Menu
Saturday, 20 Gennaio 2018
Attenzione
  • JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 66
A+ A A-

Una nuova era nella produzione di pezzi piegati e tranciati

Con la nuova trancia-piegatrice automatica servo-controllata RM-NC e il sistema Leantool della Bihler, la Accornero Spa di Druento ha dato inizio  a una nuova era nella produzione di pezzi piegati e tranciati. Ora non è soltanto possibile produrre tutti i
componenti in modo più rapido e flessibile, ma si possono realizzare anche tutti gli utensili necessari alla produzione in modo più efficiente. Entrambi i componenti sono elementi importanti per la strategia di successo dell’azienda, che mira a ottenere un tasso di crescita annuale superiore al 10%.

di Lorenzo Benarrivato

Dicembre 2017

Accanto ai pezzi realizzati con stampaggio a iniezione, elementi di contatto, morsetti e pezzi piegati in filo, l’assortimento di prodotti della Accornero Spa include principalmente molle di tutte le fogge, dalle molle a pressione e di trazione, alle molle a spirale, fino alle molle piane. L’azienda fondata nel 1958, con i suoi 33 dipendenti, produce in totale circa 300 milioni di pezzi all’anno, utilizzati su autoveicoli, motociclette, in elettrotecnica e per gli elettrodomestici. Per la produzione di pezzi tranciati e piegati vengono fra l’altro utilizzati sette impianti Bihler, il primo dei quali è stato acquistato dall’azienda nel 1987. Quasi il 60% della produzione è destinato all’esportazione in Europa, nonché in Turchia, negli Stati Uniti e in Messico. “Il nostro obiettivo è ottenere un incremento del fatturato annuo di almeno il 10% e per questo abbiamo realizzato importanti investimenti”, spiega Carlo Bazzano, amministratore delegato della Accornero Spa. “La priorità è data allo sviluppo di soluzioni e sistemi di produzione che ci consentano di operare in modo più flessibile, rapido ed economico, e di introdurre sul mercato nuovi prodotti in collaborazione con i nostri clienti”.

Produzione servocontrollata per rispondere alle esigenze di mercato
Un elemento importante di questa strategia di successo è la sistematica modernizzazione del parco macchine, che Accornero persegue anche nell’ambito della tranciatura e piegatura. Il miglior esempio in questo senso è la nuova RM-NC, acquistata da Accornero a metà 2017. La macchina rappresenta la nuova generazione di trancia-piegatrici automatiche servocontrollate, con le quali l’azienda può produrre in modo assolutamente efficiente e preciso e assicurando la massima qualità con tolleranze minime. L’impianto servocontrollato fornisce inoltre la flessibilità necessaria per la produzione, poiché i lotti prodotti da Accornero vanno da alcuni milioni di pezzi fino a poche decine di unità.
“Il mercato richiede sempre più lotti esigui e tempi di consegna più brevi. La trancia-piegatrice RM-NC è la soluzione giusta”, aggiunge Carlo Bazzano.
La Accornero ha visto per la prima volta la RM-NC a luglio 2015, in occasione di una visita alla Otto Bihler Maschinenfabrik di Halblech. L’impianto servocontrollato ha subito colpito nel segno, anche perché è stato possibile adattare senza problemi sulla trancia-piegatrice servocontrollata un utensile di un macchinario meccanico che i rappresentanti dell’azienda avevano portato con sé.

Realizzazione di utensili competitivi
Al contempo, Bihler ha messo a disposizione anche il sistema Leantool, che ha rivoluzionato la produzione di nuovi utensili in qualità di sistema utensili modulare innovativo e anche questa soluzione ha entusiasmato immediatamente la Accornero. “Operiamo con successo da anni nel settore della produzione di utensili e abbiamo subito compreso le potenzialità del sistema Leantool”, sostiene Paolo Destefanis, direttore tecnico della Accornero Spa. “ Il sistema utensili modulare Leantool ci rende più competitivi, perché siamo in grado di produrre da un’unica fonte utensili in modo particolarmente rapido ed economico, cosa decisamente utile per i piccoli lotti”.
La scelta è chiara: l’azienda non punta soltanto sulla nuova RM-NC, ma anche sul sistema Leantool, portando in tal modo la produzione di pezzi e utensili a un nuovo livello, in grado di assicurare prestazioni elevate e rispondere alle esigenze future.

Un successo pratico
Nel giugno 2017 la RM-NC è stata installata presso la Accornero e all’incirca dallo stesso periodo l’azienda utilizza anche il sistema Leantool. Anche se i due componenti sono utilizzati da poco tempo, gli investimenti si sono già rivelati produttivi. La Accornero ha già potuto realizzare con successo un utensile per le boccole che consente di produrre dieci diversi tipi di boccole al mese. Il nuovo sistema Leantool verrà presto usato per realizzare tutti i nuovi utensili. Allo scopo, durante questa prima fase viene consultata la banca dati Bihler, che nell’80% dei casi propone progetti graduali e progressivi testati per la realizzazione dei pezzi tranciati e piegati. La progettazione dell’utensile avviene quindi mediante il software bNX, prima di passare alla fase di produzione effettiva. Secondo il processo continuo assicurato dal sistema Leantool si procede poi con il montaggio degli utensili, l’allestimento dell’impianto e la produzione dei pezzi. In questo modo, la Accornero è la prima azienda italiana a sviluppare direttamente in loco la produzione completa di utensili secondo uno schema ben definito.

Produrre in modo conveniente anche lotti molto più piccoli
Anche la trancia-piegatrice RM-NC, messa in esercizio soltanto una settimana dopo la consegna, ha fornito prestazioni convincenti: “L’utensile di un nostro precedente impianto meccanico viene utilizzato sulla RM-NC a 250 corse”, riferisce Paolo Destefanis. “Si tratta di un aumento del 20% ed è esattamente l’obiettivo che desideravamo raggiungere”. Si prevede un ulteriore aumento a circa 300 corse e in generale l’azienda ritiene che con l’impiego della tecnica di servocontrollo si possa ottenere un aumento del 50% del numero di cicli. Un ulteriore punto a favore è il fatto che i tempi di attrezzaggio si sono ridotti dalle precedenti 4-8 ore a circa un’ora in media. “In questo modo con la RM-NC possiamo ora produrre in modo conveniente anche lotti molto più piccoli”, aggiunge Paolo Destefanis. Inoltre è possibile ridurre le scorte in magazzino di materiali di partenza adeguandole alle dimensioni dei lotti necessari, con conseguente risparmio economico. L’impianto ha anche convinto gli acquirenti con le opzioni di monitoraggio, che consentono analisi e prognosi accurate, senza dimenticare la facilità di impiego pratico della RM-NC e dell’efficiente sistema Leantool.
“Decisivo per l’impiego fruttuoso della RM-NC e del sistema Leantool è stato il supporto assicurato da Bihler, in particolare con i corsi e la formazione in loco”, sottolinea Paolo Destefanis. “Bihler non fornisce soltanto un macchinario, ma anche le relative competenze”. In futuro, la Accornero passerà totalmente alla tecnica di servocontrollo Bihler e alla fine dell’anno nell’azienda sarà installata una nuova trancia-piegatrice automatica servocontrollata del tipo GRM-NC. “Siamo molto soddisfatti”, è la conclusione positiva dell’amministratore delegato Carlo Bazzano. “Bihler è un partner competente e affidabile, con il quale potremo raggiungere i nostri obiettivi futuri”.

Lascia un commento

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Torna in alto

Comunicazione tecnica per l'industria