Menu
Sunday, 15 Luglio 2018

Una storia contraddistinta da idee innovative

Sono trascorsi ormai quarant’anni dalla fondazione di D.Electron e l’azienda toscana continua a investire fortemente nella propria gamma di controlli numerici destinati alle lavorazioni meccaniche ad asportazione di truciolo.

di Alberto Marelli

Marzo 2018

Al giorno d’oggi, non sono molte le imprese che possono vantare una storia lunga quarant’anni. Una di queste “eccellenze” è D.Electron, uno dei fiori all’occhiello della tecnologia italiana, specializzata nella costruzione di controlli numerici che ha sviluppato una riconosciuta competenza nella lavorazione di stampi anche a cinque assi oltre che nella meccanica generale.
La D.Electron di Firenze ha realizzato nel corso dell’attività diversi prodotti per rispondere alle necessità di molti costruttori di macchine utensili, con i quali è da sempre in rapporti di stretta e proficua collaborazione e, più di recente, per venire incontro alle esigenze degli utilizzatori finali italiani.
La storia di D.Electron nasce quindi da lontano, ed esattamente nel 1970, grazie all’intuizione dell’ingegner Alessandro Dreoni. In quegli anni, in collaborazione con l’azienda costruttrice di fresalesatrici Secmu di Ponte dell’Olio (PC), produce i primi azionamenti statici a diodi controllati (SCR) con caratteristiche dinamiche valide per sostituire gli antiquati Ward-Leonard allora ancora in uso.
Nel 1977 nasce la D.Electron Sas, poi trasformata nell’attuale D.Electron Srl.
“L’innovazione tecnologica e la stretta collaborazione con le aziende meccaniche costruttrici sono da sempre i motivi trainanti del nostro successo”, spiega Andrea Becattini, Sales Manager D.Electron. “L’attenzione verso la gestione delle problematiche delle macchine da parte degli operatori ci ha portato a essere particolarmente attenti al confort degli operatori e alle prestazioni, sviluppando, anche grazie alla ricerca e alle nuove tecnologie, una serie di CNC di estrema affidabilità, molto performanti e di grande semplicità di utilizzo.
Quarant’anni di esperienza hanno permesso di comprendere i bisogni dei clienti e di sviluppare un rapporto più che di fornitore di partner proficuo per entrambi”.

Controlli numerici al passo con i tempi
Un passaggio importante per l’azienda fiorentina è avvenuto nel 1983, quanto D.Electron lancia sul mercato i controlli numerici Z16 per fresatrici, prodotti basati su hardware proprietario, con programmazione parametrica, PLC integrato e installati in singolo rack completo di periferiche. “Il passaggio successivo è avvenuto dieci anni dopo, nel 1993, quando abbiamo prodotto lo Z32, controllo numerico basato su hardware PC e relativo sistema operativo DOS, sviluppando un software universale per le due grandi tipologie di macchine utensili (fresatrici e torni), unificando la produzione, i collaudi e la manutenzione, con notevoli benefici economici e di snellimento della nostra gestione operativa”, afferma Becattini. “Di conseguenza, il successo dei CNC D.Electron è dovuto molto anche alla possibilità del loro aggiornamento e ampliamento funzionale, anche anni dopo la messa in servizio.
In poche parole, sono sempre stati prodotti con obsolescenza operativa inusitatamente lenta”.

Particolarmente indicato per gli stampisti
Per venire incontro alle richieste del settore della costruzione stampi, nel 2012 D.Electron ha introdotto nel proprio controllo Z32 la funzione “Stampi”, rendendolo compatibile con il linguaggio di programmazione dei CNC Selca. “Lo stampista è in grado di eseguire il part program del CN Selca senza aggiungere o eliminare alcuna riga di programma e senza operazioni di conversione; l’operatore sarà in grado di padroneggiare il CNC senza alcun costo d’istruzione.
D.Electron ha investito con forza per colmare questo “buco”, in questo modo gli operatori alle macchine non sono obbligati a imparare nuovi linguaggi di programmazione legati ad altri controlli. Dato che il tempo di apprendimento di un nuovo controllo numerico è un costo, eliminarlo è un vantaggio importante per le aziende”, sottolinea Becattini.
Grazie a un cuore tecnologico totalmente Made in Italy, i controlli numerici Z32 sono completamente compatibili con i CNC precedenti, dai quali ereditano tutte le funzionalità e prestazioni acquisite in decenni di esperienza. La compatibilità si estende dalle prestazioni del CN (alta velocità, superfinitura, bontà dell’interpolazione) al linguaggio di programmazione dei part-program e del PLC nonché alle periferiche di Input/Output.

Rispetto per il passato, ma proiettati nel futuro
D.Electron, forte della sua quarantennale esperienza, è oggi una solida realtà in grado di realizzare e fornire un pacchetto CNC e azionamenti digitali per le principali macchine utensili, presenti sia sul mercato italiano che su quello estero grazie anche al teleservice e alla facilità con la quale è possibile sostituire un “componente” anche da personale non particolarmente esperto. “La semplicità unita a un approccio tecnico particolarmente razionale, ci permettono di implementare i nostri controlli su macchine differenti per tipologia di lavorazione e di offrire soluzioni all’avanguardia anche per taglio laser, plasma, OXI e waterjet, che ha portato alla realizzazione di prestazioni di precisione praticamente inimitabili”, sottolinea Becattini.

Generazione futura
Le sfide sono sempre grandi per il futuro, D.Electron le affronta con la forza della sua competenza tecnica. “Lo sguardo con cui D.Electron guarda al futuro può essere descritta da due parole: continuità ed evoluzione. Il nostro passato è la forza su cui costruire il nostro futuro.
L’organizzazione è molto importante e il cambio di stabilimento che D.Electron farà entro un anno è la testimonianza dell’impegno e della necessità di migliorare la propria struttura”, afferma Becattini.
Tutto lo staff di sviluppo è coinvolto in un programma di rinnovamento tecnologico, forte del grande know how presente in azienda, delle intuizioni del fondatore ingegner Alessandro Dreoni, come pure dalle proposte tecniche dei figli ingegneri Francesco e Nicola, supportati da un team tecnico di esperienza.
“La nuova gamma di prodotti D.Electron sarà presto proposta al mercato, con CNC assolutamente rivoluzionari, che nel corso degli anni ha visto le sue esigenze mutare e crescere; speriamo già dalla MECSPE di Parma di presentare il nuovo CNC che, comunque come tradizione D.Electron, sarà compatibile con quanto sviluppato e messo sul mercato fino ad oggi”. spiega Becattini.

Innovazione totale
Una nuova filosofia di progetto caratterizza la nuova serie di controlli numerai D.Electron: tecnologia d’avanguardia ed ergonomia in primo piano.
Per il progetto del nuovo CNC è stata sviluppata una nuova generazione di interfacce utente, in cui sono stati introdotti contenuti e concetti grafici orientati a una facile e intuitiva lettura delle operazioni e dei comandi.
I grandi schermi saranno tutti con tecnologia “touch screen capacitiva”, che permettono all’operatore un controllo ottimale della programmazione e delle funzioni della macchina.
Lo staff dell’azienda toscana ha tenuto conto di tutta la tecnologia oggi presente nel settore e si è spinto, come sempre è stato, anche oltre.
“D.Electron, forte del suo bagaglio di esperienza, ha profuso nel progetto della nuova gamma di prodotti una grande energia e ha rivisto tutti gli aspetti di progettazione, affinando metodologie e tecniche di sviluppo e produzione”, dichiara Becattini.

Lascia un commento

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Torna in alto

Comunicazione tecnica per l'industria