Menu
Friday, 26 Maggio 2017

Per una maggiore competitività

La gamma Jabro®-HFM JHF181 è indicata per le operazioni di fresatura ad elevato avanzamento di acciai temprati e leghe  a base di nichel. La gamma Jabro®-HFM JHF181 è indicata per le operazioni di fresatura ad elevato avanzamento di acciai temprati e leghe a base di nichel.

Seco ha recentemente ampliato la gamma di utensili Jabro con nuove frese in metallo duro integrale. Il costruttore svedese ha inoltre aumentato l’offerta di frese a disco con nuove introduzioni e ampliamenti di gamma.

di A.M.

Aprile 2017

Seco ha recentemente lanciato due nuove frese in metallo duro integrale che incrementano notevolmente l’asportazione e garantiscono una durata estremamente lunga. La gamma Jabro®-HFM JHF181 rappresenta una scelta indicata per le operazioni di fresatura ad elevato avanzamento di acciai temprati e leghe a base di nichel, mentre la gamma Jabro®-Solid2 JS564 e JS565 rappresenta l’impegno continuo di Seco nello sviluppo di utensili per operazioni di sgrossatura avanzata per un’ampia gamma di materiali, come acciaio, acciaio inossidabile e leghe di titanio. Le nuove frese Jabro-HFM JHF181 sono le ultime arrivate della gamma Seco per elevato avanzamento e offrono la medesima elevata produttività delle altre soluzioni Seco dello stesso tipo. Queste frese ad elevato avanzamento aumentano l’asportazione fino al 30% in più rispetto ai metodi tradizionali. JHF181 è particolarmente efficace nella lavorazione di componenti complessi che richiedono utensili con elevate sporgenze e una combinazione di più lavorazioni assiali e radiali. Offre una durata fino al 30% superiore rispetto ad altre frese in metallo duro integrale per la lavorazione di materiali ISO H. Il nuovo rivestimento Seco HXT aggiunge uno strato duro alla JHF181, che si traduce in protezione termica avanzata ed elevata resistenza all’usura. JHF181 è disponibile nella versione a 2, 4 o 5 eliche con diametri di taglio da 2 a 16 mm e lunghezze da 2xD a 7xD. Questa fresa ha anche l’adduzione refrigerante interna per diametri
da 6 a 12 mm.

Elevata evacuazione truciolo
Progettata per strategie di lavorazione di sgrossatura avanzata, la nuova gamma di frese Jabro-Solid2 JS564 e JS565 offre il 20% di durata in più rispetto ai modelli precedenti, grazie allo stabile nocciolo conico, al rivestimento NXT lucidato e ad altre caratteristiche ad alte prestazioni. Le frese JS564 e JS565 consentono un impegno radiale relativamente elevato pur mantenendo elevati avanzamenti e velocità di taglio per passate di sgrossatura avanzata. Inoltre, le geometrie positive dei denti frontali rendono queste frese particolarmente efficaci nelle operazioni di interpolazione elicoidale e assiale. I nuovi rompitrucioli ottimizzati creano trucioli ridotti quando si utilizzano grandi lunghezze di taglio, assicurando la migliore evacuazione del truciolo possibile. Ciò è particolarmente vantaggioso nella lavorazione di tasche profonde e riduce sia i rischi di rottura dell’utensile che gli scarti dei componenti in lavorazione. JS564 e JS565 sono disponibili in versioni a 4 e 5 eliche in una vasta gamma di diametri e lunghezze di taglio. JS565 è disponibile anche senza rompitrucioli. Sia per il modello JS564 che per JS565, sono disponibili diametri con codolo cilindrico da 3 a 20 mm e diametri Weldon da 6 a 20 mm.

Per fresatura a disco
Seco ha ampliato ulteriormente la sua già vasta scelta di corpi fresa e inserti per fresatura a disco. In risposta alle richieste del mercato, il costruttore svedese ha introdotto il sistema di testine intercambiabili 335.14 di piccolo diametro, la fresa 335.16 per operazioni di scanalatura a T e una versione a moduli della fresa 335.25 per montare inserti tondi. Il sistema 335.14, basato su testine intercambiabili di piccolo diametro, offre versatilità e precisione di taglio per affrontare facilmente qualsiasi tipo di materiale. Queste frese sono particolarmente indicate per la fresatura di scanalature come quelle di anelli elastici, profili a raggio completo e smussature. I sistemi a testina intercambiabile permettono di controllare i costi di lavorazione. Le testine 335.14 sono disponibili in un’ampia gamma con codoli cilindrici e con pinza ER integrata, nei diametri da 9,7 a 34,7 mm per profondità di taglio da 0,7 a 5,15 mm. La fresa 335.16 monta inserti a 4 taglienti per eseguire complesse operazioni di scanalatura a T. Le moderne geometrie dell’inserto riducono le forze di lavorazione e la rumorosità a favore di una durata ottimale. I canali di raffreddamento centralizzati rimuovono i trucioli in modo efficace e forniscono un’elevata finitura superficiale e un componente finito di qualità. Le frese sono disponibili nei diametri da 25 a 50 mm in base alle dimensioni standardizzate delle scanalature a T. L’ampia scelta di geometrie e qualità consente la lavorazione di diversi materiali in larghezze comprese tra 11 e 21 mm. La gamma ampliata di frese a disco 335.25 ora include nuovi moduli per inserti tondi diametro 16 e 20 mm. Queste frese si comportano bene nelle operazioni di spianatura, tre tagli e due tagli in applicazioni con ampi raggi di punta. I moduli intercambiabili garantiscono buone prestazioni e una durata lunga e affidabile. L’ampia scelta di geometrie e qualità inserto consente lavorazioni più positive ed economicamente più vantaggiose con qualsiasi tipo di materiale. I moduli standard ed extra-large consentono di montare inserti tondi da 16 a 20 mm. Le frese sono disponibili con diametri compresi tra 100 e 315 mm.

Lascia un commento

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Torna in alto

Utensili

Comunicazione tecnica per l'industria