Menu
Monday, 18 Dicembre 2017
A+ A A-

Piegatura e taglio hanno un unico cuore: il software

Per garantire precisioni e qualità sempre più elevate, Tecnolam ha rinnovato il proprio parco macchine installando quattro piegatrici e una macchina per il taglio laser in fibra Bystronic che gestisce al meglio attraverso il software BySoft 7 con i vari moduli dedicati alle diverse tipologie di macchine.

di Laura Alberelli

Novembre 2017

Taglio laser, punzonatura, piegatura, saldatura. Questi sono i servizi offerti da Tecnolam, azienda di Castelseprio (in provincia di Varese) specializzata nella lavorazione per conto terzi della lamiera. Fondata nel 2009 dalla famiglia Mari, la società inizia la propria avventura imprenditoriale con un parco macchine composto da sistemi di taglio tradizionali, da una piegatrice e da una cesoia. Nel giro di pochi anni, però, i titolari sentono la necessità di rinnovare in toto il reparto di produzione, ripartendo da zero. Ricorda Riccardo Mari, fondatore insieme al padre Giorgio e al fratello Carlo di Tecnolam: “Sempre più spesso i nostri clienti ci chiedevano lavorazioni di alta precisione e dalla qualità elevata. Per garantire simili risultati, si è reso necessario modificare radicalmente il nostro parco macchine. All’epoca utilizzavamo già la tecnologia laser (il plasma lo abbiamo impiegato per circa un anno, per poi investire in due macchine laser CO2), ma il collo di bottiglia era diventato la piegatura. L’anno del grande cambiamento in azienda è il 2014, quando cioè abbiamo deciso di investire nella nostra prima macchina Bystronic - la piegatrice Xpert da 150 tonnellate - e nel pacchetto software dedicato BySoft 7. Se inizialmente ero un po’ scettico riguardo al software, devo ammettere che la sorpresa più positiva l’ho avuta proprio da questo. I vantaggi dell’utilizzo di BySoft 7 sono apparsi subito evidenti, a partire da quando abbiamo iniziato a realizzare i nostri primi pezzi campione. Ma i plus del software non si esauriscono qui: BySoft 7 ci permette di analizzare l’intero processo di piega del pezzo. Partendo da un modello 3D, esegue una valutazione accurata degli utensili necessari alla piegatura, stabilisce la sequenza di piega, determina il set-up macchina e valuta il posizionamento degli assi controllati dalla macchina. Tutte queste stime sono gestite direttamente da BySoft 7, quindi dall’ufficio tecnico e non dall’operatore a bordo macchina. In questo modo, il processo di piegatura diventa più semplice e veloce. Una volta lanciato il programma generato da BySoft 7, l’operatore non deve far altro che attenersi alle indicazioni e seguire la visualizzazione grafica che appare sul controllo della Xpert ed è subito in grado di lavorare”.

Una potenza di 6 kW per le applicazioni più diverse
Dopo l’introduzione in azienda della piegatrice Xpert, la collaborazione tra Tecnolam e Bystronic è proseguita con l’acquisto - sempre nel 2016 - di un’altra piegatrice da 3 m e, parallelamente, con l’introduzione in azienda del laser in fibra BySprint Fiber da 6 kW. “Utilizzando già (e con successo) BySoft 7 per la piegatura, abbiamo deciso di acquistare anche il modulo destinato al taglio laser. In questo modo, con un unico programma siamo in grado di processare il taglio, la piegatura e il relativo codice da produrre”. Abbiamo chiesto a Riccardo Mari da dove nasce l’esigenza di investire in una macchina laser in fibra, essendo partiti dal plasma (per cui grossi spessori) per poi optare verso sistemi (CO2 e fibra) destinati a gestire spessori più piccoli. “La nostra natura di contoterzisti e la nostra politica aziendale ci porta a diversificare i mercati di sbocco (dal medicale all’industria farmaceutica, dal comparto aerazione a quello alimentare, al petrolifero, ecc.) in modo da ridurre quanto più possibile il fattore di rischio. Ciò è il motivo per cui negli anni abbiamo investito in sistemi laser in grado di tagliare lamiere con spessori sottili così come spessori di una certa importanza. Ecco perché dopo plasma e CO2 siamo passati al fibra. Devo ammettere che inizialmente ero un po’ prevenuto sulla qualità di taglio raggiungibile con il fibra. Con il tempo però mi sono reso conto degli incredibili passi avanti compiuti in questo settore, e mi sono ricreduto sulle sue potenzialità”.

Una scommessa (vinta) sul fibra
Facendo una piccola cronistoria, dopo circa un anno dall’installazione del sistema di taglio plasma, Tecnolam ha deciso di rimpiazzarlo con due macchine per il taglio laser CO2. A un certo punto, però, la società ha scoperto di non essere più in grado di far fronte alle richieste dei clienti. “Eravamo sovraccarichi di ore di taglio; per contro, i consumi energetici delle due CO2 erano arrivati alle stelle. Fu allora che abbiamo iniziato a valutare le possibili alternative e alla fine abbiamo deciso di sostituirne uno per introdurre il BySprint Fiber di Bystronic” racconta ancora Mari. “Hanno scelto di installare un 6 kW perché questa potenza contente di lavorare un ampio range di spessori” spiega Marco Panzeri, Area Sales Manager di Bystronic. “BySprint Fiber ha dato loro delle buone risposte, e con una qualità di taglio molto vicina a quella del CO2. Sebbene la macchina sia in funzione da solo un anno, hanno già riscontrato un significativo risparmio in termini di consumi energetici”. “Forse è ancora presto per dirlo, ma crediamo che BySprint Fiber sia la scelta giusta per la nostra azienda” sottolinea il signor Riccardo.

Quattro piegatrici di diverse grandezze
Torniamo adesso a parlare delle macchine per la piegatura, che rappresentano la tipologia più numerosa del parco macchine di Tecnolam. Chiediamo dunque a Mari di introdurci i vari modelli installati, tutti a marchio Bystronic. “Come è stato detto in precedenza, la prima piegatrice introdotta è stata una Xpert da 150 t a cui è seguito (era il 2016) un modello simile per portata. Quando è arrivato il momento di investire in una terza piegatrice, ci siamo chiesti se dovesse essere una simile alla precedente o se bastasse una versione più piccola. Abbiamo esaminato i codici che produciamo solitamente e scoperto che tanti di questi sono realizzabili anche su una macchina di taglia più piccola, che oltre a essere meno onerosa di una da 3 m ha dei tempi ciclo molto più rapidi. In virtù di ciò, la terza piegatrice installata è stata una Bystronic di piccola taglia, Xpert 40”. Ma gli investimenti in tecnologia nell’ambito della piegatura proseguono. Presto l’officina di Tecnolam si arricchirà di una quarta piegatrice Bystronic. Anche questo modello sarà in grado di gestire lamiere con grandezze fino a 3 m, ma si distinguerà dagli altri per la possibilità di avere il controllo dell’angolo in automatico. “Si tratta di un optional grazie al quale è possibile effettuare il controllo dell’angolo direttamente in fase di piegatura”.

Un software dedicato per ottimizzare i tempi di set-up
Le piegatrici Bystronic installate in Tecnolam sono tutte idrauliche con inverter; ciò significa grande attenzione al risparmio energetico. Non a caso, le piegatrici idrauliche Bystronic hanno consumi molto bassi.
Altro elemento distintivo che identifica le macchine Bystronic è il veloce tempo di set-up, un aspetto di grande importanza per un “terzista” come Tecnolam. “A volte utilizziamo lo stesso set-up per due-tre giorni di seguito, ma ci capita anche di dover fare nella stessa giornata 25-30 set-up diversi a secondo dei lotti da realizzare” spiega Riccardo Mari. Per facilitarci in questo compito, stiamo valutando un nuovo modulo software sviluppato da Bystronic e denominato Tool Setup Optimizer. Si tratta di un software che va a integrazione di BySoft 7 con cui è possibile fare un nesting dei set-up da realizzare in macchina, in modo da agevolare il compito dell’operatore. Tool Setup Optimizer crea una sequenza di codici indicando da quale partire e con che tipo di attrezzaggio, segnalando a seguire il codice successivo che dovrà essere processato”. “In pratica - spiega Panzeri - viene fornito un elenco di codici già tagliati che hanno come minimo comun denominatore un certo tipo di attrezzaggio o comunque un attrezzaggio similare. Oltre a ridurre il numero di riattrezzaggi, con questo modulo si ottimizzano le tempistiche accorpando codici diversi che sono simili in termini di attrezzaggio macchina. Se il laser non ha più colli di bottiglia, in piegatura la battaglia per la competitività si gioca ancora e soprattutto sui tempi. Ecco perché Tool Setup Optimizer di Bystronic può diventare uno strumento strategico, soprattutto per chi come Tecnolam ha dei costi orari da tenere conto”. Che sia una macchina o che sia un software, in Tecnolam ogni investimento viene attentamente ponderato e valutato. Conclude Riccardo Mari: “Ogni investimento è importante (soprattutto per una realtà come la nostra) ed è destinato ad avere un grande impatto sull’azienda negli anni a venire, sia da un punto di vista economico che di approccio alla produzione. Sicuramente, le macchine Bystronic così come il software BySoft 7 con i vari moduli dedicati alle diverse tipologie di macchine ci stanno ripagando dei sacrifici e ci hanno aiutato a diventare una “smart manufacturing” in tempi incredibilmente brevi”.

Bending and Cutting Have a Single Heart: Software
To ensure increasingly high precision and quality, Tecnolam renewed its machine stock by installing four press brakes and a fiber laser cutting machine by Bystronic which it manages efficiently using the BySoft 7 software with various modules dedicated to the different types of machines.

Laser cutting, punching, bending, welding. These are the services provided by Tecnolam, a company based in Castelseprio (near Varese) specialized in machining sheet metal for third parties. Founded in 2009 by the Mari family, the company began its entrepreneurial adventure with a machine stock made up of traditional cutting systems, a press break and shears. Within a few years, however, the owners felt the need to renew the production department completely, starting from scratch. Riccardo Mari, co-founder of Tecnolam with his father Giorgio and brother Carlo, recalls: “Increasingly often our clients began to ask us for very accurate and high quality machining. To guarantee such results, we had to modify drastically our machine stock. At the time we were already using laser technology (we used plasma for about one year, then we invested in two CO2 laser machines), but the bottleneck was bending. The year of the great change in the company was 2014, when we decided to invest in our first Bystronic machine - the 150-ton Xpert  press brake - and in the dedicated BySoft 7 software package. If initially I was a little skeptical about the software, I must admit that the most pleasant surprises came from this aspect. The advantages of using BySoft 7 were soon evident, starting from when we began manufacturing our first sample items. But the advantages of the software went beyond this: BySoft 7 allows us to analyse the item’s entire bending process. Starting from a 3D model, it carries out an accurate evaluation of the tools required for bending, establishes the bending sequence, determines the machine set-up and evaluates the positioning of the axes controlled by the machine. All of these estimates are managed directly by BySoft 7, therefore by the technical office and not by the operator by the machine’s side. Once the program generated by BySoft 7 has been launched, all the operators need to do is follow the instructions and the graphic view which appears on the Xpert control panel and they can start working immediately”.

A 6 kW power for the most diverse applications
After the introduction in the company of the Xpert press brake, the cooperation between Tecnolam and Bystronic carried on with the purchase - in 2016 - of another 3 m press brake and, simultaneously, with the introduction in the company of the 6 kW fiber laser, BySprint Fiber. “Having already used (successfully) BySoft 7 for bending, we decided to purchase the module destined to laser cutting. In this way, with a single software we can process cutting, bending and the relative code we need to produce”. We asked Riccardo Mari what brought to the need to invest in a finer laser machine, having begun with plasma (that is, thicker materials) to opt for systems (CO2 and fiber) meant to manage thinner materials.  “Working for third parties, our corporate policy leads us to diversify markets (from medical to pharmaceutics, from ventilation to food, to the oil industry, etc.) so as to reduce the risk factor as much as possible. This is the reason why during these years we invested in laser systems capable of cutting thin sheet metal as well as metal with a more relevant thickness. This is why after plasma and CO2 we went on to fiber laser. I must admit that initially I was somewhat biased against the quality of cuts that could be obtained with finer lasers. Over time however I realized the incredible leaps forward achieved in this sector, and I changed my mind about its potential”.

A winning bet placed on fiber
Analysing the timeline, one year after the installation of the plasma cutting system, Tecnolam decided to replace it with two machines for CO2 laser cutting. The company however ended up realizing that it could not cope with clients’ requests. “We were overburdened with cutting hours;  at the same time the energy consumption of the two CO2 cutters was sky-high. This was when we began to evaluate possible alternatives ad finally we decided to replace one by introducing BySprint Fiber by Bystronic”, Mari relates. “They chose to install a 6 kW machine because this power allows to machine a wide range of thicknesses” Marco Panzeri, Area Sales Manager for Bystronic, explains. “BySprint Fiber provided good answers, and with a cutting quality very close to CO2. Even though the machine has only been operational for one year, they already achieved considerable savings in terms of energy consumption”. “It might be still early to say so, but we believe BySprint Fiber is the right choice for our company”, Riccardo states.

Four press brakes in different sizes
Let us now go back to press brakes, which represent the most numerous type of machine in Tecnolam’s stock. We therefore asked Mari to introduce us to the various installed models, all by Bystronic. “As we mentioned previously, the first press brake we introduced was a 150 t Xpert machine which was followed (in 2016) by a model with a similar capacity. When the time came to invest in a third press brake, we wondered if it should be similar to the previous one or if a smaller version could be enough. We examined the codes we normally produce and found out that many of these can be produced even with a smaller machine, which, besides being less expensive than a 3 m machine, has much faster cycle times. For this reason, the third press brake we installed is a smaller Bystronic machine, Xpert 40”.  The investments in press brake technology are ongoing. The Tecnolam workshop will soon include a fourth Bystronic press brake. Even this model will be able to manage sheet metal up to 3 m long, but it will differ from the others in that it will be able to control the angle automatically. “This optional feature allows to control the angle directly during the bending phase”.

A dedicated software to optimize set-up times
Bystronic press brakes installed at Tecnolam are all hydraulic, with inverters; this implies a great attention to energy saving. It is not by chance that Bystronic press brakes have very low consumption rates.
Another distinctive element which identifies Bystronic machines is the fast set-up time, an aspect which is very important for a third-party service provider such as Tecnolam. “Sometimes we use the same set-up for two or three days in a row, but we also happen to have to use 25-30 different set-ups in a single day according to the lots we need to produce” Riccardo Mari explains. To make this task easier, we are evaluating a new software module developed by Bystronic and called Tool Setup Optimizer. This software integrates BySoft 7 with which nesting of the set-ups to be carried out on the machine may be obtained, thereby making the operator’s task easier. Tool Setup Optimizer creates a sequence of codes showing which ones have to be used first and what type of tools are needed, then showing the successive code to be processed”. “Practically - Panzeri explains - a list of pre-cut codes is provided which have as a least common denominator a certain type of tooling or at any rate similar tools. Besides reducing the number of tool changes, this module optimizes timing by grouping different codes which are similar in terms of machine tooling. If laser has no more bottlenecks,  the battle for competitiveness is still raging on the bending field and is based especially on speed. This is why Tool Setup Optimizer by Bystronic may become a strategic tool especially fr those who, like Tecnolam, have costs per hour which must be taken into consideration”. Be it machinery or software, every investment is accurately weighed and considered by Tecnolam. Riccardo Mari concludes: “Every investment is important (especially for a concern like ours) and is destined to affect the company considerably over the years to come, both from an economic standpoint and in terms of the approach to production. Definitely, Bystronic machines, just as BySoft 7 software with the various modules dedicated to the different types of machine, are rewarding the efforts we made and helped us to become a “smart manufacturing” concern in an incredibly short time”.

Lascia un commento

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Torna in alto

Comunicazione tecnica per l'industria