Menu
Monday, 25 Settembre 2017
A+ A A-

Ancora più vicini alle problematiche dei clienti

Lo scorso giugno Fanuc ha ufficialmente inaugurato la sede di Arese, alle porte di Milano, in cui si sono riunite Fanuc FA Italia e Fanuc Robotics Italia per operare in ancor più stretta sinergia e migliorare ulteriormente il già elevato livello di supporto fornito ai clienti italiani.

di Fabrizio Garnero

Ottobre 2013

Non è cosa facile e soprattutto non è da tutti avere la capacità e la lungimiranza di saper sfruttare i momenti di rallentamento del mercato, chiamiamoli così, trasformandoli in opportunità, per riorganizzare al meglio la propria realtà lavorativa e mettersi nelle condizioni ideali per affrontare le nuove sfide che il contesto globale in cui operiamo propone. È quindi un messaggio forte e chiaro quello inviato a tutti gli ambiti e i comparti legati all’automazione di fabbrica e alla robotica industriale da parte di Fanuc FA Italia e Fanuc Robotics Italia oggi riunitesi sotto un unico tetto per operare in ancor più stretta sinergia di quanto già non accadesse nel passato. Già! Perché dopo la fusione a livello europeo delle divisioni Robotics, Factory Automation e Robomachines, anche le due società italiane hanno avviato, dal marzo scorso, un processo di unificazione iniziato con la riunione nel sito aziendale di Arese alle porte di Milano, iter che culminerà con la fine di quest’anno dando vita a un unico soggetto con tutte le carte in regola per affrontare con sempre maggiore vigore le sfide dei mercati ed essere ancora più vicini e a contatto con le problematiche dei clienti.
{gallery}/Automazione/10_2013/fanuc/fanuc_01{/gallery}

Il miglior supporto a casa vostra
“Abbiamo concentrato le forze per cercare di migliorare ulteriormente l già elevato livello di supporto che diamo ai nostri clienti; ora ci sono i CNC per i clienti della robotica e i robot per quelli dei controlli numerici” afferma con forza Marco Ceribelli, Vice General Manager di Fanuc in Italia nel suo discorso di benvenuto alla cerimonia organizzata alla fine di giugno per inaugurare la nuova realtà. Un evento inaugurale che ha permesso a clienti, utilizzatori e stampa specializzata di visitare la nuova sede unificata e che ha visto la partecipazione del management di Fanuc italiano ed europeo al completo. “La rete mondiale di Fanuc è cresciuta ovunque e in maniera inarrestabile - ha proseguito Ceribelli - era quindi venuto il momento di consolidare anche in Italia le forze per prepararsi alle sfide future. Dati alla mano, il sistema Italia delle macchine utensili e dell’automazione è stato in grado di reagire con forza e competenza al difficile momento del mercato e si è rapidamente attrezzato per sostenere le nuove sfide, riorganizzando, consolidando le strutture interne e attaccando con profitto il mercato globale. Vedervi così numerosi lo conferma”. “Oggi - ha continuato il Vice General Manager - per vincere queste sfide è necessario innovare continuamente, proponendo al mercato soluzioni sempre più competitive e tecnologiche. In quest’ottica, Fanuc si è da sempre distinta nella ricerca e nello sviluppo di nuovi prodotti, verificati e testati prima nelle nostre fabbriche in Giappone, al fine di validarne la perfetta qualità, e poi mettendoli a vostra disposizione affinché vi aiutino a migliorare le performance e garantire la massima affidabilità delle vostre macchine e dei vostri impianti. È quindi necessario saperli ben integrare nei propri processi, in modo intelligente, ed è qui che entra in gioco il prezioso supporto del nostro team italiano, questa è la vera missione del Gruppo che abbiamo consolidato in questa sede. Oggi abbiamo riunito in questo edificio le due divisioni di Fanuc, controlli numerici e robot proprio per assicurarvi il miglior supporto a casa vostra, e garantire poi un pieno successo dei vostri prodotti, una volta immessi sul mercato, grazie alla rete di supporto mondiale che Fanuc ha organizzato per voi. Grazie alla nostra garanzia worldwide, le vostre macchine avranno sempre qualcuno che se ne prenderà cura, ovunque voi le installiate nel mondo, con grande soddisfazione e tranquillità per voi e per i vostri clienti. Ci sono quindi due eccellenze nei rispettivi campi di applicazione robot e CNC, a vostra piena disposizione in un unico punto di contatto, che è la sede dove oggi ci siamo riuniti, pronti a soddisfare al meglio, con un servizio qualificato e dedicato ogni vostra richiesta e necessità”.
{gallery}/Automazione/10_2013/fanuc/fanuc_02{/gallery}

Un team di persone motivate e competenti
Oggi Fanuc FA Italia e Fanuc Robotics Italia sono quindi ubicate su una superficie totale di 3.500 m2, tra magazzino, uffici amministrativi e reparto dedicato all’assistenza tecnica. Sono circa novanta le persone impiegate nella nuova struttura, composta da un team di professionisti attivi nel comparto dell’automazione a tutto tondo, robotica compresa, e in grado di seguire da vicino gli utilizzatori italiani. Il fattore umano è ciò su cui ha fortemente puntato Duilio Tissino, General Manager di Fanuc Robotics nel suo discorso poiché: “Queste belle strutture restano un mero esercizio di stile, e non servono a molto, senza un team di persone motivate e competenti. Un team che, nonostante l’unificazione, non ha perso alcun elemento, anzi è destinato a crescere in quanto sono previste nuove assunzioni visto che i primi mesi di operatività congiunta hanno già portato ottimi risultati”. Tutto ciò conferma che lo scopo del trasloco non era assolutamente il taglio di costi e di personale; si sono, infatti, unite due realtà in piena salute che rappresentano il riferimento di mercato nei rispettivi comparti e non due società in difficoltà come un passo del genere avrebbe potuto far pensare visto il periodo congiunturale che stiamo vivendo”.

Un supporto ancora più incisivo ai clienti
Quello di Fanuc è quindi un cambiamento avvenuto all’insegna della continuità che è passata dalla conferma del management delle due divisioni e dal fatto che nella fusione non è stato perso alcun dipendente, anche quelli abitanti in luoghi distanti da Arese. Il nuovo non può prescindere dal passato, e quindi dalla storia di successi di Fanuc Corporation e dalla visione, ancora una volta lungimirante, di Mr Seiuemon Inaba quando nel 1956 creò quella che oggi è, a tutti gli effetti, un’impresa globale, di indiscusso riferimento mondiale nell’automatizzazione della macchina utensile. E questo è stato il messaggio del presidente di Fanuc Europe, Olaf Gehrels, intervenuto per l’occasione, sottolineando anche lui come questa riunificazione consentirà alla società di essere ancora più solida e di crescere ulteriormente. La riunificazione delle competenze di Fanuc Robotics e Fanuc FA permette oggi di dare un supporto ancora più incisivo ai propri clienti, per migliorarne i singoli prodotti, in piena sintonia con la politica Fanuc nel mondo improntata sulla stretta iterazione con il cliente e le sue problematiche con cui è fondamentale parlare la stessa lingua.

Lascia un commento

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Torna in alto

Comunicazione tecnica per l'industria