 10 anni, hanno compiuto un’evoluzione culturale nelle qualità progettuale e costruttive, riconoscendo oggi all’acciaio i suoi indiscussi vantaggi: sicurezza, rapidità costruttiva, leggerezza, bellezza e riciclabilità, i più apprezzati. La percezione della vulnerabilità al fuoco, considerata, un tempo, un tallone d’Achille, si è ridotta della metà grazie a una maggiore e più estesa conoscenza della risposta delle strutture al fuoco e allo sviluppo normativo in linea con l’Europa. Il mercato delle costruzioni sta vivendo un cambiamento importante: ben 153,2 mld di euro sono gli investimenti nella riqualificazione dell’esistente, pari al 72% del totale degli investimenti nel settore dell’edilizia. La scommessa dei prossimi anni si gioca sulla riqualificazione a fronte della crescente sensibilità ai temi legati alla conservazione del suolo e dell’ambiente.

Un patrimonio tutto italiano al nostro servizio
“Sono 240 i progetti indagati, per un totale di oltre 1 milione di m2 di superficie, pari a circa il 14% della superficie complessiva ISTAT 2012, e altrettante sono le interviste agli studi di progettazione. La ricerca, portata a compimento in un anno e mezzo di lavoro, è stata altresì sottoposta ad analisi qualitativa dei risultati, con interviste a testimoni privilegiati, attori del settore e realtà appartenenti alla filiera delle costruzioni. I risultati - che sono stati ampiamente illustrati nel corso del convegno “Prospettive dell’acciaio nelle costruzioni: un patrimonio italiano al servizio del Paese” organizzato da Fondazione Promozione Acciaio lo scorso 25 novembre al MUDEC, Museo delle Culture di Milano, davanti a una platea di operatori del settore, investitori pubblici e privati e rappresentanti delle Istituzioni, sono stati anticipati nel corso di un evento rivolto ai mezzi d’informazione che si è tenuto presso il Comune di Milano,  a Palazzo Marino. “L’Italia sta vivendo una trasformazione culturale importante verso l’innovazione e la qualità” ha affermato Simona Martelli, Direttore Generale della Fondazione. “L’acciaio è un’importante opportunità nell’evoluzione del mercato immobiliare ed è una risposta a tutti gli elementi che oggi ci servono per emergere dalla crisi del settore. Perché è un ottimo alleato negli interventi di riqualificazione, potendo rispettare i vincoli costruttivi e architettonici dell’esistente. È garanzia di sicurezza di fronte alle azioni sismiche e consente cambi di destinazione d’uso futuri. Permette di realizzare edifici belli e ad alta efficienza energetica e l’alto grado di prefabbricazione della carpenteria metallica ci consente di realizzare soluzioni chiavi in mano in tempi e costi ridotti. Inoltre è un materiale green: l’acciaio utilizzato nelle costruzioni proviene da materiale riciclato ed è riciclabile al 100%. Possiamo oggi, senza dubbio, definire l’acciaio un patrimonio italiano al servizio dello sviluppo del Paese.”

Un’unica vocazione: dare valore alla costruzione in acciaio
Molte sono, infatti, le opere divenute icone dell’architettura contemporanea che sono state realizzate grazie al contributo determinante dell’acciaio: dalle stazioni di Porta Susa e Reggio Emilia alla torre Diamante di Milano; dalle nuove Funivie del Monte Bianco allo stesso MUDEC; dal MUSE, il Museo delle Scienze di Trento, alla grande maggioranza delle opere realizzate per EXPO Milano 2015, solo per citarne alcune. Ma accanto a queste, innumerevoli sono gli edifici industriali e produttivi, gli uffici, le scuole, gli ospedali e le infrastrutture che hanno un’anima in acciaio. “In questi anni, Fondazione Promozione Acciaio ha agito per dare valore alla costruzione in acciaio diffondendo tra i progettisti la conoscenza delle sue peculiarità e performance” ha sottolineato Simona Martelli. “Abbiamo operato per cambiare la percezione dell’acciaio innalzandone la reputazione e abbiamo formato i professionisti, migliorandone le competenze. Abbiamo reso l’acciaio un materiale accessibile alla progettazione più estesa e nel contempo siamo stati parte attiva nello sviluppo della normazione tecnica per il comparto sia in Italia che in Europa. Fondazione Promozione Acciaio è la concretizzazione di un progetto di promozione e sviluppo continuo per l’acciaio nelle costruzioni: presenteremo, infatti, durante l’evento del Decennale, le linee programmatiche che caratterizzeranno l’attività di Fondazione Promozione Acciaio per il prossimo quinquennio”. Sono fondamentalmente tre le linee programmatiche prefissate a partire dalla volontà di “diventare un partner fondamentale per le istituzioni”. Ciò significa mettersi a disposizione del Governo e degli operatori istituzionali come interlocutore competente che può alimentare le politiche di decisione per infrastrutture, edilizia sociale, scolastica e dissesto idrogeologico, collaborare con le Regioni affinché nei prezziari delle opere pubbliche sia correttamente considerata l’opera in carpenteria metallica e aumentare l’impegno nello sviluppo di una normativa che favorisca innovazione e competitività del Paese. Un altro step fondamentale sarà “rafforzare il ruolo di animatore di una crescita culturale” attraverso una politica di alleanze con i committenti pubblici e privati e con le Associazioni di rappresentanza dell’industria immobiliare, mettendo a disposizione il know-how acquisito per la valutazione tecnica ed economica dei progetti sui quali intendono investire. Occorrerà consolidare ulteriormente la progettualità nella formazione e nell’editoria tecnica con lo scopo di allargare la base dei professionisti e la qualità della progettazione affinché l’acciaio diventi un materiale sempre più accessibile a tutti. Ciò significa quindi estendere la conoscenza della costruzione a secco in acciaio perché ottimale negli interventi di riqualificazione che rappresentano la maggiore destinazione degli investimenti del settore delle costruzioni. Fondazione Promozione Acciaio mira quindi a proporsi come propulsore di nuovi mercati per ampliare la gamma delle attività verso il settore residenziale e monitorare e agire verso nuovi mercati extra Italia per favorire la valutazione di nuove opportunità per gli attori italiani.


Steel is the Star!

From 18% to 33% in the last ten years. This is the growth rate linked to the use of steel in the Italian construction sector. Steel is thus more and more a protagonist. This is proved by facts and by the results of a research conducted by the Milan Polytechnic Institute on the use of materials in the Italian non residential construction market. The research was commissioned by Fondazione Promozione Acciaio (Steel Promotion Foundation) to celebrate its 10th anniversary.

Fondazione Promozione Acciaio (FPA) was set up in 2005 as a non profit institution whose aim is to communicate the added value that steel architecture can provide, in the firm belief that steel is a fundamental tool at the service of innovative and high-quality construction and infrastructures. In Italy, indeed, users have a quite limited knowledge of steel solutions. Therefore, one of the starting points of the Foundation’s mission is the following observation: in 2005, metal construction accounted only for 18% of buildings as compared to a European average of 63% and 90% in England. Therefore, this is the premise at the basis of the action plan of Fondazione Promozione Acciaio, which in the last ten years has successfully worked to constantly promote the steel construction culture both in the construction of new buildings and infrastructures and in renewal, consolidation, refurbishment and restoration interventions. An important activity that bore fruits, as in this span of time the use of steel in construction in Italy moved from 18% to 33%. These results can be found in the “Survey on the use of materials in the Italian non residential construction market. Analysis of steel product dissemination – Trends over the last ten years and future developments of the real estate market”, which was conducted by the Department of Architecture, Construction Engineering and Built Environment of the Milan Polytechnic Institute on behalf of Fondazione Promozione Acciaio in the occasion of its 10th anniversary.

Steel and its key role
Steel plays a more and more crucial role in Italy’s non residential construction sector. In the last ten years, as mentioned, the use of steel in structures moved from 18% to 33% of market share, thus asserting its importance as a strategic material in the construction of innovative and high-quality architectures and infrastructures, both as for new constructions and renewal, consolidation and restoration interventions. In a construction market that is seeing an investment contraction of 44%, this trend can be considered as even more significant. Steel is perceived in a different way by the sector players, who in this 10 years underwent a cultural innovation in the design and constructive qualities. Today, they have acknowledged the unquestionable advantages of steel: safety, constructive speed, lightness, beauty and recyclability are the most valued ones. The idea that steel is vulnerable to fire, which was once considered its Achilles’ heel, is now reduced by half, thanks to a deeper and more extensive knowledge of the structure response to fire and the legislation development in line with Europe. The construction market is undergoing a significant change: 153,2 billion euro were invested in the renewal of existing buildings, amounting to 72% of total investments in the construction sector. The challenge of the upcoming years concerns renewal, in view of the growing awareness on issues linked to soil and environment preservation.

An Italian heritage to our service
“The projects examined are 240 - as are the interviews with design studios - for a total amount of over 1 million square meters, representing approximately 14% of the ISTAT 2012 total area. The research, carried through in a year and a half of work, was also subjected to a qualitative analysis of results, including interviews with key informants, sector players and companies belonging to the construction industry. The results - which were widely discussed during the conference titled “Prospects of steel in construction: an Italian heritage to serve the country” and organized by Fondazione Promozione Acciaio on November 25th, 2015 at MUDEC, Museum of Cultures, in Milan, in front of an audience of industry operators, public and private investors and representatives of institutions - were disclosed during an event for the media, which was held at the Milan City Hall at Palazzo Marino. “Italy is going through a major cultural transformation towards innovation and quality”, said Simona Martelli, General Director of the Foundation. “Steel is a major opportunity in the evolution of the real estate market and an answer to all the elements that now we need to emerge from the sector crisis. Steel is a good ally in renewal interventions, as it meets the constructive and architectural constraints of the existing. It is a guarantee of safety in the face of seismic actions and allows for change of intended use. Steel makes it possible to construct beautiful and energy-efficient buildings and the high degree of prefabrication of metal structures allows us to create turnkey solutions in a short time and with low costs. Steel is also a green material: the one used in construction comes from recycled material and is 100% recyclable. Now, without a doubt, we can define steel as an Italian heritage to the service of Italy’s development”.

One vocation: give value to steel construction
Many buildings constructed thanks to the decisive contribution of steel have become icons of contemporary architecture: from the Porta Susa and Reggio Emilia railway stations to the Diamond Tower in Milan; from the new Mont Blanc cableway to MUDEC itself; from MUSE, the Science Museum of Trento, to the great majority of buildings constructed for EXPO Milano 2015, to name a few. But alongside these, there are countless industrial and production buildings, offices, schools, hospitals and infrastructure that have a steel core. “In these years, Fondazione Promozione Acciaio has worked to give value to steel construction, spreading the knowledge of its characteristics and performance among designers” emphasized Simona Martelli. “We have worked to change how steel is perceived by elevating its reputation and we have also trained professionals, improving their skills. We made steel a material that is accessible to the most extensive design and at the same time we have played an active role in the development of technical standards for the sector both in Italy and Europe. Fondazione Promozione Acciaio is the realization of a promotion and ongoing development project for steel in construction: in fact, during the event for our 10th anniversary, we will present the program lines that will characterize the activities of Fondazione Promozione Acciaio for the next five years”. Basically, there are three program lines, starting from the desire to “become a key partner for institutions”. This means being available to government and institutional operators as a competent partner who can fuel the decision policies for infrastructures, social housing, school buildings and hydrogeological instability, collaborate with regional institutions in order that metal structural work is properly considered in price lists for public works and increase the commitment to the development of a legislation that fosters the country’s innovation and competitiveness. Another important step will be to “strengthen our role as animator of cultural growth” through a policy of alliances with public and private customers and with the real estate industry representative associations, making available the Foundation’s know-how for the technical and economic assessment of the projects on which they intend to invest. It will be necessary to further strengthen planning in training and technical publishing in order to broaden the base of professionals and the quality of design, so that steel may become an ever more accessible material. This means extending the knowledge of steel dry construction, as it is optimal in renewal interventions, which are the main destination for investments in the construction sector. Therefore, Fondazione Promozione Acciaio aims to present itself as a driving force for new markets to broaden the range of activities towards the residential sector, as well as monitoring and acting towards new abroad markets to promote the evaluation of new opportunities for Italian actors.

1 commento

Lascia un commento

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Torna in alto

Tubifici

Comunicazione tecnica per l'industria