Menu
Saturday, 27 Maggio 2017

Come produrre efficacemente componenti di qualità

L’interfaccia utente della nuova V4.0 R3: le barre degli strumenti e i pannelli dei menu possono essere ancorati sui bordi della finestra principale. L’interfaccia utente della nuova V4.0 R3: le barre degli strumenti e i pannelli dei menu possono essere ancorati sui bordi della finestra principale.

Novità in casa della software house tedesca Tebis. Grazie alle nuove funzioni e alle ultime implementazioni introdotte nella nuova versione 4.0 R3, progettare e gestire la produzione è oggi ancora più semplice e veloce. E il tempo risparmiato può essere impiegato per raggiungere nuovi obiettivi di efficienza aziendale.

di A.M.

Febbraio 2017

Tebis ha rilasciato lo scorso autunno la versione 4.0 R3 dell’omonimo sistema CAD/CAM, caratterizzata da un’esperienza di utilizzo ancora più user friendly grazie all’interfaccia software ulteriormente rivista. È infatti possibile personalizzare la finestra principale ancorando ai bordi le barre degli strumenti e i pannelli dei menu.
Inoltre subito dopo l’avvio del programma si apre una nuova finestra di dialogo che mostra l’elenco dei file recenti e l’anteprima del loro contenuto. L’utente può così trovare rapidamente tutto ciò di cui ha bisogno per iniziare a lavorare senza perdite di tempo.
La Release 3 ha anche migliorato la visualizzazione di wireframe e isolinee, che spesso possono rendere poco chiara la vista del componente. Il colore omogeneo degli spigoli e la possibilità di visualizzare o nascondere le isolinee rendono più evidente il contrasto tra il wireframe e il modello di superficie.

Massima valorizzazione del tempo
Tebis sa bene quanto ogni singolo minuto possa essere prezioso nell’ambito di un progetto di incremento dell’efficienza aziendale, ed è per questo che molte delle novità introdotte dalla nuova release sono ispirate proprio al concetto di massima valorizzazione del tempo. Ad esempio, per gestire in modo più agevole assemblati e componenti complessi contenenti numerosi pezzi di produzione, il software scompone automaticamente i file di grandi dimensioni in altri più piccoli e facilmente maneggiabili. Le superfici attive possono essere progettate ancora più rapidamente, riducendo drasticamente i tempi di ripresa manuale. Tebis ha introdotto una funzione in grado di appiattire i raggi positivi e prevenire in queste specifiche zone il contatto tra la lamiera e lo stampo. Anche le funzioni ottimizzate per il reverse engineering consentono un notevole risparmio di tempo: gli algoritmi sono stati perfezionati per generare transizioni perfette su superfici a 4 edge e ridurre al contempo la segmentazione. L’approssimazione di tolleranza può essere impostata facilmente e si possono controllare più efficacemente i bordi dei raggi e i bordi teorici. Inoltre la R3 ha sviluppato un processo automatico di lisciatura dei bordi teorici. La nuova release promette il risparmio di minuti preziosi anche in fase di modellazione delle superfici, supportando le aree simmetriche quando si generano superfici a curvatura costante e offrendo una migliore gestione dei parametri predefiniti quando si applicano le funzioni di ottimizzazione.

In primo piano la sicurezza delle lavorazioni
Anche i processi di programmazione CNC sono stati aggiornati con interessanti novità. Nel software CAD/CAM è stata infatti integrata e resa facilmente accessibile all’utente un’ampia lista di conflitti noti. In questo modo, in base ai componenti della macchina impiegati nella lavorazione, è possibile distinguere e filtrare i conflitti critici da quelli accettabili. Sono anche state aggiunte ulteriori opzioni all’anticollisione automatico per la fresatura a 3 assi. L’automazione CNC per la foratura e la fresatura a 2,5 assi è oggi ancora più efficiente perché la programmazione CNC basata sulle feature può essere più facilmente gestita usando gruppi di feature.
L’ottimizzazione utensile è stata estesa nel Job Manager ed è possibile calcolare il diametro ottimale dell’utensile prima della fresatura tenendo conto del materiale residuo. Gli utensili in uso possono essere cambiati direttamente nell’NC Job durante il calcolo dei percorsi.
L’utente può ora attribuire variabili NC alle Feature sia regolari che a forma libera, indipendentemente da dimensioni, parametri e tipologia. 4.0 R3 contiene anche una nuova funzione studiata appositamente per calcolare il percorso di lavorazione a 5 assi più adatto per incidere testi, loghi e numeri di serie proiettati sulla geometria del componente. Un altro dei temi centrali della nuova release è la gestione delle operazioni di taglio laser e rifilatura, oggi velocizzate del 30% circa grazie a una distribuzione di punti migliorata che rende i programmi più compatti. È inoltre possibile impostare manualmente la tolleranza assiale, rimuovere i punti NC, correggere più agevolmente l’inclinazione della testa macchina e quindi prevenire movimenti di rotazione troppo ampi. I percorsi utensile di taglio laser possono ora essere verificati con il simulatore cinematico, così da scongiurare collisioni e conflitti sui finecorsa. Il risultato è un notevole risparmio di tempo e denaro.

Lascia un commento

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Torna in alto

Utensili

Comunicazione tecnica per l'industria