Menu
Tuesday, 19 Settembre 2017
A+ A A-

Si alza il sipario sulla piegatura

ALPEMAC, ex Divisione Macchinari e Attrezzatura di Alpewa, si presenta a Lamiera con tre modelli di pannellatrici serie RAS (in versione manuale, semi automatica e automatica) e con una piegatrice a bandiera automatica ProfileCenter. Sia le pannellatrici che le piegatrici utilizzano il software di programmazione Bendex 3D.

di Elisabetta Brendano

Maggio 2016

A Bologna, presso lo stand ALPEMAC, sono esposti tre differenti tipi di pannellatrici RAS: un nuovo modello manuale dalla concezione modulare, una pannellatrice semi automatica e una in versione automatica. La nuova pannellatrice manuale a bandiera XLTbend è ideale per chi deve piegare cassette su 4 lati, pannelli, profili e box complessi. La macchina esegue pieghe positive e negative senza dover ribaltare la lamiera, garantendo così alta precisione e produttività. Due i modelli disponibili: 4.060 x 2,5 mm e 3.200 x 3 mm. Oltre all’utilizzo di nuovi componenti meccanici, altra particolarità che caratterizza la macchina è l’estrema modularità di assemblaggio: la disponibilità di diversi accessori (come ad esempio le ventose per l’avanzamento automatico della lamiera) e l’ampia scelta di utensili (con altezza da 150 mm fino a 300 mm) permettono di allestire la pannellatrice in una configurazione ottimale per soddisfare le più diverse esigenze di utilizzo.

Non è necessario ribaltare la lamiera
La pannellatrice semi automatica UpDownCenter RAS, con sistema a bandiera, è invece indicata per piegare profili e scatolati fino a 4.060 mm di lunghezza, 400 mm di altezza e 3 mm di spessore, in maniera semplice, veloce e con alta precisione. La macchina si basa sulla piattaforma del modello UpDownBend, con il quale condivide la tecnologia di piega a bandiera che accompagna la lamiera senza segnarla ed esegue pieghe in positivo e negativo automaticamente, senza dover ribaltare la lamiera. Multibend-Center è invece la sigla che identifica una pannellatrice con sistema di piegatura a bandiera totalmente automatica, anch’essa in mostra a Lamiera. Oltre ad assicurare alta velocità, il sistema garantisce un elevato grado di flessibilità, ripetitività e precisione nella piegatura di pannelli fino a 3.060 mm di lunghezza e 203 mm di altezza. Il sistema a bandiera rappresenta una delle più raffinate tecnologie di piega disponibili oggi e non graffia il materiale. Per quanto riguarda i sistemi di carico e scarico, sono previste soluzioni versatili, flessibili e ampliabili: inizialmente è possibile utilizzare un semplice sistema manuale per poi implementare nel tempo la macchina con sistemi completi e versatili totalmente automatici.

Piegare in automatico profili stretti e complessi
Oltre alle pannellatrici, ALPEMAC presenta a Bologna la piegatrice a bandiera automatica RAS ProfileCenter. È in grado di piegare completamente in automatico profili molto stretti e complessi fino a 3.200 mm di lunghezza e 2 mm di spessore, come ad esempio stipiti delle porte, profili per finestre o canali per cavi elettrici, anche in lotti da un pezzo. Il sistema di carico FlexGripper-Handlingssystem - innovativo nel suo genere - posiziona, gira e ruota il pezzo di lamiera in automatico durante il ciclo di lavoro. Basta appoggiare la lamiera sul tavolo della macchina, senza posizionarla. Ciò è sinonimo di sequenze di piega veloci, di tempi ciclo brevi e di costi contenuti. ProfileCenter, così come le tre pannellatrici RAS già descritte, utilizzano il sistema di programmazione Bendex3D. Nel programma è possibile importare qualsiasi file 3D (dxf, dwg, STEP, …), così da dare immediatamente informazioni di fattibilità del pezzo da realizzare e trasformare il file 3D in ciclo completo di programmazione.

Lascia un commento

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Torna in alto

Comunicazione tecnica per l'industria