Menu
Monday, 18 Giugno 2018

Pinze elettriche pensate per i cobot

Ideali per essere montate su robot collaborativi utilizzati per movimentare oggetti fragili o pesanti in diverse applicazioni, tra cui pick & place, asservimento macchine, imballaggio, pallettizzazione e assemblaggio, le pinze elettriche RG6 prodotte dall’azienda danese On Robot si caratterizzano per versatilità e facilità di utilizzo e di personalizzazione.

di Sebastiano Mainarda

Gennaio-Febbraio 2017

On Robot, azienda danese in rapida crescita, specializzata nella produzione di innovative pinze elettriche per robot collaborativi, ha presentato una pinza flessibile a basso consumo energetico adatta per cobot utilizzati nella movimentazione di oggetti di diverse dimensioni.
Semplice da installare sul braccio del cobot e da programmare, la nuova RG6 è la versione più grande e robusta del modello RG2, e offre un carico utile particolarmente elevato.
La maggiore forza regolabile (da 25 N a 120 N) garantisce un carico utile tre volte superiore (6-8 kg) e una corsa più lunga (160 mm), caratteristiche perfette per movimentare oggetti fragili o pesanti in diverse applicazioni, tra cui pick & place, controllo numerico computerizzato (CNC), asservimento macchine, imballaggio, pallettizzazione e assemblaggio.

Semplice da installare perché senza cavi esterni
“La RG6, creata a seguito di uno studio approfondito dei nostri distributori in tutto il mondo, estende le funzionalità della RG2 in un dispositivo di facile uso, in grado di gestire oggetti di grandi dimensioni”, ha dichiarato Kenneth B. Henriksen, Europe Sales Manager di On Robot. “Si tratta di una pinza potente e robusta, proprio come chiedevano molti nostri clienti, ma rimane semplice da installare e sicura come la RG2, senza cavi esterni e con una rotazione infinita del giunto di testa. Grazie a queste caratteristiche, è flessibile e abile quanto lo stesso braccio robotico”. Come la RG2, la RG6 è una pinza elettrica e differisce dalle tradizionali soluzioni ad aria compressa che occupano molto spazio, hanno un elevato consumo energetico e risultano troppo complesse per molti utenti. Compatibile con tutti i bracci robotici Universal Robots, la RG6, il cui braccio è dotato di coperture di protezione di serie, si installa facilmente e consente all’operatore di modificare velocemente l’assemblaggio in fabbrica, senza dover ricorrere a un tecnico.

Programmazione semplice e intuitiva
“Queste pinze sono sicure e facili da utilizzare e consentono all’operatore di interagire direttamente con il cobot”, aggiunge Henriksen. “In questo modo l’operatore, invece di sentirsi intimidito dalla tecnologia, è motivato e rimane affascinato dalle possibilità offerte. Scoprendo nuovi modi per utilizzare i cobot, riesce a ottimizzare e a sviluppare la propria produzione”.
Oltre all’aumento di forza, corsa e carico utile, la RG6 offre molte delle funzioni presenti nella RG2, tra le quali: programmazione semplice e intuitiva che consente all’operatore di scegliere facilmente le attività da svolgere, garantendo massima flessibilità di movimento della pinza; dita personalizzabili in base alle esigenze di produzione; supporto per due pinze, senza bisogno di cavi supplementari; calcolo assistito del baricentro. Questa ultima caratteristica fa sì che l’operatore possa inserire il peso del carico e il robot eseguire il calcolo. Ciò facilita la programmazione, migliora la produttività e aumenta la sicurezza, consentendo al braccio robotico di eseguire movimenti più precisi.
Altre caratteristiche della pinza sono il calcolo automatico del centro dell’utensile (TCP, Tool Center Point), che consente di definire il movimento del braccio robotico intorno al TCP calcolato di un oggetto, in base alla posizione di montaggio della pinza, facilitando la programmazione e l’uso, e l’indicazione continua della presa, che permette alla pinza di distinguere tra un oggetto perduto o intenzionalmente rimosso.

NEWS ARTICLE

Electric Grippers Created for Cobots
Ideal to be installed on collaborative robots used to handle delicate or heavy objects in
applications such as pick & place, machine tending, packaging, palletizing and assembly, RG6 electrical grippers from the Danish manufacturer On Robot are featured by versatility, ease of use and high customization.

On Robot, the fast-growing Danish manufacturer of innovative electric grippers for collaborative robots, launched a flexible and energy-efficient gripper for cobots tasked with handling objects of various sizes. Easy to install on the arm of a cobot and simple to program, the RG6 is a bigger and stronger version of the company’s popular RG2, with quite high payload.
This higher adjustable force (25 N to 120 N) enables three times higher payload (6-8 kg) and wider stroke (160 mm), ideal for manufacturers automating the movement of delicate or heavy objects in applications such as pick & place, computer numerical control (CNC), machine tending, packaging, palletizing and assembly.

The lack of external wires make the grippers easier to install
“Created after an extensive survey of our distributors worldwide, the RG6 extends the capabilities of the RG2 by providing an ideal user-friendly gripper that handles much larger objects”, said Kenneth B. Henriksen, Europe Sales Manager at On Robot. “It is a powerful and strong product, as a large number of customers have requested, but it is still as simple, easy to install and safe as the RG2, with no external wires and an infinite rotation of the end joint, which makes them as flexible and dexterous as the robotic arm itself”.
Like the RG2, the RG6 is an electric gripper instead of traditional compressed air solutions that take up large amounts of space, are energy-intensive and too complicated for many users. Compatible with all Universal Robots cobot arms, the RG6 - which mounts the arm with factory-installed safety shields - is easy and fast to install, enabling operators to quickly modify assembly on the factory floor without the assistance of an engineer.

Easier and intuitive programming
“These grippers are so safe and user-friendly that employees can directly interact with the cobot”, added Mr Henriksen.
“As a result, instead of being intimidated by the technology, the employees become increasingly engaged and fascinated by the possibilities. They are quickly recognizing additional ways that the cobots can be used to optimize and develop their production”.
In addition to greater force, stroke and payload, the RG6 includes many of the same features as the RG2: simple and intuitive programming that lets operators easily choose what they need the gripper to do, and the gripper then responds with flexible motion; customizable fingertips to fit production requirements; dual grippers support without the need for extra wiring; assisted center-of-gravity calculation that lets users enter the weight of the payload and let the robot calculate the rest. The latter makes programming easier, enhancing overall productivity and improving safety by enabling more accurate robot arm movements.
Some additional features are the automatic Tool Center Point (TCP) calculation on how the robot arm moves around the calculated TCP of an object, depending on the position in which the gripper is mounted, for easier programming and use, and the continuous grip indication that allows the gripper to discern any lost or deliberately removed object.

 

Articoli correlati (da tag)

Lascia un commento

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Torna in alto

Comunicazione tecnica per l'industria