Menu
Monday, 26 Giugno 2017

Attualità (127)

Premio di eccellenza

Il gruppo Hiwin ha ottenuto l’oro e l’argento al Taiwan Excellence con il sistema DIAMOND prodotto dalla divisione Hiwin Mikrosystem e con il Wafer Robot della divisione Hiwin Technologies. Taiwan Excellence è un concorso organizzato dal ministero degli Affari Economici di Taiwan che premia, secondo i quattro criteri di ricerca e sviluppo, design, qualità e marketing, le eccellenze produttive.
DIAMOND è una nuova generazione di sistemi di posizionamento con precisione al nanometro che si inserisce perfettamente nell’industria di semiconduttori e FPD. È realizzata grazie a tecnologie come cuscinetti precaricati ad aria e attrito ridotto, che rendono possibile l’elevata precisione e incrementano l’affidabilità dei componenti.
Il Wafer Robot è invece il primo e unico robot che si serve di tutti le componenti chiave ideati e messi
a punto dalla stessa Hiwin.
È adatto per operare in ambienti puliti e per soluzioni di “pick and place”. Inoltre, garantisce un alto servizio qualitativo per semiconduttori e industrie fotoelettriche, LED, LCD e dei pannelli solari.

 

Excellence Award
Hiwin Group won Taiwan Excellence Golden & Silver Award with DIAMOND under Hiwinmikro and Wafer Robot under HIWIN Technologies. Taiwan Excellence is organized by the Ministry of Economic Affairs and the four main criteria to select the winner are research & development, design, quality and marketing.
DIAMOND is the new generation positioning stage with nano accuracy, applicable in semiconductor and FPD industries. It is realized by technologies like vacuum preloaded air bearing and friction elimination, which enable nano accuracy and increases equipment reliability. Hiwin Wafer Robot is the first and only robot in the world using all the key components and motor driven elements which are made and designed by Hiwin itself. It is suitable for clean room environment and accurate pick and place operation. It also offers high quality service for semiconductor, photoelectric, LED, LCD and solar panel industries.

Leggi tutto...

L’incontro tra automazione e intelligenza artificiale

Alla prossima SPS Italia, Omron mostrerà come cambieranno i giochi per i produttori di beni. Ovvero come le tecnologie di rilevamento e controllo, tipiche dell’automazione, possono, grazie al contributo dell’intelligenza artificiale, abilitare l’innovazione della produzione secondo i paradigmi di Industry 4.0.
Nello spazio dedicato alle tecnologie 4.0, sarà possibile vedere come la collezione e la visualizzazione dei dati di produzione possa concretamente portare benefici in termini gestionali.
Le soluzioni integrate, intelligenti e interattive consentono ai produttori tramite l’innovazione delle loro macchine di migliorare l’efficienza, la flessibilità, la qualità e il rendimento. I principali produttori del mondo fanno affidamento sulle avanzate soluzioni Omron nel campo della robotica, dei veicoli intelligenti autonomi (AIV) e dei sistemi di visione, controllo, sicurezza e ispezione. L’integrazione verticale e orizzontale, la gestione intelligente dei dati di produzione e la collaborazione uomo-macchina rendono più facile l’ottimizzazione della produzione.

Maggio-Giugno 2017


Automation meets artificial intelligence
At the next edition of SPS Italia, Omron will show all the new achievements regarding the manufacturing world. In other words, how detection and control technologies, typical of the newest automation, may enable production innovation, according to the Industry 4.0 specifications and thanks to the contribution of artificial intelligence.
In the area dedicated to 4.0 technologies, Omron will show how collecting and visualising production data may bring actual benefits in production management.
Integrated, intelligent and interactive solutions allow manufacturers to improve the efficiency, flexibility, quality and throughput of their machines through innovation. The major global manufacturers rely on Omron advanced solutions in the field of robotics, autonomous intelligent vehicles (AIV) as well as in vision, control safety and inspection systems. Vertical and horizontal integration, intelligent data management and human-machine collaboration make production optimization quite easier.

Leggi tutto...

Gamma completa di soluzioni in mostra

wenglor sensoric, azienda di riferimento nel settore della sensoristica evoluta, sarà presente con un’ampia gamma di novità dal 23 al 25 maggio prossimi a Parma alla fiera annuale che riunisce fornitori e produttori del mondo dell’automazione industriale.
Nel quartiere fieristico di Parma, l’importante area espositiva di wenglor costituirà uno dei principali punti di riferimento non solo per tutti i costruttori di macchine, impianti e linee di automazione, ma anche per i numerosi end-user che, come al solito, affollano la fiera in cerca di soluzioni innovative ed efficaci.
“Quest’anno la presenza a SPS IPC Drives Italia di wenglor sensoric è ancor più significativa, poiché coincide con il ventennale della filiale italiana”, afferma Elio Bolsi, general manager di wenglor sensoric italiana.

Maggio-Giugno 2017

A full range of solutions on display

wenglor sensoric, a major company in the field of advanced sensors, will showcase a broad range of products at the annual exhibition, scheduled from 23rd to 25th May in Parma, which gathers together suppliers and manufacturers in the industrial automation field. In Parma, wenglor booth is expected to be a benchmark not only for manufacturers of machines, plants and automation lines, but also for several end users who, as usual, are supposed to visit the exhibition in search of innovative and effective solutions.
“This year, wenglor sensoric presence at SPS IPC Drives Italia is even more significant, as we celebrate the twentieth year since the foundation of the Italian branch”, says Elio Bolsi, general manager of wenglor sensoric italiana.

Leggi tutto...

L’innovazione per l’Industria 4.0

Industria 4.0, smart factory e quarta rivoluzione industriale: tre diversi termini per esprimere un solo concetto, ovvero la completa integrazione dei processi di produzione industriale attraverso l’utilizzo di strumenti e dispositivi in grado di rendere le fabbriche intelligenti, trasformando gli ecosistemi da chiusi in piattaforme più aperte, complesse e distribuite, per garantire nuovi servizi come la diagnostica degli impianti, la manutenzione predittiva e l’ottimizzazione dei consumi, anche da remoto.
Questi gli importanti argomenti trattati, lo scorso marzo, nel corso dell’evento organizzato dall’associazione che riunisce le piccole e medie industrie, dal titolo: “A.P.I.: innovazione per l’Industria 4.0” presso il Samsung District a Milano.
Il dibattito ha visto la partecipazione di Luca Del Gobbo, assessore all’Università, Ricerca e Open Innovation di Regione Lombardia, Antonio Bosio, product & solutions director Samsung Electronics Italia, Giovanni Anselmi, delegato A.P.I. al tema Industria 4.0 e Paolo Galassi, presidente A.P.I.

Maggio-Giugno 2017

Innovation for Industry 4.0

Industry 4.0, smart factory and fourth industrial revolution: three different words to describe a single concept, that is to say the full integration of industrial production processes through the use of tools and devices capable to make the factories smart. This is made possible by turning production environments from closed systems into open, complex and shared platforms, in order to ensure new services such as plant diagnostics, predictive maintenance and consumption optimization.
These were some of the relevant issues discussed, last March, during the event organized by the association that gathers small and medium enterprises (A.P.I.), titled “A.P.I.: innovation for Industry 4.0” held at Samsung District in Milan.
The conference saw the participation of Luca Del Gobbo, councillor for University, Research and Open Innovation, Regione Lombardia, Antonio Bosio, product & solutions director Samsung Electronics Italia, Giovanni Anselmi, A.P.I. representative for Industry 4.0 and Paolo Galassi, president of A.P.I.

Leggi tutto...

Acquisizione nel settore dell’automazione

ABB ha annunciato l’acquisizione di B&R, tra i principali fornitori indipendenti di soluzioni open-architecture di prodotto e di software per l’automazione di macchina e di fabbrica. Fondata nel 1979 da Erwin Bernecker e Josef Rainer, con quartier generale nella città di Eggelsberg, in Austria, B&R impiega più di 3.000 persone, 1.000 delle quali sono ingegneri applicativi e di R&S.
L’acquisizione consente ad ABB di consolidare la sua posizione nel campo dell’automazione industriale e di cogliere ancora maggiori opportunità di crescita nell’ambito della Quarta Rivoluzione Industriale. Inoltre, ABB intende espandere la sua offerta digitale combinando il suo portfolio di soluzioni digitali, ABB Ability, con le consolidate piattaforme software, la base di clienti e le sue piattaforme di automazione personalizzate.

Maggio-Giugno 2017

 

Acquisition in the automation field

ABB has announced the acquisition of B&R, a very important independent provider focused on product- and software-based, open-architecture solutions for machine and factory automation worldwide. B&R, founded in 1979 by Erwin Bernecker and Josef Rainer, is headquartered in Eggelsberg, Austria, and employs more than 3,000 people, including about 1,000 R&D and application engineers.
Through this acquisition, ABB expands its leading position in industrial automation and will be uniquely positioned to seize growth opportunities resulting from the Fourth Industrial Revolution. In addition, ABB takes a major step in expanding its digital offering by combining its industry-leading portfolio of digital solutions, ABB Ability, with B&R’s strong application and software platforms, its large installed base, customer access and tailored automation solutions.

Leggi tutto...

USA: cresce l’automazione nell’automotive

L’industria automotive americana ha visto l’installazione di circa 17.500 robot industriali nel 2016. Negli ultimi sette anni, i robot in uso sono cresciuti a circa 52.000 unità (2010-2016). Questo si evince dai risultati preliminari pubblicati dallo Statisctical Department dell’International Federation of Robotics (IFR). Nello stesso periodo, il numero dei posti di lavoro nell’industria automotive statunitense è cresciuto di 260.600 unità, secondo l’US Bureau of Labor Statistics.
“Alla base di questa crescita c’è la tendenza attuale all’automatizzazione della produzione per rafforzare la competitività dell’industria americana a livello globale, mantenere i siti manifatturieri nel paese, e in alcuni casi riportare in casa siti produttivi che erano stati precedentemente delocalizzati altrove”, ha detto Joe Gemma, Presidente dell’IFR, al World Robotics IFR CEO Roundtable di Chicago.

Maggio-Giugno 2017

US: automation increases in the automotive industry

The US automotive industry has installed a new record of approximately 17,500 industrial robots in 2016.
In the last seven years, the operational stock increased by about 52,000 units (2010-2016). These are preliminary results published by the Statistical Department of the International Federation of Robotics (IFR). Duringa the same period, the number of jobs in the US automotive sector rose by 260,600, according to the US Bureau of Labor Statistics.
“The main driving force of this growth is the ongoing trend to automate production in order to strengthen the competitiveness of American industry globally, to keep manufacturing at home, and in some cases bring back manufacturing that had previously been outsourced to other countries,” said Joe Gemma, President of the International Federation of Robotics at the World Robotics IFR CEO Roundtable in Chicago.

Leggi tutto...

La settima edizione di SPS IPC Drives Italia

Si svolgerà a Parma dal 23 al 25 maggio 2017 la settima edizione di SPS IPC Drives Italia. Con una previsione di crescita finale del +15% la fiera, riconosciuta come il riferimento in Italia per l’automazione industriale, si svilupperà su 4 padiglioni espositivi.
Nel padiglione 4 ci sarà spazio per la seconda edizione del progetto Know how 4.0: 28 demo funzionanti di applicazioni in ottica 4.0 delle aziende più all’avanguardia nel panorama dell’automazione industriale. I padiglioni 3, 5 e 6 metteranno in mostra moltissime soluzioni, e non solo prodotti, offerti dai principali fornitori di componenti e sistemi per l’automazione. Quest’anno SPS Italia amplia ulteriormente l’offerta con l’aggiunta di nuove categorie merceologiche legate alle tecnologie disruptive: meccatronica, industrial IoT, big gata, cyber security, applicazioni robotiche, software di progettazione e simulazione.
Nell’area esterna prenderà forma un progetto legato al settore agricolo, caratterizzato da un elevato contenuto di automazione e da nuove soluzioni in grado di ottimizzare processi, performance, analisi dati. L’area FARM 4.0 vedrà l’esposizione delle più moderne e tecnologiche macchine agricole e nel corso di una tavola rotonda di approfondimento, nel palinsesto convegnistico il 24 maggio, verrà presentato l’Osseratorio realizzato in collaborazione con PoliMi e Assofluid sul settore macchine/m vimento terra in Italia.

Maggio-Giugno 2017

 

The seventh edition of SPS IPC Drives Italia


The seventh edition of SPS IPC Drives Italia will be held in Parma from 23rd to 25th May, 2017. With +15% growth forecasts, the exhibition, which is the Italian benchmark for industrial automation, counts on 4 halls.
Hall 4 will be dedicated to the second edition of the Know-how 4.0 project: 28 working demos of 4.0 applications installed by major companies in industrial automation. Halls 3, 5 and 6 will put on display several solutions, not only products, provided by major suppliers of automation components and systems. This year, SPS Italia is featured by a broader offer, with some more product categories related to disruptive technologies: mechatronics, industrial IoT, big gata, cyber security, robotized application, design and simulation software.
The space outside the halls will be addressed to a project related to the farm sector, with a high degree of automation and new solutions capable to optimize processes, performances, data analysis.
The FARM 4.0 area will exhibit
hi-tech agricultural machines. Besides, during a round table
on May 24th, the so-called “Osservatorio” on earthmoving equipment in Italy, carried out in collaboration with PoliMi and Assofluid, will be presented.

Leggi tutto...

Un altro anno di grande crescita

L’azienda tedesca DELO ha diffuso gli ultimi risultati finanziari. Le vendite sono salite a 95 milioni di euro al 31 marzo 2017, termine dell’anno fiscale, in crescita del 18% rispetto all’ultimo risultato. Ancora una volta, i driver di crescita a doppia cifra dell’azienda sono le industrie automotive, elettronica e dell’aviazione.
Le vendite fuori dalla Germania hanno conosciuto un aumento significativo, con la Cina, in crescita del 67%, che ha rimpiazzato la Germania come mercato principale. DELO - specializzata nella produzione di adesivi e sistemi di incollaggio industriale - ha generato il 73% delle vendite complessive fuori dalla Germania.
“Per molti anni, quello cinese è stato il nostro secondo mercato più importante ed era soltanto una questione di tempo perché si concretizzasse il sorpasso sulla Germania”, ha detto l’ing. Wolf-Dietrich Herold, managing partner di DELO.

 

Maggio-Giugno 2017

 

Another year with strong growth

The German company DELO released its latest financial results. Sales climbed to €95 million, thus marking the end of the fiscal year on March 31, 2017. That’s an 18 percent gain over the last fiscal year. Once again, the company’s growth drivers with clear double-digit numbers turned out to be the automotive industry, electronics and aviation.
Revenues from overseas rose in particular, with China rocketing up by 67 percent and replacing Germany as the company’s most important market. DELO - a leading manufacturer of industrial adhesives and equipment systems - generated 73 percent of its total sales outside Germany.
“For many years, China was our second largest market and it was only a question of time until it caught up with and surpassed Germany,” says Dr.-Ing. Wolf-Dietrich Herold, managing partner of DELO.

Leggi tutto...

Va alla pinza collaborativa l’Hermes Award 2017

L’Hermes Award 2017 è stato assegnato all’azienda tedesca SCHUNK, allo stesso tempo azienda a conduzione familiare e global player. Il premio, che è uno dei più prestigiosi riconoscimenti internazionali per la tecnologia più innovativa, è stato consegnato allo specialista in sistemi di presa il 23 aprile, nella cornice della cerimonia di inaugurazione della Hannover Messe. SCHUNK ha ricevuto il premio per la pinza JL1: un modulo di presa intelligente e sicuro per la collaborazione uomo-robot che interagisce e comunica direttamente con l’operatore. I sensori incorporati nella pinza rilevano l’avvicinarsi della persona e attivano automaticamente una soluzione protettiva. I sensori, inoltre, consentono al modulo di afferrare, manipolare e assemblare con grande flessibilità oggetti con ogni tipo di geometria attraverso una presa parallela o attraverso una presa centrica. Le dita della pinza dispongono di ganasce di regolazione della forza di presa e di sensori tattili capacitivi che supportano operazioni di presa adattive. Due sistemi di telecamere assicurano il monitoraggio continuo dell’ambiente circostante in 3D aiutando la rilevazione delle parti da afferrare.


Collaborative grippers win 2017 Hermes Award


This year’s Hermes Award winner is German company SCHUNK, both an owner-operated German family business and a global player. The Hermes Award is one of the world’s most prestigious industrial technology awards, and SCHUNK a global leader in innovative gripping systems. The award was presented during the Hannover Messe Opening Ceremony on 23 April.
SCHUNK’s JL1 co-act gripper is an intelligent modular gripping system for human-robot collaboration that is capable of directly interacting and communicating with its human operator. The JL1’s integrated sensor systems effectively envelop the module in its own safety “bubble” by continually tracking the proximity of humans and triggering evasive action to avoid any direct human-machine contact. They also enable the module to grip, handle and assemble objects of all geometries. The module’s jaws are able to measure gripping force and have tactile sensors, so their operation is highly adaptive and responsive. The sensor constellation also includes two cameras that enable the gripper to see its surroundings in 3D and help it to detect workpieces.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Comunicazione tecnica per l'industria