Menu
Sunday, 24 Settembre 2017

Acquisizione nel settore dell’automazione

ABB ha annunciato l’acquisizione di B&R, tra i principali fornitori indipendenti di soluzioni open-architecture di prodotto e di software per l’automazione di macchina e di fabbrica. Fondata nel 1979 da Erwin Bernecker e Josef Rainer, con quartier generale nella città di Eggelsberg, in Austria, B&R impiega più di 3.000 persone, 1.000 delle quali sono ingegneri applicativi e di R&S. L’acquisizione consente ad ABB di consolidare la sua posizione nel campo dell’automazione industriale e di cogliere ancora maggiori opportunità di crescita nell’ambito della Quarta Rivoluzione Industriale. Inoltre, ABB intende espandere la sua offerta digitale combinando il suo portfolio di soluzioni digitali, ABB Ability, con le consolidate piattaforme software, la base di clienti e le sue piattaforme di automazione personalizzate. “B&R è una perla nel mondo dell’automazione di macchina e di fabbrica e riteniamo questa operazione un’opportunità unica. È una tappa fondamentale per ABB: con B&R si colma lo storico gap nell’offerta di automazione”, ha detto Ulrich Spiesshofer, CEO di ABB. “Questa acquisizione offre grandi opportunità per B&R, i suoi clienti e i suoi dipendenti. Siamo convinti che ABB offra la migliore piattaforma per scrivere un nuovo capitolo della nostra crescita. La presenza globale, l’offerta digitale e il portfolio sono elementi fondamentali per accelerare ulteriormente verso innovazione e crescita”, ha detto Josef Rainer, co-fondatore di B&R.

 

Leggi tutto...

Il dolce sapore dell’automazione

I robot IRB 360 Flex Picker e IRB 4600 di ABB sono stati scelti dal produttore tedesco di dessert surgelati Coppenrath & Wiese per automatizzare il processo produttivo. La facilità di pulizia dei robot e la possibilità di gestirli da una sola unità di controllo sono tra i principali benefici indicati dall’utilizzatore, che aveva bisogno di velocità e alte prestazioni nell’imballaggio e nella movimentazione delle confezioni.

 

di Leonardo Albino

Leggi tutto...

E alla fine… arrivano gli SCARA

Dai robot più grandi, capaci di movimentare carichi fino a 1.000 kg, ai più piccoli antropomorfi e al collaborativo YuMi, la proposta di ABB è già tra le più complete sul mercato. Ora si aggiungono anche gli SCARA della famiglia IRB 910SC per applicazioni di pallettizzazione, carico/scarico e assemblaggio di piccole parti: un mercato che la multinazionale svizzera affronta puntando su velocità, ripetibilità, affidabilità ed elevata integrazione.

di Fabrizio Garnero

Leggi tutto...

YuMi, buona la prima!

È già al lavoro, presso la Azeta di Correggio (RE), il primo esemplare installato in Italia di YuMi, il robot collaborativo sviluppato da ABB e lanciato sul mercato appena lo scorso anno. Attualmente si occupa di collaudare e assemblare valvole oleodinamiche, ma questa è solo una delle sue tante possibilità applicative. Siamo andati a vedere come lavora YuMi e a conoscere una famiglia che, partendo da un’idea lungimirante di automazione, ha dimostrato di credere davvero nella spinta propulsiva dell’innovazione.

di Fabrizio Dalle Nogare

Leggi tutto...

Comunicazione tecnica per l'industria