Menu
Monday, 18 Dicembre 2017

Mantenersi aggiornati e competitivi

Una caratteristica delle soluzioni software Autodesk è la particolare formula di acquisto delle licenze attraverso abbonamento. Questa modalità offre una maggiore semplicità di gestione che permette all’utente di concentrarsi sulla progettazione e sulla produzione, senza doversi preoccupare del software.

di A.M.

Ottobre 2017

È passato ormai oltre un anno da quando la software house Delcam è entrata attivamente a far parte del gruppo Autodesk.
I prodotti PowerShape (per la progettazione 3D di parti complesse), PowerMill (per la produzione di stampi, matrici e altri componenti complessi), PowerInspect (software di controllo), FeatureCAM (per automatizzare la programmazione di macchine CNC e che ora include PartMaker per la produzione di precisione di parti con torni a fantina mobile nella versione Ultimate) sono andati ad ampliare ulteriormente la già vasta gamma di soluzioni per il manifatturiero proposta da Autodesk.
“L’ingresso di Delcam in Autodesk ha portato notevoli benefici, sia per la nostra azienda che per i nostri clienti”, afferma Franco Calloni, Southern Europe Sales Leader di Autodesk. “Uno dei più importanti è legato sicuramente alla nuova modalità di abbonamento, che rispetto alla licenza permanente permette agli utenti di gestire in modo più flessibile e conveniente gli strumenti software di progettazione e ingegnerizzazione a marchio Autodesk. Infatti, indipendentemente dalle dimensioni di un’azienda - piccola, media o grande -
Autodesk offre la flessibilità necessaria per scegliere le opzioni di abbonamento che soddisfano meglio le proprie esigenze aziendali. In passato, ad esempio, non tutte le aziende avevano le risorse economiche per investire in software ad alta tecnologia. Con la nuova modalità di abbonamento, questo tipo di investimento è diventato molto più accessibile”.

Maggiore flessibilità alle mutevoli esigenze aziendali
Come citato all’inizio, un vantaggio importante dell’abbonamento è la maggiore flessibilità alle mutevoli esigenze aziendali. “Grazie alle opzioni di piano mensile, trimestrale, annuale e pluriennale, i software Autodesk possono essere acquistati dai nostri clienti in base al reale tempo di utilizzo. Tra gli altri vantaggi è possibile gestire al meglio le esigenze sempre diverse di software e budget, calcolare i costi dei software in base al progetto nonché provare i nuovi strumenti senza dover sostenere un ingente investimento iniziale”, sottolinea Calloni.
Un abbonamento Autodesk è disponibile per utente singolo oppure multiutente.
“È importante sottolineare che nel mondo Autodesk quando si acquista una licenza tramite abbonamento, l’utente ha la possibilità di utilizzarla su due personal computer, uno in azienda e l’altro magari presso l’abitazione. Tutto ciò per sfruttare appieno lo strumento software”, dichiara Calloni.

Ogni soluzione software è disponibile in tre configurazioni
Grazie alla formula abbonamento, i clienti Autodesk utilizzano sempre la più recente versione del software. “Ogni mese - afferma Calloni - viene eseguito un controllo della licenza per appurare che l’utente abbia la versione più aggiornata, assicurando maggiore sicurezza: in passato, quando un utente perdeva la licenza per qualsiasi motivo, in teoria era necessario riacquistare tutto il pacchetto. Ora con la modalità abbonamento il cliente può scaricare nuovamente il software senza nessun costo aggiuntivo”.
Molti prodotti desktop in abbonamento, in cui il software risiede nel computer e non nel cloud, forniscono anche accesso facoltativo ai servizi cloud Autodesk.
Rispetto alla gestione Delcam, dove l’utente acquistava il modulo principale del software per poi aggiungere i vari moduli accessori, l’approccio Autodesk semplifica anche la scelta della configurazione software. Ogni prodotto è infatti disponibile in tre configurazioni: Standard, Premium e Ultimate, che contengono tutte le funzionalità necessarie a un’azienda manifatturiera.
Se prendiamo ad esempio la costruzione stampi, la configurazione PowerMill Standard rende disponibile la fresatura a 2 assi, 2,5 assi, 3 assi, 3 assi ad alta velocità e 5 assi posizionati. “Grazie a questa configurazione è possibile coprire tutte le operazioni di fresatura legate alla lavorazione della figura”, sottolinea Calloni.
Nella versione PowerMill Premium, quella di più interesse per la tipica azienda italiana, è possibile realizzare uno stampo in maniera più evoluta. Infatti, oltre alle funzionalità della versione Standard, la Premium comprende anche le strategie a
5 assi in continuo, il mondo della simulazione, una parte legata al CAD (per sistemare le superfici di supporto), oltre alla possibilità di importare file nativi da qualsiasi sistema CAD/CAM. Da evidenziare che questa configurazione è in grado di gestire anche la programmazione di robot fino a 12 assi. PowerMill Ultimate, infine, è la configurazione “di nicchia” che include strumenti per settori specifici (ad esempio, lavorazione turbine) nonché per implementare l’automazione di processo.

Supporto tecnico migliorato
L’ingresso di Delcam nel mondo Autodesk ha portato anche miglioramenti a livello di servizi. “Oltre alla possibilità di gestire la licenza attraverso un portale, Autodesk ha messo a disposizione dell’utente un supporto tecnico più efficiente”, spiega Calloni. “È possibile infatti contattare gli specialisti Autodesk tramite prenotazione di una chiamata, chat online oppure e-mail; ricevere assistenza desktop remota, per risolvere i problemi in modo diretto e sicuro; accedere alle risorse online, come la Knowledge Base che include documentazione di supporto, esercitazioni, video di formazione e forum di supporto delle community”.

Lascia un commento

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Torna in alto

Utensili

Comunicazione tecnica per l'industria