Menu
Thursday, 16 Agosto 2018
A+ A A-

Una maggiore produttività grazie alla segatura robotizzata

L’automazione e la robotica stanno guadagnando terreno rapidamente nel campo della lavorazione dei metalli - e la tecnologia di taglio non fa certo eccezione. I sistemi robotizzati stanno assumendo il controllo di un numero sempre maggiore di fasi di lavoro successive al processo di segatura - partendo dalla rimozione dei pezzi tagliati e continuando con sbavatura, pesatura, centraggio e marcatura, fino ad arrivare allo smistamento e allo stoccaggio su pallet o altri contenitori. I robot rendono la produzione più flessibile ed efficiente, migliorando le condizioni di lavoro e riducendo significativamente i costi operativi.

di Mario Lepo

Aprile 2018

Negli ultimi anni, le richieste nel campo della lavorazione dei metalli continuano ad aumentare, e questo da parte di ogni industria, fra cui anche il commercio dell’acciaio, la costruzione di automobili e la progettazione di macchine. I clienti esigono una maggiore flessibilità di fabbricazione, che permetta loro di gestire sia lotti da un solo pezzo sia grandi volumi produttivi. La varietà di materiali e dimensioni non fa che aumentare. Allo stesso tempo, gli standard qualitativi crescono e c’è una continua pressione verso la riduzione dei costi. Per tenere testa ai loro concorrenti internazionali, le aziende hanno bisogno di soluzioni versatili ed efficienti, per un’ampia e disparata gamma di compiti produttivi.

Innumerevoli usi per i robot
La tecnologia di segatura gioca un ruolo chiave nella lavorazione di tubi e profilati metallici, e offre molte opportunità di ottimizzazione. Sempre più operatori che fanno uso di sistemi di taglio stanno giustamente iniziando a collegare i loro processi di lavorazione, e ad automatizzarli grazie all’assistenza dei robot. I benefici sono ovvi: i robot industriali sono veloci, affidabili e precisi e, se necessario, possono lavorare anche 24 ore al giorno senza alcun intervento umano. Non si stancano e non si ammalano; se attrezzati con gli strumenti necessari, possono gestire una vastissima gamma di compiti. “I nostri robot ci aiutano con molte attività di trasporto e movimentazione, e gestiscono anche in maniera efficiente numerose fasi lavorative,” dice Volker Bühler - group manager for robotics di KASTO, azienda di riferimento per la sua tecnologia di segatura e stoccaggio.
L’automazione inizia già dalla fase iniziale di alimentazione. Il materiale da tagliare viene convogliato verso la macchina con un’attrezzatura adeguata - per esempio, dei trasportatori a rulli - evitando così che i lavoratori debbano fare lo sforzo di sollevare e trasportare, e riducendo il rischio di incidenti e ferite. A seconda delle sue specifiche dotazioni, anche la segatrice può lavorare senza assistenza. Il materiale viene portato alla macchina automaticamente, e un sistema di controllo intelligente stabilisce tutti i parametri - come lunghezza e velocità di taglio - basandosi sui dati di lavoro. Le segatrici di produzione più all’avanguardia possono eseguire un’ampia gamma di compiti in sequenza, con materiali e diametri anche molto diversi, e operare autonomamente per lunghi periodi.

Un circuito automatico dall’inizio alla fine
I robot industriali hanno un potenziale considerevole anche per quanto riguarda la movimentazione e la lavorazione delle parti tagliate e finite. A esempio, possono rimuoverle dalla macchina, dispensando così i lavoratori da questo compito ripetitivo. Se attrezzati con gli strumenti appropriati, i robot possono eseguire anche lavori di sbavatura, smussatura, marcatura, centraggio o misurazione dei pezzi di lavoro. Le parti tagliate possono essere pesate, smistate a seconda delle loro dimensioni o del loro compito, e stoccate su pallet o riposte in contenitori. Le parti possono anche essere trasferite direttamente in un sistema di trasporto senza conducente. “Per procedure più complesse che coinvolgono diversi fasi di lavorazione, usiamo spesso anche una combinazione di diversi robot e dispositivi di bloccaggio,” ci spiega l’esperto di KASTO Volker Bühler.
Quando vengono tagliate delle grandi quantità di materiale con poche geometrie di componenti diverse, è relativamente facile automatizzare i processi a valle. La situazione invece cambia con la segatura personalizzata, che coinvolge diversi materiali e dimensioni. “Più è ampio l’assortimento, più è difficile coprire tutte le possibilità,” ci dice Volker Bühler. La scelta degli strumenti robotici è quindi un fattore molto importante. Un robot deve essere in grado di gestire tutti gli oggetti che incontra, usando il minor numero possibile di aiuti. Questo riduce i costi di approvvigionamento, minimizza i tempi di fermo e aumenta la produttività. Gli utenti possono scegliere fra pinze meccaniche, magnetiche o operanti a vuoto. Le pinze dovrebbero essere il più compatte possibile, per dare al robot facile accesso alle parti tagliate.

La tecnologia di segatura sulla strada di Industria 4.0
Con l’aiuto dei giusti componenti, è possibile combinare la segatura con altre operazioni automatizzate per creare dei sistemi complessi e del tutto integrati - perfettamente interconnessi in un flusso ininterrotto di materiale. Questo include sia lo stoccaggio a monte, sia la movimentazione e lavorazione a valle. KASTO, per esempio, implementa per i suoi clienti dei sistemi combinati di stoccaggio e segatura dove tutti i processi di immagazzinamento, movimentazione, segatura, marcatura, palettizzazione e impacchettamento sono completamente automatizzati, dallo stoccaggio del materiale grezzo fino al recupero delle parti tagliate. Il software di controllo può inoltre essere connesso a dei sistemi ERP già esistenti come SAP, per una maggiore trasparenza ed efficienza. Proprio come immaginato nei concetti ispiratori dell’Industria 4.0, la segatura può essere integrata con altri processi all’interno di sistemi di produzione digitalizzati e configurati in maniera completamente automatica. La tecnologia di segatura automatizzata offre agli utenti dei vantaggi significativi. Molti processi possono essere eseguiti senza presidio e più velocemente, il che aumenta la produttività e riduce il bisogno di manodopera. È più facile compensare la differenza quando dei dipendenti si ammalano - e i robot possono continuare a lavorare anche durante le pause o dopo la fine dei turni. Questo si traduce in minori costi e in una maggiore flessibilità in termini di utilizzo delle capacità a disposizione. Le aziende possono reagire più facilmente ai picchi delle commesse, e ridurre drasticamente i tempi di fermo. Questo può fare una grande differenza in termini economici: “Abbiamo calcolato che, a seconda del modello dei turni, è possibile investire in un robot industriale con una macchina come la nostra segatrice KASTOvariospeed e ammortizzarne i costi in meno di un anno,” ci dice Volker Bühler. “Tenendo conto del fatto che sistemi come questo vengono usati in media per più di dieci anni, gli utenti possono ridurre i loro costi operativi per un periodo di tempo molto lungo.”

Vantaggi sia per gli utenti che per i clienti
La tecnologia robotica aiuta anche a migliorare le condizioni di lavoro. Dispensa i dipendenti dai compiti più pesanti, stancanti e monotoni - e riduce il rischio di incidenti e ferite. Inoltre, le parti tagliate sono di qualità migliore - perché i robot le lavorano con uguale precisione, le smistano in maniera affidabile e le stoccano in modo ordinato. Questo offre grandi vantaggi non solo agli operatori di strutture di segatura automatiche, ma anche ai loro clienti.

Lascia un commento

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Torna in alto

Comunicazione tecnica per l'industria