Menu
Monday, 18 Giugno 2018

Scommettere sull’automazione

Nata come realtà specializzata nella programmazione di PLC di piccola taglia, l’azienda siciliana Controllogic è oggi in grado di fornire al cliente, chiavi in mano, tutta la parte di automazione industriale, dall’inizio fino alla fine della linea di produzione. Grazie alla capacità di integrare i robot e all’investimento nella formazione dei suoi tecnici. Per affrontare un mercato, come quello siciliano, non semplice ma con ampi margini di crescita.

di Sebastiano Mainarda

Gennaio-Febbraio 2018

Il percorso che Controllogic ha fatto negli anni, sin dalla sua fondazione, è abbastanza lineare e racconta di un investimento in competenza e di una scommessa rischiosa, perché fatta in un territorio - quello siciliano - che non spicca per numero di realtà industriali presenti. Allo stesso tempo, però, come vedremo nel corso dell’articolo, il potenziale per una maggiore diffusione di automazione industriale c’è. Bisogna solo saperlo scovare.

“Controllogic nasce a Biancavilla, paese in provincia di Catania, come azienda specializzata nella programmazione di PLC di piccola taglia, nella presa in carico di piccoli controlli e nella progettazione industriale minimale”, ci racconta l’ing. Stelvio Cucuzza, Amministratore di Controllogic. “Nel corso degli anni, l’azienda ha seguito un suo percorso evolutivo, sviluppando sia mezzi che metodi, fino a diventare, oggi, una realtà che si occupa a tutti gli effetti di automazione industriale: dalla programmazione del PLC basic, insomma, siamo passati a PLC ben più complessi, fino ai sistemi SCADA. Da alcuni anni, inoltre, ci occupiamo di automazione integrata con i robot. L’obiettivo è fornire al cliente, chiavi in mano, tutta la parte di automazione, dall’inizio fino alla fine della linea di produzione”.

Nello specifico della robotica, Controllogic si è specializzata nella programmazione e nell’integrazione di robot Hyundai e Denso, commercializzati in Italia da K.L.AI.N.robotics.

Crescente interesse per l’automazione anche sul mercato siciliano

Tornando al territorio, e approfittando della presenza di Controllogic alla tradizionale fiera campionaria Emaia che si è tenuta a Vittoria, in provincia di Ragusa, all’inizio di novembre 2017, chiediamo a Stelvio Cucuzza che tipo di mercato c’è in Sicilia per quanto riguarda l’automazione industriale, e in particolare l’automazione che prevede l’utilizzo di robot. “In Sicilia il mercato è abbastanza ristretto”, spiega Cucuzza. “Sono poche, ma buone, come si suol dire, le aziende che investono in automazione. Noi abbiamo perlopiù acquisito clienti grazie alle referenze ottenute su lavori eseguiti in precedenza: è stata, insomma, la soddisfazione dei clienti che hanno lavorato con noi a spingerci verso altre opportunità. I robot, comunque, rappresentano un’applicazione sempre più importante e ricercata anche sul mercato siciliano. Infatti, assistiamo a un crescente interesse riguardo l’integrazione dei robot nel processo produttivo da parte di potenziali clienti. Il nostro compito è far sì che queste manifestazioni di interesse possano tramutarsi in ordini e, quindi, in veri e propri lavori. Guardando al futuro, siamo convinti che la strada sia quella di ricercare soluzioni che consentano di sollevare gli operatori da compiti stressanti, stancanti ed eccessivamente ripetitivi”.

Un’azienda versatile per affrontare mercati e settori diversi tra loro

Grazie alla flessibilità garantita dai robot, ma anche alla versatilità di Controllogic nell’adattare e studiare soluzioni su misura per le necessità dei clienti, l’azienda ha approcciato parecchi settori: dall’alimentare al farmaceutico, fino allo smaltimento e al trattamento dei rifiuti; dalla manipolazione dei prodotti allo stampaggio in plastica.

“Essere versatili è una caratteristica fondamentale per noi, perché ci consente di avere un ampio raggio di azione su molti clienti in svariati settori, e mi riferisco sia ad aziende medio-grandi che alle PMI”, prosegue Cucuzza. Un altro aspetto sul quale insiste l’amministratore dell’azienda siciliana è quello della formazione degli specialisti che fanno parte di Controllogic. “Contiaimo molto sulla formazione di tecnici preparati e, soprattutto, che seguano la nostra filosofia, che consiste nel rispettare il cliente e il fornitore e nell’essere in grado di risolvere problemi di diversa natura sulle varie applicazioni e linee di produzione dei clienti, dal collaudo fino all’assistenza”. Nel prossimo futuro, l’ingegner Cucuzza vede la continuazione del percorso di crescita dell’azienda, orientata verso l’automazione industriale. “Vogliamo occuparci di automazione sempre più spinta, con un livello elevato di tecnologia. Per quanto riguarda il mercato, esploreremo ancora più a fondo il territorio siciliano, che ha, a mio parere, ampi margini di crescita, a patto però di avere la pazienza di scovare sul territorio quelle imprese che hanno necessità di spingere sull’automazione e investire sull’utilizzo di robot. Naturalmente, guardiamo con interesse anche ad altri mercati e opportunità di sviluppo”.

PROFILE

Founded as a company specializing in small-sized PLC programming, the Sicilian company Controllogic is now able to provide customers with turnkey industrial automation, from the beginning to the end of the production line. All this thanks to the ability to integrate robots and to the investments made in the training of technicians. In order to face a market, like the Sicilian one, which is not simple but has great growth possibilities.

The path that Controllogic has followed over the years, since the company’s foundation, is quite linear and deals with an investment in expertise and quite a risky bet. In fact, the company works in a land - Sicily - which does not stand out for its number of industrial companies. At the same time, however, as we will see later on in the article, there’s a significant potential for greater diffusion of industrial automation. This has to be found, indeed.

“Controllogic was founded in Biancavilla, a town in the province of Catania, as a company specializing in small-sized PLC programming, basic controls and industrial design”, says engineer Stelvio Cucuzza, who manages Controllogic.
“Over the years, the company has followed its own evolution, developing both means and methods to become, today, a company capable to deal with industrial automation: starting from basic PLC programming, we have soon taken care of far more complex PLCs, up to SCADA systems. Furthermore, for some years we have been dealing with integrated automation and robots. The goal is to provide our customers with the whole automation part, from the beginning to the end of the production line”.

As for robotics, in particular, Controllogic has gained experience in the programming and integration of Hyundai and Denso robots, distributed in Italy by K.L.AI.N.robotics.

Increasing interest in automation also on the Sicilian market

Back to the territory, and taking advantage of the presence of Controllogic at the traditional Emaia trade fair held in Vittoria, in the province of Ragusa, at the beginning of November 2017, we ask Stelvio Cucuzza what kind of market is there in Sicily as for industrial automation, and specifically the kind of automation that involves the use of robots. “Here in Sicily, the market is quite restricted”, explains Mr Cucuzza. “There are few, but good, as they say, companies investing in automation. Our customers are mainly due to the good references we got from previous works we have taken care of: it is, in short, the satisfaction of customers who worked with us to push us towards other opportunities. Robots are indeed an increasingly important application, which is becoming more popular also in Sicily. In fact, we see that potential customers are increasingly interested in integrating robots in their production processes. Our task is to turn such interest into orders and, therefore, real collaborations. Looking to the future, we are convinced that the right way for us is to find solutions that may relieve operators from stressful, tiring and repetitive tasks”.

A versatile company to deal with several markets and sectors

Thanks to the flexibility ensured by the robots, but also to the versatility of Controllogic in adapting and designing tailor-made solutions according to the customer’s needs, the company has approached several sectors: from food to pharmaceutical and waste disposal and treatment; from product handling to plastic moulding. “Versatility is a key feature, as it allows us to approach several customers in manifold sectors, either medium-large companies or SMEs”, continues Mr Cucuzza.

Another quite relevant aspect, according to the Sicilian company’s manager, is that of skill development for specialists within Controllogic. “We aim to rely on very skilled technicians who may follow our philosophy, based on the respect for either customers and supplier, as well as on the ability to address manifold problems on the various applications and production lines, from testing to after-sales service”.  In the near future, Mr Cucuzza hopes to enhance the company’s growth path, oriented towards industrial automation. “We want to take care of increasingly complex and hi-tech automation. As for the market, we will further explore the Sicilian territory, which has, in my opinion, a significant potential for growth. However, it is necessary to be patient and possibly find those companies that need to push on automation and also invest in the use of robots. Of course, we also look forward to other markets as well as development opportunities”.

Lascia un commento

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Torna in alto

Comunicazione tecnica per l'industria