Menu
Saturday, 18 Novembre 2017
A+ A A-

Numeri da record per EMO MILANO 2015

La EMO MILANO 2015 si è rivelata edizione da record
Promossa da CECIMO, l’associazione europea delle industrie della macchina utensile e organizzata dalle strutture operative di UCIMU - SISTEMI PER PRODURRE, EMO MILANO 2015 ha registrato 155.362 visite nei sei giorni di manifestazione, in rappresentanza di 120 paesi.  Il carattere internazionale che tradizionalmente contraddistingue EMO MILANO è testimoniato dalla grande partecipazione dei visitatori stranieri risultati il 51% del totale. Al vertice della classifica dei visitatori esteri sono i Tedeschi (il 12% del totale) seguiti da Svizzeri, Giapponesi, Francesi, Turchi, Cinesi, Russi, Spagnoli, Svedesi, Austriaci, Taiwanesi, Cechi, Coreani, Israeliani e Polacchi. Le aspettative già alte, considerato il momento economico positivo, sono state ampiamente superate. I dati registrati da EMO MILANO 2015, infatti, non sono soltanto nettamente superiori rispetto all’edizione precedente (2009) ma risultano di gran lunga migliori di quanto previsto a fine 2013 quando la macchina organizzativa della manifestazione è entrata nel vivo dell’attività. Il confronto con l’edizione 2009 risulta vincente per tutti i principali indicatori: EMO MILANO 2015 ha presentato l’offerta di 1.600 espositori, il 12% in più rispetto al 2009, per una superficie espositiva di 120.000 metri quadrati, il 26% più ampia dell’edizione precedente. La presenza di visitatori è stata del 25% superiore a quella del 2009 così come è cresciuta la partecipazione degli stranieri.  
“Questi dati - ha rilevato il Commissario Generale Pier Luigi Streparava -  confermano l’attrattività della piazza italiana per l’industria manifatturiera mondiale che si è ritrovata a Milano per conoscere le innovazioni tecnologiche che determineranno il futuro della produzione manifatturiera e delle modalità di lavoro all’interno delle fabbriche”.

Il valore della cultura italiana
Nei 12 padiglioni completamente allestiti è stato presentato l’intero spettro produttivo: dalla deformazione all’asportazione, dalla robotica all’automazione, dagli utensili alle tecnologie ausiliarie, alla meccatronica. In questo contesto hanno fatto il loro debutto le tecnologie additive, comparto in pieno sviluppo e di grande interesse anche per chi opera nel settore dei sistemi di produzione. In questo senso EMO MILANO si è dimostrata, ancora una volta, manifestazione capace di intercettare le nuove tendenze proponendo un focus dedicato all’additive manufacturing e ospitando la conferenza internazionale dedicata al tema, alla quale hanno preso parte circa 180 persone tra studiosi, tecnici, imprenditori e esperti.
“A inizio lavori, nel 2013, stimavamo avremmo ottenuto 150.000 visite da 100 paesi - ha affermato Alfredo Mariotti, direttore di EMO MILANO 2015. Abbiamo registrato invece 155.362 ingressi da 120 paesi: un successo su tutti i fronti anche perché il pubblico si è equamente distribuito tra Italiani e stranieri, a conferma che anche la domanda interna di sistemi di produzione è viva e vitale”. “Anche in virtù dei commenti raccolti presso espositori e visitatori - ha continuato Alfredo Mariotti - possiamo dire che l’attività di promozione di EMO MILANO 2015 incentrata sul valore della cultura italiana ha reso più ricca e interessante la permanenza degli operatori giunti a Milano. La volontà dell’EMOTEAM di offrire un assaggio di italianità attraverso le numerose iniziative organizzate prima e durante la mostra ha infatti incontrato l’apprezzamento degli operatori, in particolare di quelli stranieri”. Massiccia e ancora più nutrita rispetto all’edizione passata di EMO MILANO la presenza di visitatori europei (il 62% del totale degli stranieri) e asiatici (32%); è invece risultata in calo la presenza degli operatori delle Americhe (4%) nonostante i visitatori statunitensi siano aumentati. Oltre a registrare il consenso degli operatori, EMO MILANO 2015 ha catalizzato l’attenzione della stampa internazionale: ben 400 giornalisti da tutto il mondo si sono accreditati per seguire l’evento. Hanno visitato EMO MILANO 2015 oltre 400 operatori utilizzatori appartenenti a delegazioni ufficiali, organizzate da UCIMU-SISTEMI PER PRODURRE nell’ambito della missione ICE-Agenzia e Ministero dello Sviluppo Economico, e a delegazioni autonome. Organizzati in gruppi di visita accompagnati da professori e tutor, 4.040 studenti, tra allievi di istituti tecnici e universitari, hanno partecipato a EMO MILANO 2015, per tradizione occasione di incontro tra scuola e mondo dell’industria. D’altra parte la manifestazione sarà ricordata anche per tutti gli eventi organizzati a corollario: dagli appuntamenti istituzionali agli incontri B2B, dalle presentazioni alle conferenze stampa, dai convegni ai seminari tecnici. Ma oltre a ciò EMO MILANO 2015 sarà ricordata per la concomitanza con EXPO, l’esposizione universale a due passi dal quartiere espositivo che ha accolto numerosissimi operatori della mondiale della macchina utensile per un “Dopo EMO” unico nel suo genere. Sono infatti più di 40.000 i biglietti di ingresso a EXPO che gli espositori di EMO MILANO 2015 hanno acquistato, a tariffa agevolata, grazie all’accordo siglato dagli organizzatori della mondiale della lavorazione dei metalli.

Lascia un commento

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Torna in alto

Comunicazione tecnica per l'industria